adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Rispunta il Milleproroghe

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Rispunta il Milleproroghe

    Ok ai rimborsi per le vittime di crisi bancarie, secondo l'emendamento dei relatori al dl milleproroghe approvato in commissione, i risparmiatori potranno chiedere alla Consob di ottenere "tempestivamente" un rimborso del 30 per cento, con il limite massimo di 100 mila euro, dell'importo dovuto.
    La Consob avrà 15 giorni di tempo, dall'entrata in vigore della legge, per pubblicare le modalità di presentazione dell'istanza.
    Che sia la volta buona?
    Però se non mi sbaglio qualcuno "aveva" detto che i rimborsi sarebbero stati Totali, ma forse non ho capito bene.
    Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
    Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

  • #2
    La norma nel mille proroghe è solo un antipasto. Almeno nelle intenzioni propagandate.
    Segue le regole imposte dalla UE. Cioè NON sono fondi pubblici, rubati a chi paga le tasse insomma, e sono limitati da situazioni reddituali e di massimale. Infatti provengono dagli iscritti alla Consob (quindi le aziende quotate in borsa credo) e rappresentano il risarcimento attribuibile alla famosa “mancata vigilanza” con cui si cercava di tirare in ballo l’unico soggetto in grado di risarcire tutti. Cioè lo stato.
    Poi il trio ovviamente dardeggia i soliti mirabolanti “faremo” con promesse di stanziamenti miliardari, ma già la UE ha chiarito che per avere il risarcimento occorre che sia comprovata l’azione truffaldina. In quanto è ovvio che al carretto dei poveri pensionati truffati si rischia altrimenti di vedere il codazzo degli speculatori faidate che han perso magari un decimo dei capitali investiti. Magari in azioni!
    Invece che 100 milioni ne stanzieranno 120, dopo un’attenta analisi trimestrale che avrà stabilito che le nefande azioni dei governi precedenti hanno ormai bloccato con la tecnica assodata del delitto perfetto ogni possibile alternativa, e proclameranno al mondo rapito ed attonito che si è fatto il massimo in una situazione straziantemente difficile. Ma purtroppo si vedranno costretti a stracciare l’ennesima promessona elettorale.
    Tutto già predisposto. È un copione perfetto! Sembra di essere sul set di Kubrick per l’allunaggio fake...
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

    Commenta


    • #3
      a parte il pasticcio dei governi dell'ultima legislatura,con la complicità di consob
      e banca d'italia, quando si potevano trovare soluzioni alternative,all'esproprio
      fatto ai piccoli azionisti,non intervenendo finchè si poteva fare,per legge gli
      azionisti si dovrebbero rivalere su chi li ha danneggiati,tra cui anche lo stato
      ma lo deve stabilire una sentenza,altrimenti si stabilisce un precedente,a cui
      possono ricorrere tutti i mazziati e ce ne sono tanti e mi ci metto anche io,
      ma qui tra terremoti alluvioni vittime di malversazioni finisce che il debito
      pubblico esplode davvero

      Commenta


      • #4
        Lo stato non ha danneggiato nessuno! Le truffe non hanno una complicità "implicita" da parte di chi governa.
        L'unico appiglio su cui si faceva leva era la famosa "mancata vigilanza". E se ne è fatta carico la consob, a cui spetta la vigilanza.
        Lo stato DEVE intervenire in quelle situazioni dove chi è stato vittima di truffa rischia di trovarsi in grande difficoltà Da questo principio discende il senso dei limiti imposti dalla UE.
        Una cosa è il pensionato senza altri redditi che ha perso tutti i risparmi perchè si è fidato di un direttore delinquenziale. Altra cosa è chi ha capitali diversificati e ha perso una cifra (anche ingente) cercando un investimento fruttuoso, ma più rischioso, come ad es. le azioni!
        Nel primo caso giusto che lo stato crei un fondo (creato dagli "altri" peraltro) che intervenga per AIUTARE. Quindi con un massimale (i 100.000 sono più che adeguati) e con limitazioni di reddito.
        Nel secondo caso sarà la magistratura o le azioni di risarcimento volontario delle banche stesse a risarcire. Il debito pubblico non è a rischio per queste spese propagandate, perchè i famosi 2,5 miliardi promessi da Conte e c. a maggio in realtà tutti sanno che sono solo fuffa propagandistica e che faranno la fine delle illusioni dei tarantini sulla "chiusura" o dei nostalgici art.18 sul decretino.
        Il debito non farà altro che seguire la stessa curva che ha seguito finora. Senza miracolosi tagli o pericolose accelerate.
        Già la mirabolante flat tax pare si trasformerà (per ora eh!! Poi faremovedremostudieremo... poi però) in un abbacinante riduzione dell'1% sulla prima aliquota! Quindi un risparmio annuale tra i 90 e i 150€ all'anno.
        Ma meglio che niente dai! Meglio "di quelli di prima"!! no?
        “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
        O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

        Commenta


        • #5
          lo stato crea delle autorità che paghiamo per il lavoro di vigilanza,in italia anche se
          non ci fossero sarebbe la stessa cosa,c'erano banche in difficoltà per crediti deteriorati
          sono stati spacciati per prodotti sicuri e parlo obbligazioni che invece erano ad alto
          rischio,le azioni sono un'altra cosa e sono stanco di sentire il direttore mi aveva assicurato
          coi soldi non si scherza, ci sono state delle malversazioni e vanno perseguite

          Commenta


          • #6
            Certo che vanno perseguite! E pure quelli che dovevano controllare! E i giudici fan benissimo a perseguire!
            Però non si può pensare di scaricare la patata bollente su chi paga le tasse!
            “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
            O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X
            TOP100-SOLAR