Riscaldamento a pavimento condominiale: consigli per l'uso - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Riscaldamento a pavimento condominiale: consigli per l'uso

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Riscaldamento a pavimento condominiale: consigli per l'uso

    Salve a tutti, ho scoperto da poco questo bellissimo forum e vorrei alcuni consigli sull'utilizzo del mio sistema di riscaldamento a pavimento.
    Ho letto diverse discussioni riguardanti riscaldamento a pavimento con caldaia/pdc autonoma, ma la mia situazione è diversa.
    Sto per trasferirmi in un appartamento in classe a+, di superficie utile pari a 83m2 (zona climatica E, gradi giorno 2472).
    Il riscaldamento a pavimento non è autonomo ma invece alimentato da una pdc geotermica condominiale (penso attiva 24/24h). Comando l'accensione/spegnimento del riscaldamento nel mio appartamento con un cronotermostato ed ho termostati ambiente nelle varie stanze.
    Volendo potrei regolare la potenza della pompa che regola la mandata alla mia abitazione (si trova nel vano scala insieme al contabilizzatore.
    Come consigliereste di regolarmi con l'utilizzo del riscaldamento?
    Grazie in anticipo a chi risponderà.

  • #2
    non potendo regolare la T di mandata con una miscelatrice (non ne parli) devi sperare che la pdc centralizzata casa lei in climatica ( mangio un cane ), per cui avrai termostati che lavorano, confort non certo ottimale. Radiante su una A+ non è forse scelta più azzeccata, coi termostati On off poi.dopo il primo inverno ci sentiamo per i costi di riscaldamento....tieniti forte...e spera che tutte le altre unità siano riscaldare ...
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      Perdonami per le domande banali... Puoi spiegarmi come funziona la miscelatrice? Se ci fosse potrei praticamente abbassare la temperatura di mandata con acqua acqua fredda?
      Ho un paio di stanze ancora da arredare e che quindi ora non utilizzerei: tengo i circuiti chiusi mettendo i rispettivi termostati ambiente al minimo (5 gradi)?
      Sulla classificazione A+ sinceramente ho qualche dubbio, credo sia "pompata" in favore del costruttore un pò come si fa per i consumi dichiarati delle auto.

      Commenta


      • #4
        Leggendo di altri utenti ,che sono entrati in case ULTRA A ma con PDC centralizzate hanno dei costi di gestione fuori controllo , uno è questo https://www.energeticambiente.it/caldaie-a-gas-metano-gpl-/14757978-pompa-calore-centralizzata-30kwp-14-unita-abitative.html?highlight=consumi+centralizzata il problema di PDC + pavimento è che già come singolo è da trovare la giusta regolazione , immagina un condominio dove ci sono dispersioni inimaginabili tra ACS , ricircoli , etc.... e le PDC per avere un rendimento eccellente devono lavorare a bassa T......
        AUTO BANNATO

        Commenta


        • #5
          Si, leggendo su questo forum mi sono purtoppo reso conto della difficoltà che incontrerò nella gestione del mio impianto. Vorrei capire se posso ottimizzare qualcosa.

          Commenta


          • #6
            Il vs. problema sarà come è gestita la PDC , cioè essendo centralizzata non potrà lavorare a T basse , cioè dove la PDC lavora ad alta efficienza , non ho idea se puoi mettere qualcosa sul tuo lato per poter regolare , poi ACS chi la fà ?
            E in ogni caso se la PDC disperde anche il 20-30% a monte degli appartamenti quello lo paghi anche te lo stesso.... poi mi fermo , sono solo appassionato non sono un iper termotecnico / architrave / ingeNiere osannato quando inaugurano questi 'mostri'
            AUTO BANNATO

            Commenta


            • #7
              Spero qualcuno mi dia un aiuto per salvarmi il cxlo

              Commenta


              • #8
                Se hai fissi del riscaldamento molto bassi, visto coibentazione scalda con Split aria/aria!
                Dove l'ignoranza urla...l'intelligenza tace...è una questione di stile...
                Fv 3,6kw - 14 pannelli benq + Inverter Abb 3.0 out.

                Commenta


                • #9
                  Anto ,l'acqua calda sanitaria chi la fa? Tu a casa tua o in modo centralizzato?
                  poi, se avessi una tua miscelatrice miglioreresti il tuo confort ma il consumo è il costo resta uguale.
                  poi..tenere stanze a 5 gradi...non ti si forma muffa?
                  Ormai devi sperare che il progettista sia un mago...che abbia fatto tutto con vera ottica di gestione...ma è raro...di solito si limitano ad assicurarsi che nessuno stia al freddo, ma sui costi di gestione se ne fregano
                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da simonez Visualizza il messaggio
                    Se hai fissi del riscaldamento molto bassi, visto coibentazione scalda con Split aria/aria!
                    Lui compra casa e paga il mega impianto e poi spende per ricomprare altri split aria/aria e pensi che non pagherebbe il 30% dei costi di gestione dell'impianto centralizzato lo stesso e i costi di manutenzione come da millesimi lo stesso ? Se volete fare considerazioni fatele serie....
                    come ha scritto marcober fino a che non ci stai e verfichi consumi e costi non lo saprai , devi sperare che sia gestita al meglio ma ho gli stessi dubbi .....
                    AUTO BANNATO

                    Commenta


                    • #11
                      Acqua calda è centralizzata.
                      Ora con il riscaldamento non acceso le stanze sono sui 13-15 gradi (temperatura esterna media in questi giorni max 8 gradi, min 2 gradi).

                      Commenta


                      • #12
                        Brutta cosa anche ACS centralizzata , come siete messi con le distanze dalla centrale termica ? e sicuramente ci sarànno ricircoli e pompe sempre accese .....
                        AUTO BANNATO

                        Commenta


                        • #13
                          Il problema è che ora nei condomini sono tornati a fare solo impianti centralizzati (mi pare di aver letto che sia obbligatorio per legge a partire da 6 unità abitative). Non ho avuto alternative con caldaia autonoma da poter valutare.

                          Commenta


                          • #14
                            Prima cosa...tutti abitati o tanti invenduti? Perché i cosuttori simpaticoni spesso fanno reg condominio che dice che anche una parte dei variabili (consumo) si ripartisce fra chi consuma in base ai consumi....così gli invenduti pagano una miseria e i pochi che abitano pagano energia per tenere acceso tutto il sistema
                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                            Commenta


                            • #15
                              Fortunatamente sono quasi tutti venduti, il condominio è pieno più o meno per 80-90%. Non so quanti siano effettivamente abitati, sicuramente c'è chi si sta ancora trasferendo come me

                              Commenta


                              • #16
                                Leggiti reg condominiale
                                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                Commenta


                                • #17
                                  Beh, non fasciarti la testa prima di averla rotta. L'involucro sarà un B, che grazie a pdc diventa A+ (nominale). Questo a prescindere da certificazioni irrealistiche.
                                  Parti già bene con la maggior parte degli appartamenti venduti ed abitati. Fatti questo inverno e vedi come va, senza troppe seghe mentali. E poi scopri se hai una miscelatrice. Poi ci sono mille variabili ovvero, per esempio, il fatto che quelli che confinano con te possano scaldare a +23 (esiste gente che ha freddo a +20) e che quindi tu possa beneficiare del calore altrui e/o viceversa. Hai un contabilizzatore del calore ?
                                  Beh comincia a vedere come va.
                                  Per il resto, le stanze chiuse non vanno a +5 MAI, nemmeno nelle classi G se non sotto ondata fredda. Quindi appunto meno di 13 circa non scende.
                                  ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Si Lucas, credo la tua analisi sia corretta: l'involucro sarà classe B, portato poi ad A+ con pdc geotermica e fotovoltaico.
                                    Con termostati a +5 intendevo dire riscaldamento spento in quelle stanze (+5 è il valore minimo del termostato), dove quindi la temperatura resterebbe di 13/15 gradi)
                                    Appartamenti quasi tutti venduti, quindi le spese degli invenduti non dovrebbero appesantirci più di tanto (do per scontato che il costruttore le stia scaricando su di noi, ma devo controllare).
                                    Ho il contabilizzatore di calore ed ho scaricato le istruzioni: tra le informazioni più interessanti che è possibile visualizzare i kwh (immagino siano i kwh termici e sarebbe importante sapere qual è il costo del kwh) e la temperatura di mandata (che ora è di 35 gradi, non so in base a quale parametro viene stabilita).
                                    La miscelatrice sono quasi certo ci sia.
                                    In questo momento la posizione del mio appartamento non è delle più felici dal punto di vista termico perché ho 3 pareti sull'esterno, appartamento confinante invenduto, appartamento piano di sopra venduto ma ancora non abitato. Solo l'immobile al piano sottostante è venduto e abitato.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Beh...ci sarà ben un amministratore e un budget di esercizio...e quindi un costo previsionale al,kWh termico...chiedi e poi magari sappiaci dire...
                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Certo, mi informerò ;-)

                                        Commenta


                                        • #21
                                          L' Amministratore mi ha riferito che il costruttore paga per gli appartamenti invenduti il consumo involontario.
                                          Per quanto riguarda il costo del kwT, copio e incollo la risposta:"Il kwT non è facilmente definibile perché le bollette arrivano in kw elettrici, un kw elettrico può contenere più kw termici, dipende dal rendimento della pompa di calore, una pompa nuova può avere un rendimento "COP" di 3 o di 4, ma non è mai un numero preciso."

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Non so se è corretto: dividendo il costo in euro della quota del mio consumo volontario / numero di kwT della lettura = 0,12 Euro/kwT
                                            Il mio consumo volontario in questa prima bolletta è di pochi euro perchè ho acceso l'impianto giusto un paio di giorni per provarlo.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Impianto riscaldamento.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 87.4 KB 
ID: 1959245Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Impianto riscaldamento 2.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 92.5 KB 
ID: 1959246Allego due foto del collettore dell'impianto

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da Antopap Visualizza il messaggio
                                                Non so se è corretto: dividendo il costo in euro della quota del mio consumo volontario / numero di kwT della lettura = 0,12 Euro/kwT
                                                .
                                                Parte male.
                                                1 mcub di metano costa 0,7 euro e produrrebbe 9 kWh termici quindi se te lo facessi tu con una caldaietta , ti costerebbe 0,08 e non 0,12...e finirebbe li, nessun costo involontario o fisso di suddividere.
                                                oppure fai conto inverso...se il condominio ha un contatore BTA e paga kWh 0,16 e pdc fa cop 3,5 come dice amministratore, il kWh termico costerebbe 0,16/3,5 =0,045 ..ma tu paghi 0,12.
                                                se passi in farmacia , comincia a comprare vaselina....
                                                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Però la caldaietta costa come acquisto e mantenimento (pulizia e controlli) e non avendo il costo fisso del gas sono inoltre 120 euro risparmiati.
                                                  Il costo del kwT in sè invece sembrerebbe da vaselina o grasso Fiat...

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Il costo del kWh è + 40% del metano...con pdc dovrebbe essere 20% sotto...che vuoi che ti dica ...io non sono sorpreso. Speriamo che mi sbagli, che poi il costo annuo sia sotto controllo...ma parte male se ci sto unitario è già alto...e (forse) mancano dei fissi...
                                                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                    Commenta

                                                    Attendi un attimo...
                                                    X