Sistema di accumulo su impianto fotovoltaico esistente non incentivato - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Sistema di accumulo su impianto fotovoltaico esistente non incentivato

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sistema di accumulo su impianto fotovoltaico esistente non incentivato

    Ciao a tutti,
    devo seguire la parte burocratica a seguito dell'installazione di un sistema Tesla Powerwall su un impianto già esistente senza incentivi (solo Conto Scambio).
    Mi sto scontrando con un pò di aspetti.
    La Delibera 574/2014 dice che (nei Considerato che "l’installazione di sistemi di accumulo sia accompagnata da unarichiesta di nuova connessione ovvero, nel caso in cui i sistemi di accumulosiano installati in un punto di connessione già esistente, da una richiesta dimodifica di una connessione esistente"
    Ho parlato con un referente vicino a Milano e mi ha confermato che va fatta una nuova richiesta sul portale dove poi bisogna scegliere "Adeguamento connessione esistente"
    Però poi non so se avrò tutti i documenti da caricare, spero tra l'altro di poter fare l'iter semplificato in quanto connessione con potenza fotovoltaico inferiore a quella del contatore.
    Ovviamente questo comporta che il cliente paghi di nuovo i 122€+122€.
    Qualcuno ha esperienza su questo e me lo può confermare, cioè chhe bisogna fare njova domanda di connessione e pagare 122+122 anche per sistema di accumulo come il Tesla?

    Invece nei confronti del GSE sembra che non sia necessario comunicare nulla in quanto l'impianto non è incentivato.
    Leggo il documento delle Regole Tecniche del GSE e al punto 7 nel quale si dice come comunicare al GSE l'inizio dell'installazione, ma anche qui si fa riferimento solo a impianti incentivati.
    Qualcuuno mi conferma se è giusto e se non è giusto mi dice dove c'è scritto che bisogna comunicare qualcosa al GSE anche per gli impianti non incentivati?

    Qualcuno ha esperienza anche con Terna per dirmi cosa fare?

    Grazie a tutti
    Mario

  • #2
    ciao sono anche io nella tua stessa situazione, ho fatto diversi impianti con le powerwall ma solo partendo con l'impianto da zero,per gli impianti gia' esistenti .. ho chiesto ai referenti enel di due zone diverse e mi hanno risposto la stessa cosa ti incollo la risposta :

    Domanda di connessione per “adeguamento connessione esistente”.
    Alcune caratteristiche cambiano a seconda di dove volete connettere il sistema di accumulo e se volete connettere SOLO il sistema di accumulo.
    Se connessione contestuale ad aggiunta pannelli: classica domanda di connessione.
    Se connessione SOLO sistema di accumulo:
    tipo generazione STORAGE
    tipo fonte: se fra INVERTER e MISURATORE ENERGIA PRODOTTA – ESCLUSIVAMENTE DA FONTE RINNOVABILE
    se fra MISURATORE ENERGIA PRODOTTA e MISURATORE ENERGIA PRELEVATA – ANCHE DALLA RETE DEL GdR

    PER STORAGE IN REGIME SSP:
    - Punto C5 - potenza nominale dell'impianto di produzione: …. kW (pot nom impianto già connesso)
    - Punto C10 - Indicazione della sezione:
    Numero delle sezioni nuove 0
    Numero delle sezioni da modificare 0
    - Punto C23 - Aumento di potenza dell'impianto di produzione: 0 kW

    STORAGE IN REGIME DIVERSO DA SSP:
    - Punto C5 – totale potenza nominale del SISTEMA DI ACCUMULO + IMP PRODUZIONE
    - Punto C10 - Indicazione della sezione:
    Numero delle sezioni nuove 1 - potenza nominale del SISTEMA DI ACCUMULO
    Numero delle sezioni da modificare 0
    - Punto C23 - Aumento di potenza: potenza nominale del SISTEMA DI ACCUMULO

    Inoltre dovrete allegare 2 documenti obbligatori:
    - Addendum tecnico storage (scaricabile dalla homepage del portale produttori) come da schema elettrico unifilare inoltrato, compilato anche con lo schema unifilare di collegamento (rif. Norma CEI 0-21 Norma CEI 0-16). (Schema unifilare di collegamento (rif. Norma CEI 0-21 Norma CEI 0-16): si dovrà riportare il riferimento alla configurazione di sistema di accumulo relativo alla Figura della normativa CEI 0-21, ad esempio "Lo schema di connessione del sistema di accumulo è congruente con quello riportato in figura xx della Norma CEI 0-21 Norma CEI 0-16"
    - Dichiarazione tecnica storage firmata (addendum tecnico in formato Pdf, caricato nella sezione "Allegati" della domanda di connessione sotto la voce specifica "Dichiarazione tecnica storage firmata")

    COME COMPILARE LE VOCI RIPORTATE NELLA TABELLA
    • Schema unifilare di collegamento (rif. Norma CEI 0-21 / Norma CEI 0-16): si dovrà riportare il riferimento alla configurazione di sistema di accumulo relativo alla Figura della normativa CEI 0-21 o CEI 0-16, ad esempio "Lo schema di connessione del sistema di accumulo è congruente con quello riportato in figura xx della Norma CEI 0-21 / Norma CEI 0-16"
    • Tensione nominale: si dovrà riportare il valore della tensione di connessione del sistema di accumulo in Volt (V)
    • Potenza nominale del sistema di accumulo: si dovrà riportare il valore della potenza nominale del sistema di accumulo espresso in kW
    • Potenza di cortocircuito complessiva: si intende il valore in kW che l'impianto comprensivo di sistema di accumulo è in grado di immettere lato rete; nel caso in cui il sistema di accumulo sia sotteso all'inverter si conferma pari alla potenza di corto circuito dell'inverter
    • Capacità di accumulo nominale: si dovrà riportare il valore della capacità del sistema di accumulo espressa in in kWh
    • Descrizione della tipologia chimica della cella: Riportare il "tipo di batteria" (ad esempio ioni di litio, al piombo, etc)
    • Monodirezionale: spuntare la casella nel caso in cui il sistema di accumulo assorbe energia elettrica solo dall'impianto di produzione
    • Bidirezionale: spuntare la casella nel caso in cui il sistema di accumulo può assorbire energia elettrica sia dall'impianto di produzione che dalla rete elettrica pubblica
    • Lato produzione: spuntare la casella nel caso in cui il sistema di accumulo sia installato tra l'impianto di produzione e misuratore dell'energia elettrica prodotta
    • Lato post-produzione: spuntare la casella nel caso in cui il sistema di accumo sia installato tra misuratore dell'energia elettrica prodotta ed il misuratore dell'energia elettrica scambiata con la rete elettrica pubblica
    Ho il dubbio che iter scegliere e per i bollettini... ho chiesto oggi ma non mi hanno risposto

    Per il gse, se non incentivato,io non farei nulla... per terna penso che bisognera' aggiungere l'accumulo come si fa per i nuovi impianti devo chiedere..

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da vecchio leone Visualizza il messaggio
      ciao sono anche io nella tua stessa situazione, ho fatto diversi impianti con le powerwall ma solo partendo con l'impianto da zero,per gli impianti gia' esistenti .. ho chiesto ai referenti enel di due zone diverse e mi hanno risposto la stessa cosa ti incollo la risposta :

      Domanda di connessione per “adeguamento connessione esistente”.
      Alcune caratteristiche cambiano a seconda di dove volete connettere il sistema di accumulo e se volete connettere SOLO il sistema di accumulo.
      Se connessione contestuale ad aggiunta pannelli: classica domanda di connessione.
      Se connessione SOLO sistema di accumulo:
      tipo generazione STORAGE
      tipo fonte: se fra INVERTER e MISURATORE ENERGIA PRODOTTA – ESCLUSIVAMENTE DA FONTE RINNOVABILE
      se fra MISURATORE ENERGIA PRODOTTA e MISURATORE ENERGIA PRELEVATA – ANCHE DALLA RETE DEL GdR

      PER STORAGE IN REGIME SSP:
      - Punto C5 - potenza nominale dell'impianto di produzione: …. kW (pot nom impianto già connesso)
      - Punto C10 - Indicazione della sezione:
      Numero delle sezioni nuove 0
      Numero delle sezioni da modificare 0
      - Punto C23 - Aumento di potenza dell'impianto di produzione: 0 kW

      STORAGE IN REGIME DIVERSO DA SSP:
      - Punto C5 – totale potenza nominale del SISTEMA DI ACCUMULO + IMP PRODUZIONE
      - Punto C10 - Indicazione della sezione:
      Numero delle sezioni nuove 1 - potenza nominale del SISTEMA DI ACCUMULO
      Numero delle sezioni da modificare 0
      - Punto C23 - Aumento di potenza: potenza nominale del SISTEMA DI ACCUMULO

      Inoltre dovrete allegare 2 documenti obbligatori:
      - Addendum tecnico storage (scaricabile dalla homepage del portale produttori) come da schema elettrico unifilare inoltrato, compilato anche con lo schema unifilare di collegamento (rif. Norma CEI 0-21 Norma CEI 0-16). (Schema unifilare di collegamento (rif. Norma CEI 0-21 Norma CEI 0-16): si dovrà riportare il riferimento alla configurazione di sistema di accumulo relativo alla Figura della normativa CEI 0-21, ad esempio "Lo schema di connessione del sistema di accumulo è congruente con quello riportato in figura xx della Norma CEI 0-21 Norma CEI 0-16"
      - Dichiarazione tecnica storage firmata (addendum tecnico in formato Pdf, caricato nella sezione "Allegati" della domanda di connessione sotto la voce specifica "Dichiarazione tecnica storage firmata")

      COME COMPILARE LE VOCI RIPORTATE NELLA TABELLA
      • Schema unifilare di collegamento (rif. Norma CEI 0-21 / Norma CEI 0-16): si dovrà riportare il riferimento alla configurazione di sistema di accumulo relativo alla Figura della normativa CEI 0-21 o CEI 0-16, ad esempio "Lo schema di connessione del sistema di accumulo è congruente con quello riportato in figura xx della Norma CEI 0-21 / Norma CEI 0-16"
      • Tensione nominale: si dovrà riportare il valore della tensione di connessione del sistema di accumulo in Volt (V)
      • Potenza nominale del sistema di accumulo: si dovrà riportare il valore della potenza nominale del sistema di accumulo espresso in kW
      • Potenza di cortocircuito complessiva: si intende il valore in kW che l'impianto comprensivo di sistema di accumulo è in grado di immettere lato rete; nel caso in cui il sistema di accumulo sia sotteso all'inverter si conferma pari alla potenza di corto circuito dell'inverter
      • Capacità di accumulo nominale: si dovrà riportare il valore della capacità del sistema di accumulo espressa in in kWh
      • Descrizione della tipologia chimica della cella: Riportare il "tipo di batteria" (ad esempio ioni di litio, al piombo, etc)
      • Monodirezionale: spuntare la casella nel caso in cui il sistema di accumulo assorbe energia elettrica solo dall'impianto di produzione
      • Bidirezionale: spuntare la casella nel caso in cui il sistema di accumulo può assorbire energia elettrica sia dall'impianto di produzione che dalla rete elettrica pubblica
      • Lato produzione: spuntare la casella nel caso in cui il sistema di accumulo sia installato tra l'impianto di produzione e misuratore dell'energia elettrica prodotta
      • Lato post-produzione: spuntare la casella nel caso in cui il sistema di accumo sia installato tra misuratore dell'energia elettrica prodotta ed il misuratore dell'energia elettrica scambiata con la rete elettrica pubblica
      Ho il dubbio che iter scegliere e per i bollettini... ho chiesto oggi ma non mi hanno risposto

      Per il gse, se non incentivato,io non farei nulla... per terna penso che bisognera' aggiungere l'accumulo come si fa per i nuovi impianti devo chiedere..
      E' incredibile la massa di inutile burocrazia che sono riusciti a creare.

      io ti consiglio di informarti un po' sugli UPS fotovoltaici, con quelli ottieni il massimo rendimento e non devi comunicare niente a nessuno.

      https://www.energeticambiente.it/tec...#post119712052 gli ultimi post di questa discussione parlano del discorso normativo, è una discussione molto interessante che ti consiglio di approfondire.
      Ultima modifica di Energy_Architect; 02-09-2016, 10:28.

      Commenta


      • #4
        e gia' , ovviamente il cliente mi chiederà : e se non comunico nulla ? sul lato enel non credo che si accorgano se l'impianto immette di meno in rete per effetto dell' accumulo..

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da supermariuz Visualizza il messaggio
          ...

          Invece nei confronti del GSE sembra che non sia necessario comunicare nulla in quanto l'impianto non è incentivato.
          Leggo il documento delle Regole Tecniche del GSE e al punto 7 nel quale si dice come comunicare al GSE l'inizio dell'installazione, ma anche qui si fa riferimento solo a impianti incentivati.
          Qualcuuno mi conferma se è giusto e se non è giusto mi dice dove c'è scritto che bisogna comunicare qualcosa al GSE anche per gli impianti non incentivati?

          Qualcuno ha esperienza anche con Terna per dirmi cosa fare?
          Ciao, anche io avevo questo dubbio e avevo mandato una mail al GSE che mi ha risposto cosi:

          ..con la presente siamo a comunicarLe che le disposizioni di cui alle"REGOLE TECNICHE PER L’ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVEALL’INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMAELETTRICO NAZIONALE ai sensi della deliberazione 574/2014/R/EEL"(scaricabili al link http://www.gse.it/it/salastampa/news...mulo - NEW.pdf)sono valide anche per gli impianti fotovoltaici non incentivati (sia perimpianti già esistenti che per nuovi impianti che entrano in esercizio con unsistema di accumulo integrato).>

          per TERNA è possibile scaricare dal sito la procedura specifica

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da vecchio leone Visualizza il messaggio
            e gia' , ovviamente il cliente mi chiederà : e se non comunico nulla ? sul lato enel non credo che si accorgano se l'impianto immette di meno in rete per effetto dell' accumulo..
            eh, bella domanda....ma, credo, probabilmente vedranno registrazioni di produzione nelle ore vuote

            Commenta


            • #7
              Esatto, se l'impianto di produzione è in parallelo alla rete segui la procedura di @veggio leone
              Per quanto riguarda GSE gli allegati 2 "Inizio lavori..." e aleegato 3 "Fine lavori per installazione
              di..." della guida Regole Tecniche del GSE. Il problema è che anche GSE richede obolo e tutti
              i doc da allegare al fine lavori anche solo per gli impianti SSP CITO:

              3. Ambito di applicazione
              Tutti i produttori che beneficiano o beneficeranno di incentivi e/o dei regimi commerciali speciali (ivi inclusi i prezzi minimi garantiti) e/o di garanzie d’origine per impianti nella loro titolarità possono installare sui medesimi impianti uno o più sistemi di accumulo, dandone preventiva informazione al GSE. Le disposizioni del presente documento si applicano, nei casi di integrazione con sistemi di accumulo, alle seguenti fattispecie:
              - impianti solari fotovoltaici che accedono alle tariffe incentivanti;
              - impianti di produzione che accedono al conto energia solare termodinamico;
              - impianti a fonte rinnovabile diversi da fotovoltaici che accedono alle tariffe incentivanti o ai
              certificati verdi;
              - Impianti di produzione combinata di energia elettrica e calore costituiti da unità per le quali
              viene richiesto il riconoscimento del funzionamento come cogenerazione ad alto rendimento e/o il riconoscimento dei certificati bianchi;
              - impianti a fonte rinnovabile che accedono, nell’ambito del ritiro dedicato, ai prezzi minimi garantiti;
              - impianti a fonte rinnovabile che accedono allo scambio sul posto; ....

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da vecchio leone Visualizza il messaggio
                • Potenza di cortocircuito complessiva: si intende il valore in kW che l'impianto comprensivo di sistema di accumulo è in grado di immettere lato rete; nel caso in cui il sistema di accumulo sia sotteso all'inverter si conferma pari alla potenza di corto circuito dell'inverter

                Per cortesia, qualcuno mi illumini sulla richiesta che sottende questa frase. Per un SDA lato produzione che valore vogliono?
                La potenza dell'inverter?
                Il valore di corrente cc dell'inverter?
                La potenza di cc dell'inverter?
                Alla lettera sembra la terza, ma mi suona strana come richiesta.

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X