Batterie Pytes per FV + Victron (retrofit) - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Batterie Pytes per FV + Victron (retrofit)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Batterie Pytes per FV + Victron (retrofit)

    Ciao a tutti,

    come gi scritto in altre discussioni sto per ampliare il mio impianto Solaredge (non ibrido) da 6kwh con 12kw di pannelli sul tetto, con un Victon Multiplus 2 5000 (anzi 2 in parallelo) e le batterie.

    Questo lo schema

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   Cattura.JPG  Visite: 0  Dimensione: 14.4 KB  ID: 2270679

    Per le batterie ho dovuto ragionarci molto: avevo alcune opzioni per arrivare ai 30kwh.

    1) cinesi assemblate: veramente tante (pseudo) marche, BMS fatti in casa o pi conosciuti: Basen circa 4500 euro, ManYi circa 4000 euro con ritiro a mano a Milano (zona Marcallo-Mesero)
    2) marchi pi blasonati, Pylontech ad esempio: con 1500 euro per modulo (15S) da 4.8kwh


    Alla fine ho optato per le Pytes modello V5, marchio relativamente giovane ma molto integrato con Victron, le ho viste in alcune fiere nello stesso stand Victron.
    Il modello da 5.12kwh (16S) alla fine facendo una richiesta di offerta su Alibaba sono riuscito a strapparle a 1027euro l'uno, per cui 6 moduli sono poco pi di 6000 euro.

    Credo che rispetto ai modelli Basen e ManYi siano molto pi affidabili e ingegnerizzate a dovere.
    Hanno BMS ridondato, multipli sensori di temperatura per il pad integrato.

    Assomigliano tantissimo alle Pylontech ma costano di meno.


    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   Cattura.JPG  Visite: 0  Dimensione: 92.0 KB  ID: 2270680

    Cosa ne pensate ?

    Grazie !
    20*305W (ovest) + 11*460W (est) + 3*385W (sud)- Totale: 12.3Kw + Solaredge 6kw.
    Monitoraggio con InfluxDB, Grafana, Docker, Raspberry | Discussione: https://bit.ly/2XAol57 | Guida completa su Github: https://bit.ly/2XTm8Sh

  • #2
    Inizia la mia avventura !

    Ho appena acquistato 30kwh di batterie Pytes V5a, il modello con i terminali Amphenol style Pylontech.

    Adesso dovr ordinare i due Multiplus II 5000 e tutto il resto ... speriamo di riuscire a montare tutto entro l'estate !

    20*305W (ovest) + 11*460W (est) + 3*385W (sud)- Totale: 12.3Kw + Solaredge 6kw.
    Monitoraggio con InfluxDB, Grafana, Docker, Raspberry | Discussione: https://bit.ly/2XAol57 | Guida completa su Github: https://bit.ly/2XTm8Sh

    Commenta


    • #3
      Se posso, come mai non hai scelto ad esempio queste di Basen che costano molto meno?
      https://www.basengreenshop.com/eu-st...energy-storage
      Dici che sono meno affidabili e costruite meno bene rispetto a quelle che hai comprato? Eppure Basen considerata una tra le aziende migliori nel settore.

      Commenta


      • #4
        Ciao, mah .... molto meno non direi ... alla fine c' un 30% di differenza.

        Ci sono vari motivi:

        1) nativamente integrato con i Victon, tanto da poter fare a meno dello Shunt (il misuratore del SOC della batteria). Basen (e similari) devi impostare tu i parametri
        2) Il BMS ridondato, nel senso che ne ha due interno in failover, se uno si rompe entra in azione l'altro. Questo per ognuno dei 6 box.
        3) Ha il pad di riscaldamento integrato e internamente ha vari sensori di temperatura (in un video mi pare di averne visti 6) per gestire al meglio questa fase che se non controllata rischia di compromettere le batterie
        4) sono meglio costruite (basta vedere gli interni): Pytes (ma come anche Pylotech) sono prodotti ingegnerizzati, Basen e similari sono semplici box DIY assemblati direttamente in Cina (li riconosci tutti dallo stesso display e i 4 pulsanti a lato) cos come potresti farlo tu.
        5) le batterie interne dei Basen e similari sono di dubbia provenienza, queste della Pytes sono sicuramente un grado A. Prova ne il fatto che la tipa che me la vendute mi ha anche proposto (a richiesta) un firmware che permette di usarle in carica/scarica a 1C. Cosa che Basen e altri gi a 0.5C vanno in crisi.
        6) Le Basen e similari sono 2 box enormi da 14.5kwhm, mentre queste Pytes sono 6 box da 5kwh. Pi maneggevolezza e meno rischio di rotture. Se ne ne rompe una, non rischio met pacco batterie
        7) leggendo in giro ho letto varie persone con problemi a impostare i parametri della Basen e similari e con problemi di bilanciamento. Cose mai sentite con Pytes o Pylontech (a meno di veri e propri fault)
        8) per ultimo, Pytes ha una base stabile in USA ed Europa che mi da migliore garanzia di assistenza futura. Prova ne che la fattura Europea. Basen e similari sono in tutto e per tutto cinesi con qualche magazzino presso sconosciuti personaggi (alcuni anche in Italia).

        Insomma, tutti fattori che mi hanno convinto a fare lo sforzo maggiore di 1500€ rispetto ad un 4500€.
        Anche io ero partito (e stavo quasi per) prendere o Basen o ManYi, ma poi alla fine ho ponderato bene tutti questi aspetti e ho deciso di fare il passo superiore, che comunque molto pi basso di qualunque altra marca blasonata.

        20*305W (ovest) + 11*460W (est) + 3*385W (sud)- Totale: 12.3Kw + Solaredge 6kw.
        Monitoraggio con InfluxDB, Grafana, Docker, Raspberry | Discussione: https://bit.ly/2XAol57 | Guida completa su Github: https://bit.ly/2XTm8Sh

        Commenta


        • #5
          Scusate la domanda, le batterie acquistate in questo modo, possono essere portate in detrazione fiscale del 50% ? Come avviene il pagamento?
          1 FV 6,6 kw/p CE 2010 - 2 FV 3,16 kw/p 2016 - 2 Pannelli solareTermico, accumulo 200 lt. - PDC Carrier aria/h2o da 15 kw- Casa 160 mq CAPPOTTO Termico 10 cm. Prov. VARESE

          Commenta


          • #6
            Sempre pi felice di non aver preso delle Basen o ManYi o marchi simili:

            https://youtu.be/SelBwam4UFQ?t=530

            BMS sconosciuti, gestioni misteriose .... non tutti hanno tempo e competenze per stare tutto il giorno a controllore il bilanciamento delle celle ... se te lo fai da solo un conto, ma se compro un box voglio che vada da solo !

            Nel frattempo ... arrivate oggi !!

            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   PXL_20240307_074746403.jpg 
Visite: 228 
Dimensione: 341.0 KB 
ID: 2272534
            20*305W (ovest) + 11*460W (est) + 3*385W (sud)- Totale: 12.3Kw + Solaredge 6kw.
            Monitoraggio con InfluxDB, Grafana, Docker, Raspberry | Discussione: https://bit.ly/2XAol57 | Guida completa su Github: https://bit.ly/2XTm8Sh

            Commenta


            • #7
              In poche parole x 6 moduli da 5,12 kw lhai pagato poco pi di 6k€ ? Ma, a casa? Non hai detto x fatturazione e se detraibili. Cmq bravo.

              Commenta


              • #8
                Le ho comprate come azienda, quindi non ho fatto la detrazione 50% e non saprei... ma credo che contattandoli vi sapranno dire.
                20*305W (ovest) + 11*460W (est) + 3*385W (sud)- Totale: 12.3Kw + Solaredge 6kw.
                Monitoraggio con InfluxDB, Grafana, Docker, Raspberry | Discussione: https://bit.ly/2XAol57 | Guida completa su Github: https://bit.ly/2XTm8Sh

                Commenta


                • #9
                  glfp, scusa pu mettere il link di dove hai acquistato? Grazie

                  Commenta


                  • #10
                    Ho acquistato la canalina per il mio progetto in integrazione Solaredge + Victron + Pytes ... cosa ne pensate ?

                    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   Cattura.JPG  Visite: 0  Dimensione: 261.2 KB  ID: 2272957


                    Ovviamente al momento ancora tutta una simulazione !
                    E molti sono ancora dei placeholder. Inizialmente avr solo 2 Multiplus 2 5000 in parallelo e 1 MPPT solo (invece di quello grande a tutta destra)

                    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   PXL_20240311_143031469.MP.jpg  Visite: 0  Dimensione: 709.3 KB  ID: 2272956
                    La canalina la Iboco B02583 60x60
                    Ultima modifica di glfp; 11-03-2024, 17:19.
                    20*305W (ovest) + 11*460W (est) + 3*385W (sud)- Totale: 12.3Kw + Solaredge 6kw.
                    Monitoraggio con InfluxDB, Grafana, Docker, Raspberry | Discussione: https://bit.ly/2XAol57 | Guida completa su Github: https://bit.ly/2XTm8Sh

                    Commenta


                    • #11
                      scusa sono interessato in ottica futura, ma alcune cose di cui parli non sono comprensibili per un profano, io avrei sicuramente bisogno di chiedere ad un elettricista, quello che costruirai certificabile?
                      ho paura che il mio elettricista non lo farebbe

                      la mia idea sarebbe evitare di spendere una barca di soldi per una soluzione solaredge e avere un backup oltre che un accumulo

                      non so se la normativa attuale permette una soluzione come la tua

                      questo Victron di cui parli cos'? grazie
                      FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

                      Commenta


                      • #12
                        Se vuoi ti rispondo come ha risposto a me un fornitore Victron:

                        Si pu fare tranquillamente ed una cosa che ultimamente ci chiedono in molti.
                        Basta installare il Multiplus tra il contatore dell'Enel e l'inverter Solaredge e configurarlo opportunamente.
                        Il resto dell'impianto non cambia.
                        Il Multiplus si pu configurare in modo tale da restituire l'energia in eccesso al gestore, oppure no.
                        Per devi tener presente che ad oggi non ancora certificato CEI 0-21, anche se perfettamente adatto, ma solo un problema burocratico.
                        La certificazione arriver nei primi 3-4 mesi di quest'anno. Cos dice la Victron.
                        Non sar necessaria nessuna modifica ai Multiplus gi installati, perch come dicevo, sono gi a norma e manca solo il classico "pezzo di carta".
                        20*305W (ovest) + 11*460W (est) + 3*385W (sud)- Totale: 12.3Kw + Solaredge 6kw.
                        Monitoraggio con InfluxDB, Grafana, Docker, Raspberry | Discussione: https://bit.ly/2XAol57 | Guida completa su Github: https://bit.ly/2XTm8Sh

                        Commenta


                        • #13
                          Victron aveva gi la certificazione cei-021, ma non stata aggiornata alle ultime versioni.

                          Il problema credo sia tecnico e burocratico. Con alcuni settaggi l' inverter ci mette troppo a "staccarsi" dalla rete anche se questa manca e quindi il sistema "interno" di interfaccia non risponde a quanto chiesto dal gestore.

                          Ci sono utenti sul forum che hanno fatto un retrofit con aggiunta delle batterie di impianti in CE con dei multiplus, senza problemi, ma immagino nel periodo di "validit della cei-021" dei victron.

                          Qulacuno sul forum sostiene che sia sufficiente aggiungere una SPI a norma, ma anche vero che diventa un costo, sia iniziale non da poco, che successivo causa il test obbligatorio ogni 5 anni non necessario con inverter ibridi con interfaccia interna omologata.

                          Resto dell' idea che l' offgrid un' ottima soluzione per impianti anche in parte faidate, con la raccomandazione che

                          1- anche se generata da un inverter la "corrente elettrica" sempre pericolosa e mortale "attenzione"
                          2- conviene sempre far verificare a qualche amico o conoscente, parente o vicino di casa, del mestiere quello che si fatto, ovvero un elettricista/artigiano che fa quello di lavoro
                          3- rimane complicato richiedere agevolazioni fiscali soprattutto per acquisti all' estero (cina) ma anche per l' UE dove spesso non fanno FTE per privati ....

                          In conclusione la "convenienza" del faidate c' solo se tutto viene fatto da se (acquisti ed installazione) con solo l' intervento di un elettricista per la verifica e DiCo. Rimane "discutibile" il tutto in caso di problemi successivi (malfunzionamenti e/o incendio!) in quanto a responsabilit e facilit dei risarcimenti. Patti chiari ed amicizia lunga!

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da scresan Visualizza il messaggio
                            in quanto a responsabilit e facilit dei risarcimenti. Patti chiari ed amicizia lunga!
                            La maggior parte di polizze riporta in piccolissimo carattere che non copre impianti non connessi con la rete in modo omologato e certificato Cei
                            Poi ognuno faccia come crede ma il top in sicurezza sarebbe ATS e pannelli non su tetto di casa, meglio tettoia o carport
                            Inverter e batteria su armadio esterno o locale isolato dall'abitazione vera.............................. io per evitare ogni problema in passato e futuro non ho voluto collegamento casa garage................................ ci sta l'auto e non si sa mai.... vale anche per inverter e batteria
                            Devo uscire di casa, fare alcuni metri ed aprire la serranda del garage, scomodo ma estremamente sicuro
                            E pannelli su tettoia a 9 metri di distanza dalle pareti di casa
                            Ultima modifica di rrrmori53; 12-03-2024, 23:19.
                            Un pianeta migliore un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                            Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                            Utente EA dal 2009

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da rrrmori53 Visualizza il messaggio
                              Inverter e batteria su armadio esterno o locale isolato dall'abitazione vera..............................
                              Il posizionamento un altro grosso scoglio:
                              il mio unico spazio esterno un terrazzo lungo, su cui si affacciano le camere, stretto1 metro e in pieno sole.

                              Per quanto le batterie che sto guardando siano certificate per uso all’interno, mi mette un po’ pensiero perch non ho spazi esterni in cui “parcheggiarla”.
                              FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15 - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                              Commenta


                              • #16
                                ... potresti cercare un sistema specifico per il tuo caso, ovvero pannelli e inverter sul tetto/sottotetto, e inverter e batterie in qualche zone della casa o terrazzo in sicurezza.... e non certo a contatto con il cappotto da 22 cm del muro esterno!

                                Commenta


                                • #17
                                  Tetto condominiale non si pu e il sottotetto non c’.
                                  L’inverter gi fuori con contatore di produzione sull’unica paretina divisoria (larga circa mezzo metro)!che non a contatto con la parete delle camere.

                                  a filo esterno del terrazzino.

                                  Ammettendo di poterla piazzare l patirebbe freddo d’inverno (e le perdite aumentano), pioggia e sole d’estate.
                                  In inverno in genere ho le pergotende (rulli tipo PVC trasparente) che riparano la pioggia ma il freddo resta.

                                  Ps non ho cappotto: cortina fuori e camera d’aria di circa 25 cm.
                                  Il mio “cappotto sfilabile” sono le pergotende in PVC trasparente che quando c’ il sole trasformano il terrazzino (lato sud) in una sorta di serra.
                                  FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15 - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Io le batterie le lascer in casa al fondo di uno sgabuzzino. Punto. Va bene la sicurezza ma queste Pytes non sono dei preassemblati di dubbia provenienza e hanno un sacco di certificazioni ( anche non la Cei, sono soprattutto americane e inglesi)

                                    Se qualcuno vuole essere insicuro perch compra cinesate di ignota qualit ha ragione ad essere insicuro, ma non facciamo terrorismo psicologico.

                                    Mettero un sensore di fumo ed estintore in zona, credo sar pi che sufficiente nel rarissimo caso accada qualcosa. Credo sia pi probabile mi colpisca un fulmine ( gi successo) o mi si scoperchi il tetto ( gi quasi auccesso) piuttosto che si incendino batterie certificate e inverter di marca blasonata.
                                    Ultima modifica di glfp; 13-03-2024, 07:19.
                                    20*305W (ovest) + 11*460W (est) + 3*385W (sud)- Totale: 12.3Kw + Solaredge 6kw.
                                    Monitoraggio con InfluxDB, Grafana, Docker, Raspberry | Discussione: https://bit.ly/2XAol57 | Guida completa su Github: https://bit.ly/2XTm8Sh

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Se fai le dovute proporzioni prendono fuoco piu Tesla che Panda............................................. ......
                                      Un pianeta migliore un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                                      Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                                      Utente EA dal 2009

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Stai paragonando le batterie e i sistemi di ricarica di una Tesla ad una batteria LFP4 casalinga alimentata a 48V 0.7C collegata ad un inverter tramite cavo 4/0 AWG ?
                                        20*305W (ovest) + 11*460W (est) + 3*385W (sud)- Totale: 12.3Kw + Solaredge 6kw.
                                        Monitoraggio con InfluxDB, Grafana, Docker, Raspberry | Discussione: https://bit.ly/2XAol57 | Guida completa su Github: https://bit.ly/2XTm8Sh

                                        Commenta


                                        • #21
                                          No paragono le auto nel caso
                                          Un pianeta migliore un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                                          Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                                          Utente EA dal 2009

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Poi va pure detto che attualmente la regola principale impone il rispetto della Cei 021
                                            Tutto il materiale Cinese o meno rispetta precisi standard e prove di collaudo, se come me pretendi materiale con tale marchio puoi compraare anche sulla luna, il resto sono discorsi da bar
                                            Certo che costano, costano quello che valgono, e se manca un pezzo di carta ci si puo trovare anche di fronte a dei prodotti non utilizzabili per scopi specifici

                                            Con tutti i distinguo possibili, io non metterei dentro casa un inverter a cui manca la principale certificazione Italiana........................ batterie comprese, le LFP4 non prendono fuoco ma non vorrei averle dove respiro
                                            E non credo che sia solo "un pezzo di carta" pure costoso da ottenere
                                            Ultima modifica di rrrmori53; 13-03-2024, 07:38.
                                            Un pianeta migliore un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                                            Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                                            Utente EA dal 2009

                                            Commenta


                                            • #23
                                              quindi riassumendo per i profani come me, ad oggi se vuoi la batteria in un impianto on-grid che rispetti la normativa devi affidarti alle ditte FV che ovviamente venderanno LG, SE, Tesla, Huawei

                                              non esistono (o non le conosciamo) ditte che ti certifichino un impianto CEI021 con soluzioni terze a prezzo conveniente economicamente
                                              FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Gi, tra l'altro mi sembra anche di capire che una batteria certificata CEI-021 deve esserlo per uno specifico Inverter !
                                                Per cui ti leghi mani e piedi al fornitore dell'inverter.

                                                Solo inverter ibridi come Deye mi pare di capire abbiamo pi scelta lato batterie a prezzi un p pi umani.
                                                20*305W (ovest) + 11*460W (est) + 3*385W (sud)- Totale: 12.3Kw + Solaredge 6kw.
                                                Monitoraggio con InfluxDB, Grafana, Docker, Raspberry | Discussione: https://bit.ly/2XAol57 | Guida completa su Github: https://bit.ly/2XTm8Sh

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Mi sembra che non avete capito dove sta la differenza.................
                                                  Il mio inverter INVT certificato CEI021, e al pari del Deye compatibile con batterie sia con Acido, Gel, Litio e LFP4,comprese le LTO
                                                  Pertanto si puo definire universale..................................fanno esattamente le stesse cose..
                                                  Se devi connetterlo in rete e non vuoi denunce anche penali serve CEI021................ come per il Deye, la relativa batteria deve essere sempre CEI021, compreso cavo di collegamento
                                                  Se poi sulle norme di Terna sta scritto che deve essere dello stesso produttore, non credo, se fosse scritto cosi ti adegui tanto sempre CEI deve essere, non esiste alternativa e senza certificato CEI non allacci impianto
                                                  Tutti i marchi cinesi che trovi in Italia sono forniti su richiesta di certificato, e siccome costa almeno 2/300 Euri colui che non ne ha bisogno puo farne a meno, per me sbagliando alla grande

                                                  Inutile parlare di sicurezza e poi lasciare indietro il primo attore...............................sono scelte e ognuno ha diritto di scegliere

                                                  Le batterie CEI 021 sono batterie a 48/51 V come tutte le pari tensione, comprese le autoassemblate,....................... con in piu il "pezzo di carta" e qualche centinaio di Euro................... facile facile
                                                  Ultima modifica di rrrmori53; 13-03-2024, 13:14.
                                                  Un pianeta migliore un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                                                  Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                                                  Utente EA dal 2009

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Le batterie devono essere certificate per un determinato inverter, non esiste il concetto di universale, altrimenti perch i certificati delle batterie riportano gli inverter compatibili.

                                                    Poi su cosa pu produrre ‘su richiesta’ un cinese …………… non discuto.
                                                    20*305W (ovest) + 11*460W (est) + 3*385W (sud)- Totale: 12.3Kw + Solaredge 6kw.
                                                    Monitoraggio con InfluxDB, Grafana, Docker, Raspberry | Discussione: https://bit.ly/2XAol57 | Guida completa su Github: https://bit.ly/2XTm8Sh

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da Another Visualizza il messaggio
                                                      oluzioni terze a prezzo conveniente economicamente

                                                      Mica vero...................... sul forum ci sono persone che lo stanno facendo e altre che lo hanno fatto
                                                      Ti acquisti il materiale per circa 4000 Euro per 6Kw ci aggiungi 3000 circa di montaggio e pratiche e hai il tuo impianto personalizzato
                                                      Sicuramente con qualcosa che "la ditta di turno" non ti dara mai
                                                      Un pianeta migliore un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                                                      Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                                                      Utente EA dal 2009

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originariamente inviato da glfp Visualizza il messaggio
                                                        Poi su cosa pu produrre ‘su richiesta’ un cinese …………… non discuto.
                                                        Anche le tue batterie, perche sono Cinesi......................... come tutte

                                                        https://it.enfsolar.com/pytes

                                                        i miei prodotti
                                                        https://it.enfsolar.com/invt-solar?d...iles_component
                                                        Ultima modifica di rrrmori53; 13-03-2024, 13:55.
                                                        Un pianeta migliore un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                                                        Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                                                        Utente EA dal 2009

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          ma come? sopra si diceva che questo Victron attualmente non ha la CEI021...

                                                          poi cosa fa? E' il decisore del senso della corrente che si interfaccia con la batteria? Quindi servirebbe una sua alternativa.

                                                          4k per 6kW di batteria? mi pare tanto, credevo si parlasse di 30kW
                                                          FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da Another Visualizza il messaggio
                                                            4k per 6kW di batteria? mi pare tanto, credevo si parlasse di 30kW
                                                            Fornitura di 6 Kw di impianto tutto completo con 5 Kw di batteria, escluso montaggio e pratiche..................... trova a meno

                                                            Un pianeta migliore un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                                                            Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                                                            Utente EA dal 2009

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X