Ristrutturazione casa - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ristrutturazione casa

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ristrutturazione casa

    Ciao ho intenzione di convertire un locale in una abitazione e vorrei capire che tipo di impianto di riscaldamento e rinfrescamento fare.
    Premetto che sono a Lecce e il freddo dura al massimo tre mesi l'anno mente il caldo e l'umidità sono due problemi più grandi.
    La mia intenzione è quella di mettere il riscaldamento radiante a pavimento in quanto in molti mi dicono che si ha un buon confort e un buon risparmio sul consumo di metano (parlano di circa la meta rispetto ad un classico impianto con i termosifoni). Per in rinfrescamento punterei invece sui condizionatori.
    Leggendo in rete ho visto che con l'impianto radiante si può fare anche il rinfrescamento, giusto? Ma questo come funziona e quanto rinfresca? Per riscaldare si utilizza una caldaia a metano mente per rinfrescare dovrei mettere una pompa di calore? Fare caldo e freddo con una pompa di calore quanto incide sulla bolletta?
    Inoltre, il mio geometra sconsiglia l'impianto radiante a pavimento perchè considerato che sotto l'abitazione ci sono i box auto avrei dispersione di calore nonostante ci siano circa 50cm di solaio.

  • #2
    Ciao Joslen,

    quanto è grande la casa da scaldare?

    A Lecce potresti pensare di scaldare anche con dei buoni condizionatori aria-aria che d'estate usi per rinfrescare e d'inverno per scaldare.
    Per il discorso radiante se disperde il calore sotto vuol dire che è fatto male e senza la dovuta coibentazione sotto al radiante.
    I consumi poi dipendono dai mq da scaldare/rinfrescare dalle dispersioni della casa (coibentazione, infissi, ecc), dal tipo di gestione (on/off con termostato e/o h24 con climatica) e poi anche dal tempo

    Commenta


    • #3
      La futura casa sarà di circa 150 mq. Il solaio è fatto a regola d'arte e poi sopra c'è già attaccato un pavimento con relativo massetto e sotto ancora un massetto alleggerito di riempimento. Credo che sotto la casa sia abbastanza isolata. Quella della dispersione verso il basso è una convinzione del mio geometra che contrasta con quanto dice il mio idraulico. Gli infissi sono da fare pertanto starò attento per quanto riguarda la dispersione di calore. Riguardo al discorso di fare il riscaldamento con i climatizzatori credo che economicamente parlando convenga di più un discorso a metano perché il più delle volte il clima da me è umido più che freddo e accendere i climatizzatori di mattina diventerebbe pesante per la bolletta Enel. La gestione del pavimento radiante non la conosco. L'idraulico mi ha detto che di solito si mette un crono termostato a monte e poi un termostato in ogni stanza.

      Commenta


      • #4
        Ciao Joslen,

        dal 2018 andrà a regime la nuova riforma delle tariffe elettriche che elimina tutti gli scaglioni, e l'hanno fatto apposta per spingere sulle pdc, quindi il costo al kw sarà sempre quello che consumi 100 o 1000.
        Se non c'è freddo, ma umido, tanto meglio per la pdc, che mantiene sempre un rendimento elevato. Comunque rispetto a metano con le pdc aria-aria risparmi di sicuro, se poi hai la possibilità di installare FV adeguato, allora non c'è proprio più storia, PDC + FV vince a mani basse per convenienza su metano.
        Se poi il tuo idraulico su radiante di solito monta cronotermostato a monte e termostato per ogni stanza, penso che esperienza sul radiante non ne abbia tanta

        Commenta


        • #5
          Grazie Lore per i suggerimenti.
          Un radiante come andrebbe istallato?
          Mio cognato abitando in campagna ha il radiante alimentato con pompa di calore ma lui ha il vantaggio dei pannelli solari.
          Mettendo pdc e fc posso fare sia caldo che freddo? Il tutto alimentato a corrente? E per l'acqua sanitari?
          Pdc e radiante invece?
          Scusa le tante domande banali ma non sono ferrato in materia
          Comunque una cosa mi sembra di averla capita, i classici termosifoni non si utilizzano più.

          Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
          Ultima modifica di Joslen; 10-11-2016, 09:00.

          Commenta


          • #6
            Ciao Joslen,

            un radiante dovrebbe funzionare senza cronotermostati e termostati, l'ideale in climatica che in base alla T esterna varia anche la T di mandata al radiante (oramai è standart su quasi tutti i generatori, perchè fa risparmiare), il circolatore gira sempre H24 a T che vanno da un minimo di 25/26° fino a un massimo di 29/30°, se il radiante è installato in maniera corretta in base alle dispersioni della casa e al tipo di pavimento.
            Con queste T di mandata le PDC sono una spanna sopra il metano (sopratutto dal 2018), se poi riesci a mettere un impianto FV adeguato ti costa proprio una stupidata d'inverno con SSP e d'estate praticamente rinfreschi gratis in autoconsumo.

            Anche con pdc e fc (fancoil) riesci sia a riscaldare che a rinfrescare, è forse meglio anche del radiante, perchè con il radiante se vuoi fare fresco devi prevedere anche deumidificatori per l'estate e sicuramente un impianto a fancoil costa un bel pezzo meno del radiante.

            Per acs se metti una pdc aria-acqua per fancoil o radiante, devi prendere un accumulo per acs che viene scaldato dalla stessa pdc, se metti varie pdc aria-aria (climatizzatori split) allora devi prevedere un boiler acs a pompa di calore.

            Non è che i termosifoni non si utilizzano più, solo che se vuoi raffrescare con un solo impianto con quelli non riesci

            Commenta


            • #7
              Per un radiante mi hanno chiesto dalle 40 alle 50€ al mq che su una casa di 150 mq sono circa 7000€.
              Le pdc aria aria praticamente sono i classici condizionatori?
              Mentre una pdc aria acqua e un accumulatore posso avere caldo e freddo tramite i fancoil e acs?
              Per quel che riguarda il radiante da quanto ho capito da noi lo fanno funzionare al contrario. In pratica si regola la temperatura è il funzionamento tramite termostato perché se si dovrebbe usare la sonda esterna per il funzionamento risulterebbe quasi sempre spento in quanto da me al massimo si può arrivare ai 5 10 gradi e soprattutto di notte. Oggi ad esempio abbiamo quasi 20 gradi.
              L'abbreviazione ssp cosa è?

              Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

              Commenta


              • #8
                Ciao Joslen,

                Originariamente inviato da Joslen Visualizza il messaggio
                Le pdc aria aria praticamente sono i classici condizionatori?
                Esatto

                Originariamente inviato da Joslen Visualizza il messaggio
                Mentre una pdc aria acqua e un accumulatore posso avere caldo e freddo tramite i fancoil e acs?
                Di solito con fancoil se usati anche in estate mettono un piccolo accumulo (100 litri circa, poi dipende da quanti fancoil sono, ed è sempre meglio metterlo sul ritorno).

                Originariamente inviato da Joslen Visualizza il messaggio
                Per quel che riguarda il radiante da quanto ho capito da noi lo fanno funzionare al contrario. In pratica si regola la temperatura è il funzionamento tramite termostato perché se si dovrebbe usare la sonda esterna per il funzionamento risulterebbe quasi sempre spento in quanto da me al massimo si può arrivare ai 5 10 gradi e soprattutto di notte. Oggi ad esempio abbiamo quasi 20 gradi.
                Assolutamente no, se ci sono 10 gradi la mandata sarà magari a 26°, se a 5° magari 28°. In questo modo il comfort è massimo come pure i consumi.
                Quasi 20°, apperò, stamattina alle 7 c'era -4,5° e oggi con sole un pò velato 9°

                Originariamente inviato da Joslen Visualizza il messaggio
                L'abbreviazione ssp cosa è?
                Scambio Sul Posto, è un contratto annuale con GSE che ti permette di recuperare circa il 65/70 % del costo dell'energia elettrica che hai prelevato e pagato in rapporto a quella che hai immesso in rete con FV.
                In pratica se hai prelevato 2000 kWh (e pagato con relativa fattura il fornitore) e con il FV hai immesso in rete 2000 kWh, il GSE ti paga questi 2000 kWh circa 12 centesimi al kWh (se li hai pagati circa 20 centesimi, se li hai pagati di più ti rimborsa di più

                Commenta


                • #9
                  Joslen...in Puglia io farei esattamente come dice Lore...pompa di calore aria aria e basta...è ideale per deumidificare in autunno, perché in pochi minuti mi secca aria di casa...ci faccio fresco in estate...ci scaldo in inverno....spendo poco di impianto...spendo pochissimo di gestione è quel che risparmio di impianto lo investo in fv. Per acs metto un termoboiler a pompa di calore. Spesa totale annua prevista nel tuo caso, 350 euro anno per scaldare, raffrescare, fare acs.
                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                  Commenta


                  • #10
                    Sono andato da un installatore a chiedere un preventivo e mi ha detto che farà un preventivo con impianto radiante a pavimento con pompa di calore che fa anche acqua calda e condizionatore d'estate. Credo che parlasse di una pdc aria acqua.
                    Di sicuro con una pdc aria aria spendo meno perché non devo fare tutto l'impianto radiante ma ho lo stesso confort di calore?

                    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

                    Commenta


                    • #11
                      In estate hai confort maggiore....in autunno hai confort maggiore....in inverno hai confort leggermente inferiore ma possibilità di regolazione del fabbisogno nettamente superiore. Quando intendo split aria aria intendo split di ALTA GAMMA e posizionati A TERRA e non a soffitto...quindi non una roba cinese da 350 euro a split e messo come si mettono nelle camere di albergo per non sacrificare spazio...bisogna essere chiari. Ma ripeto, dove il fabbisogno è più estivo che invernale, io NON metterei radinate...e io HO radiante..e ho anche provato ad usarlo per raffrescare, MA poi uso solo split in estate, non il radinate..e comunque col radiante DEVI poi deumidificare per cui alcuni split devi COMUNQUE metterli, per cui?
                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                      Commenta


                      • #12
                        Confort inferiore in inverno cosa si intende? Avere 20 22 gradi in casa non è possibile?
                        L'istallatore mi ha consigliato delle griglie da mettere sulle porte

                        Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

                        Commenta


                        • #13
                          Assolutamente no, se ci sono 10 gradi la mandata sarà magari a 26°, se a 5° magari 28°. In questo modo il comfort è massimo come pure i consumi.
                          Quasi 20°, apperò, stamattina alle 7 c'era -4,5° e oggi con sole un pò velato 9°

                          Lore parlando con il geometra lui dice che da noi l'impianto radiante a pavimento non è l'ideale perché visto le temperature che abbiamo dovremmo impostare la temperatura della sonda esterna più alta tipo a 22 gradi ed infatti per ovviare a ciò l'idraulico dice che elimina la sonda esterna.
                          Ad esempio da mia cognata oggi aveva l'impianto radiante in funzione nonostante fuori ci fossero circa 20 gradi. Infatti aveva le finestre aperte [emoji1] [emoji1]

                          Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

                          Commenta


                          • #14
                            Ovvio che puoi avere 22 gradi, che domande....griglie alle porte? Che ci devi fare, le costine? Cambiare idraulico?
                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Joslen Visualizza il messaggio
                              Ad esempio da mia cognata oggi aveva l'impianto radiante in funzione nonostante fuori ci fossero circa 20 gradi. Infatti aveva le finestre aperte [emoji1] [emoji1] Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
                              Vedi, nei climi caldi...specie nelle mezze stagioni...specie se la casa è ben isolata...il radiante diventa difficile da regolare ....perché bastano 2 ore di sole o di nuvolo per cambiare il clima è il,pavimento non fa in tempo a seguire....per cui hai freddo o hai finestre aperte...con gli split hai 20 gradi spaccati...e consumi meno.
                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                                Ovvio che puoi avere 22 gradi, che domande....griglie alle porte? Che ci devi fare, le costine? Cambiare idraulico?
                                Le griglie credo che siano per un impianto canalizzato. Anche se le costine non sarebbero male [emoji1] [emoji1]

                                Comunque la cosa degli split e pdc aria aria mi sta convincendo sempre di più. Di certo è tutto il contrario di quello che mi hanno detto sino ad ora. Anche sui consumi.

                                Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

                                Commenta


                                • #17
                                  Allora...fare impianto CANALIZZATO è una cosa diversa...io però metterei singi split a PAVIMENTO.. più confort invernale, NO aria sul collo...no canali da pulire e santificare, solo filtri a portata di mano....
                                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Stavo vedendo sul sito Daikin le pdc alle quali si può mettere monosplit o multisplit e gli split sono diversi tipi sia altri che bassi. Certo quelli incassati sono molto più discreti.

                                    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Vero...ma se vuoi puoi incassare nel muro anche quelli a pavimento....dai retta a me...se hai spazio in basso, mettili in basso...un altro pianeta.
                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Considerando che vorrei fare le tramezzature in cartongesso probabilmente potrei incassare gli split anche in basso.
                                        Oltre a Daikin quale altro marchio posso guardare per avere massima efficienza e bassi consumi?

                                        Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Mitshubishi...
                                          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Ma il pellet? Non può essere un'alternativa?

                                            Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

                                            Commenta


                                            • #23
                                              mai visto una caldaia a pellet fare fresco in estate!
                                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Chiaramente il pellet sarebbe solo per il riscaldamento.
                                                Ma la tariffa enel d1 come funziona? Si ha un prezzo fisso al kwh indipendente dall'orario e dai consumi?
                                                La normale tariffa residenziale invece come funziona?

                                                Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Ciao Joslen,

                                                  dal 2018 passiamo tutti a una tariffa come la D1 attuale con un solo prezzo fisso indipendentemente dai consumi

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Esatto ..una specie di Super D1 obbligatoria per tutti.

                                                    Joslen..non confondere SCAGLIONE DI CONSUMO (che SPARISCE) con delta fra F1 e F23 (orario) che resta ma che nella maggior tutela vale poco (se metti FV invece poi conviene cercare fornitore che ha costo basso in notturno e alto di giorno...ma io sono pigro e per ora non l'ho..ma vale magari 40 euro a fine anno..al diavolo)
                                                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Ma in un impianto di condizionatori si può aggiungere un cronotermostato come per i termosifoni?

                                                      Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Ciao Joslen,

                                                        gestisci ogni singolo condizionatore con il suo "cronotermostato" incorporato

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da Lore_ Visualizza il messaggio
                                                          Ciao Joslen,

                                                          gestisci ogni singolo condizionatore con il suo "cronotermostato" incorporato
                                                          Nel senso che si può programmare gli orari di accensione e spegnimento con relativa temperatura?

                                                          Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Ciao Joslen,

                                                            certamente, oramai li puoi gestire quasi tutti anche dallo smartphone da fuori casa

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X