Isolamento sottotetto ed efficienza caldaia - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Isolamento sottotetto ed efficienza caldaia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Isolamento sottotetto ed efficienza caldaia

    Ciao a tutti, mi sono appena iscritto a questo magnifico forum anche se ammetto di seguirvi in "sola lettura" già da qualche anno.

    Ho una casa singola unifamigliare costruita a cavallo fra 1958 e ampliata nel 1967 di 170 mq calpestabili a cui ho sostituito la caldaia con una Baxi Nuvola Confort HT3 24KW a condensazione, pannelli radianti a pavimento, infissi in legno BE con doppio vetro e gas, cappotto esterno di soli (ahimè) 3 cm fatto solo per sistemare la facciata più che per mero isolamento (ero totalmente ignorante in materia all'epoca).

    Zona climatica E (Ravenna).

    Diciamo che nel complesso mantenendo 20°C nella zona giorno al pt e 19°C nella zona notte consumo circa 1200 m3 anno (il riscaldamento va da fine Ottobre a circa metà aprile) e nel resto una minima parte è per cucinare e acqua calda sanitaria.

    Bene, dopo queste premesse le mie domande/dubbi.

    1) La mia caldaia non ha una sonda esterna, mi fu sconsigliata dall'idraulico e dal caldaista dicendomi di provare senza e se non mi trovavo "non ci voleva molto ad aggiungerla".

    Dopo un lungo periodo di settaggio ho impostato la temperatura di mandata a 42°C fissa (alta, lo so) con il termostato che attacca e stacca appena raggiunge il set-point.
    Leggendo i vostri post mi solletica molto l'idea di abbassare la temperatura di mandata, impostare un set-point alto fittizio e in base alla temperatura esterna alzare o abbassare... in questo periodo è decisamente freddo con minime notturne di anche di -1°C ma credo che possa farcela anche con una temperatura di mandata inferiore.

    La casa soffre di umidità invernale piuttosto elevata (> 60% UR al 1°P, meno al PT) dite che facendo andare i pannelli 24/24 questa si abbassi?
    E cosa mi dite riguardo ai consumi di cui potrei giovare?

    2) Passiamo all'isolamento del sottotetto: si tratta di un locale non abitabile tutto in laterocemento e senza pavimento, ha delle pignatte scavate e bisogna camminare sulle travi di cemento.
    Volevo utilizzare dei pannelli di XPS di adeguato spessore (> 12 cm) oppure del poliuretano a spruzzo e posare un tavolato perlinato in appoggio sulle travi di cemento per rendere transitabile comodamente il locale in caso di bisogno (es. uso ripostiglio) ma temo che l'umidità, già alta, si innalzi ancora di più portandomi ancora più muffa... così come d'estate dove temo che diventi rovente.
    Infine, visto il costo non esiguo, mi chiedo se i vantaggi in termini di risparmio energetico siano tangibili.

    Grazie a chi mi risponderà.

  • #2
    Ciao.
    Secondo me potresti abbassare la Tmandata inserendo sonda esterna e andare così in gestione climatica, ma attendiamo i più esperti, anche perchè personalmente sono orientato verso radiante con PdC e non con caldaia...

    Per l'isolamento c'è un thread apposito, ti consiglio di visionarlo perchè c'è gente che ha già effettuato un intervento simile al tuo...

    saluti

    Commenta


    • #3
      mandi 42° al radiante? se non sbaglio la temperatura superficiale non deve superare i 29°, sbaglio? con 42 di mandata mi sa che lo senti bello caldo il pavimento!
      io sono di Padova (quindi situazione più o meno simile) e con la climatica vedo che manda intorno ai 32° con -1

      comunque puòi già abbassare la T di mandata almeno a 34-35 e vedi come va, poi pensi a mettere la sonda esterna

      parli di far andare il radiante 24/24, adesso invece come fai?

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da fabiocc Visualizza il messaggio
        mandi 42° al radiante? se non sbaglio la temperatura superficiale non deve superare i 29°, sbaglio? con 42 di mandata mi sa che lo senti bello caldo il pavimento!
        io sono di Padova (quindi situazione più o meno simile) e con la climatica vedo che manda intorno ai 32° con -1

        comunque puòi già abbassare la T di mandata almeno a 34-35 e vedi come va, poi pensi a mettere la sonda esterna

        parli di far andare il radiante 24/24, adesso invece come fai?
        Molto caldo no, al primo piano (dove ho il termostato caldaia) ho il parquet che ostacola decisamente il passaggio del calore, mentre nel gres lo sento piacevolmente caldino.

        Ora funziona in base al termostato: in base al set-point stacca o attacca come un riscaldamento convenzionale; parte forte e gradualmente cala di potenza fino ad utilizzare il 10/20% di modulazione, ma quand'è a quel punto è in prossimita di staccare.

        Domani viene il caldaista per la manutenzione periodica, dopodichè abbasso la mandata a 35°C e vedo come va. Grazie.
        Ultima modifica di bvalente; 13-01-2016, 19:38.

        Commenta


        • #5
          Cioa..io ho parquet a 1°P , passo 15 mi pare, e mando attorno a 33-34 in questi giorni...termostato non interviene mai,..T interna 20 gradi..no isolamento in parete.

          il tu pavimento non si scalda secondo perchè il termostato spegne ad intervalli regolari..cala mandata e cerca di non far scattare mail il termostato (poi metti la climatica e ci pensa lei)

          Per il solaio..è da isolare. Nel solaio non si produce umidità, quindi nonostante il freddo, non si dovrebbero creare condizioni di condensa e poi muffa.
          Metti lastre di EPS, 2 strati sfalcati..e sopra tavolato per rendere calpestabile...
          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X