Timer per boiler da 200 litri - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Timer per boiler da 200 litri

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Timer per boiler da 200 litri

    Buongiorno a tutti, ho una bella domanda da porvi…
    Ho un boiler in pdc per fare acs, accumulo 200 litri
    Codice PHP:
    http://www.coenergia.com/prodotti/climatizzazione-riscaldamento/pompe-di-calore/boiler-in-pompa-di-calore/trienergia-tri-xxxl-ls-lsb-200-300l 
    Sul tetto ho installato un impianto fv da 4,59 kwp
    Il tempo di riscaldamento standard (a 7 gradi ambientali, 10 gradi acqua, ecc.), per completare il ciclo di riscaldamento dell'acqua, è di circa 7 ore.
    Sono 200 litri e sono sufficienti per tutta la giornata, in famiglia siamo in 3, con 1 doccia al mattino e 2 serali (ho già provato a spegnere il boiler di pomeriggio e fino al mattino l’acqua era ottima per una doccia).
    La domanda è questa:
    1. Faccio gestire il riscaldamento alla pdc, oppure
    2. Metto un timer e faccio accendere il boiler dalle 9 alle 16?
    A me vengono in mente:
    Pro scelta 1: magari maggiore efficienza e minor consumo di kwh, acqua comunque sempre a disposizione e a temperatura
    Pro scelta 2: maggiore autoconsumo, minor rumorosità notturna
    Che ne pensate?

  • #2
    Cosa intendi per: " faccio gestire il riscaldamento alla pdc"??
    Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

    Commenta


    • #3
      intendo dire che se la pdc rimane sempre collegata alla rete elettrica allora terrà la temperatura dell'acqua ad una certa T (48 gradi) lavorando sempre parzialmente, e non parte con l'acqua a 10 gradi, con un programma gestito internamente (credo parta attorno ai 35 gradi).
      se temporizzo io "staccando la spina" partirà con acqua a T molto bassa (ipotizziamo acqua rimanente a 20 gradi).

      Commenta


      • #4
        io proverei con il temporizzatore

        Commenta


        • #5
          A conti fatti, se non hai incentivi con il FTV allora ti conviene temporizzare la partenza. Non credi cambi molto l'efficienza della pompa di calore con l'acqua di partenza a 20° o 35°. Il volume d'acqua da scaldare è sempre lo stesso...
          Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

          Commenta


          • #6
            beh ho dimenticato una cosa importante, nella ipotesi 2, il cop sarebbe indubbiamente superiore (ci sarebbero 4-5 gradi in più di giorno che di notte).
            quindi mi suggerite il temporizzatore?

            Commenta


            • #7
              Mi pare che tutte le considerazioni portano a favore della seconda ipotesi!
              Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

              Commenta


              • #8
                Ciao sono interessato anche io alla soluzione temporizzata, mi fai sapere com'e' va?

                Commenta


                • #9
                  Io, per ora non ho esperienza diretta... sono in attesa di completare la costruzione di casa e l'installazione.
                  So per certo di alcune persone che hanno impostato la pdc con temporizzatore e non hanno problemi.
                  Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

                  Commenta


                  • #10
                    Aspetto ancora un po' prima di programmare le accensioni

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da hulkaxx Visualizza il messaggio
                      Ciao sono interessato anche io alla soluzione temporizzata, mi fai sapere com'e' va?
                      ciao! scusa il ritardo.
                      ho messo un temporizzatore sulla presa, parte h10:00 finisce 19:00. alle 10 il sole è bello alto, e dopo 4 ore il boiler è completamente caldo e si stacca.
                      se, come nel w/e, si usa l'acqua nel pomeriggio, il boiler riattacca fino alle 19. dalle 19 al mattino c'è sempre acqua calda per tutto.
                      di notte ovviamente non c'è più rumore.
                      l'autoconsumo è nettamente aumentato e l'acqua, in basa alle esigenze di casa, è sempre calda e a disposizione.

                      Commenta


                      • #12
                        Io ho un bollittore da 300 lt della TermalGroup e posso programmare un accensione e spegnimento direttamente quindi volevo tenerlo acceso dalle 10 alle 18 e Lasciarlo spento praticamente nella tarda serata e notte, considerando che utiliziamo l'acqua per 3doccie la sera e 1/2 la mattina sono in dubbio di potercela fare quindi devo fare dei test. Sperando non capiti mai acqua fredda a mia moglie altrimenti saro' un uomo Morto ihihih

                        Commenta


                        • #13
                          3 docce e mezzo, puoi farcela tranquillamente

                          Commenta


                          • #14
                            Ho lo stesso grattacapo...
                            impianto fotovoltaico 6kw pompa Daikin ibrida con caldaia Daikin,8kw di accumulo e già da febbraio dalle ore 12.....va in surplus dopo aver caricato le batterie... di media 7/10kw gg... questo capita in settimana quasi sempre nei week si abbassa di 4/7kw.
                            spazio in casa non ne ho molto...il ripostiglio alle spalle della caldaia e pdc sul balcone(già un po' pieno)
                            1)avevo pensato un accumulo Daikin dato che ho pdc daikin8kw ma per i prezzi e per il posizionamento non vale la candela.
                            2)solare termico integrato con resistenza elettrica pressurizzato sul tetto..c.naturale da 200l..mi piaceva l'idea di portare solo 2 tubi dal tetto alla caldaia 1.80m di altezza..magari coprendoli con adatta Canalina stessa tinta del muro esterno.Ma con le temp in inverno non so se il boiler riuscirà a mantenere le temperature confort ACS.
                            3)pompa di calore 100l o semplice boiler (2x50l) in ripostiglio in algolo alto(unico posto disponibile 110x70x45cm)
                            in tal caso dovrei portare mandata fredda e ritorno caldo...presa elettrica già c'è..e kit valvola deviatrice e miscelatrice sotto al boiler.
                            4)in bagno padronale dietro la porta ho 35cm di larghezza x tutta parete..diciamo intera porta e proprio in basso centralina idrica sanitaria che collega tt le utenze.
                            Avevo pensato scaldabagno elettrico 100l slim di ariston ma non so se 100l basteranno x 4 persone e le valvole deviatrice/miscelatrice farà bene i loro compito.

                            In tt e 4 i casi avevo pensato di azionare il tutto con timer..o tentare di acquistare una centralina x i surplus a prezzo modico..ma non ne trovo.. tutti un po' alticci come prezzi.
                            e a dir la verità...mi sto scervellando
                            Ultima modifica di Finmek; 22-03-2022, 14:01.

                            Commenta


                            • #15
                              ma se hai le batterie che ti frega di quando scalda l'acqua?
                              Winter is coming ...
                              PdC Daikin Altherma 3 ERLA11DV3 Integrated 230L
                              https://monitoringpublic.solaredge.c...006#/dashboard

                              Commenta

                              Attendi un attimo...
                              X