Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 6 123456 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 111

Discussione: Dinamo alle fermate dell'autobus

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Dinamo alle fermate dell'autobus



    Buon giorno a tutti mi chiamo Chiara studio industrial design e sto facendo una tesi che riguarda il recupero energetico alle fermate dell'autobus, putroppo la mia università non mi ha insegnato cose tecniche riguardo al campo dell'elettronica, dell'elettricità e dell'elettromeccanica quindi avevo pensato di chiedere il vostro aiuto.
    Ho deciso di utilizzare delle dinamo tachimetriche attivate a mano dalle persone che si annoiano aspettando l'autobus.Sò che esistono dinamo che producono 3 watt cm quelle delle biciclette ma sono poco potenti per me.Quello che vorrei sapere da voi che, da quello che ho potuto vedere, sapete molte cose è: quanta potenza, quanti watt e quanti watt ora posso produrre con una dinamo e questa dinamo che dimensioni avrà? e la batteria quanto deve essere grande? quanti V deve avere?
    scusatemi per i miei errori le mie poche conoscenze.
    Ringrazio tutti quelli che vorrano darmi una mano

  2. #2
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ma chi la azionerebbe questa dinamo, le persone alla fermata dell'autobus o l'autobus con il suo movimento all'atto di fermarsi per recuperare l'energia cinetica?

  3. #3
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Chiara,
    mi ha incuriosito il titolo ma a me sembra un po' una 'cavolata'...

    Nel senso che non molti sarebbero disposti a sudare mentre aspettano l'autobus...oltre il danno la beffa!

    Per rispondere comunque alla tua domanda considera che praticamente qualsiasi motore elettrico funziona da dinamo se forzato a ruotare, quindi hai ampia scelta; mi sembra che un ciclista MOLTO allenato sviluppa 2-300 W di potenza, quindi penso che ragionevolmente si potrebbero ipotizzare massimo 50W per una pedalata 'moderata'.

    Per la batteria non conta tanto il voltaggio, che dipenderà dal motore/dinamo scelto e dalla tensione da lui generata; conta la capacità: se ipotizzi 50W per esempio su 12V sono circa 4Ah.
    In 1 h di pedalata si accumulerebbero (a parte le perdite) 4Ah di energia; si potrebbero usare le tipiche batterie da antifurto o da scooter (12V 7Ah per esempio).

    Detto questo, tanto per darti un'idea, perchè non cambi obiettivo?

    Mai stata in palestra? Sai quante volte io e il mio collega (che giochiamo con i motori elettrici, cerca Ecolà nel forum) abbiamo immaginato di recuperare tutta l'energia sprecata da chi cerca invano di dimagrire su tapis roulant e cyclette???
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  4. #4
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Chiara,
    l'idea non starebbe in piedi economicamente. Il costo del sistema - ammesso che qualcuno lo usi - sarebbe maggiore del prezzo dell'energia generata.
    Sarebbe diverso invece trasformare l'energia cinetica del bus in energia potenziale, da riutilizzare alla ripartenza. In altre parole, ci dovrebbe essere una salita verso un sopralzo prima della fermata, ed una discesa subito dopo. Ma andrebbe bene solo in posti "pensati" in quest'ottica.

    Riccardo, ci sono vecchie discussioni sui generatori in palestra, le hai cercate?
    Ciao
    Mario

  5. #5
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    No Mario, non le avvevo cercate, mi è solo venuto in mente come suggerimento per Chiara... io credo sarebbe poco remunerativo anche in quel caso! Era giusto per dare un'idea ...

    Comunque ora vado a leggermi le discussioni sulle palestre, ciao!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  6. #6
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Mario
    Sarebbe diverso invece trasformare l'energia cinetica del bus in energia potenziale, da riutilizzare alla ripartenza.
    in effetti mi son sempre chiesto perchè non ci sono bus/TIR ibridi!
    In fondo quando "giocavo" con il mio miniibrido (alternatore sulla "75") a chi era scettico portavo ad esempio la frenatura elettrica presente su molti di questi "bestioni" ("se riesce a rallentare quel peso...").. di li all'idea dell'ibrido il passo è breve...
    ..un conto e fare i recuperi con il peso di una Prius/Auris.. un conto e farlo con un bus/TIR e le persone/merci trasportate.. secondo me qualche ordine di grandezza cambia...

    Fare si puo'!..... Volerlo dipende da te.

    Consultate e rispettate il REGOLAMENTO ( < cliccare sopra per visionarli >) e l' INDICE del Forum

    Ricorda: un piano cottura a induzione consuma mediamente solo il 30% dell'energia richiesta da uno a gas e comporta in "bolletta" costi dimezzati. Contrariamente a quello che ti diranno in giro poi si può generalmente usare anche con il normale contratto da 3 kW, pur se sprovvisto di sistema di autolimitazione. Per maggiori informazioni:
    Vetroceramica (piani cottura HOBs): bugie&verità
    PIANI COTTURA: vetroceramica radiande/alogeno, induzione, metano/GPL, ecc: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    [/I]

  7. #7
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    gattmes,
    in effetti mi son sempre chiesto perchè non ci sono bus/TIR ibridi!
    due giorni fa sono salito su un autobus ibrido, questo:
    Milano: Passengers il bus ibrido ed ecologico di LifeGate Radio riprenderà a viaggiare | La mia città

    Non e' vero che non esistono:
    Volvo testa l’autobus ibrido: in produzione nel 2010 - Aziende & flotte - Motori.it

    Ma stiamo andando OT, diamo il buon esempio!

    Riguardo ai piccoli generatori rotativi alle fermate, bisognerebbe trovare il modo di accoppiarli a cose che girano sempre quando l'autobus non arriva!

    Ciao
    Mario

  8. #8
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    si.. forse non ho "sottolineato" bene.. il "non ci sono" non nel senso che "non esistono".. ma nel senso, se vogliamo, applicabile anche alle Prius e simili:
    non ci sono.. in giro!
    (Ergo dovrebbero essere in produzione da prima delle auto.. visto che da li si è iniziato a "maneggiare" il discorso.. maneggiare con lo stesso valore del "non ci sono".. ovvero non in un centro di ricerca.. ma per le strade)

    Riguardo ai piccoli generatori rotativi alle fermate, bisognerebbe trovare il modo di accoppiarli a cose che girano sempre quando l'autobus non arriva!
    Se mi provochi!.. Qualcosa che gira e abbondantemente in quei (frequanti) casi, almeno per i maschietti sta tranquillo che.. si trova... si trova!

  9. #9
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ad ogni fermata metterei una bella connessione wireless...magari se proprio non si vuol darla gratis a tutti i passanti e al vicinato, si mette un codice sul biglietto del bus che funziona da chiave di rete temporanea.

    Per i meno "tecnologici" si potrebbe pensare ad una specie di "cabina telefonica" per fare chiamate gratuite ai fissi ad esempio, sempre con la logica del codice sul biglietto. Il costo non sarebbe tanto, ma si farebbero felici tutte le signore che passano il loro tempo aspettando il bus.

  10. #10
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    quella della connessione wireless con codice sul biglitto è una bela idea , anche applicata agli abbonamenti , magari , creando un valore aggiunto ,molte persone comprerebbero il biglietto invece di scroccare il viaggio in autobus

  11. #11
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Invece delle dinamo alle fermate degli autobus, perchè non gli diamo direttamente le biciclette, così ci risparmiamo anche i costi energetici ed ambientali degli autobus?
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  12. #12
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    io metterei dei generatori piezoelettrici nelle panchine e nell'asfalto delle fermate più frequentate.

  13. #13
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok, esageriamo, metterei anche (sulle panchine) dei tubi, non troppo sporgenti per essere meno invasivi (...) collegati a opportuni filtri ed un micro-generatore a gas per sfruttare l'energia contenuta nei gas emessi dai passeggeri...

    Si ridurrebbe anche il disagio dovuto a certe esalazioni!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  14. #14
    amir
    Ospite

    Predefinito

    Attento, ti avvicini pericolosamente ai ... contenuti del "progetto sforzo maggiore"...
    Progetto Sforzo Maggiore

    amir

  15. #15
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Amir, hai ragione... però quel post è fenomenale!

    Che dire, uno crede di aver avuto un'idea innovativa e scopre sempre che ci hanno già pensato altri...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  16. #16
    amir
    Ospite

    Predefinito

    Non mescoliamo il piscio con l' orina per piacere.
    O si parla di solidi o di aeriformi.
    per questi ultimi c'è già uno studio (in corpore vili):
    da Stalle a recupero flatulenze


  17. #17
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mariomaggi Visualizza il messaggio
    Chiara,

    Sarebbe diverso invece trasformare l'energia cinetica del bus in energia potenziale, da riutilizzare alla ripartenza.
    In altre parole, ci dovrebbe essere una salita verso un sopralzo prima della fermata, ed una discesa subito dopo.

    Mario
    ci si dimentica troppo spesso questo:

    Hydrostatic recovery brakenergy

  18. #18
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Ok, esageriamo, metterei anche (sulle panchine) dei tubi, non troppo sporgenti per essere meno invasivi (...) collegati a opportuni filtri ed un micro-generatore a gas per sfruttare l'energia contenuta nei gas emessi dai passeggeri...

    Si ridurrebbe anche il disagio dovuto a certe esalazioni!
    ahahah, divertente....

    però io non credo che sia una boiata mettere dei generatori piezoelettrici nei posti di maggior passaggio, agli stadi, nella piazza del mercato, nei parcheggi sotto i binari delle stazioni più frequentate, sotto i binari della metropolitana. è tutta energia persa facilmente recuperabile

  19. #19
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Mesi fa ho sentito a Radio24 una intervista relativa a una ditta, mi pare di Udine, che, in collaborazione con una Università stava sviluppando un progetto di Piastrelle piezoelettriche appunto per sfruttare l'energia data dal peso dei mezzi. 50 metri di strada trafficata rendevono, teoricamente, un bel pò, il problema era nei costi di produzione, manutenione e gestione.
    Come del resto un bus pieno di gente, 30 tonnellate?, che sta fermo 30 secondi ad una fermata, potrebbe generare non poca energia che potrebbe essere dirottata in rete Enel tipo scambio sul posto dei pannelli fotovoltaici.
    Perchè scoraggiare una ragazza universitaria che cerca qualche cosa di nuovo? Spesso le grandi cose partono da una piccola e banale idea che poi porta a volte a cose decisamente diverse.
    Ultima modifica di vittocre; 01-11-2010 a 12:29

  20. #20
    amir
    Ospite

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da vittocre Visualizza il messaggio
    ... un bus pieno di gente, 30 tonnellate?, che sta fermo 30 secondi ad una fermata, potrebbe generare non poca energia ...
    Quanta all' incirca, stando fermo? E con che sistema?

  21. RAD
Pagina 1 di 6 123456 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Dinamo
    Da luk3b8 nel forum Asse VERTICALE - prototipi privati (Fai-Da-Te Mini-micro eolico)
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 11-04-2009, 11:19
  2. come costruire una dinamo
    Da bruce nel forum FISICA
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 06-06-2008, 11:20
  3. DINAMO
    Da vor76 nel forum Apparati MECCANICI
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 31-07-2007, 08:58
  4. Dinamo
    Da psykopear nel forum Fai Da Te
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 05-07-2007, 07:31
  5. Dinamo
    Da Framoro nel forum Apparati MECCANICI
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 31-01-2006, 21:39

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •