Integrare l'ACS con pannello senza valvole motorizzate - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Integrare l'ACS con pannello senza valvole motorizzate

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Integrare l'ACS con pannello senza valvole motorizzate

    Ciao a tutti...

    volevo collegare il pannello solare che ho alla caldaia (devo ancora installarlo) ed ho pensato alla seguente soluzione:

    1) inserisco un termostatico tra la mandata ed il ritorno al pannello per evitare di avere acqua troppo calda in caldaia (scusate il gioco di parole);

    2) inserisco un secondo termostatico tra la mandata ed il ritorno della caldaia.

    Il funzionamento in pratica è questo:

    il primo termostatico controlla che la temperatura dell'ACS dal pannello non sia eccessiva. L'acqua entra in caldaia ed esce sulla linea. Fintanto che l'acqua proveniente dalla caldaia è < alla temperatura di mandata del pannello, quest'ultimo funge da preriscaldamento, quando l'acqua dalla caldaia è > di quanto impostato sul secondo termostatico, questo chiude l'acqua calda dalla caldaia ed apre l'acqua fredda (che sarebbe l'ingresso caldaia e l'uscita del pannello), isolando così la caldaia.

    In pratica il bypass funziona fintanto che l'acqua proveniente dal pannello ha una T > della T caldaia e > T del termostatico.

    Spero di essere stato chiaro, quando posso mando uno schemetto.

    Grazie in anticipo per i suggerimenti.

    Ciao.

    Marco

    image

  • #2
    ma nel tuo schema non c'è serbatoio. E' un errore grafico o è proprio cosi' ?
    Ciao

    Commenta


    • #3
      No, il serbatoio c'è, è integrato nel pannello (a circolazione naturale). Ho fatto uno schema veloce...
      Ciao.

      Marco

      Commenta


      • #4
        :huh: Ogni tanto ritorno.
        Non ho copmpreso un cavolo della tua descrizzione con termostati, tranne che chi ti ha venduto il pannello non ti ha fornito uno schema di collegamento.
        :B): Tranne soluzioni strane, alla caldaia si collega nel seguente modo:
        Impianto a circolazione naturale(bollitore incorporato con i pannelli sul tetto);
        prendere il tubo dell'acqua fredda che proviene dall'acquedotto, e collegarlo direttamente all'igresso fredda del bollitore solare.
        Prendere l'uscita calda del bollitore solare, e aganciarla sull'ingresso della fredda sanitaria della caldaia, uscita calda sanitaria della caldaia, lasciarla come originale verso i rubinetti.
        :unsure: Qui resta una domanda, l'ingresso fredda della caldaia come la collego esattamente?
        Tre alternative, dipende anche dal modello della caldaia, ha un bollitore interno, o uno scambiatore istantaneo, e quale temperatura limite acetta in ingresso?
        Prima risposta, suppongo non sai nulla della caldaia, metti un rubinetto manuale a tre vie, una posizione bollitore rubinetti in diretta(estate), seconda posizione, bollitore -caldaia-rubinetti, praticamente il solare preriscalda e la caldaia lavora meno(inverno o comunque quando e insufficente).
        Terza e piu complicata e costosa, monti una tre vie, ma motorizzata, quando l'acqua del solare e troppo "fredda", comuta lei in automatico sulla caldaia.
        Consiglio!
        mandami la marca e il modello(se non e un pezzo da museo di 20 anni fa), e cerco le caratteristiche cosi ti consiglio il miglior agangio.
        saluti zulu64 :woot:

        Commenta


        • #5
          La mia caldaia è una Ecoflam Bluette 107. Grazie per la disponibilità.
          Marco

          Commenta


          • #6
            Tanto per chiudere l'argomento...
            Ho montato il pannello il 12/09/2007 ed ho anche verniciato il bollitore marrone come il tetto, meglio tardi che mai!!!! L'acqua dall'acquedotto entra nel pannello, in uscita acqua calda ho montato un miscelatore termostatico (proprio sul pannello, non vicino alla caldaia, protetta con una scatola tipo quella per gli impianti elettrici adeguatamente sagomata), l'acqua miscelata entra poi direttamente in caldaia.
            In estate spengnerò la caldaia, nelle mezze stagioni la caldaia integrerà per poi spegnersi se nell'accumulo viene raggiunta la temperatura impostata (42° gradi in estate e 44° da settembre a maggio - con quest'ultima temperatura ho notato che la fiamma si accende a 42° per spegnersi a 52°).
            Da prove pratiche ho notato che 44° sono sufficienti per farsi la doccia senza miscelare, in questo modo non spreco gas producendo più calore di quello che effettivamente serva, non spreco acqua perchè non sto sempre a miscelare calda/fredda, evito eventuali incrostazioni di calcare che se mi sono informato bene, dovrebbe cominciare a sedimentare attorno ai 60°...
            Ciao e grazie a tutti per i suggerimenti ricevuti anche in pvt.
            Marco

            Commenta


            • #7
              Ciao Mimmotto! Per quanto riguarda il tuo impianto puoi adottare una soluzione che ho adottato io con il mio impianto. Senza manomettere la caldaia a gas (vedi GARANZIA)
              Sistema un termostato ad immersione o a contatto subito dopo l'uscita dell'accumulo solare tarato su circa 45° C. collegato con un contattore o relay 12 o 24Volt (sicurezza per la parte esposte all' intemterie) all' alimentazione elettrica della caldaia. Facendo ciò si ottiene
              che se hai accumulato ACS >45C. spengne la caldaia gas ed il mix-termostatico inserito tra pannello solare e caldaia miscela ACS alla temperatura 45C. ed attraversa la caldaia ad una temperatura non pericolosa sulla parte fredda della suddetta caldaia. Tutto questo del tutto in automatico. Vedi il caso di una giornata di pioggia o nuvole in ESTATE
              Sperando in un effettivo aiuto.
              Saluto
              SAGRE
              Se vuoi essere aiutato, allunga almeno la mano!

              Commenta


              • #8
                Bè, io non ho voluto alcun sistema "automatico" nel mio impianto.
                Solo valvole manuali.
                Devo essere io a controllare l'impianto e decidere se utilizzare solo pannello, misto (solare ad integrazione della caldaia) o solo caldaia in caso di manutenzione al solare.
                Il tutto con 3 deviatori "manuali" ed un raccordo a "T".

                Per chi volesse lo schema, se ne parla qui:
                Impianto 2 pannelli piani Férroli ECOPack 300 Circ. Naturale 300Lt
                Superfcie totale netta Assorbitore 3,56 m2
                Località: Prov. TA
                Orient. / Inclin.: SUD pieno /48°

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X