Pdc per acs o caldaia a metano - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pdc per acs o caldaia a metano

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Pdc per acs o caldaia a metano

    Ciao a tutti, dopo mille riflessioni onestamente sono più confuso che mai quindi ho deciso di aprire un post per provare a capirci qualcosa.

    Ho necessità di produrre acs per 6 camere di una struttura ricettiva in sicilia, due quadruple e quattro doppie. L'impianto di riscaldamento-raffrescamento sarà un impianto con due pdc aria-aria. Per l'acs invece in principio avevo pensato ad accumulo con acs separata, ma non saprei proprio dove mettere uno o due accumuli per un totale di almeno 800 litri... Allora ho virato su delle pdc monoblocco per ogni camera, ma anche in questo caso dall'installazione molto difficile (canalizzarle tutte fuori sarebbe veramente complesso). Pensavo di aver trovato una buona soluzione con i lidos hybrid, da mettere direttamente nei bagni delle camere da 2 persone (non necessitano di canalizzazione) e una caldaia per le due camere da 4 (100 litri del lidos non abbastanza), senonché si pone il problema del raffrescamento dei bagni prodotto dai lidos, un vantaggio in estate ma in inverno (per quanto in sicilia e probabilmente a struttura non molto piena) un problema difficile da risolvere (unico riscaldamento dei bagni sono degli scaldasalviette elettrici).

    A questo punto mi viene da pensare che forse sarebbe più semplice e forse pure economicamente più vantaggioso prendere una grossa caldaia o due (una per piano) e tanti saluti all'energia elettrica, anche in considerazione del fatto che attualmente l'energia elettrica costa quasi il triplo rispetto al gas, e che andare a recuperare i 6800 euro per due Daikin ECH2O a pompa di calore da 500 Litri o i più o meno altrettanti per Nuos dell'ariston, la vedo difficile (ignorando i problemi di posizionamento), decisamente meglio lidos e caldaia (3500 circa il tutto) ma si pone il problema di cui sopra.

    Qualche consiglio?

    Specifico che al momento non è presente un impianto fv, prima o poi arriverà ma temo ci vorrà ancora qualche anno.
    Ultima modifica di scresan; 19-02-2024, 17:37. Motivo: corretto titolo

  • #2
    Aggiungo anche la possibilità di scaldabagno a gas. Anche per le caldaie vedo infatti che non è così facile garantire acqua calda per potenzialmente 6 docce in contemporanea

    Commenta


    • #3
      attento che sono rumorosi i scaldaacqua a pdc tipo nuos o simili, soprattutto montati a ridosso delle camere da letto.
      A gas basta avere un accumulo adeguato. es caldaia da 35kw + 300lt di accumulo. la caldaia praticamente garantisce due docce contemporanee e l'accumulo immagazzina acqua caldai nei tempi morti tra una doccia e la successiva

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da francy.1095 Visualizza il messaggio
        attento che sono rumorosi i scaldaacqua a pdc tipo nuos o simili, soprattutto montati a ridosso delle camere da letto.
        A gas basta avere un accumulo adeguato. es caldaia da 35kw + 300lt di accumulo. la caldaia praticamente garantisce due docce contemporanee e l'accumulo immagazzina acqua caldai nei tempi morti tra una doccia e la successiva


        il problema non è tanto garantire due docce una successiva all'altra, ma la, molto rara per carità, eventualità di 6 docce in contemporanea... e 300 litri non basterebbero temo

        Qualcosa del genere? https://www.ariston.com/it-it/prodot...gas/fast-evo-x Certo a livello di installazione decisamente più complicato però il costo di partenza è davvero basso
        Ultima modifica di Adrorda; 19-02-2024, 21:44.

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X