Regolazione per impianto radiante e teleriscaldamento - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Regolazione per impianto radiante e teleriscaldamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Regolazione per impianto radiante e teleriscaldamento

    ciao...

    dopo 6 lunghi mesi finalmente sono entrato nel mio "nuovo" appartamento ristrutturato completamente

    per L IMPIANTO DI RISCALDAMENTO ho optato per quello a pavimento ..... NON HO LA CALDAIA.... MA IL TELERISCALDAMENTO....

    PREMETTO che ho lavorato molto sulle ISOLAZIONI (cappotto interno nelle pareti a contatto on l estero) vetri TRIPLO VETRO ecc ecc



    l mia domanda è come migliorare ed OTTIMIZZARE al meglio il mio riscaldamento per avere il miglior compromesso dei consumi

    l h20 arriva a circa 70 gradi poi viene miscelata a 34 gradi nel collettore ed esce a 32 gradi per poi venir rimiscelata per aumentare la temperatura...(che non riesco a verificare)
    la pompa è una GRUNDFOS ALPHA 2 L con possibilità di variare la velocita ..e varie curve di utilizzo....

    sono 5 giorni che abito nella nuova casa .....ed ho verificato che scalda bene....e si " attacca poche volte al giorno .....pero quando parte l'h20 nel impianto la trova a 20/22 gradi perché si è raffreddata nel arco 6/8 ore.....quindi mi ritrovo con un "delta" di 10 gradi ne primi minuti di utilizzo.....per poi passare 2 gradi.....

    cosa consigliate???? abbassare a sotto i 30 gradi la temperatura di ingresso??? cosi a allungare l utilizzo ma aver meno scarto di calore???
    mi conviene tener bassa la velocità della pompa??o velocizzarla??

    i termostati li tengo a 19.5 in sala e 18.0 nelle camere FISSI

    grazie

    vi ricordo che ho IL TELERISCALDAMETO e l impianto NON ha una sonda esterna ( i miei colleghi condomini usano ancora i termosifoni di 40 anni fa)

  • #2
    nessuno sa aiutarmi??? al momento ho rilevato u consumo ANOMALO....circa 80/100 kcal giornaliere...... quantificabili in 15 euro di riscaldamento al giorno TANTISSIMO

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da turboazeta Visualizza il messaggio
      l h20 arriva a circa 70 gradi poi viene miscelata a 34 gradi nel collettore ed esce a 32 gradi per poi venir rimiscelata per aumentare la temperatura...(che non riesco a verificare)

      hai teleriscaldamento o riscaldamento centralizzato?

      O forse entrambi? nel senso che il condominio sarà allacciato al teleriscaldamento (Torino?) e poi i singoli appartamenti spillano dal centralizzato.

      Comunque "rimiscelata con cosa?" sara miscelata col suo ritorno e quindi non AUMENTA di T..ma CALA di T.

      Cioè avrai tubo che arriva a 70 al collettore principale..da cui parte un circuito miscelato che la porta a 32-34 quello che sia, per il radiante e uno non miscelato che scalda un boiler acs.
      se non è cosi, fotografa quello che hai...che si fa prima.

      Comuqnue ..se hai cetralizzato..devi capire cosa ti viene contabilizzato..se le CALORIE (e ci devono allora essere 2 donde di T in ingresso e uscita PIU un flussometro che misura i litri/minuto che passano) oppure le ORE di riscaldamento (indipendentemente da dal flusso energetico che spilli..conta solo le ore di ON, presumendo che quando spilli, spilli alla massima potenza).

      Se hai una contabilizzazione su CALORIE (ed è ben tarata..cosa non scontata) che tu mandi H24 a bassissima T oppure h12 a T leggermente piu alta, non cambia il consumo energetico...però dal punti di vista del confort, meglio h24 a T bassissima.

      Ti sei informato su come il condominio suddivide i costo di riscaldamento? che costi fissi hai?
      Il teleriscaldamento non è poi cosi economico..e un mix teleriscaldamento+riscaldamento centralizzato potrebbe portare a qualche "sorpresa"...hai già indagato al proposito? quante caloria hai prelevato negli ultimi 7 giorni? a che prezzo ti aspetti ti saranno addebitate?

      A volte il riparto codominiale è cosi penalizzante che molti non sono nemmeno incentivati a ristrutturare loro appartamento se non lo fanno tutti gli altri..perche poi ua buona feta di costi sono ripartiti sui millesimi lo stesso...ma magari tu hai già visto questi aspetti ed è tutto sotto controllo...
      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

      Commenta


      • #4
        ciao marco..ti ringrazio per l interessamento

        cercherò di rispondere a tutto:
        HO IL TELERISCALDAENTO
        citta RIVA DEL GARDA
        l' acqua di ritorno ovviamente è più bassa e viene miscelata come dici te
        il radiatore porta salviette è staccato
        ho un contacalorie posizionato nel ex locale caldaia

        il prezzo a caloria dovrebbe essere circa 0.15 cent /caloria

        abito da circa 7 giorni nel appartamento in 5 giorni ho consumato 570 cal

        nelle ultime 24 ore ( dove ho settato la pompa con pressione costante più bassa) ho consumato circa 80 cal ( circa 12 euro stimati) più il 15% di fisso

        Commenta


        • #5
          Allora...quando dici caloria dovrebbe essere 1000 caloria quindi una kcal..dico bene?

          Se si, corrisponde a 1,16 kWh....se in un giorno ne hai usate 80 sarebbero 96 kWh termici ...ora dire se sono tanti o pochi..dipende da quanto è grande appartamento.

          Dici di aver fatto cappotto interno...se fosse appartamento da 120 metri in effetti sembra tanto.

          Ma dimmi...tu sei connesso direttamente col sistema di teleriscaldamento, nel senso che hai tu lo scambiatore e il contatore fiscale piombato...oppure lo ha il condominio?I

          nfine..nota dolente...se 1,16 kWh termico ti costa 0,15 euro (e non centesimi di euro come scrivi!) il problema tuo è QUELLO!. Fai conto che un kWh termico fatto a metano costa 0,08 cioè LA METÀ....mentre fatti con una pompa di calore costa 0,06Lo so che è spesso obbligatorio collegarsi al teleriscaldamento dove esso esiste...ma non è la prima volta che leggo di costi di riscaldamento esagerati legati al teleriscaldamento...facci sapere ....

          Ah...0,15 più poi 15%? Aiuto....
          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

          Commenta


          • #6
            esatto kcal

            l appartamento è di 83 mq2 calpestabili

            io nel appartamento(terzo piano) ho la valvola termostatica manuale con ...nel ex locale caldaia (-1 piano) arriva il teleriscaldamento e ci sono i contacalorie di tutti i condomini ....CONTAORE NON NE HO VISTI va sempre l impianto

            si il costo è (stimanto ma da verificare) di 15 centesimi o 0,15 euro per MWh ( questa è la dicitura sul contacalorie)

            Commenta


            • #7
              esatto kcal

              l appartamento è di 83 mq2 calpestabili

              io nel appartamento(terzo piano) ho la valvola termostatica manuale nella cassetta collettori ...nel ex locale caldaia (-1 piano) arriva il teleriscaldamento e ci sono i contacalorie di tutti i condomini ....CONTAORE NON NE HO VISTI va sempre l impianto

              si il costo è (stimanto ma da verificare) di 15 centesimi o 0,15 euro per MWh ( questa è la dicitura sul contacalorie)


              qualè è "mediamene " il delta T che dovrebbe rilevare il contacalorie per avere dei consumi "normali" ???

              Commenta


              • #8
                RAGAZZI SONO PARECCHIO PREOCCUPATO

                stamattina sono stato 1 ora in zona ex caldaia dove arriva il teleriscaldamento e dove ci sono tutti i contacalorie...ed ho controllato tutti i dati dei riscaldamenti in funzione dei miei "colleghi inquilini "

                TEMPERATURA ENTRATA ALLA SONDA 64 GRADI PER TUTTI....ritorno io 33 ( CON UN DELTA T DI 31 GRADI COSTANTE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) gli altri TUTTI hanno un delta T di 5/6 gradi ovvero uscita acqua 59 gradi......

                sia le sonde di entrata che uscita leggono giustissimo.....ho verificato le temperature anche con pistola termica .....oltre ad essere evidente lo squilibrio anche con il semplice tatto.....

                sto consumando 6 volte in più( casa coimbentata e impianto di riscaldamento a pavimento ) degli altri con impianti monotubo obsoleti ed appartamenti senza nessun confort

                HO CHIAMATO L IDRAULICO ED ANCHE LUI è SUPER PERPLESSO E VERRA ENTRO SERA....

                sono veramente preoccupato di questa inspiegabile anomalia.... __________________

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da turboazeta Visualizza il messaggio
                  esatto kcal

                  l appartamento è di 83 mq2 calpestabili

                  io nel appartamento(terzo piano) ho la valvola termostatica manuale nella cassetta collettori ...nel ex locale caldaia (-1 piano) arriva il teleriscaldamento e ci sono i contacalorie di tutti i condomini ....CONTAORE NON NE HO VISTI va sempre l impianto

                  si il costo è (stimanto ma da verificare) di 15 centesimi o 0,15 euro per MWh ( questa è la dicitura sul contacalorie)


                  qualè è "mediamene " il delta T che dovrebbe rilevare il contacalorie per avere dei consumi "normali" ???
                  sai che ancora non sei riuscito a dire se esiste un allaccio centralizzato del condominio al teleriscaldamento e poi il condominio suddivide la spesa fra i condomini in base ai dei contacalorie condominiali.....oppure ogni condomino ha il suo contatore fiscale, il suo contratto diretto con l'azienda di teleriscaldamento e riceve la sua bolletta personale direttamente dal fornitore...

                  Siccome dici che di CONTATORI non ne vedi, saranno in altro locale non accessibile ai condomini..e quindi capisco che siamo davanti ad un impoinato CONDOMINIALE..cioè tu NON sei cliente diretto del Teleriscaldamento ma lo è il condominio..che poi ripartisce le spese.

                  Poi..prima dici che hai un contacalorie..poi parli di dicitura sul contacalorie che si esprime in Mwh!!
                  Ma allora contano le Kilocalorie o i Megawattora?
                  sarebbe dire pere o mele?

                  Anche sul prezzo non riesci a metterti d'accordo con te stesso.
                  prima dici che costa 0,15 centesimi a caloria..che poi hai corretto in 15 cts per kcal..cioè 0,15 euro per circa 1,16 kwh..cioè 0,13 euro per kwh..cioè 130 euro al Mwh.
                  e quadrerebbe col fatto che se consumi 100 kcal spendi 15 euro

                  Ora parli di 15 cts per Mwh..capisci che fra 30 euro al mega e 0,15 euro al mega...ci passa un camion (ovvio che è errato l'ultimo)

                  Tu hai 2 problemi.

                  1) hai un consumo elevato...90-100 kwh termici per un appartamento (quindi penso con pavimento e soffitto verso altri condomini e magari solo 2 pareti libere) di soli 90 m2 in un posto no freddissimo come il lago..per di piu con cappotto interno..sono troppi. Se poi il consumo è vero o solo quello letto dal contacalorie non poso dirlo...come prima cosa dovresti capire quello che ti ho già scritto e cioè " cosa ti viene contabilizzato..se le CALORIE (e ci devono allora essere 2 sonde di T in ingresso e uscita PIU un flussometro che misura i litri/minuto che passano) oppure le ORE di riscaldamento (indipendentemente da dal flusso energetico che spilli..conta solo le ore di ON, presumendo che quando spilli, spilli alla massima potenza)."

                  2) il secondo problema è che se davvero pagherai 150 euro a mega + 15% cioe 170 euro al mega..stai spendendo piu del doppio rispetto a quanto spenderesti col metano se avessi una tua caldaia per fare i kwh termici che il contatore dici che usi.

                  Quindi...se per caso il contacalorie conta le ORE senza misurare il flusso..oppure misura il flusso ma è STARATO...ti addebitano un montecalorie non reale... e se poi tale monte viene addebitato ad un costo unitario di 170 quando col metano 1 mwh costa circa 70..ti conviene vendere la casa e andare in albergo.
                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da turboazeta Visualizza il messaggio

                    stamattina sono stato 1 ora in zona ex caldaia dove arriva il teleriscaldamento e dove ci sono tutti i contacalorie...ed ho controllato tutti i dati dei riscaldamenti in funzione dei miei "colleghi inquilini "

                    TEMPERATURA ENTRATA ALLA SONDA 64 GRADI PER TUTTI....ritorno io 33 ( CON UN DELTA T DI 31 GRADI COSTANTE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) gli altri TUTTI hanno un delta T di 5/6 gradi ovvero uscita acqua 59 gradi......

                    sia le sonde di entrata che uscita leggono giustissimo.....ho verificato le temperature anche con pistola termica .....oltre ad essere evidente lo squilibrio anche con il semplice tatto.....

                    sto consumando 6 volte in più( casa coimbentata e impianto di riscaldamento a pavimento ) degli altri con impianti monotubo obsoleti ed appartamenti senza nessun confort


                    sono veramente preoccupato di questa inspiegabile anomalia.... __________________
                    No, non stai consumando 6 volte di più.

                    Tutti spillate a 64 gradi..ma poi tu MISCELI prima di alimentare il tuo pavimento..quindi di fatto tu magari spilli (dal collettore principale) 1 litro minuto (che ti serve per innalzare il tuo ritorno da 33 a 37 o giu di li, che sarà la T a cui alimenti il radiante) e loro spillano 6 litri minuto...ma spillare 1 litro minuto con delta 31 e quivale a spillare 6 litri con delta 5

                    IL PROBLEMA è capire se oltre il delta il MISURATORE misyra anche il FLUSSO..cioè ha un flussometro ..e quindi poi moltiplica il delta per un flusso e calcola le calorie corrette.
                    Perche se invece va "a tempo"..cioè misura solo il delta e PRESUME che per ogni minuto tutto i condomii prelevino gli STESSI LITRI..allora SI che stai REGISTRANDO consumi faldati di 6 volte...che è quello che ti dico dal primo post.

                    Se cosi fosse..devi imporre una modifica, almeno nella tua parte, e fa montare un contacalorie che abbia ANCHE il flussometro oltre alle 2 sonde...cioè un contalitri che dica ala centralina per cosa moltiplicare il delta T che legge, istante per istante.
                    Ideale sarebbe farlo montare A TUTTI in modo da evitare contestazioni..anche perche con metrature diverse è assai probabile che non tutto abbiano poi gli stessi litri/minuto..

                    Se invece esiste gia il contalitri..dati i quantitativi di energia consumata che segnali..potrebbe essere starato.

                    Resta poi il fatto che 170 euro al Mwh contro 70-80 significa strapagare energia..per cui comunque non riuscirai a spendere "il giusto"...come minimo, chiedi di cooscere i prezzo al mwh che il teleriscaldamento addebita al condominio...giusto per capire se è un problema di "cresta" o di "sostanza"..dopo di che , se si conferma cosi, mandate disdetta al teleriscaldamento ..è anche probabile che vi facciano offerta migliorativa davanti a rischio di perdere un condominio.
                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                    Commenta


                    • #11
                      ESATTO saranno in altro locale non accessibile ai condomini..e quindi capisco che siamo davanti ad un impoinato CONDOMINIALE..cioè tu NON sei cliente diretto del Teleriscaldamento ma lo è il condominio..che poi ripartisce le spese.

                      Commenta


                      • #12
                        il fatto che sia condominiale è parte del problema..perche se eri tu diretto cliente del teler. il tuo contatore era gia un misuratore dotato di flusometro , tarato a norma...e avevi accesso diretto alle vere tariffe applicate dal gestore..invece cosi non sai bene cosa ti misurano e il costo diventa una variabile impazzita.

                        Quandoun amico mi chiede consigli su una casa in condominio, se meglio questa o quell'altra..la prima cosa che gli chiedo è come è il riscaldamento..se uno è autonomo, dico sempre, quella....almeno controlli tu di che morte morire...con centralizzato è spesso un suicidio economico..perchè poi la ditta che fa controllo fumi paga la stecca allp'amministratore e poi fa i prezzi che vuole..che poi è la stessa che fara manutenzione alle teleleture, chissa a che prezzi..etc etc..
                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                        Commenta


                        • #13
                          dopo cerco fuori le spese condominiali cosi so dirti esattamente come se viene contabilizzato in kcal.......

                          per quanto riquarda il flusso io sul contacalorie digitale ho un valore in M3 che confrontato con una altro indicatore analogico corrisponde quindi deduco che sia giusto.....

                          io so solo che ho un enorme squilibro tra andata e ritorno e il riscaldameto non scala come dovrebbe.......

                          IL MIO DELTA T di 30° dove viene dissipato???? possibile che vadano meglio l impianti MONOTUBO del 78 rispetto al mio impianto del 2016????
                          possibile che la valvola termostatica NUOVA sia diffettosa e non immette parte del h20 calda separata alla andata nel ritorno e quindi non innalza risolleva la temperatura ????

                          Commenta


                          • #14
                            MOLTO CHIARO QUESTO RAGIONAMENTO...MA POSSIBILE CHE L IDRAUILCO NON CI ABBIA PENSATO!!!!!!!!!?????

                            PROBLEMA è capire se oltre il delta il MISURATORE misyra anche il FLUSSO..cioè ha un flussometro ..e quindi poi moltiplica il delta per un flusso e calcola le calorie corrette.
                            Perche se invece va "a tempo"..cioè misura solo il delta e PRESUME che per ogni minuto tutto i condomii prelevino gli STESSI LITRI..allora SI che stai REGISTRANDO consumi faldati di 6 volte...che è quello che ti dico dal primo post.

                            Se cosi fosse..devi imporre una modifica, almeno nella tua parte, e fa montare un contacalorie che abbia ANCHE il flussometro oltre alle 2 sonde...cioè un contalitri che dica ala centralina per cosa moltiplicare il delta T che legge, istante per istante.
                            Ideale sarebbe farlo montare A TUTTI in modo da evitare contestazioni..anche perche con metrature diverse è assai probabile che non tutto abbiano poi gli stessi litri/minuto..

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da turboazeta Visualizza il messaggio

                              per quanto riquarda il flusso io sul contacalorie digitale ho un valore in M3 che confrontato con una altro indicatore analogico corrisponde quindi deduco che sia giusto.....

                              io so solo che ho un enorme squilibro tra andata e ritorno e il riscaldameto non scala come dovrebbe.......

                              IL MIO DELTA T di 30° dove viene dissipato???? possibile che vadano meglio l impianti MONOTUBO del 78 rispetto al mio impianto del 2016????
                              possibile che la valvola termostatica NUOVA sia diffettosa e non immette parte del h20 calda separata alla andata nel ritorno e quindi non innalza risolleva la temperatura ????
                              se misura m3 è gia una indicazione...ma potrebbe non bastare..bisogna che tale misura dei litri sia inviata IN CONTINUO ala centralina del contacalorie in modo che interpoli il delta T con il fuso , istante per istante.
                              Se riesci a fare foto del misuratore e a prendere nome e modello della centralina e dele sonde e del contalitri..magari qualcuno ti puo dire di più.

                              MA POSSIBILE CHE L IDRAUILCO NON CI ABBIA PENSATO!!!!!!!!!?????
                              ,a la barzelletta dell'idraulico che non capisce un tubo secondo te perchè è nata?
                              scherzi a parte...come in ogni campo ci sono professionisti e improvvisati...e comunque il tuo idraulico avra fatto il tuo impnato..la parte rilevazione consumi è di competenza del condominio..magari sono anche persone diverse no?

                              possibile che la valvola termostatica NUOVA sia diffettosa e non immette parte del h20 calda separata alla andata nel ritorno e quindi non innalza risolleva la temperatura ????
                              qui ti sfugge il concetto.
                              se hai una miscelatrice..che da 64 deve fare 37 cosa fa? invece di far passare 100% del flusso verso il radiante ne fa passare solo una minima parte, e il resto lo preleva dal ritorno del radiante (ricircola la stessa acqua gia circolata e quindi fredda)...quindi A VALLE della valvola girano sempre gli stessi litri ora (che sono dati dalla potenza della pompa di ricircolo, che hai messo tu a casa tua)..ma A MONTE della valvola gira pochissima acqua, sia in ARRIVO che in RITORNO (ovvio..se la valvola mi spilla poca acqua a elevatissima T per fare tanta acqua a T bassa.il ritorno verso il condominio vedra andare via POCHISSIMA acqua alla T del RITORNO del radiante)

                              Per quello tu vedi GIUSTAMENTE spillare 64 e tornare 33..tu spilli magari 1 lirto minuto a 64..con quel litro la tua valvola produce 6 litri minuto a 37 gradi, miscelando il suo ritorno..e verso il condominio tu restituisci 1 litro minuto a 33, cioè l'acqau che non ti è servito usare per abbattere da 64 a 37 quella in arrivo)

                              Se il contacalorie misurasse bene energia , non ci darebbero problemi..perche pochi litri a delta elevato sono come tanti litri a delta basso (i tuoi vicini)
                              Se hai accesso potretsi vedre quanti litri spili tu in 24 ore e quanti loro..in teroia tu dovresti spillare molti men litri...se cosi fosse, il problema starebbe nel fatto che tale "dato" non viene interpretato bene dal contacalorie...che o lo ignora (e va a tempo) o lo legge ma è starato.
                              Ultima modifica di marcober; 05-01-2016, 10:13.
                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                              Commenta


                              • #16
                                è QUESTO IL contacalorie

                                Commenta


                                • #17
                                  bene..dice che è integrabile con un contalitri a impulsi
                                  Dice che misura Mwh e non Kcal come dicevi prima...

                                  siccome dice che può vedere dal display i m3 totali..prova a coinfrontare i tuoi coi vicini..in 24 ore..o anche solo 1 h..o semplicemente vedere ogni quanti secondi mand aimpulso il tuo e uno di un vicno che ha riscaldamento acceso..il tuo dovrebe mandare molti meno impulsi degli latri, perche misceli.

                                  come fai acqua calda?
                                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                  Commenta


                                  • #18
                                    qui ti sfugge il concetto.
                                    se hai una miscelatrice..che da 64 deve fare 37 cosa fa? invece di far passare 100% del flusso verso il radiante ne fa passare solo una minima parte, e il resto lo preleva dal ritorno del radiante (ricircola la stessa acqua gia circolata e quindi fredda)...quindi A VALLE della valvola girano sempre gli stessi litri ora (che sono dati dalla potenza della pompa di ricircolo, che hai messo tu a casa tua)..ma A MONTE della valvola gira pochissima acqua, sia in ARRIVO che in RITORNO (ovvio..se la valvola mi spilla poca acqua a elevatissima T per fare tanta acqua a T bassa.il ritorno verso il condominio vedra andare via POCHISSIMA acqua alla T del RITORNO del radiante)

                                    QUELLO CHE DICI TE LO AVEVO INTUITO BENISSMO...infatti mentre lo scrivevo sapevo di dire una sciocchezza


                                    L' acqua sanitaria viene sempre prodotta con il Telerisc con uno scambiatore (sicuro a 99%)....... MA QUELLA FUNZIONA BENISSMO....

                                    Commenta


                                    • #19
                                      ma acs la produci tu a casa tua (sempre spillando ACQAU TECNICA NO SANITARIA dalla tua mandata principale prima della miscelatrice e quindi a 64 gradi, e con quella scaldi un tuo accumulo) o è prodotta centralmente e poi distribuita dal condominio (e se si, come è misurata)?
                                      cioè nei 100 kwh giorno è compresa anche produzine di acs o è da aggiungre come costo?
                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                      Commenta


                                      • #20
                                        non so cosa significa ACS ma l acqua calda e calcolata con un normalissimo contatore in M3 che risulta tutto regolare.....(anzi sono contentissmo della h20 sanitaria)

                                        l acqua sanitaria DOVREBBE essere scaldata dal uno scambiatore utilizzano l' energia del teleriscaldameto..... ma è un circuito separato del riscaldamento NE SONO SICURO AL 10000 %

                                        quindi uno è il conteggio del riscaldamento ed uno è il conteggio dei M3 del acqua calda

                                        Commenta


                                        • #21
                                          ok ACS sta per acqua calda sanitaria

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Ok..quindi il condominio con un suo circuoto spilla dal teler e fa ACS (acqua calda sanitaria) per tutto il condominio , dentro un accumulo, e lo distribuisce direttamente ai condomini , fatturando i m3 usati..ottimo.

                                            Ti resta da approfondire se il conteggio dei m3 del contabilizzatore energia è corretto (usi meno litri degli altri...ma sfruttandoli di piu..e infatti li "rendi" piu freddi) o meno...e poi verificare il loor costo unitario..che se è davvero 0,15 è un bel problema..nel senso che a quello non c'è scampo.
                                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                            Commenta


                                            • #23
                                              oggi è venuto l idraulico.....ha cambiato la pompa quella nel locale caldaia (-1 piano) perché non riusciva a "pompare" h20 al TERZO piano..... ORA IN EFFETTI HO 1.5 BAR nel impianto ...prima ero quasi a 0

                                              al momento dopo 4 ore ho ancora il ritorno freddo con un delta T di 30.......

                                              DA IGNORANTE IN MATERIA per me è il "miscelatore" non so come ma altro non può essere

                                              giovedì torna l' idraulico

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Scusa ma non capisco...ti ripeto che il ritorno é giusto che sia freddo..cioè , se mandi a 37 e ha ritorno dal radiante a 33...é giusto che anche sotto torni a 33...Cosa ti aspetteresti? Ma poi non capisco, ma di fatto non riesci a scaldare?

                                                Scusa ma mi viene un dubbio...ma hai una pompa giù....che pompa verso il collettore...e poi una pompa in casa dopo la miscelatrice ? Potresti disegnare lo schema idraulico ? Perché se non hai un disgiuntore o un bypass nel collettore, la pompa sotto sarenpbbe inutile. ...e averne due in serie addirittura errato. Se invece ti manca la pompa dopo la miscelatrice , non capisco come puoi scaldare...mi fai uno schizzo e una descrizione dettagliata ?
                                                Ultima modifica di marcober; 05-01-2016, 22:43.
                                                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Regolazione per impianto radiante e teleriscaldamento

                                                  Anche io ho un dubbio forse simile, come fa solo lui ad avere un gruppo di miscelazione in corrispondenza del contacalorie?

                                                  Non mi torna neanche che il contacalorie conti un flusso solo spillato ad alta T e il ritorno a bassa T.... che per forza ha un flusso diverso da quello solo spillato.... boh, non capisco.... secondo me non può non avere un separatore, e quindi fa bene a preoccuparsi del fatto che ritorno al contacalorie sia così basso.
                                                  PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Mandata e ritorno del primario, a monte della miscelatrice, hanno flusso uguale...come potrebbe essere diverso? Le sonde sono sulla mandata e ritorno a monte miscelatrice...io ho capito così...ed é giusto che Delta sia massimo li...però deve contare i litri giusti...che se la valvola chiude molto, sono pochi. Mi domando però Cisa ci fa una pompa prima della miscelatrice...solo che ha un modo naïf di descrivere impianto...
                                                    Ultima modifica di marcober; 06-01-2016, 09:18.
                                                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      allora mi spiego

                                                      h20 arriva a 64 gradi(T che viene letta dal conta calorie)....si miscela come voglio io dai 25 ha 48 gadi......(lo ho impostato 32 gradi) quindi 32 in entrata nel collettore....ed esce a 30 .....passa di NUOVO nella VALVOLA TERMOSTATICA CHE DOVREBB INNALZARE LA TEMPERATURA DEL RITRONO ALMENO A 58 59(usando l h20 calda "scartata alla mandata) per essere LETTA DALLA SECONDA SONDA DEL CONTA CALORIE.....

                                                      IL PROBLEMA è CHE L H20 NON VIENE INNALZATA.....ED IO HO UN DELTA T DI 30 GRADI ANZICHE 5/7 GRADI

                                                      il flusso non vene CONSIDERATO PER IL CONTEGGO DELLE SPESE

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Foto impianto
                                                        File allegati

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Foto del impianto
                                                          File allegati

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            schema 2...........
                                                            File allegati

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X