annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[isolamento] INSUFFLAGGIO INTERCAPEDINE: l'ho fatto!

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • [isolamento] INSUFFLAGGIO INTERCAPEDINE: l'ho fatto!

    Nell'ottica di condividere le esperienze, così come ho scritto della mia Lambretta elettrica (oops...vado fuori tema) vi dico l'ultima che ho fatto in casa mia... sperando che i veri esperti in edilizia non mi martellino troppo!

    Riassumo 'brevemente' la situazione: casa comprata nel 1994 (costruita nel 1990 circa), 1o piano, termoautonoma, 130 mq commerciali (circa 110 utili)

    Cambio di caldaia nel 2005: rilevato un risparmio del 30% annuo sul gas (da 1250mc/anno a 950-1000 mc/anno, di cui 3-400 circa per cottura e acqua calda).

    L'anno scorso ho isolato (3cm EPS+cartongesso) le pareti sottofinestra e tutti i perimetri degli infissi, e schiumato i cassonetti; un po' per risparmiare, un po' per il benessere e per ridurre i (pochi) problemi di muffa sui ponti termici (davanzalini e pareti sottili intorno agli infissi). A dire il vero il risparmio resta da verificare...

    Poi sono diventato certificatore e ho quindi approfondito un po' le mie scarse conoscenze edili; e mi era rimasto il desiderio represso di riempire l'intercapedine...

    Quindi, tornato dalle ferie, nonostante l'imbiancatura pagata profumatamente e abbastanza recente mi sono deciso, ma visti i dubbi sull'efficacia e i costi che girano a Milano e dintorni me lo sono fatto da me!

    Materiale usato: polistirene (o polistirolo se preferite) in sacchi, volgarissimo ed economico (circa 20euro/m3) per un totale di circa 100 euro di materiale, più qualche attrezzo specifico (fresa, pistola) per altri 100 euro circa.

    Quando ho forato le pareti ho fatto una brutta scoperta che però ha reso ancora più 'giustificabile' il mio lavoro: intercapedine di ben 15-16 cm in un muro da 35! Quindi sembrerebbe che abbiano usato anche per il paramento esterno mattoni da 8cm invece dei soliti 12...
    Inoltre c'è solo uno strato molto sottile (5-10mm) di poliuretano spruzzato sul paramento esterno, che isola poco ma in compenso trattiene l'umidità... e quindi farò qualche simulazione, ma l'intervento dovrebbe non peggiorare, anzi probabilmente diminuirà la formazione di condensa interstiziale.

    Per i risultati sul risparmio vi farò sapere tra qualche mese, da conti molto approssimativi (devo rifarli) dovrebbe aggirarsi sui 100-150 euro/anno (20% circa della spesa di riscaldamento)
    Se qualcuno ha dati su interventi simili già realizzati mi piacerebbe avere un riscontro...
    Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
    Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

  • #2
    Sarà interessante sapere i risultati ! La cosa funzionerebbe anche per il vespaio sottotetto ? A casa mia la parte "terminale" quella più bassa è cme una intercapedine entro cui non è stato posato il tappetino isolante ! Funzionerà riempirlo come fosse una intercapedine ?

    Commenta


    • #3
      Ciao umbi, non capisco bene cosa intendi per vespaio sottotetto...

      Se intendi che hanno posato i tappetini solo nella parte alta del sottotetto e non dove l'altezza si annulla tutto si può fare, dal riempire quei vuoti con lana di roccia o simili (esistono vari spessori e varie densità, quindi 'comprimibilità') all'insufflaggio.

      In un sottotetto ovviamente non userei polistirolo, svolazza dappertutto... però so che esistono ditte e macchine che 'sparano' di tutto, per esempio perlite, fibra di cellulosa ecc ecc
      Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
      Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

      Commenta


      • #4
        Ciao Riccardo, bhe, i risultati dovrebbero esserci sicuramnte ..15 cm di polistirolo!!! Bravo!!
        Come l'hai insufflato? A pressione? Quanti buchi e ogni quanto?

        Commenta


        • #5
          Ciao Paolo,

          il fatto che non mi hai bacchettato mi fa ben sperare!

          Infatti ho deciso di fare il lavoro prima di ricominciare con la routine e non ho fatto considerazioni di condensa interstiziale...

          Descrivo meglio l'attrezzatura e il modus operandi:

          - lampadina a LED e specchietto a 45° con LED per ispezione e per verificare l'assenza di pilastri e altre ostruzioni tra un foro e l'altro

          -fori diametro 50mm a pochi cm dal soffitto distanti 2 m max (più vicini in presenza di spigoli)

          -insufflaggio con pistola aspirapolvere (effetto Venturi)usata al contrario e compressore da 1,5hp 15l

          -tappi autocostruiti 'filtrati' per i fori di uscita aria (fori usati alternativamente anche per l'immissione)

          Ho rischiato di fondere il mio vecchio compressore: ogni sacco da 500l richiede 15-20 minuti di lavoro al compressore!
          Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
          Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

          Commenta


          • #6
            scusami se vado ot, ma te avevi questa situazione:


            mattone->spazio->mattone e hai riempito?

            Non so dove reperire informazioni, io a casa ho mattone-> spazio-> lastra isolante (tipo lana di vetro...non saprei cos'è)->mattone

            Commenta


            • #7
              Simile, ma non coi mattoni a vista in facciata.
              La sostanza non cambia, se l'intercapedine è vuota e non si vogliono (o possono) fare interventi più efficaci (e costosi), si può valuterne il riempimento.
              Se hai già una lastra di isolante posizionata a regola d'arte forse vale meno la pena...dipende dallo spessore della lastra.
              Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
              Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

              Commenta


              • #8
                una volta si usava appendere i teli di lana di vetro con i chiodi..ma ormai sarà caduta.
                L'intervento di insufflaggio è tecnicamente fattibile ed efficace solo sopra i 6 cm di cavità libera. Per questo prima di eseguire l'intervento è bene fare delle ispezioni con microcamera..attenzione poi alle canne fumarie, il corrispondenza delle canne fa insufflato materiale inerte tipo perlite e non eps o fioccato di carta

                Commenta


                • #9
                  no io ho delle lastre nere...non saprei bene cos'è
                  comunque complimenti per il lavoro e per l'idea...
                  mi piacerebbe far venire un tecnico non tanto per avere il foglio di carta, ma per avere dei consigli su cosa migliorare....

                  Commenta


                  • #10
                    allora sarà polistirene estruso con barriera sui due lati, anche quello molto in voga nelle intercapedini

                    Commenta


                    • #11
                      si esatto è lui...

                      spulciando il web ho visto che ha queste caratteristiche:
                      Per il polistirene espanso in lastre stampate per termocompressione, la conduttività varia da 0,040 W/m K, per una densità pari a 20 kg/m3, a 0,039 W/m K per una densità pari a 30 kg/m3.

                      che ne dite? è buono come isolamento?

                      scusat enuovamente l'ot

                      Commenta


                      • #12
                        Il polistirene (dal punto di vista delle prestazioni termiche) è uno dei migliori isolanti, sia in assoluto che come rapporto qualità/prezzo.

                        Ma per sapere se è buon conta lo spessore! E anche l'istallazione...

                        Immagina una intercapedine di 10cm, se ci butti dentro lastre da 3cm e l'aria può 'girarci' intorno è praticamente come se non ci fossero...

                        Comunque, per ricollegarci al mio caso, la resistenza termica di un certo spessore di materiale è R= spessore/conduttività; per il polistirolo in granuli (che è polistirene) a causa dell'incertezza sul 'costipamento' io terrei una conducibilità di 0,06.
                        Si ricava che i miei 15cm di intercapedine riempita equivalgono, CIRCA, a ben 10cm di polistirene da 0,04 W/mK!
                        Non male, ma resta il problema dei ponti termici...
                        Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
                        Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

                        Commenta


                        • #13
                          [QUOTE=riccardo urciuoli;119103163]Ciao umbi, non capisco bene cosa intendi per vespaio sottotetto...


                          Prova a immaginare il penultimo muretto che sostiene il tetto prima del muro portante esterno, altezza circa (Il mio intendo) 60-80cm e chiuso. Cioè se buchi il muro ti trovi dei corridoi lunghi 5-6mt larghi 50-60cm ed alti appunto 60-80cm. Li dentro non hanno posato niente !

                          Commenta


                          • #14
                            aah ok umbi, si vede che nel settore ci sono entrato per sbaglio...

                            Direi che si può fare anche nel tuo caso, anche se valutarne gli effetti è più complicato.
                            Vista la distribuzione orizzontale andrei su un materiale di maggior peso specifico (fibra di cellulosa per esempio) che per gravità si costiperebbe meglio.

                            Per rispondere a domande di altri utenti (fabiobe71) in zona Milano un preventivo per un lavoro simile (anche se magari fatto con materiale più 'nobile') si DOVREBBE aggirare sui 2-3000 euro, con un tempo di rientro quindi intorno ai 10 anni e più.
                            E' un dato MOLTO approssimativo fatto da me girando su Internet, bisognerebbe chiamare le ditte specializzate per un preventivo in loco.

                            Io non ho approfondito perchè avevo tanta voglia di sperimentare sulla mia pelle (oops..sui miei muri) un lavoro che come certificatore potrei consigliare ai proprietari di casa...
                            Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
                            Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

                            Commenta


                            • #15
                              Grazie per le info Riccardo, sono molto utili.
                              Ora devo controllare che spessore ha la mia intercapedine.
                              Ho capito che se non è sopra i 6cm di spessore non vale la pena prendere in considerazione la cosa. Io credo di avere una intercapedine poco più grossa.
                              Detto questo può avere senso parlare di prezzo al MQ di muro o MQ di appartamento per questo genere di intervento?
                              SAluti

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              TOP100-SOLAR