Impianti minori di 1Kw , normative ? - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Impianti minori di 1Kw , normative ?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da Manovel Visualizza il messaggio
    Se colleghi un inverter cinese e non apre quando Enel seziona le linee qualche operaio potrebbe lasciarci le penne..e tu potresti passare guai seri, non credi?
    Non diciamo stron... se viene sezionata una linea e l'inverter rimanesse acceso si fonde dopo 1 microsecondo perche' sosterrebbe il carico di diversi apparecchi, anche solo casa tua .... poi non ho scritto per forza inverter cinese , ma un micro Emphase o PO , qundi gia' omologati e sottostanti a qualunque regola.....
    Sempre per te manovel , il link che hai riportato sull'inverter da 3kw sul 12V , gli sta' bene all'utente che lo ha comprato , E DA PAZZI pretendere di tirare fuori 300A sul 12V , senza avere il rischio che si fonda tutto , se faccio un impianto del genere vado sempre su inverter di rete Sma PO etc... io ho sempre parlato di 100-200w ..... per rimanere nel fatto di consumarsela praticamente tutte e non immettere niente o al massimo 10-20w per pochi minuti...... quindi l'autostrada non la uso.....

    A questo punto cosa si fa' allora per connettere un impiantino da 100-200w , chi apre le danze chiedendo ad Enel ?

    Ho fatto l'elettricista per diversi anni... il caro operaio dell'enel sapra' bene , che prima di prendere in mano la fase , anche se a valle , la deve controllare o mettere a massa, potrebbe sempre esserci un condensatore carico di qualche apparecchio e se e' su una scala ....
    Poi vorrei far vedere nei condomini , che situazioni ci sono ancora , con contatori enel (nuovi) appesi ai fili , interruttori a tabacchiera con fili penzoloni a volte scoperti e che cavolo di regole hanno seguito per allacciare detti impianti ?!
    AUTO BANNATO

    Commenta


    • #32
      x levyrameg: hai postato l'allegato A 70 ed il punto è proprio quello e le domande che mi pongo sono queste: Se le aziende distributrici non sono tenute alla vigilanza perchè dovrebbero consentire l'allaccio ad impianti di cui non sanno niente e non hanno il controllo? Considerando che Terna specifica chiaramente che le responsabilità di allaccio ricadono su quest'ultime.
      Spero almeno che tu convenga con me sul fatto che per allacciare un inverter grid alla rete pubblica bisogna chiedere autorizzazione al distributore.
      x Spider61 : Credo che le str... le diciamo un pò tutti chi più chi meno, in ogni caso il mio post precedente era inteso a far capire che è necessario, a mio avviso, una richiesta di allaccio al gestore. Che poi il tuo inverter si fonda o no, che l'operaio si metta i guanti, che nei condomini hanno lavorato da cani e che tu abbia fatto l'elettricista non sposta di una virgola il concetto principale e cioè il distributore deve sapere che eroghi energia sulla rete o no? Il discorso dell'inverter cinese e dei link non era riferito a te personalmente ma ad un concetto generale in un contesto di rete distribuita, dove se tutti installassero inverter da supermercato potrebbero generasi condizioni di islanding che già tanto stanno dando filo da torcere ad Enel, vista l'emanazione della nuova delibera.
      Ovviamente non sarò io a dirti quale inverter scegliere.
      Quello che non c'è non si rompe (H.Ford)
      Solare termico ad integrazione :120 Tubi Heat-Pipe Eurotherm - 150 lt scaldabagno - Scambiatore a 40 piastre Pacetti.
      Fotovoltaico: Impianto fotovoltaico off grid 1 kw.

      Commenta


      • #33
        Il concetto con cui ho aperto il post era di fare impianto che copra il consumo di base , l'immissione in rete non ci deve essere o essere minima... naturale che se faccio 1kw e consumo a mezzogiorno 50w (e si facesse tutti l'impianto) sarebbe un casino.....

        In generale : il bello e' c'e' chi fa' l'impianto in isola (che secondo me dove ho gia' la rete ,non si ripaghera' MAI ! ) e poi fanno accrocchi con cui fanno lo scambio tra quello e la rete e si pensa che enel sarebbe contenta di sapere che le loro' linee sono separate dalla tua ,da un qualcosa di autocostruito, non omologato e nessuna dichiarazione di conformita' dell'impianto .... o chi mette un UPS cinese pensa di essere in regola ?!
        AUTO BANNATO

        Commenta


        • #34
          Al di là della verifica normativa, qualcuno di voi ha trovato in rete qualche kit già esistente dove dal microinverter vado direttamente dentro una presa elettrica? Se deve essere una soluzione "fai-da-te" non credo si possa considerare di lavorare sul quadro elettrico.

          Commenta


          • #35
            ma come "al di là della verifica normativa"?
            ragazzi qui non si incoraggia nessuno a violare le norme. E poi sarebbe stupido, l'elettricità è una cosa seria. ci si fa male.

            Commenta


            • #36
              La normativa (CEI 0-21) li equipara agli utenti passivi.

              Commenta


              • #37
                perfetto, quindi non sono soggetti alle norme CEI per utenti attivi ma solo alle regole tecniche del gestore di rete. quindi non puoi fare quello che ti pare ma devi chiedere "il permesso" al gestore di rete/distributore

                Commenta


                • #38
                  Incoraggiare a violare le norme ??! E perchè? Chiedo solo, se oltre alla giustra discussione sulle regole, qualcuno di voi abbia trovato (magari all'estero) dei micro-kit che siano davvero "fai-da-te" composti da 1 o 2 moduli AC giusto per coprire il baseload domestico.
                  .... grazie per l'ultim'ora sulla pericolosità dell'elettricità... ho imparato una cosa nuova...

                  Commenta


                  • #39
                    Originariamente inviato da blux Visualizza il messaggio
                    quindi non puoi fare quello che ti pare ma devi chiedere "il permesso" al gestore di rete/distributore
                    Quindi devo chiedere il permesso all'ente dittatorio dei pazzi anche per cambiare il frigo ?

                    Basta veder i salti mortali fatti , per far cambiare i limiti agli inverter e poi , contro la legge , non accettano i limiti allargati ... ma dai si deve sottostare a questo branco di .....
                    AUTO BANNATO

                    Commenta


                    • #40
                      Il microkit sono 2 pannelli e un inverter grid tie che trovi dappertutto.
                      Qui non si parla solo di norme, la questione è anche tecnica.
                      A mio avviso in casa non esistono dispositivi con consumi così constanti da evitare in qualche momento della
                      giornata di immettere energia in rete e questo significa in sostanza pagare ad Enel la tua stessa energia vanificando
                      la spesa.
                      La rete può variare in tensione anche del 15% variando di conseguenza l'erogazione del tuo inverter.

                      A questo punto un impianto ad isola è preferibile.

                      A chi parla ancora della CEI-021 pongo ancora una volta questa domanda.
                      La richiesta di allaccio al gestore bisogna farla o no in caso di impianti inferiori ad 1 kw ?

                      p.s. non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire..
                      Quello che non c'è non si rompe (H.Ford)
                      Solare termico ad integrazione :120 Tubi Heat-Pipe Eurotherm - 150 lt scaldabagno - Scambiatore a 40 piastre Pacetti.
                      Fotovoltaico: Impianto fotovoltaico off grid 1 kw.

                      Commenta


                      • #41
                        Il problema dell'immissione conteggiata come prelevata puo' anche essere ininfluente : se ho 100W costanti e un pannello che mi produce 120-130w per l'ora di massima elecazione del sole , cosa succede ?! che invece di pagare 100w ne pago solo 20-30w ti torna ?
                        Che poi secondo me , ci sia una lacuna legislativa , va da se.....
                        AUTO BANNATO

                        Commenta


                        • #42
                          x spider61 Ok la sottrazione ci sta è quella. Però tu in casa hai consumi costanti?
                          forse qualche alimentatore e qualche lampadina (se è a basso consumo nemmeno quella). Ne vale la spesa e il rischio?
                          Se devo spendere soldi per attrezzarmi mi conviene farlo almeno includendo il frigorifero e la televisione.
                          Io ho un impianto ad isola che mi fa solo l'illuminazione e i servizi isolato dal mondo e mi trovo benissimo.
                          In più se va via corrente ho comunque i servizi attivi.
                          Quello che non c'è non si rompe (H.Ford)
                          Solare termico ad integrazione :120 Tubi Heat-Pipe Eurotherm - 150 lt scaldabagno - Scambiatore a 40 piastre Pacetti.
                          Fotovoltaico: Impianto fotovoltaico off grid 1 kw.

                          Commenta


                          • #43
                            Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                            Quindi devo chiedere il permesso all'ente dittatorio dei pazzi anche per cambiare il frigo ?
                            ...
                            immagino che tu abbia una minima idea della differenza tra un generatore e un utilizzatore, prelievo e immissione non sono la stessa cosa.

                            probabilmente c'è anche scritto qualcosina sul tuo contratto con il venditore.

                            Commenta


                            • #44
                              Secondo me ,tornando al primo post inserito da spider 61, le norme da seguire per un impianto di potenza < 1Kwp sono le stesse per quelli di potenza > o = ad 1 Kwp. Si deve comunque richiedere domanda di connessione al gestore della rete Enel o chi per lui. L' unica differenza e' che non si puo' fare domanda al gse per il conto energia. In fondo da utente passivo si diventa utente attivo nel momento in cui si installata un fotov. Anche se micro con taglia 250W (per esempio). Non dico che sia giusto sobbarcarsi l' onere burocratico per la domanda di connessione anche per micro impianti che in fondo non immettono energia in rete ma purtroppo, se non mi sbaglio, le cose stanno cosi'.

                              Commenta


                              • #45
                                Originariamente inviato da Manovel Visualizza il messaggio
                                - Dare questa possibilità significherebbe che tutti sarebbero intentati ad installare il minimo per scendere di fascia e pagare il kwh molto di meno. Così facendo però al gestore verrebbero a mancare le risorse per pagare gli incentivi al fotovoltaico tradizionale che ci vengono caricati sulla nostra bolletta proporzionalmente.
                                Forse dare questa possibilità a tutti con un contatore bidirezionale per un impianto meno di 1Kwp, l'utente a il vantaggio di risparmiare, e il gestore si ritrova in rete tutti i Kwh immessi a costo zero/gratis che può rivendere e guadagnare, dando una percentuale per gli incentivi.
                                Fotovoltaico 3 kw produzione anno 2012- 4602 Kwh
                                Solare Termico con tubi sottovuoto
                                Eolico Futurenergy Fe1048 & windmaster500

                                Commenta


                                • #46
                                  Con meno di 1 kWp e l'autoconsumo è giusto che quel poco che resta venga immesso in rete gratuitamente (con contatore bidirezionale solo per non pagare anche sulle immissioni). D'altro canto, se così non fosse così si dovrebbe pagare il costo per la misura della energia immessa, per la gestione del pagamento, etc., e sarebbe solo overhead per gli utenti e per il distributore.
                                  Let's keep it simple.

                                  Sarebbe comunque utile se qualcuno del mestiere postasse la conferma di quanto ha scritto Hydra.

                                  Commenta


                                  • #47
                                    Esulando dagli impianti stand alone, quindi 0,99999 kW grid tied esiste un dispositivo che stacca la produzione se viene immessa energia in rete?
                                    Mi viene in mente l'equivalente di un diodo, se non fosse che siamo in alternata...

                                    Commenta


                                    • #48
                                      Provo a fare un ragionamento.

                                      Gli inverter per PV funzionano normalmente in MPPT per cui producono la massima potenza possibile muovendosi sulla curva di produzione potenza-tensione del pannello. Se però sposto il punto di lavoro su tale curva posso produrre una potenza diversa, minore di quella massima ottenibile in quel momento con quel sole.
                                      Un inverter per un kit fotovoltaico passivo rispetto alla rete enel dovrebbe essere in grado di spostare il punto di funzionamento sulla curva potenza-tensione del pannello fotovoltaico in modo da non produrre più di quanto consumato in quel momento.
                                      Basterebbe dotare l’inverter di un sensore a morsetto da fissare a valle del contatore che trasmetta via radio all’inverter quanto produrre in modo da non immettere mai nulla in rete.

                                      Secondo me un kit con un inverter del genere potrebbe essere davvero un elettrodomestico di libera vendita da portare a casa e attaccare alla presa senza chiedere nulla a nessuno.
                                      Certo perderei la produzione che non sono in grado di auto-consumare, ma visti i risparmi di burocrazia un kit del genere potrebbe comunque ripagarsi in tempi opportuni.
                                      Poi magari si fanno due kit, modello base solo pannello + inverter e modello plus con anche le batterie.
                                      Ciao Antonio
                                      Nella recrudescenza che caratterizza l’agonia di ogni sistema, qui si pensa a un dopo imminente.

                                      Commenta


                                      • #49
                                        provo a ragionare anche io se propio volete il mini impianto ma deve essere isolato dalla rete
                                        quindi alimenta carichi in un circuito in isola e volendo i carichi potrebbero essere anche in continua
                                        quindi pannelli batterie regolatori di carica,quando le batterie sono scariche si passa dalla rete,
                                        se l'impianto è ben dimensionato ne poco ne troppo direi che si può risparmiare e abbattere le bollette

                                        Commenta


                                        • #50
                                          Io avevo chiesto , se era possibile fare l'impianto cosi' :
                                          PANNELLO->REGOLATORE->BATTERIA->(LIMITATORE REGOLABILE DI CORRENTE)->INVERTER GRID TIE
                                          costa di piu' ma tutta l'energia che raccoglie il pannello( - tutte le perdite delle varie conversioni) mi va in rete come autoconsumo ; se esiste un dispositivo in grado di limitare la corrente sull'ingresso grid tie , basta che regoli detta corrente sul minimo consumo della casa e il giochino e' risolto o quasi .
                                          Ho un pannello da 200w , stabilisco 50w come massima immissione in rete in casa che e' il mio minimo assorbimento , prendo quei w o meno dal pannello , quando supero la produzione di 50w mando in carica la batteria , appena il pannello smette continuo a prendere dalla batteria per un po' di tempo .....
                                          AUTO BANNATO

                                          Commenta


                                          • #51
                                            Propongo un altro punto di vista.

                                            Due o più pannelli dedicati ad alimentare una PDC o un boiler ad accumulo.

                                            Non entrerebbero mai in rete, ma produrrebbero ACS sempre, o rinfrescherebbero d'estate e riscalderebbero a mezza stagione.

                                            Funzionamento ad isola quando ho energia a sufficienza, dalla rete altrimenti, ma sempre riferito all'elettrodomestico di carico di cui il pannello potrebbe essere un accessorio.

                                            Commenta


                                            • #52
                                              Fare l'acqua calda TRAMITE RESISTENZA con il fotovotlaico è sinonimo di buttar via i soldi.

                                              Ho fatto una domanda precisa all'Enel, se so qualcosa vi aggiorno.

                                              PS. anch'io sono molto interessato, pensavo a 3 o 4 pannelli con altrettanti micro.
                                              Suppongo che la richiesta di connessione dovrò comunque farla, quindi dovrò dichiarare di aver ottenuto i permessi, e via di pratiche in comune.
                                              Ultima modifica di emanuele.c; 09-10-2012, 15:12. Motivo: sotto i 6 kW non c'è mai bisogno di SPI esterno

                                              Commenta


                                              • #53
                                                Originariamente inviato da Manovel Visualizza il messaggio
                                                ...
                                                I microinverter ovver inverter abbinati ad un solo modulo rispondono all'esigenza
                                                Ultima modifica di nll; 10-10-2012, 06:55. Motivo: Eliminazione duplicato del messaggio

                                                Commenta


                                                • #54
                                                  Rimane il problema di come chiedere all'Enel di riprogrammare il contatore (per farlo diventare bidirezionale): si deve fare domanda di connessione?
                                                  Io ho chiesto ai miei contatti in Enel che si stanno informando, se qualcun altro prova a interessarsi possiamo confrontare le risposte che ci daranno.

                                                  Commenta


                                                  • #55
                                                    Originariamente inviato da blux Visualizza il messaggio
                                                    ...
                                                    Mi sembra meglio dire che si applica la CEI 0-21 per impianti passivi agli impianti attivi sotto 1 kW.
                                                    Ma non è un mio parere. La CEI 0-212 regole tutte le connessioni attive e passive.
                                                    Ultima modifica di nll; 10-10-2012, 06:52. Motivo: Eliminazione citazione integrale. Violazione art.3 del regolamento del forum

                                                    Commenta


                                                    • #56
                                                      Grande notizia !!!! da confermare : https://www.energeticambiente.it/leg...#post119371917
                                                      AUTO BANNATO

                                                      Commenta


                                                      • #57
                                                        sono mesi che si discute sui micro impianti facendo supposizioni,quando è sufficiente chiedere un parere
                                                        ufficiale ad enel che sarà sicuramente un no,
                                                        ad un seminario pochi giorni fà un ingegnere dell'enel ci raccontava dei problemi causati dall'ingresso di migliaia
                                                        di mini impioanti di produzione e si meravigliava del fatto che tutto sommato nonostante anche il continuo cambio
                                                        di regole erano riusciti a rispettare i termine di legge degli allacciamenti,nonchè della preocupazione di intervenire
                                                        su linee dove la corrente non ha solo una direzione,smart grid siamo ancora all'età della pietra però a breve parte
                                                        la sperimentazione,
                                                        ora aver sezionato una linea non garantisce che non sia più sotto tensione se poi ci aggiungiamo degli impianti
                                                        abusivi fatti da improvvisati se qualcuno si fà male si và nel penale

                                                        Commenta


                                                        • #58
                                                          Ma hai letto quello che e' stato scritto nella discussione che ti ho messo ?
                                                          Altrimenti e' inutile che intervieni ..... se e' vero che e' stato chiesto a Enel e ha risposto in maniera positiva .... si aspettano conferme..... qui si parla di prendere un apparato omologato , connetterci un pannello e via.... quali improvvisati , abusivi , penali.....
                                                          Posso ancora infilare la spina dell'asciugacapelli o vengo arrestato e messo in gattabuia ?!?!?
                                                          AUTO BANNATO

                                                          Commenta


                                                          • #59
                                                            Riesumo questo thread, chiedendovi che :

                                                            Dando per appurato che sotto il kwp (<1kwp) si viene classificati come "Utenza Passiva", io o tizio, che ha un impianto FV incentivato con GSE e Scampio sul Posto,
                                                            cosa succederebbe se installasse un mini eolico, da es. 999wp, tutto a regola d'arte e conforme alle normative, e questo mini eolico immettesse es. soprattutto di notte, quindi dalle fasce orarie il GSE noterà qualche anomalia in immissione.

                                                            A cosa si va incontro? Sanzioni dal GSE?

                                                            O è indispensabile un'altro POD? In questo caso il gioco non vale la candela.

                                                            L'idea mi è venuta per abbattare parzialmente i consumi notturni che hanno una media di 0,5 kwh al dì.

                                                            Grazie a tutti.

                                                            Commenta


                                                            • #60
                                                              minieolico da 500w e fotovoltaico da 5kw connesso con scambio sul posto

                                                              anche io ho lo stesso dubbio..... Ho da poco montato un impianto fotovoltaico da 5kw legalmente connesso con enel gse SSP e tutto il resto, prima di montare il FV avevo sul tetto un minieolico da 500w che produceva pochino, ma nelle sere ventose arrivava anche a 600w di picco con una media di 100-200wh collegato con un inverter di rete da 500w e 2 batterie da 240 Ah per le luci del giardino con sistema ad isola, il mio dubbio è proprio questo se rimonto il minieolico e di sera produco piu' di quanto consumo... che sucede col GSE..... nn è che mi bloccano gli incentivi dello SSP..... visto che potrei immettere in rete di notte, quando il FV è normale ke nn produca???
                                                              Solare termico: n.2 pannelli piani sunergsolar: bollitore 300lt
                                                              Fotovoltaico 1: 21 Q-Cells Q PRO G2 235W polycristallino n.2 stringhe indipendenti da 7+14.Power one 5000PVI OUTD.Esposizione azimut -20°, tilt 17°.
                                                              Fotovoltaico 2: 18 isofoton isf240w monocristallino n.2 stringhe da 9+9.Inverter schneider PVSNV14043. Esposizione azimut -20°, tilt 17°.

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X