valutare isolamento casa da caduta temperature notturna - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

valutare isolamento casa da caduta temperature notturna

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • valutare isolamento casa da caduta temperature notturna

    In questi giorni sto facendo un po' di esperimenti sulle temperature di mandata e le ore di accensione.

    Mi chiedo, CDO, se sia possibile valutare l'isolamento da quanto scende la temperatura nelle ore di spegnimento dell'impianto.
    Ad esempio ieri sera alle 23 c'erano 16.4, stamattina alle 7 c'erano 14.6.

    Com'è la caduta? Accettabile? Indice di scarso isolamento?

  • #2
    se non dici dove sei, quanti gradi c'erano fuori... comunque se non sei in alta montagna la caduta è notevole....e soprattutto le T mi sembrano basse... sicuro del termometro?
    I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
    https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

    Commenta


    • #3
      Scusa, ero convinto di averlo scritto. Fuori c'erano 0 gradi.
      Sono in zona climatica E, sull'appennino Tosco-Romagnolo.

      Aggiungo altri dati che possono essere utili: appartamento al secondo piano, sopra c'è il tetto (parte della casa ha anche un sottotetto alto 1m) e sotto è disabitato.

      Le T sono sicuramente basse, ma le ho misurate con più termometri. Un gran caldo non c'è mai stato in casa, nemmeno in passato.
      Da un anno ho la caldaia a condensazione e sto cercando di abbassare la temperatura di mandata.

      I miei radiatori in ghisa fanno fatica: con la mandata a 50 non c'è stato niente da fare, per lo meno in giornate con T esterna intorno allo zero. Con la mandata a 55 invece la temperatura si muove, pur se in maniera molto lenta.

      Ogni sera, al momento dello spegnimento ci sono stati 0.4 in più della sera prima.
      Ieri poi è salita la temperatura esterna di 7-8 gradi e quindi l'impianto è riuscito a portare la T interna a 18.
      Ultima modifica di valerio_vanni; 02-12-2013, 13:49. Motivo: aggiunta informazioni utili

      Commenta


      • #4
        La caduta della temperatura è in linea con la temperatura di partenza massima!!
        Se parti da una temperatura bassa (16,4°) è chiaro che ti ritrovi la mattina a 14,6°!
        Ognuno fa quel che vuole , ma avere un'appartamento "riscaldato"a 17° l'inverno non l'accetterei mai.
        Non credo che il problema sia la caldaia o lo scarso isolamento della casa , secondo me il punto è che lasci acceso troppo poco il riscaldamento.

        Ti faccio il mio esempio:
        Casa gemella del 1980 a 2 piani strutturalamente senza isolamenti , vivo al piano superiore (90 mq) sopra ho un sottotetto in cemento , ho infissi nuovi vetri doppi bassoemissivo , sotto non è riscaldato.
        Mi riscaldo con un Trial Pompa di calore Kirigamine 12.000 btu per la zona giorno (45 mq) , le 2 camere con 2 7000 btu (16 + 16 mq)
        Il Kirigamine mi porta la Temperatura a 20° anche con -10° (provato l'anno scorso)
        Il bello dalla pompa di calore è che ti manda caldo subito ....
        spengo alle 23 , alla mattina alle 8 ho 16° con temperatura esterna 1° .
        Ho anche la caldaia , se accendo quella e porto la temperatura a 20° , la mattina alle 8 ho 17,5° ...probabilemte il calore dei caloriferi si disperde molto meno rispetto al calore "aria" della pompa di calore.

        So solo una cosa , se si vuol riscaldare case non isolate come è la mia , se non lasci acceso mica la scaldi , poi qualcuno sta bene anche a 17° l'inverno......quando si fanno gli esempi di consumo annuo non si sa mai quanto si lascia acceso il riscaldamento e a che temperatura si vive dentro.
        Mio fratello consuma meno di me , però quando vai da lui ho freddo e non tolgo la giacca ...lui sta bene , dice!!

        Consumi:
        Con pompa di calore in un giorno (8 alle 23)mediamente consumo 18 kWh (4,5 €) , qualcosa tolgo con l'autoconsumo ma l'inverno la produzione è quella che è!!
        Con caldaia (Riello del 1983) in un giorno (8 alle 23)mediamente 12 m3 (12 €)

        ciao
        2,99 kWp 13xTrinaSolar TSM-DC05 Monocristallino ,Franciacorta (BS), Azimuth -55°,Tilt 16°,Inverter PowerOne Aurora PVI-3.0, Record produzione 22,2 kWh(27/05/2013) 2011=4014 kWh:2012=3846 kWh:2013=3533 kWh:2014=3537 kWh:2015=3715 kWh:2016=3683kWh:2016=3683kWh:2017=3735 kWh:2018=3600 kWh:2019=3761 kWh
        >>> Il mio impianto FV su Sonnenertrag.eu <<<

        Commenta


        • #5
          un mio conoscente mi diceva che la sua casa perde quasi un grado all'ora,però conoscendolo
          avrà metà dei termosifoni chiusi,la mia perde meno di 0,1 all'ora

          Commenta


          • #6
            dai dati inseriti si può sicuramente dire che la casa è poco isolata, anche se non si può quantificare la classe.

            In un giorno le case isolate scendono di frazioni di grado, la mia che è del 92 (con migliorie) in una notte scende di meno di un grado.
            Sottotetto e piano sotto disabitato ovviamente non aiutano, ma la soluzione è isolare, trovi tutte le info su questo forum...
            I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
            https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Mailandre Visualizza il messaggio
              La caduta della temperatura è in linea con la temperatura di partenza massima!!
              Se parti da una temperatura bassa (16,4°) è chiaro che ti ritrovi la mattina a 14,6°!
              Ognuno fa quel che vuole , ma avere un'appartamento "riscaldato"a 17° l'inverno non l'accetterei mai.
              Non credo che il problema sia la caldaia o lo scarso isolamento della casa , secondo me il punto è che lasci acceso troppo poco il riscaldamento.
              Io sui 17 - 17.5 mi trovo abbastanza bene. Quella però è la temperatura massima, ci mette tutto il giorno ad arrivarci.
              Non è che lo lasci acceso poco, attualmente lo faccio andare dalle 7 alle 23. E' la mandata a 55 che fa fatica, sto facendo i test per cercare di sfruttare la condensazione.

              Originariamente inviato da Mailandre Visualizza il messaggio
              Ti faccio il mio esempio:
              Casa gemella del 1980 a 2 piani strutturalamente senza isolamenti , vivo al piano superiore (90 mq) sopra ho un sottotetto in cemento , ho infissi nuovi vetri doppi bassoemissivo , sotto non è riscaldato.
              Mi riscaldo con un Trial Pompa di calore Kirigamine 12.000 btu per la zona giorno (45 mq) , le 2 camere con 2 7000 btu (16 + 16 mq)
              Il Kirigamine mi porta la Temperatura a 20° anche con -10° (provato l'anno scorso)
              Il bello dalla pompa di calore è che ti manda caldo subito ....
              spengo alle 23 , alla mattina alle 8 ho 16° con temperatura esterna 1° .
              Ho anche la caldaia , se accendo quella e porto la temperatura a 20° , la mattina alle 8 ho 17,5° ...probabilemte il calore dei caloriferi si disperde molto meno rispetto al calore "aria" della pompa di calore.
              Come perdita, in gradi, sei messo peggio di me.

              Per quanto riguarda il consumo, verifico domani la media di una settimana con questo regime (7-23 con mandata a 55).

              Originariamente inviato da pox1964 Visualizza il messaggio
              un mio conoscente mi diceva che la sua casa perde quasi un grado all'ora,però conoscendolo
              avrà metà dei termosifoni chiusi,la mia perde meno di 0,1 all'ora
              La valutazione della perdita è meglio farla a termosifoni spenti, così ci sono meno elementi in ballo e si capisce meglio che cosa perde la casa di suo.

              Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
              dai dati inseriti si può sicuramente dire che la casa è poco isolata, anche se non si può quantificare la classe.
              Ho trovato un sito con delle maschere interattive in cui inserire i dati per fare una valutazione, ma ci volevano più dati di quelli che ero in grado di fornire con precisione. In ogni caso il risultato è stato "G", con un valore circa il doppio del limite del "G".
              Ultima modifica di nll; 11-04-2014, 16:24. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

              Commenta


              • #8
                quando arrivi al G sei al peggio ma al peggio non c'è mai fine,la prova l'ha fatta a termi spenti ma
                volevo puntualizzare che non scalda tutte le camere

                Commenta


                • #9
                  Il responso di una settimana di consumi è stato di 11 mc/gg.

                  Commenta


                  • #10
                    devi mettere anche quanti mq riscaldi e per fare dei confronti dovresti arrivare a 20 gradi

                    Commenta


                    • #11
                      Sono una frana in questo thread...
                      La casa è un centinaio di mq, il deltaT raggiunto è sempre stato intorno ai 2 gradi. Nei giorni si è accumulato un po' di calore residuo, e adesso si va da 15.5 a 17.5.

                      La prova a 20 è infattibile: o lascio acceso giorno e notte o aumento la mandata a 65-70 gradi. Dopo si potrebbe girare in casa in mutande ;-)

                      Commenta


                      • #12
                        se la domanda iniziale era ma quanto poca isolata è casa mia,direi sicuramente il riferimento dei 20 gradi
                        è per fare confronti,casa mia 180 mq su 3 livelli di cui uno interrato con scannafosso,prima del cappotto
                        quando faceva freddo circa 12 mc al giorno come tè 1 piano 17 gradi,19 il pt interrato non riscaldato 13 gradi
                        casa lunga e stretta molte finestre 18 con doppi vetri ma di 20 fà blando isolamento di 3 cm poliuretano
                        all'interno delle pareti e del sottotetto,
                        ora cappotto 12 cm lana di roccia tetto 15 cm caldaia a condensazione con radiatori mandata 35 gradi
                        accesa 12 ore al giorno 20 gradi pt 19 al primo 18 all'interrato consumo 4-5 al giorno
                        acceso il riscaldamento a novembre inoltrato a parte qualche breve accensione sporadica e a volte dagli inizi
                        di marzo non riaccendo il riscaldamento consumo medio annuale tra i 550-600 mc ho anche il solare termico per acs

                        Commenta


                        • #13
                          Aveveo pensato anch'io di isolare la casa , ma il gioco non vale la candela secondo me!
                          Diverso discorso se la casa non mi permetterebbe di vivere nel confort invernale , ma considerato che non ho questo problema avevo cambiato idea optando per la Pompa di Calore !
                          Se dovessi fare il cappotto esterno (3 facciate 180 m2) rifare il tetto, fare i ponti termici e sostituire la caldaia, la spesa non giustificherebbe il risparmio annuo del metano se non dopo 30 anni! (adesso ho 56 anni )
                          Con la Pompa di Calore ho ridotto la spesa del 60% , e in più ho sia il deumidificatore e il condizionamento estivo.

                          Tornando a Valerio , ....io se accendo il riscaldamento a Metano la mattina alle 8 dopo 3,5 ore ho 20° in casa , la temperatura dell'acqua dei caloriferi è circa 60° e il consumo giorno , come già ho detto , è mediamente di 12 m3 giorno (8/23) , la casa è del 1980 ,l'unica cosa che ha è un tappeto di lana vetro sul pavimento del sottotetto e serramenti di ultima generazione.
                          Se ci fossero sistemi o metodi poco costosi per fare qualcosa in più d'isolamento lo farei ma non da spendere cifre rilevanti.

                          l'ACS viene erogata da uno spledido scaldabagno Rinnai che consuma quello che spendevo per alimentare la fiamma pilota della caldaia.

                          Comunque leggo sempre volentieri questa parte del Forum , mi piace capire e conoscere le esperienze degli altri utenti , qualcuno esagera sempre con le cifre di risparmio , però è da mettere in conto nella complessità variabile.
                          2,99 kWp 13xTrinaSolar TSM-DC05 Monocristallino ,Franciacorta (BS), Azimuth -55°,Tilt 16°,Inverter PowerOne Aurora PVI-3.0, Record produzione 22,2 kWh(27/05/2013) 2011=4014 kWh:2012=3846 kWh:2013=3533 kWh:2014=3537 kWh:2015=3715 kWh:2016=3683kWh:2016=3683kWh:2017=3735 kWh:2018=3600 kWh:2019=3761 kWh
                          >>> Il mio impianto FV su Sonnenertrag.eu <<<

                          Commenta


                          • #14
                            capisco che se l'obbiettivo è rientrare della spesa in pochi anni ed eventualmente avere lo spazio
                            per fare le detrazioni,magari uno dice poi vediamo,io dopo averlo fatto ho detto perchè non l'ho fatto
                            prima,avrei già recuperato la spesa da un pezzo senza bisogno neanche delle detrazioni,mi
                            stò accingendo a fare il mio terzo cappotto visto che ho qualche casa ma non sono un cappottaro,
                            ho quasi 50 anni si tratta solo di riqualificare il propio patrimonio visto che rimarrà ai miei figli,meno
                            pesche gli lascio e meglio è,e si pensa di lasciare un futuro sostenibile,poi non è scontato che rimangono
                            queste condizioni climatiche di disponibilità di energia di costi ecc

                            casa appena ristrutturata portata in classe B 92 mq calpestabili altezza 3,30,il piano di sopra
                            attualmente è freddo è in corso una ristrutturazione,temperatura dai 19 ai 20 gradi
                            dopo 14 gg consumo 47 mc,occupanti 3 persone
                            oggi si lamentavano del fatto che i radiatori erano sempre freddi,è dura abbattere la mentalità
                            che i radiatori devono essere sempre caldi e io che ho isolato a fare
                            casa isolata e radiatori caldi non vanno insieme
                            Ultima modifica di nll; 11-04-2014, 16:23. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

                            Commenta


                            • #15
                              Si concordo con pox, poi non è mica detto che bisogna fare tutti assieme cappotto, sottotetto, infissi ecc. ecc.

                              La cosa migliore è il fai da te per chi non ha grossi capitali.

                              Io ho cominciato stendendo sulla soletta del sottotetto in cemento armato (non abitabile) 12cm di lana di roccia... spesa: 200€.

                              Risultato: da soffitto GELIDO a soffitto caldo.

                              Poi: piccolo cappottino in parete a nord, fatto da me.

                              Poi, cambiato 2 finestre.

                              Piccole spese, migliorata sensibilmente la qualità della vita e la spesa del riscaldamento.

                              Commenta


                              • #16
                                risparmio e riduzione delle emissioni inquinanti vanno a braccetto io se devo essere sincero sono
                                più attento al risparmio,la riduzione delle emissioni inquinanti è un'effetto collaterale sono un ecotirchio
                                lo scopo del forum credo sia attraverso il contributo nostro di promuovere,educare le persone a
                                comportamenti eco sostenibili per noi e i nostri figli,quindi ben vengano i piccoli grandi passi per un futuro
                                migliore,la nave affonda c'è chi sale sulle scialuppe chi continua a suonare e chi svuota la stiva col secchio
                                io vado avanti indietro col secchio se saremo in tanti non è detto che la nave affondi
                                facciamo un'applauso a light power

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da LightPower Visualizza il messaggio
                                  ...cut...
                                  Piccole spese, migliorata sensibilmente la qualità della vita e la spesa del riscaldamento.
                                  Ah bè se è per questo io ho ridotto la spesa del riscaldamento a meno della metà di prima senza fare nulla di particolare se non riscaldarmi con Pompa di Calore senza rinunciare al confort dei 20°.
                                  Spesa meno di 4,5 € al giorno , mi sembra un bel risultato .....

                                  Resta il fatto che la lana vetro sul solaio C'E' , gli infissi nuovi ci sono ..... l'idea ultima che vorrei fare è la copertura interna con F0rex , ho una parete intera in camera con stampa artistica su F0rex ,ho riscontarto che la parete è calda al tatto diversamente dalle altre anche interne .
                                  2,99 kWp 13xTrinaSolar TSM-DC05 Monocristallino ,Franciacorta (BS), Azimuth -55°,Tilt 16°,Inverter PowerOne Aurora PVI-3.0, Record produzione 22,2 kWh(27/05/2013) 2011=4014 kWh:2012=3846 kWh:2013=3533 kWh:2014=3537 kWh:2015=3715 kWh:2016=3683kWh:2016=3683kWh:2017=3735 kWh:2018=3600 kWh:2019=3761 kWh
                                  >>> Il mio impianto FV su Sonnenertrag.eu <<<

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da LightPower Visualizza il messaggio
                                    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***
                                    Risparmio della spesa quantificabile in? Più o meno...
                                    Ultima modifica di nll; 11-04-2014, 16:22.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      La mia, casa indipendente quindi senza appartamenti sopra sotto e accanto che scaldano, a termosifoni spenti (starò fuori casa per una ventina di giorni) in 24 ore (controllato con termostato da remoto) ha perso quasi 8 gradi (da 19,8 a 12,1)
                                      Temperatura esterna di notte sotto lo zero e di giorno intorno ai 5/6 gradi

                                      Commenta

                                      Attendi un attimo...
                                      X