Zero XU - Finalmente mia - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Zero XU - Finalmente mia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da Spuzzete Visualizza il messaggio
    e' stato dimostrato da vari utenti su un'altro forum internazionale che queste sono batterie in realta' da 3-4C continui.
    che *******i.
    certo che sulle batterie c'è un banditismo mai visto su altri prodotti, peggio dei watt degli stereo anni '80...

    Allora se sei limitato dall'elettronica a 14S, ti dico la mia: io non rifarei il pacco.
    come sai meglio di me, il bms tagliando quando una cella va in undervoltage da come risultato il fatto che in un pacco, siano sempre quelle 2/3 celle ad andare in undervoltage, deteriorandosi molto più delle altre, che hanno sempre un DOD migliore. In definitiva, un pacco dichiarato da sostituire (se non è andato in guerra...) ha in realtà solo 2/3 celle messe male, visto anche il tuo kilometraggio, io farei una prova di scarico su tutte le celle e sostituirei solo quelle messe male.
    Siccome non le producono più, ne metterei di altra marca, ma in relazione alla qualità, le aumenterei di qualche Ah per star tranquillo.
    Es. buona marca +5Ah, marca scadente +20Ah
    anche se non ho capito la tua quanti Ah montava in origine.

    Commenta


    • #32
      Nuova batteria recuperando scarti...

      @ Cristiano2b, il tuo ragionamento fila ma ho avuto un po' una battuta d'arresto oggi.

      Oggi ho fatto un po' di test sul pacco bat originale e le celle non stanno messe bene. Meta' pacco circa e' morto senza possibilita' di ritorno in vita...penso che le celle restando a bassa tensione per anni (la moto e' del 2011...chi lo sa da quanto tempo la batteria non e' stata caricata...) si siano rovinate a causa degli elementi chimici che si sono via via degradati, leggevo da qualche parte che il degrado aumenta molto se le celle sono prossime a 0v..Se e' cosi' le possibilita' di recupero sono poche. inoltre alcune celle in fase di carica nemmeno molto spinta (5A...mentre il CB originale pompa 17-20A ) scaldano molto.

      Quando ho acquistato la moto, il concessionario mi ha dato due batterie morte di Zero piu recenti e con celle Farasis da 25Ah.Ogni batteria ha 28 celle se non erro. Oggi ho smontato una delle batterie ed ho provato a recuperare le celle. Piccolo successo che mi ha impegnato tutta la giornata. La batteria e' difficile da disassemblare ed ho dovuto usare un agente chimico per dissolvere un po' il silicone in cui era immersa la batteria.

      Dopo collegamenti e test vari, ho messo sotto carica le celle a basso amperaggio (0,8A) e su 16 celle, 15 hanno risposto bene e dopo circa un'ora erano sopra i 3v per cella (tensione di partenza era meno di 1 volt).

      Ora il tutto e' in carica sul CB e BMS originali e sembra tutto ok. Ci sara' una fase di bilanciamento piu o meno lunga perche' le celle sono su tensioni leggermente diverse. Le celle Farasis sono davvero piccole rispetto a quelle che monta la mia Zero. Le celle del mio modello sono circa 37Ah, mentre le Farasis 25Ah. Dovrebbero starci circa 75Ah nel vano batterie usando queste celle, praticamente la capacita' raddoppia e lo spazio resta invariato. Vedremo.



      Ecco qui un po' di foto. Spero di poter fare un giro di prova domani.


      Batteria Zero con celle Farasis. Segnava 6volt invece di 102-117v prima del recupero

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20170501_190221-1328x747.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 259.0 KB 
ID: 1961313


      Celle imbevute in una sorta di resina e silicone. E' stato un lavoraccio estrarle e separarle senza danneggiarle

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20170501_190129-1328x747.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 241.3 KB 
ID: 1961314


      Fase di recupero. Seconda ricarica con cb modellismo

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20170506_175537-1328x747.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 277.9 KB 
ID: 1961312


      Ricarica con CB orgiginale e BMS

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20170506_221146-1328x747.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 236.7 KB 
ID: 1961315


      Foto per dare un'idea di quanto piccole siano le celle di recente generazione

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20170506_221305-747x1328.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 221.4 KB 
ID: 1961316
      Bici elettrica MKIII : qui.

      E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk

      Commenta


      • #33
        eh si, il mio ragionamento è valido nel caso di un pacco quotidianamente utilizzato, ma stupidamente non ho tenuto conto che il tuo era inutilizzato da anni, collegato per giunta e quindi chissà per quanto tempo quelle povere celle sono rimaste sotto i 2V...

        quindi riassumiamo:
        devi fare un 14S Li ion
        hai due pacchi da 28 celle farasis da 25Ah, quindi 56 celle totali da 25Ah
        se nel vano ce ne stanno x 75Ah, significa che hai stimato un 14S3P
        e quindi complessivamente puoi scartare dai due pacchi più recenti, un numero massimo di 14 celle.
        ho capito bene?

        se 15 su 16 hanno risposto bene, sei partito col piede giusto. Fai una prova di scarica per avere il responso definitivo, ma considerando che il concessionario ti deve (per le condizioni in cui era la moto) aver fatto un prezzo di realizzo, secondo me hai cmque fatto un affare.
        Un affare se non consideri la tua manod'opera....

        Commenta


        • #34
          eh si se non si considera la mano d'opera dei proprietari i nostri gioielli sono tutti affari memorabili

          Vai Spuzzete e testale bene che celle rimaste sotto la Vmin per tempo prolungato di solito si danno per spacciate...

          Il vantaggio delle moto rispetto alle auto è che ci si può permettere di montare e smontare il pacco con più leggerezza, non ci sono cassoni di centinaia di kg da estrarre da sotto
          I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
          https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

          Commenta


          • #35
            sempre detto che le cose usate sempre durano per sempre , o per quello che sono state progettate, ma se le lasci sole muoiono anche se son di ferro.

            Commenta


            • #36
              Altra prova

              Altro aggiornamento. Le batterie sembrano OK. Probabilmente qualcuna soffre piu delle altre ma per ora bene cosi', le prospettive sono piu rosee rispetto a settimana scorsa.

              Ho provato la moto sulle strade attorno casa stamattina e la differenza con la batteria di prova iniziale (quella dei primi post) e' notevole. Sono riuscito a portare la moto a 70kmh e l'accelerazione e' fantastica. Non andava di piu perche' la MBB avverte il calo di tensione e taglia la potenza. Con la batteria di prova settimana scorsa ero limitato a 40kmh...

              Probabilmente le batterie hanno bisogno di un paio di cicli per stabilizzarsi.

              Ora vedo di recuperare qualche altra cella e di mettere assieme un pacco batterie decente.


              La moto, inclusa la consegna e tutte le batterie morte l'ho pagata circa 850 dollari Canadesi.
              Bici elettrica MKIII : qui.

              E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk

              Commenta


              • #37
                secondo me il solo fatto di sentirsi in mano tua le ha aiutate a riprendersi
                I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                Commenta


                • #38
                  ottimo acquisto.
                  approfittiamo di questi affari finchè clienti e rivenditori svendono gli usati elettrici, non comprendono che un mezzo elettrico è praticamente nuovo se si cambiano le batterie.
                  si possono fare ottimi acquisti come nel tuo caso, soprattutto nel settore moto, dove l'aggiornamento estetico è più lento rispetto alle autovetture e di conseguenza lo è anche l'obsolescenza del prodotto.

                  Commenta


                  • #39
                    Originariamente inviato da Spuzzete Visualizza il messaggio

                    La moto, inclusa la consegna e tutte le batterie morte l'ho pagata circa 850 dollari Canadesi.
                    invidia pura...
                    io ho pagato 66 euro uno scooter elettrico con batterie morte, ma era un Malaguti ciak un ciclomotore. il tuo è un ottimo affare.
                    Vectrix VX1 Batterie Nissan Leaf Inside

                    Il mio precedente scooter

                    Commenta


                    • #40
                      Grazie ragazzi. Sono stato molto fortunato perche hanno ritrovato la batteria col bms originale, altrimenti per far ripartire la moto avrei dovuto ricollegare tutti i fili per bypassare la MBB ed avrei perso molte delle funzioni di protezione e pure il display.

                      Tornando a noi...per costruire la batteria con le celle recuperate non posso saldare sulle liguette delle batterie. Potrei saldare a stagno con determinati prodotti (flux e stagno specifici) ma potrei rovinare le celle per via del calore generato. Saldare a punti non e' un'opzione a meno di usare particolari tecniche, la tecnica a scarica capacitiva non funziona.

                      Le batterie originali usano un sistema di crimpaggio (e' un termine italiano o me lo sono inventato??) con termi-foil, ed io sto proprio pensando di usare questo sistema per costruire la nuova batteria. Link: TAB, TERMI-FOIL END TAP TERMINAL: 51943 TERMI-FOIL | TE Connectivity .

                      Non sono economici ma e' sempre meglio che comprare una batteria nuova...
                      Bici elettrica MKIII : qui.

                      E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk

                      Commenta


                      • #41
                        Spuzzete, cercando esistono delle resine o dei metalloidi bicomponenti conduttivi tipo il multimetal o il fiortech.
                        In alternativa si può realizzare/stampare un box con connettori a molla tipo questo.
                        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   a2ulc0.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 36.0 KB 
ID: 1961356
                        Scusa, l'ultimo è una sciocchezza perché tu stai andando su batterie in busta vero?
                        Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

                        Commenta


                        • #42
                          i foil terminals sembrano la soluzione ideale per unire le linguette senza saldature.
                          speriamo non costino una follia...

                          nella peggiore delle ipotesi, fai come me che ho forato (con la massima attenzione) le linguette e poi le ho imbullonate, creando un buon contatto tra le due con rondelle ampie. Non è il max dell'estetica, ma è funzionale.
                          L'unico limite è che può essere fatto solo con batterie di basso amperaggio, perchè hanno linguette piccole che possono essere ben compresse da una rondella.
                          Per linguette grandi e dalla forma molto distante da un quadrato, non si può creare un buon contatto, a meno di non fare più di una foratura della linguetta, opzione possibilmente da evitare.

                          Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   image1.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 107.9 KB 
ID: 1961359Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   image2.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 329.5 KB 
ID: 1961360Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   image3.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 125.1 KB 
ID: 1961361


                          I separatori arancioni ho dovuto inserirli perchè essendo celle piccole da 6Ah, in fase di cablaggio dei fili del bms (con capicorda) avrei facilmente creato corti.
                          non servono già dalle 10Ah in su, se si fa attenzione. Questo perchè sono più spaziate essendo più larghe.

                          Commenta


                          • #43
                            avevo pensato anch'io a una soluzione tipo Cristiano... oppure per non forare le linguette e/o per linguette grandi due lamierini con doppio foro e doppio bulloncini, per stringere a pacco le linguette inserite tra i due...
                            I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                            https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                            Commenta


                            • #44
                              Grazie a tutti dei suggerimenti.

                              Dato che ho una stampante 3D un'opzione sarebbe disegnare delle "clamp" apposite per tenere assieme le linguette. Ci sono un paio di problemi che mi vengono in mente: si tratta di clamp di plastica e se si scaldano si deformano e secondo forse sono troppo ingombranti.

                              Ecco cosa pensavo di fare (disegno veloce e non definitivo):

                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   3D_clamp.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 18.9 KB 
ID: 1961365

                              Dadi e viti M3 per dare un'idea delle dimensioni. Da una parte c'e' il foro per il dado, dall'altra lo spazio per contenere la "testa" della vite in modo che niente "sporga" ovvero tutto sia "flush".
                              Bici elettrica MKIII : qui.

                              E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk

                              Commenta


                              • #45
                                Io ho fatto una cosa simile per le 18650, ma il dado (o meglio la sua filettatura) la ho stampata direttamente sul supporto ed il bullone fatto anche in PLA con riempimento 100% con testa esagonale ed innesto a croce, in modo che sia svitabile in quasi tutti i modi, ovviamente foro di alloggio rotondo e leggermente più grande per inserire eventualmente una chiave esagonale, male che vada spacchi tutto chissenefrega .

                                Mi piace la zigrinatura, ed a quel punto le linguette le connetterei a forma di 'Z' rovesciata in modo tale che più superficie faccia da contatto e le renda maggiormente solidali per le sollecitazioni possibili.

                                La temperatura, certo, superando i 60° inizieresti ad avere un cedimento strutturale delle clamp, e questo potrebbe essere il rischio maggiore, ma non ho idea se possano essere raggiunte o superate quelle T.

                                PS. M3 in PLA è troppo piccolo, io ho fatto in M5.
                                Ultima modifica di Elisabetta Meli; 09-05-2017, 15:44. Motivo: PS
                                Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

                                Commenta


                                • #46
                                  ma la zigrinatura perchè le linguette sono talmente sottili da essere sagomabili?

                                  Bah...sono vecchio andrei su metallo per una questione di rigidità e pressione che ne consegue. La temperatura non sale...a meno di problemi di contatto.
                                  In tal caso la plastica sarebbe deleteria, come dimostrano i miei problemi di fusione dei connettori dei fari della mia Eli...
                                  I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                                  https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                  Commenta


                                  • #47
                                    Configurazione nuova batteria...

                                    Per quanto riguarda la clamp la stamperei in PETg che e' piu resistente del PLA sia come caratteristiche meccaniche, che come temperatura ed inoltre e' meno soggetto ad invecchiamento (PLA si indebolisce se continuamente esposto al sole ad esempio). La scelta ricadrebbe su viteria M3 perche' lo spazio e' davvero limitato e le linguette sono corte...

                                    Cmq era solo un'idea e pensandoci un attimo probabilmente i connettori termi-foil sono la migliore opzione al momento.

                                    Proprio parlando di configurazione della nuova batteria, non sono sicuro su come mettere in parlallelo le celle. Ovvero SO come so mettono in parallelo, ma sulla configurazione sono un po' esitante.

                                    La prima idea che viene in mente e' quella di separare tutte le celle e metterle a gruppi di 3 collegate in parallelo e poi collegare i 14 "gruppi" in serie. Fin qui penso siamo tutti d'accordo. Il fatto e' che le linguette delle celle sono veramente corte! Inoltre la maggior parte delle celle e' gia' bella crimpata e sarebbe un lavoro lungo riconfigurare tutto.

                                    Quindi pensavo di fare come nel disegno qui sotto. Creerei cosi 3 pacchi bat 14s1p connessi in parallelo.Oltre ai cavi di potenza, dovrei "solo" saldare dei cavi (penso 8 o 10 AWG bastino) per mettere in parallelo le celle. Userei anche dei connettori tipo questi XT150 Battery Side w/6mm Gold Connectors - Red & Black (5pairs/bag) nel caso dovessi fare manutenzione alla batteria e separare i pacchi bat...

                                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Farasis_cells_parallel.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 126.4 KB 
ID: 1961413

                                    L'immagine sopra e' solo per rendere meglio l'idea, in realta' nella moto la batteria sara' posizionata cosi' per motivi di spazio:

                                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Farasis_cells_parallel_rotated.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 76.5 KB 
ID: 1961414



                                    @ Riccardo le linguette delle celle sono corte e flessibili...:

                                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20170509_184209-1328x747.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 166.8 KB 
ID: 1961415
                                    Bici elettrica MKIII : qui.

                                    E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk

                                    Commenta


                                    • #48
                                      3 Paralleli di 14 Serie O 14 Serie di 3 Paralleli ?

                                      In teoria non dovrebbe cambiare nulla, ma... a mio avviso i 3 Paralleli di 14 Serie è peggio e cerco di spiegare perché;
                                      Come spesso accade, le celle si sbilanciano, soprattutto con cariche e scariche elevate, ed in una configurazione come questa, potrebbe accadere che una cella della serie scenda eccessivamente di voltaggio con potenziale danneggiamento della stessa. Il BMS fa il suo lavoro, certo, ma corregge entro pochi Ah se dotato di balancer, e taglia alimentazione se percepisce una sotto tensione.
                                      Nel caso dei 3 Paralleli di 14 Serie, il BMS si può collegare solo ad una serie, e solo questa verrà controllata, mentre le altre due resteranno in balia delle ovvie oscillazioni di tensione.
                                      A meno di collegare un BMS per ciascuna serie, oppure collegare in parallelo le singole celle che compongono le serie (ma diventa un lavoro certosino sia per il numero di cavi di connessione che per la loro lunghezza, e, di conseguenza, della loro sezione dato che potrebbero passare correnti elevate tra le celle del parallelo) te ne rendi facilmente conto se osservi la tua immagine n° 1.

                                      Al contrario formando 14 Serie di 3 Paralleli, ciascun parallelo diciamo che 'auto corregge' il voltaggio della cella meno capace bilanciando il parallelo, riducendo la tensione della cella più alta a favore della tensione della cella più bassa, o come direbbe qualcuno assorbendo più Ah dalla cella migliore, ed un singolo BMS riesce a percepire l'integrità del parallelo così formato, eventualmente correggendo tramite bilanciamento.
                                      Il numero di connessioni resta uguale, ma la loro lunghezza è molto inferiore, addirittura i singoli paralleli potrebbero avere lunghezza nulla o quasi con soluzioni idonee di connessione.
                                      Gli unici cavi leggermente più lunghi sarebbero solo del BMS, ed uno solo sarebbe sufficiente allo scopo per gestire tutto.
                                      In definitiva si otterrebbe un pacco più bilanciato con meno cavi in giro e meno rischi.

                                      P.S.: Da figura 1; Pur se sbagliata la configurazione, i connettori generali + e - al controller devono stare sul pacco centrale e non su di un lato, questo per distribuire al meglio le correnti in gioco.
                                      Ultima modifica di Elisabetta Meli; 10-05-2017, 05:31. Motivo: PS
                                      Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

                                      Commenta


                                      • #49
                                        Originariamente inviato da Elisabetta Meli Visualizza il messaggio
                                        A meno di collegare un BMS per ciascuna serie, oppure collegare in parallelo le singole celle che compongono le serie (ma diventa un lavoro certosino sia per il numero di cavi di connessione che per la loro lunghezza, e, di conseguenza, della loro sezione dato che potrebbero passare correnti elevate tra le celle del parallelo) te ne rendi facilmente conto se osservi la tua immagine n° 1.
                                        Ciao Elisabetta,

                                        ho capito il discorso e forse mi sono espresso male, ma io intendevo nella immagine 1 (ho anche scritto in blu), di collegare ogni 3 celle in parallelo con cavi 10 awg (oppure 8awg che supportano piu corrente) perche' le linguette delle celle son veramente corte e dovrei quindi inventarmi qualcosa per metterle in parallelo in maniera "tradizionale" ovvero come suggerivi tu...So che il mio metodo della figura1 non e' proprio canonico...ma se le celle sono sane in teoria dovrebbe funzionare senza problemi... Magari e' meglio ordinare qualche termi-foil per fare qualche prova di collegamento delle linguette..
                                        Bici elettrica MKIII : qui.

                                        E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk

                                        Commenta


                                        • #50
                                          Non esiste un metodo per potere... prolungare le linguette ?
                                          Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

                                          Commenta


                                          • #51
                                            Ma scusa spuzzete, ma nel caso di 3 paralleli di 14 serie, metti 3 bms?

                                            credo che una serie di 3 paralleli sia una scelta obbligata.
                                            avrai lo svantaggio delle linguette, ma anche il grande vantaggio di avere un pacco molto più bilanciato:
                                            facendo una prova di scarica su tutte le celle, avresti la possibilità di parallelare la cella peggiore con la migliore e poi le altre di conseguenza.
                                            Aumentando di molto l'autonomia, in quanto con questa configurazione, avresti la cella peggiore che sarebbe più capiente rispetto alla peggiore nella configurazione delle 3 lunghe serie

                                            Commenta


                                            • #52
                                              Concordo con quanto scritto da Eli e Cristiano!

                                              Sono più drastico.... non fare il pigro Spuzzete, mettere in parallelo 3 pacchi DOPO aver connesso le celle in serie è quasi come non avere nessun BMS a meno di metterne uno per ogni serie.

                                              Direi che è sicuramente da evitare!

                                              Importante anche bilanciare le correnti come dice Eli, ma molto meno critico: eventuali asimmetrie porterebbero solo a leggere differenze nelle correnti assorbite durante i picchi violenti, ma le resistenze interne e i momenti di assorbimento "normale" porterebbero comunque a un riequilibrio delle celle
                                              I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                                              https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                              Commenta


                                              • #53
                                                Originariamente inviato da Elisabetta Meli Visualizza il messaggio
                                                In teoria non dovrebbe cambiare nulla, ma... a mio avviso i 3 Paralleli di 14 Serie è peggio
                                                In realtà è un problema solo semantico, perchè le batterie vanno fatte a griglia. La dicitura 3P14S (o 14S3P) serve solo intendersi su quant'è grande e che forma ha la batteria e quante celle contiene.
                                                Col metodo a griglia, sia le correnti di bilanciamento che le correnti di utilizzo si distribuiscono uniformemente tra le celle.
                                                Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
                                                -- Jumpjack --

                                                Commenta


                                                • #54
                                                  io sapevo che conveniva prima parallelizzare e poi mettere in serie...
                                                  Vectrix VX1 Batterie Nissan Leaf Inside

                                                  Il mio precedente scooter

                                                  Commenta


                                                  • #55
                                                    Mi sa che non mi sono spiegato bene o avete letto velocemente senza guardare la figura. In figura 1 TUTTE le celle sarebbero comunque in parallelo, solo coleggate con dei cavi 8/10AWG invece delle linguette il BMS in questo caso resta uno.
                                                    Bici elettrica MKIII : qui.

                                                    E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk

                                                    Commenta


                                                    • #56
                                                      Originariamente inviato da Spuzzete Visualizza il messaggio
                                                      Quindi pensavo di fare come nel disegno qui sotto. Creerei cosi 3 pacchi bat 14s1p connessi in parallelo.
                                                      non ti seguo...
                                                      se crei 3 pacchi 14s1p connessi in parallelo (come fig.1) le celle non sono tutte in parallelo e hai bisogno di 3 BMS
                                                      In altre parole, la cella 1 della serie 1, non è in parallelo alla cella 1 della serie 2 e neppure alla cella 1 della serie 3, le tensioni sono diverse.

                                                      Commenta


                                                      • #57
                                                        @ Cristiano guarda il disegno ed il commento nel disegno + leggi la discussione tra me ed Elisabetta.
                                                        Bici elettrica MKIII : qui.

                                                        E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk

                                                        Commenta


                                                        • #58
                                                          ah forse ho capito... per la linea di potenza celle in serie e poi 3 serie in parallelo, MA internamente collegamento a griglia o a matrice che dir si voglia ma realizzato con fili sottili?

                                                          Così direi che va bene lo stesso, in carica bilanciamento ok... in scarica 8/10 awg non sono proprio sottili, circa 3mm di diametro e direi che va bene lo stesso.

                                                          Perchè se invece fossero sottili sul serio forse potrebbero fondere per le correnti che ci passerebbero in caso di una cella in crisi
                                                          I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                                                          https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                                          Commenta


                                                          • #59
                                                            Si a me era chiaro che in ogni caso le celle fossero messe in parallelo, utilizzando il cavo di connessione 8/10 awg.
                                                            Ma osservate sempre fig. 1, ed immaginate tutti questi cavi che 'zompano' di cella in cella per realizzare il parallelo delle celle a 3 a 3.
                                                            Proprio per questo avevo scritto: (ma diventa un lavoro certosino sia per il numero di cavi di connessione che per la loro lunghezza, e, di conseguenza, della loro sezione dato che potrebbero passare correnti elevate tra le celle del parallelo)

                                                            Originariamente inviato da jumpjack Visualizza il messaggio
                                                            In realtà è un problema solo semantico, perchè le batterie vanno fatte a griglia. La dicitura 3P14S (o 14S3P) serve solo intendersi su quant'è grande e che forma ha la batteria e quante celle contiene.Col metodo a griglia, sia le correnti di bilanciamento che le correnti di utilizzo si distribuiscono uniformemente tra le celle.
                                                            Proprio per questo non ho scritto 14S3P o 3P14S ma: (3 Paralleli di 14 Serie O 14 Serie di 3 Paralleli ?)
                                                            Per distinguere il concetto di griglia come lo definisci tu, dal tipo di connessione 'leggermente differente' che avrebbe ipotizzato Spuzzete, che non è proprio una griglia, ma ... una maglia larga.
                                                            Ultima modifica di Elisabetta Meli; 10-05-2017, 17:14.
                                                            Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

                                                            Commenta


                                                            • #60
                                                              allora ragazzi facciamo un po' di chiarezza:
                                                              se si fanno 3 serie e poi si mettono le 3 celle di ogni serie in parallelo, non si è creato un parallelo di 3 serie, si è solo sprecato cavo elettrico perchè la corrente passando già da un ramo di una serie, fa diventare completamente inutile mettere in serie anche gli altri due rami.

                                                              Ovviamente i cavi debbono essere correttamente dimensionati, diversamente si hanno gli inconvenienti descritti da riccardo.

                                                              Se fate un calcolo di resistività sui "pezzetti" di cavo che formano le 3 serie, potrete notare che la resistenza è dell'ordine delle centinaia di micro ohm, il che significa che la corrente che attraversa l'unico ramo della serie, rispetto a 3 rami della serie è nell'ordine di poche decine di milli ampere.
                                                              Ora, in questo fantomatico collegamento a matrice, griglia o pincopallino, che il primo ramo porti 50A, il secondo 50,03A e il terzo 50,05A, non da nessun vantaggio e nessuno svantaggio, solo peso e cavo in più.

                                                              P.S. un 10mq ha all'incirca la resistività di 2 ohm al km
                                                              quindi un metro è di 2 milli ohm
                                                              quindi 5cm (che dovrebbe essere più o meno la misura di collegamento tra le celle) è 100 micro ohm

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X