templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  382
NON mi piace! NON mi piace!:  6
Grazie! Grazie!:  96
Pagina 3 di 164 primaprima 12345678910111213141516172353103 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 3280

Discussione: Pompe di Calore Ariston Nimbus 2017

  1. #41
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Fai te , ma qui tutti usano la soluzione con valvola 3 vie , gli altri ti consigliano perchè vogliono vendere di più... fai te....

    ho visto climaprezzo , ma mi sà che hanno fatto casino coi prezzi (non bastava che lo avesse fatto l'Ariston , come ha scritto Fnucera)
    mettono questa split POMPA DI CALORE ARIA/ACQUA CHAFFOTEAUX ARIANEXT PLUS 40 S LINK 3069483 SPLIT REVERSIBILE + CRONOTERMOSTATO OMAGGIO – ClimaPrezzo a 2500€ e la compact POMPA DI CALORE CHAFFOTEAUX ARIANEXT LITE 40 M LINK A++ 3069556 – ClimaPrezzo 1000€ di più ?!?!
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  2. #42
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao macs, benvenuto, e grazie per la guida interessantissima che hai postato, anche se vecchia, perchè non contiene la versione pocket (lite per chaffoteaux).
    E grazie per aver fatto notare che già esistono le stesse pompe con altri marchi ariston.
    Quindi la storia che questa sia una ariston, e che la stia per cedere a tutti i suoi marchi, pare tornare.

    I siti che avete postato, hanno combinato bei casini con i prezzi.
    Impossibile che vendano la versione S a quel prezzo, è la versione M che possono fare a quel prezzo.
    Come ti dicevo infatti si parla intorno ai 3000 euro.
    Chaffoteaux può avere qualche punto percentuale di margine in più sui listini, ma miracoli non ne può fare.
    Le versioni S, quindi le vere split, che vanno montate da chi ha il patentino F-gas, costano MOLTO di più rispetto alle monoblocco.

    Se dovete scegliere la S o la M dipende solo dal posto dove abitate. Io in calabria, dove il meno un grado di questa notte sembra l'era glaciale, e dura solo un paio di ore, e domani di giorno risaremo a 15 gradi, non saprei cosa farmene della S, se non solo per complicare l'installazione.
    Ma se abitate in valle d'aosta, comprare la M è un pò rischiosetto, anche se come potete vedere dai listini, la ariston stessa vende kit a protezione contro il gelo, quindi i rischi sono davvero minimi.

    Comunque io resto dell'idea che se non prendono provvedimenti urgenti per correggere tutti sti listini e denominazioni di prodotti, non faranno altro che allontanare l'utente medio, che già va in confusione a sentir parlare di pompa di calore.
    D'altronde se vanno in confusione quelli che gliele devono vendere come vedete, qualche pensierino dovrebbero farselo.

    ps: io non ho offerto nulla, non sto qui a vendere, non ho partita iva :-) ho solo detto che se vi fa piacere, posso farvi fare il preventivo da chi la sta vendendo a me, che non ha nulla da invidiare ai venditori online, che normalmente sono cartifici, ossia uffici vuoti, che vendono in dropshopping, e non fanno altro che fatturarvi un prodotto, che a loro volta ricomprano o direttamente in azienda o da grossisti, e ve lo fanno spedire direttamente a casa. Quindi neanche lo hanno mai visto. E' per questo che possono fare questi prezzi. Il mio amico invece ha un negozio con 40 anni di esperienza nel settore, ha i prodotti in magazzino normalmente, si possono vedere, toccare con mano, e in più ti presenta di persona (almeno se abiti qui) il rappresentante aziendale, almeno se fai un acquisto del genere, e il tecnico che ti seguirà nella manutenzione del prodotto negli anni e in garanzia. Eppure, pur di non soccombere sotto le logiche internettiane, si accontenta di incassare margini ridicoli almeno quanto i venditori online. Se mi deciderò a breve di vendere io personalmente online, con modalità online, ve lo farò sapere :-)))

  3. #43
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    ah, spider, dimenticavo di risponderti un po OT, ma sempre relativamente, visto che riguarda anche ogni pdc anche ariston.

    DISCORSO ACS

    Per la piccola esperienza che sto avendo, posso dirti che fanno bene, e tornando indietro lo farei anche io, a non dedicare la PDC principale anche all'acs.
    Sto notando che lavora malissimo la mia in tale modalità, e l'unico vantaggio rispetto alle pdc piccoline dedicate è solo la potenza massima, che ti consente tempi di riscaldamento veloci.
    Però a livello di cop, lasciano a desiderare.
    Una pdc dedicata invece va spesso intorno ai 3 di cop, e ti assicuro che con queste grandi, te lo scordi.
    Nel mio caso sto avendo una media nettamente inferiore ai 2, che quasi quasi mi avrebbe fatto convenire la resistenza

    E poi stasera ad esempio, ci ha messo più di un'ora con il freddo a fare acs, e nel mentre in casa ho perso più di un grado ambiente, e quando si è rimessa a fare riscaldamento, è ripartita a palla, quindi consumando di più e rendendo di meno.

    Io sono pentitissimo di questa scelta al momento, infatti con questa ariston, sto lasciando le predisposizioni, ma anche io sto valutando l'acquisto di un prodotto extra.
    Sono solo indeciso tra il lydos di ariston, che è un prodotto fantastico, che vi invito a visionare. Il mio amico ne ha venduti 6 in 15 giorni.
    Ha l'unico neo di essere piccolo, solo 100 litri massimo, ma ha un costo irrisorio, installazione ipersemplificata, e funzionamento basilare.
    Fino a 55 gradi circa arriva in pompa di calore, e fino a 70 poi con resistenza.
    Se si vuole andare su maggiori quantità di acqua, ci sono i modelli con scambio con l'esterno di ogni genere e specie.
    E se si vogliono i 500 litri con serpentina inox, come li ho voluti a casa mia con il puffer, c'è il prodotto Echo2 daikin che è fantastico e non costa tantissimo.

    In più se prendi prodotti pdc dedicati, puoi avere i 700 euro del CT se cacci lo scaldino elettrico.

    Quindi se ti fai i conti, come ho fatto io, ti accorgi che avere un prodotto dedicato, tipo il daikin di cui ti parlavo, rispetto a una soluzione con valvola a 3 vie, ti va a costare solo qualche centinaio di euro in più.
    E se pensi che devi trovarti come me prima a scegliere se morire dal freddo in casa, o fare acs, è meglio spenderli, e avere in funzione entrambi, che tanto un contatore da 6 kw (quindi 8 nella pratica), te li tiene entrambi senza problemi, specialmente se ragioni sul fatto che la PDC principale, se lavora H24, anche se ha un consumo massimo di 4 kw nel mio caso, non li consumerà mai, perchè a più di 2500watt non va (se è dimensionata correttamente ovviamente).

    Quindi, se tecnicamente potete farlo, scegliete soluzioni divise e dedicate. Io non mi sento di consigliare assolutamente altro, e mi mangio le mani per non averlo intuito prima a casa mia... :-( pago il dazio della non esperienza :-/

  4. #44
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fnucera Visualizza il messaggio
    ah, spider, dimenticavo di risponderti un po OT, ma sempre relativamente, visto che riguarda anche ogni pdc anche ariston.

    DISCORSO ACS

    Per la piccola esperienza che sto avendo, posso dirti che fanno bene, e tornando indietro lo farei anche io, a non dedicare la PDC principale anche all'acs.
    Sto notando che lavora malissimo la mia in tale modalità, e l'unico vantaggio rispetto alle pdc piccoline dedicate è solo la potenza massima, che ti consente tempi di riscaldamento veloci.
    Però a livello di cop, lasciano a desiderare.
    Una pdc dedicata invece va spesso intorno ai 3 di cop, e ti assicuro che con queste grandi, te lo scordi.
    /
    Ma non mi pare. La mia ci mette al massimo 20 minuti per portare acqua a 47° eh ha consumato in totale 202 khw in 15 giorni, 18 kwh dedicati all'acs. Dipende sempre dalle macchine....

  5. #45
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    no, dipende quanti litri e a che T.
    47 gradi si, è vero, quando la mia era a 45 era anche così, nonostante abbia lordi 600 litri.
    Ma mettila a 55 come ho fatto ora io per necessità, e vedi come si comporta.
    da mezzora sono passato quasi a 2 ore.
    In ogni caso, guarda il cop solo di quei 20 minuti, e vedrai che è bassissimo.
    Poi che in termini assoluti ti pare poco, ok, ma dipende dal tuo consumo di acqua calda, non dalla pdc.

    ps: non è un modo gentile di dirti che non ti lavi :-))))))

  6. #46
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ho un IDM da 500 litri, tieni conto che sono spesso a - 5. Quindi il tuo discorso non ci sta considerando dove abiti

  7. #47
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Voi parlate dio accumuli di 5-600litri , macs se vuol mettere un boiler a PDC al massimo 300litri o meno ?

    stavo pensando , ma se questo è un progetto nuovo , perchè hanno utilizzato R410 ?! e non gas + "moderni" ?
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  8. #48
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho optato per un boiler 200 litri...
    Calcola circa 40/50 litri a persona...

    fnucera quando parli di COP calcolati in funzione parli del sistema sensys di Ariston che ti fa vedere questo valore durante il funzionamento?
    Se si sarebbe notevole, credevo ti dicesse solamente i consumi elettrici.

    Il gas R410 é ottimo per le basse temperature (dove più serve ad una pompa di calore per riscaldamento) ma per le alte temperature lavora meglio l'R134 ...é per questo che le pdc per acs usano questo gas..

  9. #49
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    no, lo calcolo "manualmente".
    La mia (vaillant) di cui parlo, mi segna i kwh termici giorno per giorno, e poi i consumi elettrici in modalità acs e riscaldamento.

    Mi sto segnando tutto, e il cop lo calcolo dividendo semplicemente.

    La ariston mi è partita stamattina cmq ;-)
    Se giorno di capodanno vedete un tipo strano che avvita pompe di calore, sono io

  10. #50
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Se sulla Ariston si riesce a leggere i dati che manda fuori , a calcolarsi tutto compreso il COP , sarebbe banale , ti dà mandata , ritorno e flusso della pompa , a mandarli a un logger tipo Emoncms (che io ho già in funzione per casa) sarebbe il top..... si sà qualcosa del protocollo ?
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  11. #51
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma quando progettano ste cose, lo fanno pensando di avere come acquirenti l'ignorante di turno, che non sa nemmeno accenderla, non bill gates :-)))))
    Comunque la ariston è collegabile in rete, e ha la app di gestione quindi credo sia interfacciabile in qualche modo.
    Se uno la acquista, non penso che contattando l'azienda direttamente si rifiutino di metterti in contatto con chi ha progettato il tutto.

    ps: per adesso ho poco tempo per intraprendere esperimenti tecnologici in tal senso, ma come ne avrò, ti contatto, e mi dici un pò di cosine...mi farebbe piacere raccogliere dati in automatico ;-)

  12. #52
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Si rivà OT come sempre , ma è' da poco più di un anno che ho messo Emoncms un applicazione che gira su linux e quindi montata su un Raspberry , dove mando le T che misuro , e i consumi elettrici ti metto un grafico delle TAllegato 63987 , se

    Però la fai semplice per libretto etc , l'ho già scritto in altre discussioni , oggi esiste il catasto impianti , una legge statale ha ridefinito il concetto di impianto termico ,(anche se mi viene da pensare che chi ha fatto la legge non capiva niente come la solito)

    l-tricies "impianto termico": impianto tecnologico destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, indipendentemente dal vettore energetico utilizzato, comprendente eventuali sistemi di produzione, distribuzione e utilizzazione del calore nonché gli organi di regolarizzazione e controllo. Sono compresi negli impianti termici gli impianti individuali di riscaldamento. Non sono considerati impianti termici apparecchi quali: stufe, caminetti, apparecchi di riscaldamento localizzato ad energia radiante; tali apparecchi, se fissi, sono tuttavia assimilati agli impianti termici quando la somma delle potenze nominali del focolare degli apparecchi al servizio della singola unità immobiliare e' maggiore o uguale a 5 kW. Non sono considerati impianti termici i sistemi dedicati esclusivamente alla produzione di acqua calda sanitaria al servizio di singole unità immobiliari ad uso residenziale ed assimilate.”
    in teoria qualunque cosa fissa che supera 5kw è impianto termico e soggetto a libretto , casomai definiscono al focolare per una PDC ?!?! , poi si passa all'esclusione del controllo di efficienza e rendimento che le PDC <12kw sono escluse , ma credo che se la somma di varie cose , tipo uno ha la stufa a pellet da 7 e una PDC da 8 deve (dovrebbe) fare controllo efficienza e bollino ....
    Insomma non è semplice ....
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  13. #53
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    ah, no, ti chiedo scusa, è vero, il discorso dei 12 kw era per il problema delle autorizzazioni.
    In realtà io il catasto è la nuova bolgia, poichè ogni regione, o provincia, fa da se. Qui da noi ad esempio stanno iniziando proprio in questi mesi a mettersi a regola con le norme.
    Da quello che ho capito io, dovrebbe funzionare così:
    al catasto il tecnico ti registra, e risulta che tu sei accatastato, ma poi il libretto vero e proprio, te lo compila (il mio me lo sono compilato da solo), te lo timbra e lo devi trattenere in casa, e cedere se vendi l'immobile, ma non devi trasmetterlo.
    Per adesso ho capito che sia così, ma non ho certezza assoluta, perchè infatti sto aspettando ancora conferma.
    Comunque sono documenti banali da compilare, non ti devi fare grandi problemi. Se l'idraulico non si capacita, li fai da solo, e gli fai mettere i timbri :-) c'est l'italie :-)

  14. #54
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    ah, dimenticavo la prima parte del messaggio che era la più entusiasmante...ma i dati a questo programma, con cosa li mandi? con sonde ntc standard, che analizzi in analogico tramite il Raspberry stesso? ha un acquisitore di segnali analogici?

  15. #55
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Nel mio caso SE vado avanti con PDC , stacco il gas e mando al catasto che la caldaia è ferma , io il libretto l'ho già con la caldaia , controllata tutti gli anni e fatto il bollino , spero che in questa maniera la caldaia non la devo mantenere più , la tengo perchè in caso di cambio casa si riallacceranno quella , e non con la PDC che mi porterei via.. insomma un casino , sicuramente dovrei scrivewre sul libretto il cambio generatore e per cambiare generatore c'è anche il dubbio che ci voglia il progetto di un termotecnico , si tratterebbe di mera sostituzione genratore senza toccare impianto , ma ancora le interpretazioni sono molto vaghe su questa mera sostituzione , nella mia provincia comunqe controllano a campione , sicuramente sarei escluso dal controllo rendimento caldaia , ma visto che li avverti potrebbero anche venire a vedere se vero ....

    Per il logger uso un Rasp su cui ho montato una immagine già compilata con enmoncms, ho comprato un interfaccia USB-DALLAS e una USB-485 (ne avevo diverse per il FV) alla dallas ho passato un cavetto telefonico e messo le sonde DS1820 dove mi servivano , e alla 485 un SDM120 che misura i consumi casa, ho già un altro SDM120 per la PDC , ma presto apro una discussione apposita , visto che Emoncms si perde nella discussione sull'arcaico OEM.... sono in diversi con le PDC a usare Emoncms , per esempoio Fabioe che scrive meno e un altro nell'altro forum simile al nostro ....
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  16. #56
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    a volte mi chiedo se davvero abitiamo nella stessa nazione

  17. #57
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Spider, perché staccare il gas? A quanto vedo non mandi bassissimo, se trovi una pdc molto low cost potresti pensare di tenerla per dare quello che può a cop decenti, e dove non arriva ci pensa la caldaia.

    Io vedo che sopra i 45 gradi la mia fa fatica a tenere una buona costanza di temperature, quindi a parte il discorso COP (di cui uno può anche fregarsene) l’importante è avere caldo in casa quando fa freddo .... e se una pdc è low cost da qualche parte vuol dire che non ce la fa.... no?


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
    Segui il mio impianto solare termico ad integrazione riscaldamento con Rotex HPU Hybrid sul web:
    Solare termico di Sergio&Teresa
    Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500

  18. #58
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    sono ancora a fare prove , adesso mando 52° a 0 esterni in climatica , che a Firenze sulla mia terrazza ci saranno 4-5 ore anno a 0° o poco meno, come vedi attacca non spesso se guardi quanto tempo è accesa , e mediamo sarei sicuro che se mando a 45° a 0° per 14-15 ore ho la stessa qtà di calore , se poi mando anche notte riducendo la F , si può ridurre la curva... come sai è tanto che vorrei provare , se lo faccio devo staccare gas e controllo caldaia che sono 200€/anno solo loro.....
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  19. #59
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito Pompe di Calore Ariston Nimbus 2017

    Vero, ma fai sempre a tempo a staccarlo. All’inizio prevederei una coabitazione, oltretutto tu sei forte in elettronica, ci metti meno di zero a mettere su una logica per pilotare accensioni e spegnimenti dell’una e dell’altra. Poi se gas non serve ... stacchi.

    Io ti dico che per me non staccherei mai.... anche se sto consumando solo una cinquantina di mc di gas all’anno (principalmente per acs)


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
    Segui il mio impianto solare termico ad integrazione riscaldamento con Rotex HPU Hybrid sul web:
    Solare termico di Sergio&Teresa
    Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500

  20. #60
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Se non stacco gas , è una perdita secca , non consumo tanto , è la voglia di provare se la PDC mi va bene , la caldaia la lascio ma senza allaccio.... certo che proverei un mese con tutte e due in parallelo , e non c'è bisogno di fare niente i controlli hanno già uscita per integrazione da altra fonte di calore , programmabili in ogni variabile e tempo.... io sarei più per mettere una resistenza da 1 o 2 kw , aggiunta a 4kw che potrei trovarmi nel peggiore dei casi basterebbero.... fossero anche 20ore anno di resistenza sono 5€ ...
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  21. RAD
Pagina 3 di 164 primaprima 12345678910111213141516172353103 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. pompa di calore ariston o templari?
    Da elvis78 nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 20-12-2018, 21:30
  2. Convenienza pompa di calore con fv scambio sul posto 2017
    Da Marconovara nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 22-02-2017, 15:03
  3. Pompe di calore a GAS
    Da DavideDaSerra nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 76
    Ultimo messaggio: 13-10-2016, 08:04
  4. Le pompe di calore
    Da skeptic nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 39
    Ultimo messaggio: 15-11-2007, 15:13
  5. Pompe di calore
    Da Giuseppe123 nel forum [CHIUSA]DIALOGHI e NEWS sull'energia solare
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 13-01-2007, 18:32

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •