annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ristrutturazione edile e termica in porzione di casale toscano

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ristrutturazione edile e termica in porzione di casale toscano

    Salve a tutti, cerco di essere conciso.
    Casale del 1800 in ristrutturazione, mura in pietra 50/60 cm. Metano e termosifoni, impianto di almeno 30 anni. Infissi a doppio vetro (prima tipologia). Zona Climatica D, gg 1734.
    Piano terra (cantina non riscaldata).
    1P appartamento di 90mq.
    Soffitta non riscaldata.
    Ho sia possibilit di installare una pdc esterna che un tetto inclinato a sud per fotovoltaico.
    L'impianto non diviso a zone, ed del tipo monotubo.
    L'impianto vecchio di 30 anni, non so il tipo.
    Gli infissi sono in legno massello (pino) con guarnizioni
    E' fattibile isolare il sottotetto da sopra, tutto accessibile.

    Mi avrebbero consigliato:
    - cappotto interno 4cm parete a nord (3 camere)
    - riscaldamento a pavimento a basso spessore (ho 275cm, non voglio demolire le mattonelle esistenti, quindi le nuove le metto sopra)
    - riscaldamento a soffitto delle 3 camere (non voglio toccare il parquet esistente) + isolamento controsoffitto.
    - nuovi vetri certificati 4-12-4 su infissi esistenti.

    Termotecnico #1 mi consiglia di prendere una nuova caldaia a condensazione (col metano difficile vincere) + eventuale condizionatore estivo classico con 4 split.
    Termotecnico #2 mi consiglia di mettere una pdc + deumidificatore + eventuale fotovoltaico e addio metano.
    Termotecnico #3 mi consiglia di rifare l'impianto tradizionale (attuale "monotubo") + eventuale condizionatore estivo classico con 4 split.

    Da considerare un possibile cambio di destinazione d'uso della cantina in rustico abitabile (con riscaldamento a pavimento).
    In considerazione degli attuali incentivi, quale vi sembra la scelta + sensata ?
    Un "caloroso" abbraccio

  • #2
    giusto per inquadrare meglio la situazione:
    adesso l'impianto diviso in zone? quante?
    l'impianto in rame e ha dell'isolante? se si sarebbe da valutare di tenerlo
    infissi hanno guarnizioni?
    fattibile isolare il pavimento del sottotetto, sar un locale utilizzato, tutto accessibile?

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da francy.1095 Visualizza il messaggio
      giusto per inquadrare meglio la situazione:
      adesso l'impianto diviso in zone? quante?
      l'impianto in rame e ha dell'isolante? se si sarebbe da valutare di tenerlo
      infissi hanno guarnizioni?
      fattibile isolare il pavimento del sottotetto, sar un locale utilizzato, tutto accessibile?
      ho integrato le informazioni nel post, grazie

      Commenta


      • #4
        allora il sottotetto sicuramente da isolare. visto che fai il lavoro metti almeno 10cm di isolante, avresti vantaggi nel riscaldamento invernale e anche nel confort estivo, quest'ultimo soprattutto se usi isolanti "pesanti" e adesso hai un tetto "leggero". un lavoro economico (fai da te o chiami una ditta) e detraibile al 50% o 65% se fai pratica apposita.
        infissi ok cambiarci i vetri (assicurati di comprare vetrocamera BASSO-EMISSIVI) a patto che le guarnizioni presenti tengano l'aria e che le cerniere supportino il peso aggiuntivo. immagino che non avrai tapparelle, se si ti conviene cambiare l'intero foro finestra. assicurati di non avere il davanzale passante con l'esterno, se passante dovresti intervenire con un taglio termico, poich porta dentro molto freddo e rischio condensa.
        il cappotto interno personalmente lo eviterei, visto il possibile formarsi di vari tipi di condensa e muffe se non fatto con criterio, se hai umidit in casa, se fatto solo parzialmente o se scaldi poco.
        valuteresti di tenere l'impianto monotubo attuale, magari cambiando termosifoni e relative valvole?
        quanti termosifoni sono? dovresti capire se i tubi sono in rame e se hanno dell'isolante, magari posta una foto dei tubi che vanno dalla caldaia all'impianto.

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da francy.1095 Visualizza il messaggio
          allora il sottotetto sicuramente da isolare. visto che fai il lavoro metti almeno 10cm di isolante, avresti vantaggi nel riscaldamento invernale e anche nel confort estivo, quest'ultimo soprattutto se usi isolanti "pesanti" e adesso hai un tetto "leggero". un lavoro economico (fai da te o chiami una ditta) e detraibile al 50% o 65% se fai pratica apposita.
          infissi ok cambiarci i vetri (assicurati di comprare vetrocamera BASSO-EMISSIVI) a patto che le guarnizioni presenti tengano l'aria e che le cerniere supportino il peso aggiuntivo. immagino che non avrai tapparelle, se si ti conviene cambiare l'intero foro finestra. assicurati di non avere il davanzale passante con l'esterno, se passante dovresti intervenire con un taglio termico, poich porta dentro molto freddo e rischio condensa.
          il cappotto interno personalmente lo eviterei, visto il possibile formarsi di vari tipi di condensa e muffe se non fatto con criterio, se hai umidit in casa, se fatto solo parzialmente o se scaldi poco.
          valuteresti di tenere l'impianto monotubo attuale, magari cambiando termosifoni e relative valvole?
          quanti termosifoni sono? dovresti capire se i tubi sono in rame e se hanno dell'isolante, magari posta una foto dei tubi che vanno dalla caldaia all'impianto.
          Grazie. Sicuramente cambierei i tubi che vanno ai termosifoni, metterei delle valvole smart e caldaia a condensazione con sonda esterna. Allego foto caldaia
          File allegati

          Commenta


          • #6
            Domandone ti interessa il raffrescamento estivo?
            Essendo in zona D magari utile.....
            Su 90mq e con quell'impianto io andrei di fancoil e pdc..... ovviamente ripassando i tubi ma su 90mq probabilmente un gioco da ragazzi
            Spendi un decimo di quello che ti hanno proposto soprattutto su riscaldamento a pavimento e soffitto
            Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0, Tilt 14 e 11 ad Az 90, Tilt 24) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
            Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
              Domandone ti interessa il raffrescamento estivo?
              Essendo in zona D magari utile.....
              Su 90mq e con quell'impianto io andrei di fancoil e pdc..... ovviamente ripassando i tubi ma su 90mq probabilmente un gioco da ragazzi
              Spendi un decimo di quello che ti hanno proposto soprattutto su riscaldamento a pavimento e soffitto
              s, mi interessa la climatizzazione estiva.
              Secondo te mi costa meno un nuovo impianto con fancoil+pdc+riscaldamento a soffitto e pavimento rispetto a ripassare i tubi per i termosifoni, giusto ? Mi sembra assurdo

              Commenta


              • #8
                No io intendevo solo un impianto completamente a fan coil per caldo e freddo
                Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0, Tilt 14 e 11 ad Az 90, Tilt 24) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR