annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pompa di Clark... la conoscete?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Pompa di Clark... la conoscete?

    Ho iniziato questa discussione perché con detta pompa di Clark ci lavoro e vorrei "spremerla" di più per renderla più performante, ecco perché ne parlo qui con voi e comunque, con chi la conosce o con chi può ampliare l'orizzonte ( il mio orizzonte ) circa le magagne e le correzioni possibili... grazie in anticipo.

    Io questo dispositivo ( pompa di Clark) lo costruisco da alcuni anni... sempre alla stessa maniera e sempre per lo stesso scopo, costituisce il "cuore" dei dissalatori ad osmosi inversa così detti " a recupero energetico "... senza questo dispositivo sarebbe impossibile produrre dissalatori piccoli, compatti e relativamente silenziosi e non ultimo... funzionanti a 12-24 volt; vorrei riuscire ad aumentarne il rendimento... sempre se è possibile aumentarlo; sicuramente vorrete sapere altre cose in merito a tale dispositivo, sarò ben lieto di fornirvi altre spiegazioni per "fotografare" meglio di che si tratta, se non lo conoscete di già.

    f.sco
    File allegati
    Ultima modifica di Optmum; 27-11-2016, 17:07.

  • #2
    Interessante, vuoi illuminarmi con qualche dato in più, grazie.
    Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
    Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

    Commenta


    • #3
      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Recupero Energetico per forum.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 146.1 KB 
ID: 1958702

      Spero si riesca a capire, di più ninzò fare. Quella in alto è la rappresentazione molto schematizzata di come è fatto un impianto a recupero energetico, il cuore di questa tipologia di impianti è costituito da una pompa di Clark, questa pompa altro non è che un moltiplicatore/elevatore di pressione. Il ciclo di funzionamento inizia col fornire acqua di mare al sistema, una pompa a membrana o a palette ( pompa di alimento )fornisce acqua al gruppo valvole che provvede a distribuirla al sistema. Avviene che gli scomparti interessati da subito ( camera C1, vessel, membrana e in misura ridotta la camera C3 e C4 ) si riempiono di acqua, ecco che la pressione della pompa di alimento comincia a salire ed obbliga la pompa di Clark a muoversi. Una volta che abbiamo messo in moto il sistema; vedremo poi cosa succede in effetti, come agiscono le pressioni e perché la pressione sale e poi si stabilizza sino a circa 60 bar; per ora ti lascio con questo mio schizzo e spero di aver suscitato ulteriori curiosità e interesse. Comunque, in rete c’è materiale da dove attingere, ora non ho alcuna traccia da darti, ma si trovano anche della semplici animazioni gif che mostra il tutto in movimento. Tramite messaggio privato posso fornirti qualche indizio più preciso, non lo faccio qui per non correre il rischio di divulgare notizie che potrebbero essere coperte da copyright.

      f.sco

      Commenta


      • #4
        Buongiorno, sono molto interessato nel suo progetto, bisogno di scriverli in privato il la mia mail: *** rimossa dal moderatore ***
        Ultima modifica di nll; 04-02-2023, 23:22. Motivo: Nota di moderazione: Scambiatevi le email in privato!

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X