riscaldamento pavimento, caldaia- domotica - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

riscaldamento pavimento, caldaia- domotica

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • riscaldamento pavimento, caldaia- domotica

    Salve a tutti, mio primo post

    ho un problema di gestione del riscaldamento a pavimento ( da 2 anni ) mi serve un esperto del settore

    l impianto funziona con caldaia e domotica.

    tutte le zone della casa ( a parte la sala che e gestita dalla sonda diretta della caldaia )le altre zone sono gestite da un termostato sonda a muro che rileva una temperatura comandata dalla domotica, il problema e che la temperatura non e reale, in casa la temperatura dell aria e 19.5 20.5 massimo misurato con un termometro a sonda.

    non ci sto capendo piu niente con sta caxxxxxxxxxx di doomotica collettori sonde ecc. eccc.. HELP

    Grazie

  • #2
    cosa vuol dire che non è reale?
    hai troppo freddo? troppo caldo?
    Zona climatica F 3396 gradi/giorno
    Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

    Commenta


    • #3
      Troppo freddo

      Commenta


      • #4
        E il non è reale cosa significa? Che la centralina domotica ti dice "in camera ci son 20 gradi" è invece con il classico termometro a mercurio ti dice c'è ne sono 18?Se fa freddo non basta dire alla caldaia (tramite centralina domotica) di scaldare di più? Poi come regoli la temperatura delle varie stanze? In che modo la sonda posta in esse "chiama" il riscaldamento? (lo so, mi son spiegato male) (immagino sia un riscaldamento a pavimento)
        Zona climatica F 3396 gradi/giorno
        Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

        Commenta


        • #5
          ciao,
          il non reale significa che i termometri posti nelle varie stanze, danno una temperatura che viene visualizzata dalla domotica su un ipad e in base a quella impostata su ipad interviene aprendo o chiudendo i collettori, ma se si misura con un termometro digitale la temperatura è di 2 gradi piu bassa quindi e freddo.
          quindi ricapitolando, le temperarure delle varie stanze le regolo da domotica tramite ipad, e comunque sempre in base alla temperatura primaria impostata in caldaia, temperatura ambiente(giorno) e temperatura ambiente ridotta (notte)
          la sonda chiama il riscaldamento facendo aprire o chiudere i collettori, si il riscaldamento e a pavimento.
          e complesso da spiegare questo impianto

          Commenta


          • #6
            Immagino ci sia la possibilità di tarare le sonde ambiente sulla centralina, se così non fosse (dando per scontato che l'errore lo fa la centralina e non il termometro manuale che hai usato) basta che dici alla centralina "voglio 22 gradi" è lei te ne fornirà 20.Però c'è sicuramente modo di calibrare le sonde
            Zona climatica F 3396 gradi/giorno
            Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

            Commenta


            • #7
              resta il fatto che gestire un radiante facendo scattare i termostati di zona è il PEGGIOR modo di farlo lavorare.
              Col radiante l'ultima cosa che serve è la domotica stanza per stanza...serve un minimo di cervello in chi lo progetta e di manico in chi lo regola...poi lIpad lo butti via e stai da favola..e spendi meno di prima, questo è il bello.
              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

              Commenta


              • #8
                Si si possono tarare. Marcober, cosa dovrei fare per risparmiare, Non usare la domotica ?I collettori dovrebbero stare sempre aperti secondo te ?Grazie

                Commenta


                • #9
                  Esatto , collettori sempre aperti....T di mandata minima e in climatica...regolazione fine delle zone col flussostato...
                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                  Commenta


                  • #10
                    Che cos è il flussostato? e quindi dici che mi conviene non usare la domotica con i suoi termostati che sono nelle varie stanze (zone)?La caldaia infatti ha un suo termostato esterno che può gestire in automatico, in base alla temperatura esterna....

                    Quale percentuale di umidità bisogna avere in casa? Io ho dai 55 a 60%

                    Grazie

                    Commenta


                    • #11
                      UR che hai è ottima.
                      I flussostati sono quelle rotelline che sul collettore di pinao regolano il flusso di acqua dei singoli circuito...lasciando tutti i Termostati ALTI, se vedi che qualche stanza sale troppo di T, gli strozzi il flussometro..se una resta freddina, glielo apri..piccole regolazioni e poi aspettare 24 ore per capire se farne una successiva..ci si arriva pian pinao per piccoli passi e verifiche in 24-48 ore.
                      Una volta bilanciato, i termosttai li lasci sempre a 30 gradi e la T di casa resta a 20 grad perche la caldaia usa la SONDA di cui parli (T esterna) per MODIFICARE la T di mandata dell'acqua in base ad una CURVACLIMATICA che puoi ipostare tu stesso (e modificare se vedi che man mano che il clima diventa freddo TUTTA la casa si fredda troppo..o viceversa)
                      I termostati di stanza li sui solo se vuoi tenere una stanza a 18 o 16 in modo permanente (salvo alzarlo se hai un ospite in arrrivo..24 ore prima)
                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                      Commenta


                      • #12
                        UR cos è? Umidità?Quindi la domotica la sfrutto solo per abbassare la temperatura di qualche stanza che magari sfrutto meno? I termostati che devo tenere a 30gradi dici quelle che ho nelle varie zone (camere) comandate dalla domotica?Ti ringrazio

                        Commenta


                        • #13
                          i termostati (che siano controllati da Ipad o dalla mnina tua), li lasci sempre alti al massimo SALVO nelle stanze dove vuoi che la T sia VARIABILE durante il giorno (per me è inutile farlo, ma certi pegiudizi sono duri a morire) o fra giorni diversi (esempio stanza ospiti).
                          Dove invece tieni T costante...la T la regoli coi flussostati una vlta per tutte..e poi usando la climatica..il "delta" T che hai ottenuto dovrebbe permanere per qualsiais T esterna che avrai..pur avendo termostati tutti al massimo. Cosi funziona un radinate progettato bene...se uno invece è un asino a progetare, poi deve montare costosa domotica per "sopperire"..generando pero costi di gestione superiori a quela di una gestione "a regola d'arte"...però col clinet finale fa bela figura perche si da impressione di essere "sul pezzo"..e di dare un sistema al cliente finale "ultimo grido" e super flessibile..quando invece è peggio di un sistema con una sonda sterna e un circolatore e tanta buona tecnica in mezzo.
                          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                          Commenta


                          • #14
                            Dovrei avere anche un risparmio energetico impostandolo come dici, ho già alzato tutti i termostati a 30 gradi, ed in caldaia ho messo 20 giorno e 19 notte. Ora aspetto 24 ore per vedere la differenza di caldo in casa. Tante grazie dei consigli ti farò sapere

                            Commenta


                            • #15
                              Che significa che in caldaia hai messo 20 e 19? In caldaia si imposta una curva climatica, non una T interna...non ti seguo.
                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                              Commenta


                              • #16
                                Significa che vado nel menù della caldaia poi riscaldamento poi ci sono 2 temperature da impostare, la temperatura nominare ambiente (giorno) che è a 20 gradi, temperatura nominale ambiente ridotta (notte) che è a 19 gradi L idrauloco che mi ha fatto l'impianto mi ha sempre detto di intervenire su quelle 2 temperature se avevo troppo caldo o freddo ....Cos e una T interna, e come si imposta una curva climatica. Quindi ora la caldaia starà andando sempre in piena :-(

                                Sto guardando nel menù caldaia ho trovato la curva riscaldamento, entro e ci sono 2 dati : inclinazione 0.5 e scostamento 3K

                                Commenta


                                • #17
                                  le T 19 e 20 gradi sono sempre T ambiente..mentre la curva che hai trovato è la climatica ...se usi la climatica , le T interne dovrebbero essere disattivate...
                                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Quale dovrei usare e come faccio a sapere quale sto usando, penso le T ambiente le T interne E come disattivo....

                                    Commenta


                                    • #19
                                      devi legegre con calma il manuale..io ti dico l'approccio..poi come farlo dipende da macchina a macchina
                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Marco, sulle caldaie un po' evolute è diverso rispetto alle pdc, in pratica tu scegli una curva con una certa pendenza che passa da 20° a T esterna di 20°, e questa ti tiene NOMINALMENTE 20° in casa. Se sposto la T nominale a 19° in pratica sposti la curva scelta in basso a sinistra, se sposti la T nominale a 21 sposti la curva scelta in alto a destra. E' un sistema molto comodo per avere una climatica diurna e una notturna, ad esempio.

                                        La T nominale non è detto che sia la T di casa.... è "nominale", appunto.
                                        PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

                                        Commenta


                                        • #21
                                          La caldaia è una viessmann c'è scritto vitodens 300 , poi c'è un etichetta con data impianto e c'è scritto sentinel x100 inibitore

                                          Commenta


                                          • #22
                                            E infatti le Viessmann lavorano come ho scritto.
                                            PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Appunto..come la mia del 2002...dove in casa non ho un termostato ma una sonda e dove non leggo una scala graduata da 0 a 30 ma + è - 1,2,3...se lui parla di impostare 19 o 20, boh...
                                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                              Commenta


                                              • #24
                                                No, se dici "boh" vuol dire che sei tu che non hai capito, quindi non è come la tua del 2002.

                                                La sua caldaia non misura quella T, e non c'è assolutamente niente che misura quella T, né la caldaia né un termostato, né una sonda: NIENTE... è solo una T nominale a cui è settata la curva scelta, se la sposti sposti la curva. E' un artificio matematico....
                                                PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Ah...ok...capito..la stessa cosa io l'ho sul controller della mìscelatrice...in quel caso anche la mia è graduata con la T ...
                                                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Vi ringrazio azio per le vostre risposte, ma io non ho ancora capito se sto facendo bene o no. Provo a rispiegareHo un impianto a pavimento, e delle sonde termometri in quasi ogni zona, la temperatura delle sonde posso vederle tramite un iPad e decidere di cambiare temperatura, purtroppo le termperature non sono reali e sgarrano di circa 3 gradi (son da tarare) Impostando in tutta la casa tramite queste sonde ho messo tutto a 22.5 gradi, ed in caldaia temp giorno 20 notte 19.Sembrava non andasse infatti le temperature non erano reali ed avevo freddo. Ok,seguendo i vostri consigli, ora ho impostato tutte le sonde a 30 gradi ed in caldaia sempre 20 e 19, ora l'impianto sta andando e scaldando tutte le zone. Ma a che caxxxx mi serve la domotica solo per decidere di abbassare la temperatura di qualche zona che non sfrutto? Sto usando bene l'impianto?
                                                    Dimenticavo, conviene che la caldaia stia sempr accesa? A me è impostata che si spegne alle 22 e accende alle 4, nella caldaia c'è anche un boiler dell'acqua, sul tetto ho i pannelli termici
                                                    Ultima modifica di kire; 21-11-2016, 09:50.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da kire Visualizza il messaggio
                                                      Ma a che caxxxx mi serve la domotica solo per decidere di abbassare la temperatura di qualche zona che non sfrutto? Sto usando bene l'impianto?i
                                                      mi pare di averlo gia scritto..la domotica è del tutto inutile...un buon radiante si gestisce con una sonda esterna ..una curva climatica..e qualche buona regolazione dei flussostati.
                                                      Io le testine di zona le ho SMONTATE..giusto per dirti quanto possa servire la domotica.

                                                      poi..caldaia h24 o h12? dipende secondo me piu dal tipo di casa e di radiante che hai...radiante reattivo e casa ben isolata, h12...radnate pesante e lento e casa colabrodo h24....o infinite vie di mezzo.
                                                      Ultima modifica di marcober; 21-11-2016, 10:44.
                                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Molto chiaro grazie
                                                        Ci guardo e ti faccio sapere

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da kire Visualizza il messaggio
                                                          Vi ringrazio azio per le vostre risposte, ma io non ho ancora capito se sto facendo bene o no. Provo a rispiegareHo un impianto a pavimento, e delle sonde termometri in quasi ogni zona..........i
                                                          ciao kire

                                                          anche io dispongo di un pavimento radiante per 90 mq , la mia casa è come un miniappartamento e ho impostato il cronotermometro digitale da parete , modello Zefiro su 3 valori , temperatura bassa 20 gradi , media 20.5 , alta 21 gradi e tali temperature si alternano nell' arco delle 24 ore , con intervalli di 4 ore , naturalmente sto monitorando il tutto per capire quanti mc di gas consumo , rilevandoli sul contatore a ore prestabilite.

                                                          Sicuramente abitando su un unico piano in una casa piccola ho dei vantaggi e quindi salvo smentita da esperti , portare la T max a 22 non serve se non a consumare gas , poi anche 19 la notte non serve , la differenza dai 20 gradi è minima ma però se la mattina vuoi avere 22 da 19 consumi di più che non da 20 a 22 .

                                                          Penso che la cosa più importante sia essenzialmente e primariamente avere le pareti e il soffitto ben isolati e a questo ho provveduto e mi trovo bene senza alzare troppo il riscaldamento.
                                                          GSE ssp 3 kWp FTV - 12 Electro Solar ES250 Policristallino 250 Wp - unica falda 17° Sud a Latitudine 45°40' Nord a 40 m. s.l.m. - SMA SB3000TLST-21 - Elios4you SMART - caldaia Baxi Platinum - Daikin multi-split - frigo Samsung A+++ lavatrice Candy A++ lampadine basso consumo e led - pavimento radiante 90 mq - isolamento termico a cappotto EPS 100

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            E quindi ragazzi che faccio le devo smontare le sonde nelle varie camere comandate dalla domotica che gli fa aprire o chiudere i collettori?L impianto caldaia deve sempre stare acceso? Ora è settato accensione alle 4 e spegnimento alle 22 Il problema è il consumo anche d estate, ci sono picchi in bolletta , 2 mensilità consumo quasi 1200 mc questo in estate X il resto dai 100 ai 200 mc sempre 2 mesi. Ho anche pannelli solari termici e +fotovoltaico. Che confusione

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X