adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Coibentazione tetto/sottotetto/mansarda: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Coibentazione tetto/sottotetto/mansarda: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Premessa: abito in una vecchia casa di campagna a due piani, l&#39;anno prossimo ( visto che la Finanziaria 2008 ha prorogato la detrazione 55% per risparmio energetico ) aggiornerò l&#39;impianto di riscaldamento, con caldaia GPL a condensazione, pannelli solari, radiatori con termoregolazione e infissi con vetro basso emissivo.<br>Problema: la dispersione termica del tetto della mia abitazione è enorme, infatti le tegole ( portoghesi ) sono &quot;a vista&quot;, semplicemente appoggiate alla listellatura fissata ai longheroni, quindi vanivicherebbe buona parte del risparmio energetico prodotto dalle modifiche all&#39;impianto di riscaldamento....<br>Volevo chiedere consiglio su quali interventi eseguire per l&#39;isolamento termico del tetto &quot;dal basso&quot; ( cioè senza togliere e rimettere l&#39;intera copertura di tegole e relativa listellatura ), con un buon rapporto costo/rendimento, e soprattutto volendolo fare il lavoro in proprio senza far intervenire ditte specializzate, e senza voler raggiungere gli standard di isolamento necessari per ottenere la qualificazione energetica per la detrazione 55% ( per questo specifico intervento ),<br>Io come ipotesi iniziale avrei pensato all&#39;applicazione di pannelli di materiale tipo polistirene ( giallo o azzurro ? ) a contatto della listellatura, nello spazio tra i longheroni, poi creazione di un &quot;tavolato&quot; fissando assi in legno ( oppure pannelli di cartongesso &quot;antiumidit&agrave;&quot; ) alla faccia inferiore dei longheroni, per limitare i ponti termici e creare camere d&#39;aria negli spazi tra i longheroni stessi.<br>Critiche, consigli, suggerimenti?<br>Grazie anticipate a tutti.

  • #2
    Fai una foto del tetto all&#39;interno, così si capisce meglio come è fatto.<br>Il sottotetto è abitato?
    Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

    Commenta


    • #3
      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 7/12/2007, 08:18)</div><div id="quote" align="left">Fai una foto del tetto all&#39;interno, così si capisce meglio come è fatto.<br>Il sottotetto è abitato?</div></div><br>Il sottotetto è utilizzato ( e continuer&agrave; ad esserlo ) solo come deposito/ripostiglio <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2a7df6801487d46948f7e64faae047fd.gif" alt="-_-"> .<br>Come richiesto farò delle foto per rendere meglio l&#39;idea di quello che ho tentato di descrivere nel mio primo post <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/dca468581d1a27546ebc49dd611bf251.gif" alt=""> .<br>Grazie a tutti.<br>

      Commenta


      • #4
        Finalmente riesco a postare le foto del tetto visto da sotto ( vista del &quot;sottotegola&quot; )<br><br><a href="http://image.forumcommunity.it/1/2/1/3/4/7/6/1198884615.jpg" target="_blank"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a0884a590ed4ac5be4e90e6ac797008d.jpg" alt=""></a><br><br><a href="http://image.forumcommunity.it/1/2/1/3/4/7/6/1198884526.jpg" target="_blank"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a56c90f9057e7c44669a18ea3f1bf30a.jpg" alt=""></a><br><br><a href="http://image.forumcommunity.it/1/2/1/3/4/7/6/1198884465.jpg" target="_blank"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1792bc25d99a538c4a973eb7e2700279.jpg" alt=""></a><br><br><a href="http://image.forumcommunity.it/1/2/1/3/4/7/6/1198884419.jpg" target="_blank"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ffd293dd1d9cf00e18983ae71690eb40.jpg" alt=""></a><br><br>Spero si riesca a vedere bene <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/965fa84b18ab294baba82e8740dde815.gif" alt=":unsure:"> ...<br>Ciao e Buon Anno a tutti <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5e30b921b1c04f420cebb99498e7b5b5.gif" alt="">

        Commenta


        • #5
          Trattandosi di un locale non &quot;abitato&quot; io troverei la soluzione più economica, lasciando perdere l&#39;estetica.<br>pannelli di polistirene, polistirolo a bassissima densit&agrave;, quindi leggero, o il materiale più economico che trovi in zona di spessore non inferiore a 10 cm., al limite spesso quanto i longheroni per andare a filo.<br>Semplicemente incollati, magari leggermente incastrati sui fianchi.<br>A vista, oppure, se vuoi dare un tocco estetico, perlinato posato di traverso rispetto ai longheroni.<br>Non preoccuparti della condensa perchè i longheroni in legno interrompono la continuit&agrave; del materiale polistirene/polistirolo, poco traspirante.
          Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

          Commenta


          • #6
            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 29/12/2007, 11:10)</div><div id="quote" align="left">Trattandosi di un locale non &quot;abitato&quot; io troverei la soluzione più economica, lasciando perdere l&#39;estetica.</div></div><br>Infatti questo è il mio scopo <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/fd7b99964c22f9468074bbe77eb0982a.gif" alt=":B):"><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">pannelli di polistirene, polistirolo a bassissima densit&agrave;, quindi leggero, o il materiale più economico che trovi in zona di spessore non inferiore a 10 cm., al limite spesso quanto i longheroni per andare a filo.</div></div><br>I longheroni sono alti circa 19 cm. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2b7f2d9e96886498ae84c64ed6a5b1fd.gif" alt=":"> &#33;&#33;&#33; Visto l&#39;utilizzo non abitativo dei locali, riempire tutti i 19 cm. mi sembra esagerato ( oltrechè molto costoso )...<br>Anzi gi&agrave; 10 cm. come da te indicato mi sembra più che sufficiente <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/dae7ec3e9bd1e80e44f008543f24529b.gif" alt="^_^"> ...<br>Materiali come <span style="color:red"><a href="http://www.ursa.it/_files/01_XPS_N_III-I.pdf" target="_blank">QUESTI</a></span> potrebbero fare allo scopo?<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Semplicemente incollati, magari leggermente incastrati sui fianchi.</div></div><br>Incollati ai listelli o ai longheroni? Io pensavo, invece, di tenere in posizione ( cioè a contatto dei listelli ) i pannelli mediante asticelle di legno di sez. circa 40x40 mm. avvitate ai longheroni ( magari dopo aver &quot;sparato&quot; nei punti di contatto longherone/pannelli/asticella del sigillante tipo silicone o simili ) <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/73a0a95b746fd0445dc27e876ddbcab3.gif" alt=":huh:"> .....<br>Che intendi con &quot;incastrati sui fianchi&quot;?<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">A vista, oppure, se vuoi dare un tocco estetico, perlinato posato di traverso rispetto ai longheroni.<br>Non preoccuparti della condensa perchè i longheroni in legno interrompono la continuit&agrave; del materiale polistirene/polistirolo, poco traspirante.</div></div><br>Io pensavo ad un ulteriore chiusura con assicelle grezze ( che costano meno delle perline ) non tanto per un fatto estetico, quanto per ridurre i ponti termici costituiti dai longheroni e per creare una &quot;camera d&#39;aria&quot; tra le assicelle ed i pannelli di polistirene ( pensando che potesse contribuire a migliorare l&#39;isolamento).<br>Quanto alla condensa, avevo parlato di &quot;cartongesso antiumidit&agrave;&quot; per aver sentito spesso parlare in questo forum di &quot;barriera vapore&quot; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/73a0a95b746fd0445dc27e876ddbcab3.gif" alt=":huh:"> ...<br><br>Grazie e Buon Anno.<br>Conahar<br>

            Commenta


            • #7
              Il polistirolo/polistirene ha una massa volumica molto bassa, nel tuo caso basta quello da 15 kg/mc ed è quindi molto leggero.<br>Quindi lo puoi semplicemente incollare ai listelli, quelli immediatamente a contatto delle pignatte, poichè il pannello lo dovrai tagliare a misura, così ad occhio l&#39;interasse fra i longheroni è minore di 60 cm., che è la larghezza standard dei pannelli, lo tagli 4-5 mm. più largo.<br>Poichè lo devi tagliare non serve a niente comprarlo battentato, si prende così quando si deve accostare un pannello all&#39;altro, ma non è il tuo caso.<br>Ora poichè con una densit&agrave; di 15 kg/mc è abbastanza cedevole si può incastrare ai longheroni.<br>Va bene per le assicelle, però tieni conto che una &quot;camera d&#39;aria&quot; oltre il cm. non serve a niente ai fini dell&#39;isolamento in quanto si innescano dei moti convettivi che ne vanificano del tutto lo scopo.<br>Ti confermo che se non ci sono ragioni estetiche, lascia perdere, anche per la funzionalit&agrave; anticondensa.<br><br><span class="edit">Edited by dotting - 31/12/2007, 08:55</span>
              Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

              Commenta


              • #8
                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 31/12/2007, 08:01)</div><div id="quote" align="left">Il polistirolo/polistirene ha una massa volumica molto bassa, nel tuo caso basta quello da 15 kg/mc ed è quindi molto leggero. Quindi lo puoi semplicemente incollare ai listelli, quelli immediatamente a contatto delle pignatte.</div></div><br>Che tipo di collante dovrei usare, che faccia presa sul legno e che sia compatibile col polistirene ( ovvero non lo &quot;sciolga&quot; )?<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 31/12/2007, 08:01)</div><div id="quote" align="left">Poichè il pannello lo dovrai tagliare a misura, così ad occhio l&#39;interasse fra i longheroni è minore di 60 cm., che è la larghezza standard dei pannelli, lo tagli 4-5 mm. più largo.Ora poichè con una densit&agrave; di 15 kg/mc è abbastanza cedevole si può incastrare ai longheroni. Poichè lo devi tagliare non serve a niente comprarlo battentato, si prende così quando si deve accostare un pannello all&#39;altro, ma non è il tuo caso.</div></div><br>Infatti per questi tipo di intervento il link che ho indicato si riferisce ai pannelli di tipo &lt; XPS N-III I > che sono a &quot;bordi laterali dritti&quot; ( quelli con bordo ad incastro penso di usarli per isolare il vano scala dell&#39;altro mio post ). Però mi sorge il problema di come sigillare le &quot;zone di contatto&quot; tra le estremit&agrave; dei pannelli.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 31/12/2007, 08:01)</div><div id="quote" align="left">Va bene per le assicelle, però tieni conto che una &quot;camera d&#39;aria&quot; oltre il cm. non serve a niente ai fini dell&#39;isolamento in quanto si innescano dei moti convettivi che ne vanificano del tutto lo scopo. Ti confermo che se non ci sono ragioni estetiche, lascia perdere, anche per la funzionalit&agrave; anticondensa.</div></div><br>Cioè l&#39;eventuale ulteriore rivestimento con le assicelle ( o con le perline, o con pannelli di compensato/multistrato/fibrolegno/ecc. porterebbe un miglioramento minimo/nullo al rendimento di isolamento termico rispetto ai soli pannelli di polistirene fissati &quot;intradosso&quot; ?<br>Come spessore dovrei prendere quelli da 10 cm. ( spessore max disponibile )?<br><br>Grazie e Buon Anno<br>Conahar

                Commenta


                • #9
                  Chi ti vende quel materiale ti potr&agrave; dare il miglior prodotto, che normalmente si da con la pistola, per incollare i pannelli fra di loro e sul legno.<br>Confermo che il miglioramento sarebbe esiguo.
                  Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                  Commenta


                  • #10
                    Coibentazione tetto/sottotetto/mansarda: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

                    Salve, questo è il mio primo thread su questo forrum; ho letto qualche discussione già aperta ma da quello che ho capito in base al tipo di muro cambiano anche le soluzioni.
                    Abito in una mansarda con tetto fatto da pignatte di 20 e gettata di cemento di 4-5 cm coperto da tegole di cementegola.
                    Vorrei quindi coibentarlo dall'interno occupando meno spazio possibile (max 20mm).
                    Mi hanno consigliato pannelli di depron da 6mm oppure pannelli di sughero da 10mm...
                    Abito in una zona di montagna quindi in inverno il tetto porta via un sacco di calore; in estate invece è un vero e proprio termosifone...
                    Mi sapreste consigliare un modo per coibentare evitando muffe e fastidi simili?

                    Commenta


                    • #11
                      20 mm di coibentazione sono veramente pochi; già usando il polistirene non avresti grandissimo beneficio, non parliamone poi usando materiali meno efficaci come il sughero...

                      Inoltre la coibentazione dall'interno è SEMPRE pericolosa e va studiata molto attentamente: ti può provocare condense anche imponenti in un qualche punto ALL'INTERNO del muro... con tutte le conseguenze facilmente immaginabili.

                      Dovresti farti fare un progettino da un tecnico che verifichi la sezione del tetto, stenda il relativo diagramma di glaser e ti indichi l'efficacia della coibentatura, oltre all'eventuale necessità di interporre una barriera al vapore.

                      Oppure valutare l'unico strumento risolutivo: levare le tegole, sistemare il coibente sopra al solaio in laterocemento, e riposizionare le tegole.

                      Ancor meglio se usi i pannelli con inetrcapedine, realizzandocosì un ettto ventilato.

                      Dicevi che sei in montagna? Non servono tanti conti... con tutta probabilità, quello che ti servono sono 10 cm di polistirene.

                      Con un intervento del genere inoltre beneficeresti del credito d'imposta del 55%.
                      http://voglioilfotovoltaico.blogspot.com/

                      Commenta


                      • #12
                        Secondo me dovresti utilizzare entrambi i metodi, coibentazione sotto tegola e io metterei legno all'interno, altrimenti cartongesso con dietro un coibentante sottile in entrambi i casi ti servirà da 1,5 a 2 cm.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Archimede2007 Visualizza il messaggio
                          20 mm di coibentazione sono veramente pochi; già usando il polistirene non avresti grandissimo beneficio, non parliamone poi usando materiali meno efficaci come il sughero...
                          Cosa intendi per poco beneficio?
                          Per la poca esperienza che ho (Per prova ho messo una striscia di depron in un angolo della cucina, una striscia nel tetto e una nel muro perchè avevo un problema di muffa nello spigolo causato da una differenza termica sfavorevole ed ha funzionato) posso dire che il depron rimane "caldo" anche se il muro è molto freddo. Se rivestissi tutto il tetto non avrei dispersione di calore.
                          Il problema purtroppo è, come dici tu , che probabilmente avrei condense...

                          Dato che nel perimetro del tetto le prime 3 file di tegole sono murate il lavoro che proponi non sarebbe "leggero" (anche economicamente) considerando che la superfice del tetto è più di 100mq

                          Con la perizia del tecnico che mi proponi sarebbe possibile risolvere con il solo cappotto interno?

                          Commenta


                          • #14
                            Con il sistema che dici tu i pannelli li devi incollare, e se devono durare devi togliere eventuali vernici e intonaci che potrebbero staccarsi, perchè passando da estate/inverno, dal riscaldamento acceso/spento, le parti subiscono variazioni, è un sistema meno complicato da installare, che ti evita la muffa ma un po disperderà e ci sono dubbi sulla durata, e il sughero non te lo regalano.
                            Mentre con il legno o il cartongesso su telaio o listelli puoi tagliare meglio il contatto con il cemento, e l'espansione e contrazione dei materiali è più tollerata.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da tinne Visualizza il messaggio
                              Cosa intendi per poco beneficio?
                              Per la poca esperienza che ho (Per prova ho messo una striscia di depron in un angolo della cucina, una striscia nel tetto e una nel muro perchè avevo un problema di muffa nello spigolo causato da una differenza termica sfavorevole ed ha funzionato) posso dire che il depron rimane "caldo" anche se il muro è molto freddo. Se rivestissi tutto il tetto non avrei dispersione di calore.
                              Distinguiamo: anche un pannello minimo, o anche un arazzo, è sufficiente ad eliminare la *sensazione* di freddo alla parete, e quindi SEMBRA efficace.
                              Tuttavia il suo potere isolante è quel che è...
                              In pratica: l'ambiente è più confortevole e *pare* più caldo, ma la bolletta impietosamente ti rivelerà che il consumo di gas resta pressocchè uguale...

                              Dato che nel perimetro del tetto le prime 3 file di tegole sono murate il lavoro che proponi non sarebbe "leggero" (anche economicamente) considerando che la superfice del tetto è più di 100mq

                              Con la perizia del tecnico che mi proponi sarebbe possibile risolvere con il solo cappotto interno?
                              Considera che il 55% te lo rimborserà lo stato... e non è poco.
                              Il "cappotto" interno dubito che possa essere risolutivo, e mi sento di escludere che si possa effettuare una cibentazione solo interna conforme alle normative per richiedere il 55%...
                              Però un sopralluogo di un tecnico riuscirà a valutare con precisione la cosa, ed anche preventivarti i costi approssimativi di una soluzione o dell'altra.
                              http://voglioilfotovoltaico.blogspot.com/

                              Commenta


                              • #16
                                Coibentazione mansarda

                                Salve a tutti e complimenti per il forum !

                                I vecchi post non mi hanno chiarito molto le idee al riguardo, anzi ora ho più confusione di prima...
                                Perdonatemi da subito ma non essendo del settore cercherò di farmi capire come posso .
                                Dovrei andare ad abitare in una parte di mansarda della ns. casa di 70 mq circa di superficie complessiva, tutta è circa 130 mq.
                                La parte più bassa è di 1,30 mt e quella più alta di 3,90 mt.
                                Ora il problema di questa casa costruita nei primi anni 80' è la sua scarsa coibentazione; nell'appartamento di sotto dove abitiamo adesso con i riscaldamenti "a manetta" ci vuole tipo mezza giornata per avere una temp. accettabile, mentre una volta spenti in pochissimo tempo le stanze si freddano.
                                I muri esterni della casa sono mattoncini gialli a faccia vista, c'è poi un'intercapedine di circa 5 cm vuota e a seguire i blocchi con argilla di circa 30 cm il tutto appoggiato sulle travi portanti.
                                Il tetto è fatto con tegole, gettata di cemento, i sopracitati blocchi e le "pianelle" o "foratelle" (non sò se il termine tecnico è giusto...) tra le travi di cemento armato.
                                Premesso che in questi giorni ho peregrinato tra i vari messaggi di questo forum, edilportale e i vari siti come celenit, isolpol, ecc... vorrei trovare una soluzione possibilmente efficacie e non troppo costosa visto che sarò io a sobbarcarmi tutti i costi per la costruzione di questo mini appartamento in mansarda.
                                Avevo pensato da profano quale sono di riempire l'intercapedine vuota con isolpol 15 e mettere celenit sui muri ed eventualmente sul soffitto e pavimento.
                                Tenete conto che la mansarda è in prov. di Macerata, zona climatica D ed è esposta a sud.
                                Non posso fare ovviamente nè cappotto esterno nè rifare il tetto da fuori, vista anche la presenza dell'impianto fotovoltaico; avevo quindi pensato in un cappotto interno a scapito di un po' di cubatura.
                                Per il riscaldamento avevo pensato ad un impianto a pavimento con solare termico che integra una stufa a pellet per acs, che ne dite ? purtroppo la casa è in campagna e non ha allacci di gas e metano. Quali altre soluzioni ci sono ?
                                Che ne dite? Come posso agire ? Come posso fare per le eventuali detrazioni ?
                                A chi potrei eventualmente rivolgermi nella mia zona ?
                                Allego un paio di foto, spero si capisca qualcosa.

                                Grazie a tutti per la pazienza e le eventuali risposte.
                                File allegati

                                Commenta


                                • #17
                                  Io rivestirei tutto l'interno(perimetro) con catongesso accoppiato con polistirene da 3-4cm!!!
                                  On-line si vede quello della knauf!!!

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da Faby Visualizza il messaggio
                                    Io rivestirei tutto l'interno(perimetro) con catongesso accoppiato con polistirene da 3-4cm!!!
                                    On-line si vede quello della knauf!!!
                                    Grazie Faby, ho visto il sito della knauf, credi che possa bastare quello strato di polistirene per tutto il perimetro ? Eventualmente se così fosse potrei procedere con il fai da te se non è troppo complicato... come vengono fissati i pannelli ?

                                    Grazie 1000 !

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Devi fissarli meccanicamente al muro.Poi stuccare i fori e le giunture tra lastra e lastra.nelle giunture serve anche una retinaNon so se puoi riuscire da solo...se te la senti
                                      Per coinbentare non hai altra via se lo fai dall'interno!!!

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da Faby Visualizza il messaggio
                                        Devi fissarli meccanicamente al muro.Poi stuccare i fori e le giunture tra lastra e lastra.nelle giunture serve anche una retinaNon so se puoi riuscire da solo...se te la senti
                                        Per coinbentare non hai altra via se lo fai dall'interno!!!
                                        Grazie Faby, gentilissimo, ti volevo chiedere come posso procedere per il pavimento, ossia come isolo il massetto ? Sempre con i sopracitati pannelli ?? Oppure esistono altri materiali tipo questi TAPPETO IN GOMMA CONTRO IL RUMORE DA CALPESTIO - MAXITALIA ? Mi interesserebbe isolare anche acusticamente se possibile.

                                        Grazie.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da giamp Visualizza il messaggio
                                          Grazie Faby, gentilissimo, ti volevo chiedere come posso procedere per il pavimento, ossia come isolo il massetto ? Sempre con i sopracitati pannelli ?? Oppure esistono altri materiali tipo questi TAPPETO IN GOMMA CONTRO IL RUMORE DA CALPESTIO - MAXITALIA ? Mi interesserebbe isolare anche acusticamente se possibile.

                                          Grazie.
                                          Ma devi ancora fare gli impianti idro-elettrici?

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originariamente inviato da Faby Visualizza il messaggio
                                            Ma devi ancora fare gli impianti idro-elettrici?
                                            Ehmm... devo ancora fare tutto ... volevo informarmi prima anche per darmi un'idea dei costi.
                                            Per ora ci sono solo i muri perimetrali, le finestre e la porta, niente massetto, tramezzi e impianti.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da giamp Visualizza il messaggio
                                              Ehmm... devo ancora fare tutto ... volevo informarmi prima anche per darmi un'idea dei costi.
                                              Per ora ci sono solo i muri perimetrali, le finestre e la porta, niente massetto, tramezzi e impianti.



                                              Sopra vedi lo spaccato di cosa devi fare se vuoi il pav. risc.

                                              In rosso il materiale acustico..se vuoi puoi optare per il fonostop duo della index.

                                              ciao

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da Faby Visualizza il messaggio
                                                Sopra vedi lo spaccato di cosa devi fare se vuoi il pav. risc.
                                                In rosso il materiale acustico..se vuoi puoi optare per il fonostop duo della index.
                                                ciao
                                                Ok ho visto il sito della index e mi sono fatto una cultura , grazie per i consigli.
                                                Secondo te, come credi sia meglio che proceda ?
                                                Spiego... chiamo direttamente i muratori per un primo sopralluogo, magari con la loro esperienza mi inquadrano meglio la situazione, oppure mi rivolgo a un geometra, progettista, altro...
                                                Ultima modifica di gymania; 06-01-2009, 18:24.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  I muratori di solito non sono "fini"..e non si aggiornano!!!fatti seguire da un progettista fidato!!

                                                  ciao

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originariamente inviato da Faby Visualizza il messaggio
                                                    I muratori di solito non sono "fini"..e non si aggiornano!!!fatti seguire da un progettista fidato!!

                                                    ciao
                                                    Ok grazie 1000 Faby, spero di trovare qualcuno "fidato" .

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      isolamento mansarda

                                                      Salve a tutti,
                                                      prima d'iniziare vi faccio i miei complimenti per il forum, che ho tovato un'utilissima miniera d'informazioni sull'isolamento termico.
                                                      Mi sono letto un po' di post al riguardo e vi chiedo qualche consiglio per l'isolamento di un sottotetto sui 50mq che vorrei fare da me. Per ora mi limitero' a questa zona della casa, in futuro conto di effettuare anche una coibentazione esterna (cappotto o semicappotto, a seconda che riesca a farlo su tutte le pareti), quindi diciamo che per me questa sarebbe la "prima puntata2 dell'isolamento che vorrei realizzare.
                                                      La casa si trova in zone E, per cui d'inverno non si muore di caldo, e non è a contatto con altre pareti, come si vede dalle foto che allego; sufficientemente soleggiata, nonostanete sul davanti e nel lato est ci siano altre 2 abitazioni a 5-6 mt. di distanza. La zona in rosso indica il sottotetto.




                                                      Queste invece sono alcune foto della soffitta:





                                                      Si tratta di una zona non abitabile con tetto su tavole di legno da 4cm con un vecchio strato di lana di vetro (tappeto) tra queste e le tegole. Il massetto e' un classico in c.a. sui 25cm, sufficientemente planeare ma non liscio. Ci sono vecchi tubi (eliminabili) e qualche corrugato che potrei spostare (cioè staccare dal fondo).
                                                      Preferirei isolare il pavimento invece delle falde, perchè queste sono irregolari (gli assi trasversali non sono sempre alla stessa distanza) e, sebbene + pratica nella posa, scarterei l'ipotesi di lana di vetro/roccia in tappeto, poichè la zona, non abitabile ne' di passaggio, deve mantenere un minimo d'accessibilita' per il tetto (riparazioni, manutenzione, etc..).

                                                      PRimo quesito: indipendentemente da marca e tipologia, è preferibile utilizzare delle lastre in eps (tipo stirofoam) o dei pannelli in lana di vetro pressata (isover&co.)?
                                                      I primi mi sembrerebbero + stabili al calpestio per le rare volte che necessitasse andare sul tetto (camminandoci sopra delle tavole) e mi sembrano anche + insensibili ad eventuali infiltrazioni d'acqua se si rompesse o spostasse qualche tegola. I secondi di contro mi parrebbero meglio adattabili a qualche asperità del pavimento.
                                                      Per i pannelli eps pensavo di ritaglarli dove sono gli appoggi per i travi e colmare eventuali spifferi con della schiuma.
                                                      Alla fine del massetto c'è un piccolo rialzo (linea rossa ultima foto); questo come andrebbe trattato perchè non faccia da ponte termico?

                                                      Secondo: è il caso di mettere una membrana impermeabile sotto o sopra i pannelli? La casa di per sè non è umida, ma non vorrei che questa mi renda un forno le stanze da notte che sono al di sotto. L'estate non è caldissima ma si avverte la differenza tra il primo piamo, fatto in muro di pietra da 60, + fresco, ed il secondo, sui 40cm. in forati d'argilla.
                                                      Per lo spessore dei pannelli, pensavo a qualcosa sui 8cm., sulle marche, per ora sto' sentendo qualche nome, ma mi preme + decidere prima sul tipo di pannello.
                                                      Grazie in anticipo per chi potra' fornirmi qualche chiarimento.

                                                      Ciao
                                                      Costantino

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Ciao Costantino prima domanda ...ma dove abiti??? mi sembra di averla già vista questa casa...bho comunque..

                                                        1) L'isolamento esistente sulla falda non serve quasi a nulla per l'inverno.....quindi l'intervento corretto è isolare la soletta
                                                        2) Lascia perdere i pannelli rigidi in eps ecc...lana di vetro delle marche che hai citato va benissimo..se lo vuoi calpestabile ci sono i pannelli rigidi (ma hanno gli stessi problemi di posa del polistirolo) Per facilità di posa (visto che te lo farai tu) e per mettere un prodotto che costa poco, che è facilemnte reperibile, che te lo posi in una mattinata (su quella superficie) e la cui spesa te la amortizzi in una sola stagione di riscaldamento, io ti consiglierei i rotoli di lana di vetro con peso di almeno 12 Kg/mc
                                                        3) Essenso materiale inerte non teme l'acqua (se evento sporadico tipo con temporaloni estivi)
                                                        4) Lo spessore di 8 cm. è insuffecente pero'. Io ti consiglierei almeno uno strato da 10 cm. ed uno da 5 cm. posato incrociato

                                                        Come spesa per 50 mq. non dovresti superare i 500 euro (se lo posi tu)

                                                        Se invece vuoi spendere un po' di piu' io ti consiglierei i pannelli rigidi a doppia densità sempre in lana (spess. 15 cm.) posati con listelli in legno alti cm. 15 su cui inchiodare l'assito.
                                                        Ti assicuro che un lavorom fatto cosi' è proprio a regola d'arte e ti dura una vita.
                                                        A...mi raccomando, la lana deve essere RISVOLTATA sul muro perimetrale per almeno 50 cm.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Ciao Paolo,
                                                          nonostante sia sempre in giro per l'Italia, vivo in abruzzo, prov di AQ, sei anche tu di quelle parti?

                                                          Quali sono i problemi dei pannelli in eps? per i rotoloni di lana di vetro, lo so anch'io che sarebbero i + pratici nella posa, ma, come specificato, non li troverei pratici qualora fosse necessario andare per la mansarda causa ispezioni/manutenzioni del tetto o impianto elettrico. Su dei pannelli puoi camminarci delicatamente con delle tavole, ma sui rotoloni?
                                                          Per lo spessore, gli 8cm erano riferiti all'eps.
                                                          I rotoloni che accenni sono, giusto per fare un esempio, tipo questi?

                                                          http://www.isover.it/pdf/UNIROLL.pdf

                                                          I pannelli rigidi di lana di vetro a cui ti riferisci sono qualcosa di questo tipo?

                                                          PANNELLO SEMIRIGIDO IDROREPELLENTE IN LANA DI VETRO - URSA FDP 2 - URSA Italia s.r.l. - GRUPO URALITA

                                                          Ciao E grazie per le risposte.
                                                          Costas

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da Costas1 Visualizza il messaggio
                                                            Ciao Paolo,
                                                            nonostante sia sempre in giro per l'Italia, vivo in abruzzo, prov di AQ, sei anche tu di quelle parti?

                                                            Quali sono i problemi dei pannelli in eps? per i rotoloni di lana di vetro, lo so anch'io che sarebbero i + pratici nella posa, ma, come specificato, non li troverei pratici qualora fosse necessario andare per la mansarda causa ispezioni/manutenzioni del tetto o impianto elettrico. Su dei pannelli puoi camminarci delicatamente con delle tavole, ma sui rotoloni?
                                                            Per lo spessore, gli 8cm erano riferiti all'eps.
                                                            I rotoloni che accenni sono, giusto per fare un esempio, tipo questi?

                                                            http://www.isover.it/pdf/UNIROLL.pdf

                                                            I pannelli rigidi di lana di vetro a cui ti riferisci sono qualcosa di questo tipo?

                                                            PANNELLO SEMIRIGIDO IDROREPELLENTE IN LANA DI VETRO - URSA FDP 2 - URSA Italia s.r.l. - GRUPO URALITA

                                                            Ciao E grazie per le risposte.
                                                            Costas
                                                            Ciao Costantino, no, probabilmente ho in mente una casa che assomiglia alla tua...io vivo in lombardia..

                                                            Comunque, per i sottotetti io utilizzo quelli che trovi qui'
                                                            http://www.rockwool.it/files/RW-IT/f...20tecniche.pdf
                                                            Ma il mercato ne offre molti....dipende anche dai costi

                                                            Ogni materiale isolante ha delle specifiche proprietà e dei campi di impiego
                                                            l'EPS e gli altri estrusi io li metterei nel perimetro e non nel sottotetto per i seguenti motivi
                                                            1) Difficoltà di posa (come li risvolti sul perimetro?) devi comunque tagliarli ed adattarli per pilastrini e altro
                                                            2) La superificie deve essere proprio liscia (senza cavi o altro) altrimenti non hai l'aderenza e comprometti la funzionalità
                                                            3) Gli EPS se vuoi calpestarli comunque avresti bisogno di proteggerli con una gettatina...rischi comunque di roperli
                                                            4) I polistiroli inoltre non hanno barriere al vapore quindi dovresti stendere un telo aggiuntivo
                                                            5) Hanno dimensioni min. 40*100 e non sono deformabili, solitamente non passano dalle botole

                                                            Il calpestabile chiaramente è riferito sempre alla frequenza...un conto è calpestarli o passarci sopra due volte l'anno, altra cosa è tutti i giorni

                                                            8 cm sono pochi anche per l'EPS sia in estivo che in inverno
                                                            Il potere isolante dal freddo è simile per tutti i materiali isolante ( da 0.035 a 0.045) , è invece il comportamento al caldo che determina il maggior spessore per le lane (hanno meno massa)
                                                            qualunque materiale tu decida di mettere, tieni presente i seguenti fattori
                                                            1) La soletta non isolata è la maggior fonte di dispersioni in inverno
                                                            2) In estate pero' la soletta non isolata durante il girono introduce caldo ma di notte lo disperde
                                                            Quindi se devi isolare, la scelta NECESSARIEMENTE deve tener conto dei fattori, e 8 com sono comunque insufficienti sia per l'inverno che per l'estate

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR