annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Costo Elevatissimo per connessione in bt

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Costo Elevatissimo per connessione in bt

    Salve a tutti....

    Finalmente arrivata la lettera preventivo per un impianto su edificio da 100kW da connettere in Bt...Il costo ammonta a 4800€ + il disbrigo pratiche per l'iter autorizzativo della realizzazione di una cabina di zona Mt/Bt pari a 9700€...Tot. all'incirca 15mila €......

    Volevo porVi una domanda....Secondo voi quanto tempo in potrebbe passare (realmente) affinchè il tutto sia ultimato??? C'è da considerare che bisogna fare capo all'ASI di competenza, Genio Civile, e provincia....Che mi dite???

    Inoltre è lecito secondo voi che un cliente debba "aggiustare la rete ENEL"???

  • #2
    Ma l'impianto dev'essere proprio da 100 kW?
    Eventualmente puoi chiedere ad ENEL qual'è la massima potenza in BT che potresti immettere così non avrai l'onere della cabina.

    Originariamente inviato da Melo81 Visualizza il messaggio
    Inoltre è lecito secondo voi che un cliente debba "aggiustare la rete ENEL"???
    Il cliente immette energia? Gli viene pagata per la propria produzione? Visto che l'ENEL non è una ONULS se qualcuno vuole guadagnare dall'investimento del fotovoltaico è giusto che paghi anche gli oneri per l'adeguamento della rete....
    Pensala al contrario se avessi chiesto quella potenza in prelievo sicuramente di avrebbero obbligato a realizzare la cabina lo stesso.....questo semmai non sarebbe stato corretto!

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Maxy75 Visualizza il messaggio
      Ma l'impianto dev'essere proprio da 100 kW?
      Eventualmente puoi chiedere ad ENEL qual'è la massima potenza in BT che potresti immettere così non avrai l'onere della cabina.


      Il cliente immette energia? Gli viene pagata per la propria produzione? Visto che l'ENEL non è una ONULS se qualcuno vuole guadagnare dall'investimento del fotovoltaico è giusto che paghi anche gli oneri per l'adeguamento della rete....
      Pensala al contrario se avessi chiesto quella potenza in prelievo sicuramente di avrebbero obbligato a realizzare la cabina lo stesso.....questo semmai non sarebbe stato corretto!

      Grazie per la risposta, ma penso che questo rimane il tuo personalissimo parere....Tutta la rete ENEL in molti punti, è obsoleta e non adeguata ai tempi, e aggiungerei anche poco sicura, se pensiamo che ci sono cabine di zona con porte sfondate dai vandali e dove non mette piede nessuno dell'Enel chissà da quanto tempo.......se per te tutto ciò è lecito va bene....adeguagli la rete....

      Commenta


      • #4
        se costruisci un impinato di biometano sperduto nelle campagne (dove di soliti si allevano gli animali)..non puoi pretendere che la Snam di porti il tubo del gas e pure dellla sezione che ti serve per immetterlo, a spese sue.. perche per l'elettricità dovrebe eserre diverso?

        Commercilmmnete dovrfebe essere l'inverso..come dice Maxy..un gestore vuol vendermi la sua energia? allora si paghi la rete che serve..pero sicome la ret deve essere unica, ala fine la fanno pagare agli utenti..ma anche se la facese il proivato, te la farebe pagare sui kwh che compreresti..quindi non cambia nulla..M
        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

        Commenta


        • #5
          Mi lego a questo post per non aprirne un altro.
          Ieri è venuto il tecnico enel per il preventivo e ha notato che per portarmi la trifase 20kw avrebbe dovuto cambiare gli ultimi 2 pali che mi portano attualmente la monofase. Perchè la trifase si ferma 2 pali prima del mio. Questo era quello che aveva previsto prima del sopralluogo.
          Poi durante il sopralluogo ha trovato una soluzione alternativa, che prevede un solo palo, ed è la soluzione migliore perchè il palo sarebbe solamente sulla mia proprietà.
          Il problema è questo: nella prima soluzione il trasformatore dista 380 mt e ha detto che la 20kw riusciva a portarmela (da calcoli fatti in ufficio), nella seconda soluzione lo stesso trasformatore disterebbe 500mt dal contatore e deve verificare se può ancora portarmi/allacciarmi la potenza richiesta.
          Dalla vostra esperienza ho possibilità di essere ancora allacciato per 20kw SSP o dovrà calarmi la potenza del mio impianto visto i 500mt dal trasformatore?
          Il fatto di installare un palo cambia il costo del preventivo o vale sempre la solita formula?
          Ciao
          Impianto 19.74Kw , 84 moduli S-Energy SM-235PA8, inverter Solivia 20TL, allacciato il 06/06/2012

          Commenta


          • #6
            melo81
            purtroppo sta capitando anche a me....
            l'enel mi dice che devo sostenere costi adeguamento linea fino a trasformatore bt/mt (potenza richiesta 80 kw).
            Mi rode soprattutto perchè altri utilizzerebbero linea da me adeguata senza rimborsrmi alcunchè..
            pare che io debba sostenere un costo di circa 15000 (preventivo non ancora pervenuto).
            ma a queste condizioni credo di abbandonare il tutto
            ciao
            imp.1 2,94 kw - tilt 20° azimut +10° so - 14 pannelli sharp poli 210; inverter. sma 3300sb - Mt
            imp.2 19,32 kw - tilt 7° azimut +40° so - 86 pannelli rec poli 225; 3 inverter. sma 6000tl - Mt
            imp.3 9,40 kw - tilt 20° azimut +10° so - 40 pannelli aleo solrif 235; inv. aurora 10.0 TL - Mt

            Commenta


            • #7
              I corrispettivi per la connessione sono indicati dall'AEEG (TICA) e non decisi dal tecnico Enel di turno.

              Fino a 100kW esiste l'obbligo di connessione BT da parte del distributore, se questi deve adeguare le linee i costi di adeguamento sono a carico del distribtuore stesso.

              Vengono richiesti solo gli oneri fissi calcolati in base al TICA e, se non volete farlo voi, i costi per l'ottenimento delle autorizzazioni.

              Commenta


              • #8
                Sottoscrivo pienamente quanto riportato da rob, i costi di connessione sono fissati nel TICA, e dipendono solamente dalla distanza della cabina di trasformazione e dalla variazione di potenza richiesta.
                In particolare ci sono sempre due formule, con gli opportuni coefficienti, una che fa il calcolo dalla cabina primaria e una dalla secondaria, delle due formule si prende quella che da il risultato inferiore e il conto economico è fatto.
                Poi l'Enel, in base alle opere può solo fissare se sono lavori semplici o complessi e, di conseguenza, i tempi di 30 o 90 giorni per l'allaccio.
                Punto.
                Se c'è da fare una cabina la mette l'Enel, al massimo vi chiederà il terreno per farla.
                Se vi vengono richiesti altri oneri io girerei tutto all'avvocato per chiedere chiarimenti all'Enel.

                Commenta


                • #9
                  Eccoci con il preventivo in mano per i miei 20kw.
                  Ci sono delle spese che devo chiarire, e vorrei il parere vostro.
                  All'inizio del preventivo ci sono i famosi 1400 + iva dati dalla formula, fin qui tutto bene.
                  Alla pagina 5 c'è questo:

                  In relazionea quanto previstod al TICA, il procedimentoa utorizzativop er la costruzionee d
                  eserciziod eglii mpiantid i distribuzionep uò essere:
                  . a cura di Enel Distribuzion€, compresa la predisposizione della documentazione
                  necessaria
                  in tal caso dovrà versare I'importo dì 2.288,00 € + IVA a tjtolo di corrispettivo a
                  copertura dei costi sostenuti per la gestione dell'iter relativo al solo impianto dì rete per
                  la connessionet;a le importo è comprensivod el corrispettivop er predisposizìonpeì ano
                  particellare e del corrispettivo relativo alla costituzione dellé servitù di elettrodotto
                  . a Suo carico
                  in tal caso potrà comunque richiedere ad Enel Distribuzione di predisporre la
                  documentazione per la richiesta degli atti autorizzativi relativi all'impianto di
                  distribuzione. A tal fìne dovrà versare, a copedura dèi costi sostenuti per la
                  predisposiziondee lla documentazioneI,' importod i 1.004,00C + IVA. Tale importo è
                  comprensivod el corrispettivor elativo alla predisposiziondee l piano particellared elle
                  servitú,
                  Nel casoi n cui Lei scelgad i predisporrein propriol a documentazionep rogettualed a allegare
                  all'istanzaa utorizzativare lativaa ll'impiantod i rete,a gli eventualii nterventis ullar ete esistente
                  nonchéa gli interventid i sviluppod ellas tessa,t ale documentaziondeo vrà essercs ottopostaa d
                  Enel Distribuzionè pèr la verifica di rispondenza aglì standard tecnici e la successiva
                  validazioneL. a documentazionper ogettualer elativaa gli eventualii nterventis ullaR TNs arà da
                  noi sottopostaa lla validazionee d approvazioned iTerna SpA.
                  Nel casoi n cui decidad i gestirei n propriol 'iter autorizzativoL, e facciamop resentec he dovrà
                  presentarela richiestad i awio del procedimentoa utorizzativou nico,o wero del procedimento
                  autorizzatjvop er la costruzionee d eserciziod ell'impiantod i produzionen, el rispettod ei termini
                  indicatin egli articoli9 .3, 9,5, termini che decoffonod alla data di accettazioned el presente
                  preventivoe che sono sospesip er il tempo necessarioa ll'acquisiziondee lla validazionèd ella
                  documentazionep rogettualed elle opere per la connessioned a portare in autorizzazione,
                  Contestualmente dovrà inviarci una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà per attestare il
                  rispetto di quanto sopra riportato. A tal fine potrà utilizzare la dichiarazione sostitutiva
                  pubblicatas ul sito:
                  http://www.eneì.it/it-IT/reti/enel_d...producttoonrni essione/delibera125


                  Ora c'è qualcuno che gentilmente mi spiega che differenza c'è tra le 2 cifre?
                  Nel primo caso fa tutto Enel.
                  Nel secondo caso, cosa fa Enel e cosa fa la mia ditta installatrice o chi per lei?
                  Mi ha detto colui che tratta la mia pratica dell'azienda installatrice, che nel secondo caso (quello da 1000€) io devo far svolgere ad una ditta l'adeguamento della linea oltre che alle pratiche autorizzative, è così?
                  Mi pare strano dover pagare 2 volte l'adeguamento: 1400 + 2300 + iva.
                  Pensavo che i 1000 o 2300 siano da pagare a seconda di chi svolge la parte amministrativa progettuale, compresa la richiesta delle autorizzazioni per passare nei terreni adiacenti ai miei ( dai miei vicini per intenderci)

                  Aiutatemi a capire meglio se potete.
                  Grazie
                  Impianto 19.74Kw , 84 moduli S-Energy SM-235PA8, inverter Solivia 20TL, allacciato il 06/06/2012

                  Commenta


                  • #10
                    provo a interpretare pur non essendo un esperto ma un interessato alla discussione:

                    1400 + iva sono spese di connessione (fornitura potenza richiesta o come si chiama)
                    2300 + iva esecuzione lavori (elettrodotto e piano particellare e iter autorizzativo)

                    tot (se fa tutto enel) 3700 + iva = 4440

                    potresti optare per soluzioni intermedie accollandoti oneri e rischi.....

                    per 20 kw!!!!!

                    A me sta accadendo qualcosa di analogo e tra qualche giorno posterò il mio preventivo
                    imp.1 2,94 kw - tilt 20° azimut +10° so - 14 pannelli sharp poli 210; inverter. sma 3300sb - Mt
                    imp.2 19,32 kw - tilt 7° azimut +40° so - 86 pannelli rec poli 225; 3 inverter. sma 6000tl - Mt
                    imp.3 9,40 kw - tilt 20° azimut +10° so - 40 pannelli aleo solrif 235; inv. aurora 10.0 TL - Mt

                    Commenta


                    • #11
                      Ho telefonato ad un responsabile di zona e mi ha chiarito che le spese di 1000 o 2300 sono per le pratiche di autorizzazione, in quanto c'è da fare un attraversamento di strada e tutto il resto.
                      Mi ha anche detto che i tempi enel a chiedere le autorizzazioni in regione sono minori rispetto a quelli di un privato.
                      I lavori li fa sempre e comunque Enel.
                      Ultima modifica di Nego77; 04-10-2011, 10:45.
                      Impianto 19.74Kw , 84 moduli S-Energy SM-235PA8, inverter Solivia 20TL, allacciato il 06/06/2012

                      Commenta


                      • #12
                        Attenzione ai tempi Enel , che per chiedere le autorizzazioni si prende 6 mesi ai quali vanno aggiunti i 90gg lavorativi per lavoro complesso .....

                        http://www.energeticambiente.it/aspe...ne-enel-4.html
                        AUTO BANNATO

                        Commenta


                        • #13
                          @spider61
                          Qui ci sono delle servitù di passaggio ed un attraversamento stradale aereo.
                          Chi fa prima a chiedere le autorizzazioni? Poi comunque Enel le deve far approvare a Terna.
                          6 mesi sono un sacco di tempo.
                          Impianto 19.74Kw , 84 moduli S-Energy SM-235PA8, inverter Solivia 20TL, allacciato il 06/06/2012

                          Commenta


                          • #14
                            Lo so che sono un sacco di tempo , ma quel tempo e' quello massimo da aggiungere a quello del Tica.... poi dipende da chi le chiede , nel mio caso a fronte dell'invio fine lavori strettamente necessari e pagato tutta la quota , hanno fatto passare un mese solo per fare i fogli di richiesta , cioe' apparire sulla pagina della tua connessione la data da cui loro partivano ufficialmente la richiesta autorizzazioni , poi a passare altri 5 mesi e' un lampo....
                            AUTO BANNATO

                            Commenta


                            • #15
                              Quindi ti hanno fatto aspettare i sei mesi più i 90 giorni? Consigli di richiederle da soli le autorizzazioni?
                              Impianto 19.74Kw , 84 moduli S-Energy SM-235PA8, inverter Solivia 20TL, allacciato il 06/06/2012

                              Commenta


                              • #16
                                Non 6 mesi , ma da quell'invio a quando sul sito e' apparsa : autorizzazioni ottenute , sono passati 4 mesi e mezzo.... i consigli te li daranno quelli nel forum che ci lavorano tutti i giorni .
                                AUTO BANNATO

                                Commenta


                                • #17
                                  Qui si finisce che non allaccio nemmeno entro il primo semestre 2012!!!
                                  Attendo consigli dagli esperti.
                                  Grazie spider61 per il tuo racconto.
                                  Impianto 19.74Kw , 84 moduli S-Energy SM-235PA8, inverter Solivia 20TL, allacciato il 06/06/2012

                                  Commenta


                                  • #18
                                    TICA : Art.9.6 Entro 30 giorni lavorativi,per connessioni in bassa tensione ecc ecc L'ENEL deve chiedere tutti i permessi (servitù,att,ti strade ecc ecc)

                                    Questo è il tempo che deve rispettare l'ENEL ,il resto dipende dall'ente che deve autorizzare(Comune?Provincia? ecc)
                                    Se fai tutto te al massimo puoi guadagnare su questi 30 g.g.lav.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      In pratica stai dicendo quello che ho detto io , l'enel si prende 30gg. solo per fare la richiesta , poi se ne lava le mani , fino a quando non le arrivano le autorizzazione sono azzi ns. , nel mio caso sono passati circa : 1 mese per fare le autorizzazioni+ 4 mesi per averle + 1 mese per fare i lavori e 1 altro mese per allacciare....
                                      AUTO BANNATO

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Confermo le tempistiche di Spider, e aggiungo, se va bene, cioè se non ci sono espropri o altri casini ma è tutto su terreno proprio, altrimenti i tempi si allungano parecchio.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Avrei bisogno di un chiarimento in merito alla connessione di un impianto da 200kWp in MT.
                                          Il SR ha già una cabina MT/bt di proprietà con linea aerea dedicata che serve un pozzo agricolo.
                                          Per la connessione bisognerebbe sostituire il trasformatore ed i cavi aerei con altri dimensionati adeguatamente.
                                          Penso che, in questo caso, si possano risparmiare diversi mesi di tempo se i lavori vengono fatti dal SR incaricando una ditta invece di commissionarli all'Enel, è corretto? Che ne pensate?

                                          Grazie.
                                          Eubrun

                                          Commenta

                                          Attendi un attimo...
                                          X
                                          TOP100-SOLAR