COMUNICAZIONE URGENTE - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

COMUNICAZIONE URGENTE

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • COMUNICAZIONE URGENTE

    Mi vedo costretto ad intervenire,
    Innanzitutto ringrazio Eroyka per il suo intervento, grazie Roy a nome mio e di tutti.

    Signori, vi esorto assolutamente a non tentare alcun esperimento con il mercurio per quanto riguarda l'impiego di questo metallo con la cella elettrolitica che stiamo studiando.

    Stare alla larga dal mercurio per qualsiasi altra possibile sperimentazione è già un consiglio da prendere in seria considerazione, ma, allontanarlo completamente dalla possibilità di impiegarlo come elettrodo negli esperimenti con la cella GDPE è un ordine.

    Conosco persone che vanno in dialisi tre volte alla settimana e che rimpiangono di non aver ascoltato questi consigli.

    I danni prodotti dal metallo liquido che affascina per il suo aspetto e le sue peculiari caratteristiche sono tristemente famosi.

    I consigli forniti da alcuni sperimentatori di questo forum per quanto riguarda la sua conservazione sono penosi, lacunosi e mostrano chiaramente il grado di ignoranza di costoro nel trattare elementi e conoscere materie.

    La responsabilità enorme che queste persone si sono assunte è incommensurabile e tutto questo pone seri interrogativi di come questo forum deve essere gestito.

    Purtroppo a mio malgrado devo constatare che nessuno legge, ne rilegge, ne studia con attenzione i libri. La presunzione e l'ignoranza è una grande nemica della salute e della vita. Il rispetto degli altri è un mio fondamentale obiettivo che vedo sistematicamente assente da parte di chi parla troppo e legge poco.

    Non ho parole,...sono solo molto preoccupato.

    Ringrazio Eroyka del suo intervento ma chiedo comunque una regolamentazione efficace e la nomina di un moderatore coscenzioso e preparato.

    Signori vi abbraccio veramente tutti quanti e vi esorto a riflettere prima di fare qualsiasi azione azzardata.

    P.S. Per Remond, ricordati di cospargere i luoghi dove hai lavorato con il mercurio con polvere fine di zolfo e anche polvere di zinco. Elimina il materiale che hai adoperato e che è venuto a contatto con il metallo in un luogo sicuro. Rivendi il mercurio che possiedi o cedilo ad un Istituto.
    Non è cosa per te, scusami se te lo dico ma, purtroppo questa è la conseguenza del fatto che non hai mai voluto ascoltarmi. Sperando di fare leva sulla tua sensibilità e sul tuo istinto di conservazione, ti prego. sospendi tutto quello che stai facendo.

    Un giorno mi ringrazierai


    Edited by Ennio Vocirzio - 23/12/2005, 01:08

  • #2
    Caro Ennio,
    grazie per le raccomandazioni.
    Da ragazzino usavo le palline da termometri rotti come elettrodi galvanici per ottenere amalgame .... speriamo che non mi sia successo niente!

    In effetti credo che ci sia pochissima informazione tra la gente comune, abituata a mettersi il mercurocromo direttamente sulle ferite, percependo il nome mercurio come una sostanza positiva e innocua.

    Buon Natale
    Mario


    Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
    -------------------------------------------------------------------
    Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
    -------------------------------------------------------------------
    L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
    Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
    ------------------------------------------------

    Commenta


    • #3
      Quoto TOTALMENTE le perplessità e le raccomandazioni di Eroyca, Ennio e Hellblow .

      Occorre lavorare nella massima sicurezza e, ancora più importante, con una TOTALE COGNIZIONE dei rischi e dei pericoli a cui ci si può esporre sperimentando con materie pericolose quali il mercurio.

      Se il rischio è quello di rimetterci le penne, non ne vale MAI la pena.


      huh.gif
      ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

      Commenta


      • #4
        Ciao ennio,

        intervengo poichè ritengo che questa storia del mercurio sta sollevando un polverone inutile.Il mercurio è pericoloso per due motivi:

        1°)-è una sostanza BIOACCUMULATIVA.Nel senso che se entra in contatto con tessuti animali viene facilmente assorbito ma NON SMALTITO creando problemi cardiovascolari, al fegato, ai reni e al cervello ( senza contare le malformazioni nei feti ).

        2°)-con sorprendente facilità si trasforma IN VAPORI di mercurio che se inalati producono COMUNQUE gli effetti sopra citati.

        Detto ciò possiamo elaborare vari PILASTRI per chi VOLESSE lavorare col mercurio a suo rischio e pericolo.

        -usarne quantità misere.

        -non toccarlo MAI direttamente.

        -se lo si riscalda ( per esempio nella cella ) porsi in un luogo AREATO e stare a una notevole distanza anzi meglio andarsense e filmare il tutto e far andare il tutto per POCHI minuti.

        -Smaltire adeguatamente come da te già spiegato mercurio, soluzione elettrolitica e anodo.

        Comunque ripropongo per la seconda volta il link per chi vuole altre informazioni.SUL MERCURIO ( Hg )

        A presto

        Edited by Dareus - 23/12/2005, 11:53

        Commenta


        • #5
          CITAZIONE (Dareus @ 23/12/2005, 10:02)
          ....  remond da esperto ricercatore ha eseguito una prova eccezionale e per come l'ha svolta è indiscutibile sul piano sicurezza ( e lui se ne intende di sicurezza ).

          Mah, non so, con tutto il rispetto che ho per Remond e la sua voglia di sperimentare non mi sembra proprio.

          1) Non aveva la più pallida idea di ciò che sarebbe successo quando avrebbe scaldato il Mercurio.
          2) Si è meravigliato del fatto che il Mercurio si sia 'saldato' al filo di rame che ha usato come contatto.
          3) Ha sperato di isolarlo contenendolo con del nastro adesivo, che alle temperature della cella emette pure diossina.
          4) Dal video che ho visto (magari mi sbaglio) non mi è sembrato di vedere nè' campo aperto all'esterno, nè un tubo di aspirazione sufficientemente vicino alla cella.

          In ogni caso le raccomandazioni è giusto che glie le faccia chi ne sa.
          Quindi termino qui.

          Edited by ElettroRik - 23/12/2005, 11:14
          "Una nuova verità scientifica non trionfa perché i suoi oppositori si convincono e vedono la luce, quanto piuttosto perché alla fine muoiono, e nasce una nuova generazione a cui i nuovi concetti diventano familiari." Max Planck

          Commenta


          • #6
            Ciao elettrorik,

            remond probabilmente è il ricercatore più esperto che ci sia qua dentro.Ha sperimentato la cella in tutto i modi possibili e immaginabili a suo rischio e pericolo.Da come lo descrivi sembra un incosciente.
            Non sono qui per fare il suo avvocato ma ti consiglio di rileggere bene il suo post visto che le tue imputazioni mi sembrano campate per aria.

            A presto

            Commenta


            • #7
              Ragazzi giocare con la vita è come giocare con la roulette russa. E con il mercurio di colpi nella pistola ce ne sono non 1 ma molti di piu'. Cercate di stare attenti, potreste avere di che pentirvene in futuro.
              Poi, ciascuno sa quel che fa.

              Commenta


              • #8
                CITAZIONE (Dareus @ 23/12/2005, 11:39)
                Ciao elettrorik,

                remond probabilmente è il ricercatore più esperto che ci sia qua dentro.Ha sperimentato la cella in tutto i modi possibili e immaginabili a suo rischio e pericolo.Da come lo descrivi sembra un incosciente.
                Non sono qui per fare il suo avvocato ma ti consiglio di rileggere bene il suo post visto che le tue imputazioni mi sembrano campate per aria.

                A presto

                Il numero di esperimenti fatti non fa alcuna differenza. E' il modo in cui li fai, l'utilizzo di metodologie sistematiche e scientifiche che rendono un semplice esperimento una prova scientifica di qualità.

                Così come il numero dei tuoi post non ti rende più qualificato. Se scrivi meno roba scritta 'giusto per dire qualcosa' e ti dedichi alla sostanza, aumenterai la stima di te in chi ti legge. Viceversa, ti quadagnerai soltanto la nomea di .... chiacchierone.
                Quando fai un'affermazione, prima elenca un fatto, e poi una conseguenza o una considerazione logica su di esso, così farai un ragionamento pulito, sensato, e coerente. Diversamente fa un po' tanto chiacchiera da bar... Senza offesa eh, è sono un consiglio... prendilo come ti pare giusto. wink.gif

                Comunque, quello che ho scritto è UNICAMENTE conseguenza di ciò che ho letto nel suo post. Non ho altri elementi per dire quello che ho detto se non quelli. Quindi è un po' paradossale che tu mi risponda di leggermi il suo post, non trovi?

                P.S. Uno che esperimenta "la cella in tutto i modi possibili e immaginabili a suo rischio e pericolo" ti sembra sufficiente per escludere che possa farlo in maniera un po' superficiale e poco sicura? Cos'è che te lo fa dire? "A suo rischio e pericolo"? Io credo che uno possa rischiare di suo ma comunque rischiare per nulla...

                Buon Natale.
                "Una nuova verità scientifica non trionfa perché i suoi oppositori si convincono e vedono la luce, quanto piuttosto perché alla fine muoiono, e nasce una nuova generazione a cui i nuovi concetti diventano familiari." Max Planck

                Commenta


                • #9
                  Non è cosi' Dareus.

                  Gli esperimenti con il mercurio vanno fatti in ambiente ISOLATO, usando filtri appositi. Si deve assolutamente evitare non solo il contatto con il mercurio, ma anche con tutto quello che il mercurio stesso tocca. Infatti questo 'bagna' le superfici lasciando ovunque microgocce che vengono poi assorbite dalla pelle. In teoria tutto quello che viene a contatto con il mercurio NON DOVREBBE PIU' ESSERE UTILIZZATO. L'uso di maschere è obbligatorio, come anche di guanti. L'ambiente deve essere areato, sebbene liberare mercurio nell'aria sia fortemente INQUINANTE.

                  Il mercruio si accula, quindi nell'arco di mesi di sperimentazione quantità enormi si depositerebbero nel vostro organismo, con conseguenze che possono essere disastrose. Avete paura dell'uranio e non del mercurio...come mai? Credete che nessuno sia morto o abbia avuto problemi per via di questo metallo pesante?
                  Vi invito a svolgere una ricerca su google, cosi' forse capite meglio.

                  Inoltre, ammonisco chiunque continui ad istigar o minimizzare le problematiche. Sinceramente non mi va che qualcuno abbia problemi per via della poca conoscenza e minimizzazione dei rischi di questo insidioso nemico.
                  State attenti.

                  Poi...

                  Se dobbiamo studiar la cella nella speranza di migliorare la qualità della vita, non credo che con il mercurio ci riusciamo. Il mercurio uccide la vita, ed è molto piu' inquinante del petrolio o di alte sostanze simili. Invece è poco conosciuto, un po come il diavolo, se lo conoscete poco gli date modo di agire indisturbato.
                  Attenti.

                  Commenta


                  • #10
                    Ciao a tutti e BUON NATALE

                    mah, il mercurio......
                    che dire....
                    Che sia pericoloso questo è certo.
                    Riguardo i nostri esperimenti, forse è meglio che ci diamo tutti, iniziando da me, una regolatina!
                    Mi sembra i esssere in una cucina in cui tutti sforniamo ricette nuove per "provare"
                    e ripeto mi ci metto anch'io che se nn fosse stato per un foglio di plexiglass a quest'ora forse nn riuscirei a vedere quello che c'è sullo schermo x una esplosione che si poteva evitare!
                    Mah....non so.......

                    Meglio fermarsi un secondo e chiedere a Gesu bambino una mano e ringraziarlo che finora nessuno ci ha rimesso la pelle!!!
                    Anno nuovo, vita nuova, vediamo se riusciamo a sistemare questo groviglio di post e di esperimenti.......

                    BUON NATALE SPERIMENTATORI, ricordatevi che esistono cose molto importanti, molto più della cella e che una volta persi difficilmente si riconquistano.....
                    il calore e la gioia di una famiglia, del Natale, degli amici, dei sentimenti......

                    BUON NATALE ANCORA!!!!!
                    user posted image
                    BrunoVR

                    Edited by brunovr - 23/12/2005, 12:40
                    Nel nuovo millennio l'uomo tornando alla natura distruggerà quei mostri e l'energia dell'atomo pulito costruirà ancora infinite meraviglie e le ferite dell'umanità, come le guerre non saranno che purtroppo molto tristi incidenti dì percorso. (Omero Speri -VR- Pioniere della FF )

                    Commenta


                    • #11
                      Infatti voi state giocando col Fuoco!!!!!!!!!!!!! mad.gif Non solo ci potrebbe essere la possibilità della fuoruscita di neutroni e sono sicuro, che solo pochi di voi stanno utilizzando materiale schermante di almeno 3cm di spessore.Altro fattore e la produzione di Hydrogen esplosivo e qualcuno di voi se ne accorto a proprie spese!!!!!
                      Un'altra cosa,oltre a gas esplosivi si produce una percentule di acido wolframico che non fa poi cosi bene e vista la produzione di osmio secondo me la formazione di tetrossido di osmio che evapora a circa 130 gradi ed è molto tossico...per questo ho sempre ripetuto e non solo io di aspirare i gas prodotti!!!!!!
                      Ed adesso.........sento anche che si vuole utilizzare del Mercurio??????? ph34r.gif
                      Io ho fatto di tutto nella vita(sempre nella massima sicurezza e cautela),maneggiato sorgenti radiattive,nitrato uranile,sostanze tossiche come il berillio,ed ultimamente sublimato dello zolfo sullo zinco ma mai mi azzarderò a toccare mai del mecurio!!!

                      ESTREMAMENTE TOSSICO!!!!!!! ph34r.gif ph34r.gif ph34r.gif alien.gif alien.gif alien.gif

                      Il mercurio è una tossina bioaccumulativa che viene assorbita facilmente attraverso la pelle, l'apparato respiratorio e quello gastrointestinale. La malattia di Minamata è una forma di avvelenamento da mercurio. Il mercurio attacca il cervello e il sistema nervoso centrale nel suo complesso, e anche i tessuti della bocca, delle gengive e dei denti. È anche un grave rischio per i feti, cui può provocare malformazioni; a temperatura ambiente, il mercurio evapora lentamente raggiungendo concentrazioni molto superiori alla soglia massima tollerabile, nonostante il suo alto punto di ebollizione. Il pericolo cresce al crescere della temperatura ambiente.

                      Per questi motivi, il mercurio dovrebbe essere maneggiato con grande attenzione: i contenitori di mercurio devono essere sempre coperti per evitare versamenti accidentali ed evaporazione; il riscaldamento di mercurio o di suoi composti andrebbe sempre fatto sotto una cappa aspirante ben ventilata e dotata di filtri. Inoltre, alcuni ossidi di mercurio possono decomporsi spontaneamente in mercurio liquido puro, che evapora istantaneamente in modo non avvertibile. Un buon antidoto è rappresentato dal BAL (British antilewisite).
                      Il composto più pericoloso è il dimetilmercurio: è tanto velenoso che sono sufficienti pochi milligrammi a contatto con la pelle per uccidere.


                      Riflettete il vostro primo errore potrebbe essere l'ultimo!!!!

                      Area51

                      Edited by Area51 - 23/12/2005, 16:36

                      Commenta

                      Attendi un attimo...
                      X