adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dibattito sul mondo ai tempi del Covid-19

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Dibattito sul mondo ai tempi del Covid-19

    L'argomento pare essere divisivo, in quanto sono state chiuse ben due discussioni sullo stesso. Ma confido che l'apertura di una apposita discussione su 5G e altri micidiali pericoli per la salute permetta agli ipocondriaci elettromagnetici di sfogarsi là e lasciare in pace una discussione sui diversi aspetti con cui questa pandemia ha cambiato il mondo.

    Intanto qualche riflessione su letalità e mortalità.
    I dati generali li vediamo ogni giorno. Ma in realtà i contagiati sono certamente un numero ben diverso dai positivi al tampone. Quindi il dato di 237.500 attuale è con ogni probabilità da moltiplicarsi per un fattore che, secondo gli studi, varia ed in media è sui 10. Quindi non è azzardato pensare che ci siano almeno 2 milioni di persone che hanno già contratto e superato la malattia.
    A fronte di questo numero abbiamo l'altro grande dato ""certo"". E cioè i morti. Che in realtà non è certo affatto, in quanto nella fase esplosiva molte persone decedute in casa o in RSA non sono state registrate come morte per Covid-19 (e lo erano in realtà) ed ora molte persone che muoiono in ospedale sono registrate con concausa Covid come se fosse quella la causa di morte (e non lo è in realtà).
    Ammettendo che le due imprecisioni si elidano a vicenda teniamo per buono il dato dei 34.405 deceduti attuali.
    Questo porta a una letalità generale provvisoria di 1,7%. Cioè molto inferiore anche alla previsione OMS di febbraio che stimava in 3% circa la mortalità reale.
    Ovvio che per una stima più precisa serviranno i risultati della campagna di screening di massa anticorpale che si sta mettendo in atto. Se (come ritengo probabile) il dato dei 2 milioni di infettati e guariti dovesse rivelarsi prudenziale (alcuni parlano di almeno 5-6 milioni di italiani già positivi agli anticorpi) la letalità reale si attesterebbe sui livelli della suina o molto vicino. Ben lontana dalle drammatiche letalità di Sars o Mers.
    La particolarità del Covid19 è però l'estrema polarizzazione nella letalità. La malattia, ormai è evidente, resta poco pericolosa per le persone sotto i 50 anni. Qui il tasso di letalità reale appare davvero confrontabile con le influenze "banali". E con molta probabilità rimarrà ben sotto l'1 per mille. Cosa che NON significa che siamo in presenza di una malattia innocua come un raffreddore, sia chiaro! Se si ammalano 10.000 giovani e il tasso è dell'1 per 10.000.... UNO morirà! E per quello non si potrà certo parlare di "malattia banale"!
    Ma è OVVIO a questo punto che per le fasce giovani di popolazione NON esiste in alcun modo un rischio che possa giustificare le misure estreme a cui i governi sono stati costretti.

    Arriviamo quindi alla domanda delle domande!
    COSA FARE in autunno se la seconda ondata rifarà capolino e il vaccino non sarà ancora disponibile in massa??
    Ovvio che un secondo lockdown generale, con magari pure una bella riproposizione della serrata industriale, è del tutto improponibile! L'economia non lo sopporterebbe e comunque la reazione della gente sarebbe peggiore di qualsiasi rischio.
    La seconda ondata perdipiù salirebbe proprio nel pieno della crisi economica, che si sta dipanando ora, ma i cui effetti per ora restano mascherati dall'emergenza.
    In realtà i medici sono ora abbastanza fiduciosi che il controllo capillare possa circoscrivere velocemente i focolai. Ma già la per me incomprensibile ritrosia degli italiani a dotarsi della famosa app immuni qualche dubbio lo lascia! Ben il 52% dichiara che "non la scaricherebbe mai". E se la scarica solo uno su 3... ovviamente non servirà a un tubo!
    E se io, con l'app attiva e funzionante, scopro di dovere la mia infezione a te che hai deciso di non scaricarla e per quel motivo non sei stato contenuto e sei diventato un untore?? A chi devo chiedere il risarcimento del danno se non a te??
    Perchè mai un'app del tutto innocua, che non registra alcun dato sensibile, che non permette alcun hackeraggio, che è utilizzata da decine di paesi qui suscita tanta angoscia???
    Qualcuno sa dare spiegazioni?
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno


  • #2
    Scaricare e utilizzare quell'applicazione comporta avere il cellulare sempre connesso alla rete internet (per accedere al database, sia pure con dati anonimizzati) e con il bluetooth attivo, per verificare il caso di contatti prolungati e ravvicinati con le persone infette, o che potrebbero essere state contagiate da noi, se dovessimo risultare infetti nei giorni immediatamente seguenti.
    Chi usa già altre applicazioni che richiedono d'essere costantemente connessi, sono d'accordo anch'io che è illogico temere di installarsi anche Immuni, ma chi non ha alcuna app di quel tipo, potrebbe avere buone ragioni per non installarla, e restare connesso solo il tempo che serve a consultare poche cose in rete e la posta, magari quando si è tranquilli a casa, o in ufficio, quindi in luoghi fuori dal rischio maggiore di contagio.
    Questo potrebbe essere uno dei motivi per cui Immuni non sarà scaricata e utilizzata da molti.
    A molti pare strano che non si abbia un account Facebook, o Twitter, o Instagram, Whatsup, ecc... eppure c'è qualcuno che non ha nulla di tutto ciò, per scelta, non per analfabetismo informatico.

    ••••••••••••

    Commenta


    • #3
      Adoro le cose semplici e chiare quindi chiedo:
      Ho scaricato l'app, sono al mercato e il telefonino mi avverte che ho incrociato un infetto? Io l'ho capita così.
      Ma l'infetto non dovrebbe essere a casa? Magari invece è un guarito, ma i guariti sono contagiosi?
      In ogni caso, saputo di essere entrato nei dintorni di un positivo (quanti metri?) che faccio?
      Ovviamente mi preoccupo ma cosa faccio?
      Un mio conoscente aveva sintomi che meritavano attenzione, il medico di base ha suggerito l'esecuzione del tampone. Poco dopo il medico ha contattato il paziente dicendogli che la procedura era un pelino complicata (era sabato) i risultati sarebbero stati disponibili dopo tre/quattro giorni. Nel frattempo l'infezione eventuale si sarebbe manifestata in modo evidente o sarebbe finita come il solito raffreddore.
      E' finita bene.
      Piemonte, non Burundi.
      Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
      Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

      Commenta


      • #4
        L'app ti segnala se sei entrato a contatto (meno di 2m) per più di tot minuti/secondi (mi sembra siano 5 minuti, ma non ne sono certo) con qualcuno che risulta contagioso (e qui è giusto che non doveva essere in giro, ma potresti essere tu che sei andato a trovarlo), o che lo risulterà nei giorni successivi (mi sembra di ricordare entro i 7 giorni).
        Non si tratta quindi di una sorveglianza istantanea, ma che si protrae per qualche giorno, perché qualcuno potrebbe scoprirlo più tardi di essere, e forse di essere stato, contagioso in un determinato momento.
        Nessuna caccia all'untore, solo la traccia dei contatti nell'arco di tempo in cui sarebbe potuto essere inconsapevolmente contagioso.

        ••••••••••••

        Commenta


        • #5
          L'app è importante perchè ti permette di AVVERTIRE chi è entrato in contatto con te che TU sei diventato positivo. In forma assolutamente anonima. Ovvio che se sei positivo dovresti startene a casa isolato, ma quelli con cui hai avuto contatti prima che ti facessero il tampone non sarebbero avvertiti.
          In pratica ti arriva una comunicazione che dice "occhio! Sei stato in contatto con un positivo". Certo, a quel punto sarebbe anche bello poter fare un paio di tamponi a distanza di qualche giorno per essere certi di non essere positivi a nostra volta, ma non c'è altro da fare.
          "Guariti" è un termine generico. Si può essere guariti dai sintomi, quindi stare benissimo, ma essere ancora positivi all'antigene, quindi potenzialmente contagiosi. I guariti veri sono coloro che hanno due tamponi consecutivi negativi.
          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
          O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

          Commenta


          • #6
            Entrambe le cose, BE, sia che sei tu a scoprire di essere infetto (in questo caso sono gli altri ad essere avvisati), sia che tu sia stato in contatto con un infetto, e quindi sei tu a essere avvisato e potrai quindi contattare il tuo medico curante e decidere il da farsi in base alla tua situazione (quarantena in isolamento, tampone, o entrambe). Nel caso di positività del tampone, inserendo l'informazione nell'app a tua volta attiverai le segnalazioni a chi è entrato a contatto con te.

            Dico che funziona nei due sensi, perché se non installi l'app non vieni avvisato tu, anche se vieni a contatto con un infetto che l'app ce l'ha.

            ••••••••••••

            Commenta


            • #7
              Si, intendevo quello Nll. Ovvio che è utile sia in "ricezione" che in "trasmissione". Ma appunto... se mi rifiuto volontariamente di utilizzarla a mio parere si potrebbe configurare una responsabilità in caso qualcuno riesca a dimostrare che se l'avessi utilizzata non avresti prodotto una situazione di danno ad altri.
              E' una visione un po' estremizzata, frutto probabilmente della ansia da "richiesta danni" che ormai pervade il mondo medico anche in Italia. E certamente se si tratta di privati è abbastanza difficile trovare il giudice compiacente a seguire questa linea... ma ho visto situazioni meno evidenti prese a pretesto!

              Comunque, tornando a argomenti medici, è esilarante notare come in altri paesi si usi la situazione per propaganda politica a basso costo! Ora il mitico BJ ha deciso di sfruttare la mirabolante "scoperta" (definita senza tanti giri di parole "miracolosa") fatta dagli scienziati inglesi (proprio INGLESI eh!! Sottolineato più volte dal gongolante pazzoide biondo!) che per il Covid-19 si può usare nientepopodimeno che Il CORTISONE!
              Ovviamente il cortisone, essendo uno dei più potenti antinfiammatori, è stato utilizzato nella terapia del Covid-19 da pressochè tutti i paesi al mondo fin dall'inizio della crisi:
              Coronavirus: l’uso di cortisonici e il caso dei pazienti con insufficienza surrenalica. A colloquio con il professor Andrea Lenzi - Quotidiano Sanità
              Covid-19 e farmaci: aggiornamento su quelli usati in terapia | Mario Negri
              Cortisone nella lotta al Covid-19 - #TAGMEDICINA
              Ma per il buon BJ probabilmente la difficile parolona "desamethasone" fa apparire la cosa come "mirabolante scoperta scientifica" il semplice utilizzo di un farmaco conosciuto dagli anni 60 ed usato da tutti,
              In realtà fino ad oggi non si era vista un'enorme efficacia dei farmaci corticosteroidei nella cura del covid-19. Ma è ovvio che l'affinamento di molecole e dosi comporta un percorso lungo di prove ed errori.
              Senz'altro la notizia di una riduzione di un terzo dei decessi nei pazienti in respirazione assistita sarebbe un'ottima cosa, se confermata.

              Al momento comunque il vero punto di svolta mirabolante lo sta dando l'Italia. Che, nonostante un ritmo di contagi ancora sensibile in alcune regioni, da oltre un mese non registra praticamente più polmoniti interstiziali da Covid. Tanto che i ricoveri sono sempre in crollo e le rianimazioni ormai quasi azzerate.
              Questo non dipende certo dal desametasone, ma più probabilmente dalla terapia somministrata dai medici di base nelle forme iniziali che ha quasi azzerato i casi gravi.
              Ed ovviamente dalla protezione (o esaurimento...) dei soggetti più sensibili per età o malattie pregresse.
              “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
              O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

              Commenta


              • #8
                Tra l'altro sentivo al TG di RaiNews24 che il Desamethasone funziona solo per i casi gravi. D'accordo, ti salva la vita, ma la cosa non è poi così esaltante, se devi attendere d'essere grave per poterne trarre beneficio, io spero di non arrivarci mai a doverlo usare.

                ••••••••••••

                Commenta


                • #9
                  Io non scarico nessuna app. Ditelo pure ai vostri avvocati

                  La tecnologia di tracciamento utilizzata in Corea del Sud è in grado di incrociare i dati relativi a tutti gli spostamenti dei cittadini, alle loro transazioni con carta di credito e alle immagini delle telecamere di video-sorveglianza dotate di riconoscimento facciale e di restituirli sotto forma di alert pubblici.
                  Un pelino distopico non trovate?
                  A parte questo non è neppure così certo che sia stata questa la strada che ha fermato la diffusione nel paese asiatico. Pare invece che i tamponi a tappeto siano stati molto più efficaci.

                  Comunque sia: sorvegliare, sorvegliare, sorvegliare.
                  Gattaca docet
                  "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
                  “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
                  "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

                  Commenta


                  • #10
                    Grazie per le spiegazioni, ma sono ancora perplesso.
                    Colui che è positivo dovrebbe starsene a casa ed avvertire del suo stato gli eventuali visitatori.
                    La positività conclamata viene inserita d'ufficio o dipende dal buon cuore del possessore del telefonino?
                    Ci sono dei positivi asintomatici e infettivi che non lo sanno e circolano liberamente. Pare siano la maggioranza.
                    Ritorniamo al mercato. Un signore asintomatico non al corrente del suo stato circola liberamente e si avvicina casualmente ad una ventina di persone. Dopo 4 giorni viene accertata la sua virulenza e segnalato alla rete. Tutti coloro che sono entrati in contatto con lui in questo lasso di tempo saranno avvertiti? Supponiamo di si. Ciascuno di questi è potenzialmente contagioso quindi tutti coloro che sono stati in vicinanza a costoro saranno avvertiti?
                    Nel caso si tratta di una funzione esponenziale (20 di primo contatto ciascuno dei quali ha avuto nel frattempo 20 contatti fanno 400 allarmi ecc...)
                    Nel giro di una settimana si allarma una provincia.
                    Non è ancora chiaro cosa posso fare se mi arriva una segnalazione di contatto.
                    Vado al DEA, telefono al medico di base, passo alcune notti insonni aspettando che emergano sintomi evidenti?
                    Non mi preoccupa l'ipotesi del "grande fratello", mi pare pittosto la borbonica "facite ammuina"
                    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
                    Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

                    Commenta


                    • #11
                      L'app è volontaria, l'inserimento delle informazioni deve avvenire attraverso l'app, altrimenti viene a cessare lo scopo di mantenere protetta l'identità e i dati sensibili dell'utente.
                      Ovviamente chi sa di essere contagioso deve fare ciò che gli prescrive il medico e la Legge, ovvero deve evitare di andare in giro a contagiare gli altri.
                      Hai detto bene, invece, nell'esempio del tipo che scopre dopo qualche giorno di essere positivo al tampone. In questo caso, non sapendo quando di preciso ha contratto l'infezione, l'app risale a tutti i possibili contatti a rischio nel periodo precedente (e quello successivo, se il tipo non rispetta l'isolamento) e li avvisa.

                      ••••••••••••

                      Commenta


                      • #12
                        Io l'ho installata ieri, perchè non credo ai complotti..o meglio, sono convinto che siamo GIA' controllati ma per nostra scelta, ormai a furia di postare stupidaggini su qualsiasi social sanno tutto di noi, e lo usano essenzialmente per cercare di venderci qualcosa.

                        Io sono mediamente social: 2-3 forum, facebook, whatsapp. Non mi interessano (almeno per ora) istagram e similia, e non credo entrerei mai in un social infantile come tik tok.

                        Per questo l'ho installata, e per questo capisco quei POCHISSIMI casi di persone a-social che potrebbero essere sospettosi o comunque poco disposti. Ma tra questi caro Wuwei non ci metterei te, perchè il semplice fatto che sei molto attivo su EA mi dice che non sei uno che si nasconde nel suo angolino.

                        Bright, non capisci perchè molti non vogliono installarlo? A me sembra evidente: non è obbligatoria ed è governativa, e gli italiani essendo molto ignoranti scientificamente si bevono tante bufale complottistiche.

                        L'ultima versione da me istallata funziona senza GPS, e perchè mai se poteva dare + info?

                        Io la renderei molto meno "facoltativa": visto che il rischio di un ritorno dei contagi, anche se magari meno violento, è confermato dalle recenti notizie cinesi...io la renderei obbligatoria per chiunque vuole recarsi in posti a rischio dove il distanziamento è difficile e l'aria "resta" a lungo: discoteche, cinema, bar e ristoranti, sale riunioni ecc ecc.

                        Se non vuoi usare l'app puoi stare all'aperto, e magari pure nei supermercati ma in orari limitati e con regole di distanziamento più stringenti.
                        Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                        I miei articoli qui:
                        https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                        Commenta


                        • #13
                          Si, richi, lo capisco benissimo. E' infatti un parto della solita mentalità complottarda che purtroppo molti condividono. Vabbè, è una cosa utile ma non fondamentale. L'importante è il controllo capillare dei positivi. Se si creeranno nuovi focolai con sintomatici... credo scatterà automaticamente una zona rossa localizzata.
                          Tersite.... l'app ti segnala che sei venuto a contatto con una persona che poi si è rivelata POSITIVA! Non è che ti segnala anche che sei venuto a contatto con uno che era venuto a contatto... ecc ecc.! Altrimenti altro che provincia! Dopo 6 passaggi hai allertato l'intera popolazione!
                          Se l'app ti segnala che sei venuto a contatto dovresti metterti in quarantena, ma lo faranno in pochi in realtà. Ma soprattutto dovresti segnalarlo al tuo medico e richiedere un tampone. Poi che te lo facciano non saprei dirti. Ma quella è la procedura.
                          In realtà lo stesso ministero leggo ora che consiglia di "limitare" al massimo i contatti. La quarantena è lasciata alla responsabilità del singolo, ma eviterei nei 15 giorni post-allerta comunque di far visita alla nonna, invitare gli amici o unirmi alla movida.
                          E' una procedura "civile" che sopporta i limiti della libertà individuale dei paesi occidentali. Fosse per me la renderei non dico obbligatoria per tutto, ma certo se decidi di fare un viaggio in treno, in aereo, andare al cinema, a spiaggia ecc.... secondo me DOVRESTI PRESENTARLA attivata!
                          Altrimenti te ne resti fra i boschi e le api che tanto nessuno sentirà la tua assenza!
                          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                          O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da richiurci Visualizza il messaggio
                            Io l'ho installata ieri, perchè non credo ai complotti..o meglio, sono convinto che siamo GIA' controllati ma per nostra scelta, ormai a furia di postare stupidaggini su qualsiasi social sanno tutto di noi, e lo usano essenzialmente per cercare di venderci qualcosa.

                            Io sono mediamente social: 2-3 forum, facebook, whatsapp. Non mi interessano (almeno per ora) istagram e similia, e non credo entrerei mai in un social infantile come tik tok.
                            Non è questione di complotti, che con questa app non vedo (almeno non in Italia) ma della sua utilità.
                            Non sono ipocondriaco e se un infetto incontrato può potenzialmente infettarmi me ne accorgerò, se non sto bene me ne sto a casa. Non mi interessano app che me lo dicano, che consigliano di fare gli addominali o che mi contano i passi.


                            Per questo l'ho installata, e per questo capisco quei POCHISSIMI casi di persone a-social che potrebbero essere sospettosi o comunque poco disposti. Ma tra questi caro Wuwei non ci metterei te, perchè il semplice fatto che sei molto attivo su EA mi dice che non sei uno che si nasconde nel suo angolino.
                            certo che non mi nascondo. Non nascondo neppure le mie idee. Qui come (e soprattutto) nel mondo reale.
                            Comunque io sono qui e su wathsapp.



                            Io la renderei molto meno "facoltativa"....
                            io la renderei obbligatoria per chiunque vuole recarsi in posti a rischio dove il distanziamento è difficile e l'aria "resta" a lungo
                            ...
                            Se non vuoi usare l'app puoi stare all'aperto, e magari pure nei supermercati ma in orari limitati e con regole di distanziamento più stringenti.
                            Eccolo il punto!
                            Credo che mai come in questo periodo storico ci sia un ipocondriaco bisogno da parte di molti ad avere obblighi, divieti, controlli, sanzioni, leggi, normative, sorveglianza... Poco a poco, sempre di più...

                            Una società folle che da un lato si riempie la bocca di parole come libertà e privacy, ma dall'altro pretende più autoritarismo.
                            Siamo una società sempre più addomesticata.
                            Ultima modifica di WuWei; 17-06-2020, 21:50.
                            "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
                            “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
                            "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

                            Commenta


                            • #15
                              rimanendo strettamente in tema consiglio di guardare almeno una vlta alla settimana (fino a quando la problematica non si sarà estinta da sola) il sito che BE aveva saggiamente consigliato
                              è estremamente istruttivo per tutti Graphs and maps — EUROMOMO oltreutto siamo già ora sotto lo zero il che "taglia la testa al toro" rispetto ad un certo tipo di "considerazioni"
                              mi permetto di ripetermi : "nessuno muore due volte"
                              ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
                              " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

                              Commenta


                              • #16
                                E se osserviamo attentamente i picchi di mortalità, oltre all'ormai evidente discesa sotto la linea di "mancanza di eccesso", si nota che l'eccesso di mortalità in Italia quest'anno è non cos' abnormemente più elevato di quello registrato a febbraio 2017 (per influenza).
                                Il grafico mostra che allora ci fu un eccesso di 10,96 mentre a marzo 2020 siamo arrivati a 16,94. Che, per carità, è un dato comunque di grave rilievo e certo non da sminuire. Ma conferma che siamo ben lontani da quella tragica malattia che i media continuano a dipingere.
                                Tra l'altro i picchi di mortalità di paesi che hanno avuto molto più tempo per organizzarsi e che sono tuttora considerati con una crisi epidemica meno grave di quella italiana come UK, Spagna, Francia in realtà hanno scostamenti di eccesso di mortalità molto più elevati di quelli italiani.
                                Ultima osservazione, anche oggi ho sentito in TV gli anatemi contro la Svezia e le scenette raccontate degli svedesi pentiti di fronte alla strage. Ma in realtà la curva rimane del tutto piatta senza eccesso, esattamente come nei paesi fuori dal lockdown. E anche il picco è molto più basso di tutti i paesi pincipali eccetto la Germania!
                                Tutto questo non significa certo che ora gettiamo guanti e mascherine e ce ne freghiamo, ma certo la reale portata di questa tragedia sta virando sempre più sul versante economico che su quello sanitario!
                                Ultima modifica di BrightingEyes; 17-06-2020, 23:26.
                                “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                Commenta


                                • #17
                                  Non sono certo un catastrofista, ma dimenticate che c'è stato un lock down, e di fatto le possibilità di contagio sono ancora molto limitate dalle restrizioni ancora in atto, e dai comportamenti volontari
                                  Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                                  I miei articoli qui:
                                  https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                  Commenta


                                  • #18
                                    oggi come oggi è un aspetto del tutto secondario
                                    la serrata (usiamo litagliano ai limiti del possibile) doveva cominciare più "a taburo battente" prima ma ora dovrebbe essere finita
                                    ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
                                    " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Intanto in Germania 7000 persone, l'intera fabbrica chiusa per quarantena a causa di oltre 400 contagi.
                                      Ma qualcuno ci diceva che i luoghi di lavoro sono sicuri...
                                      "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
                                      “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
                                      "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da WuWei Visualizza il messaggio
                                        Intanto in Germania 7000 persone, l'intera fabbrica chiusa per quarantena a causa di oltre 400 contagi.
                                        Ma qualcuno ci diceva che i luoghi di lavoro sono sicuri...
                                        Wuwei in Germania non c'è mai stato una chiusura come da noi e anche le restrizioni per le aziende non ci sono praticamente state, solo consigli , la differenza è che se consigli una cosa a un Tedesco al 70% lo farà se lo fai a un Italiano (mettere percentuale a piacere) non lo farà.

                                        Nel caso specifico si tratta con molta probabilità di virus d'importazione la maggioranza dei dipendenti della fabbrica ( è un mattatoio) sono est Europa e settimana l'altra c'era corpus domini e pentecoste e in NRV hanno fatto un bel ponte molti dei dipendenti sono andati nei paesi di origine riportando a casa qualche regalo che ha causato il focolaio dopo la canonica settimana.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Infatti ormai le conferme arrivano da ogni parte del mondo. NON esistono prove di rush epidemici sui luoghi di lavoro! Ovviamente con un minimo di misure di distanziamento e protezione!
                                          Insomma è ormai ampiamente provato che il 99% delle aziende possono proseguire le lavorazioni con poche, semplici misure.
                                          La serrata di fine marzo italiana è stata una FOLLIA senza senso alcuno. Non ha prodotto nemmeno una minima riduzione della curva e alla riapertura, o meglio alle “riaperture all’italiana” con migliaia di aziende costrette a fingersi indispensabili inventando lavorazioni farlocche e rivolgendosi ai pretori per aggirare il blocco puffarolo, NON hanno prodotto alcuna per quanto minima ripresa dei contagi.
                                          In realtà si può anche capire l’incertezza di chi doveva prendere decisioni pesanti, ma i consiglieri avrebbero dovuto spingere per adottare l’unica misura seria e scientificamente giustificata! Ecioè lasciare in CIG solo la fascia di lavoratori al di sopra dei 50 anni!!!
                                          Al di sotto di questa età si conoscevano già allora i rischi. Bassissimi!
                                          La controprova peraltro ce la da proprio l’episodio di focolaio tedesco. Dove c’è si una ripresa di contagi, ma NESSUN ricovero e nessun decesso!
                                          A proposito... la vicenda della portaerei USA con focolaio e capitano che invocava aiuto per “salvare la vita” ai marinai e poi, giustamente, cacciato dalla Navy si è conclusa con quasi 1500 contagiati, una mezza dozzina in infermeria e un decesso.
                                          Altri casi in Francia,Usa ecc si sono risolti con migliaia di contagiati, pochissimi ricoveri e nessun decesso.
                                          Come è ovvio trattandosi di militari perlopiù giovani è in buona salute.
                                          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                          O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                          Commenta


                                          • #22
                                            A dire il vero neppure dopo la riapertura generalizzata c'è stata la ripresa dei contagi, seppur fosse prevista e la cosiddetta "scienza" ci metteva la mano sul fuoco!
                                            A questo punto mi chiedo se abbiano ancora senso mascherine, spiagge con capsule sottovuoto e app per apprensivi cronici...
                                            "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
                                            “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
                                            "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da richiurci Visualizza il messaggio
                                              Non sono certo un catastrofista, ma dimenticate che c'è stato un lock down, e di fatto le possibilità di contagio sono ancora molto limitate dalle restrizioni ancora in atto, e dai comportamenti volontari
                                              Non si tratta di dividersi fra catastrofisti e gilet aranscion.
                                              E' solo una riflessione, che credo ormai ben supportata dai dati, su una evidente campagna di terrorismo che contagia molte persone poco addentro alle cose.
                                              Porto un esempio... questo sito (IL METEO ▷ Meteo e previsioni del tempo in Italia * iLMeteo.it) in teoria dovrebbe parlare di meteo (mi pare di capire dal titolo, sbaglio?).
                                              Bene... è da MESI che porta avanti un campagna di esagerazione mirata e studiata delle notizie covid19.
                                              A parte la stucchevole nota che infilano SEMPRE sulla necessità di conteggiare non gli attuali positivi, ma TUTTI i contagiati, morti e guariti compresi (chissà poi perchè...) è sempre pieno di ridicoli articoli su "altro che ripartenza, è pronta la nuova zona rossa! Ondata di contagi in arrivo! L'epidemia risale.." ecc. ecc. ecc.
                                              Questa batteria di fuoco ha ormai diffuso una visione dell'Italia quasi da zona di guerra. Quando in realtà non è MAI stato così!
                                              Ora la gente, per reazione, pare fregarsene sempre di più. I festeggiamenti del Napoli per la Coppa Italia lo mostrano chiaramente.
                                              Serve EQUILIBRIO! Nessuno nega che servano le misure di contenimento, e serviranno a lungo. Ma non si può continuare a agitare fantasmi inesistenti perchè il rischio è che i giovani, quando si rendono conto che è un fantasma... poi esagerano dall'altra parte!
                                              E' stata un'Italia molto disciplinata, non roviniamo tutto ora!
                                              “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                              O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                              Commenta


                                              • #24
                                                curioso che quelli che vedono sempre misteriori interessi di misteriose lobby dietro a questa demenziale campagnia che continua ad insinuare catastrofi stiano rigorosamente zitti
                                                sembra, a voler essere cattivi, che qualcuno sia contento di stare a casa ad oziare prendendo "solo" l'80.% dello stipendio per fare nulla, ma sicuramente è non così ..... sono filantropi che pensano solo alla salute umana
                                                ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
                                                " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Se qualcuno potesse passarmi questo report in privato non avendo io account goog...COVID-19 e Digital Audience
                                                  diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Questa notizia incrinerà non poco il mondo del catastrofismo sanitaristico: "I nuovi positivi non sono contagiosi" | L'HuffPost
                                                    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                                    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Concordo con BE che molti siti a caccia di click presentino la situazione in modo fin troppo catastrofico.
                                                      Come in tutte le cose ci vuole buon senso ed equilibrio.

                                                      In questi mesi abbiamo messo in piedi un sistema che ci permette di individuare in modo più tempestivo i nuovi casi ed evitare focolai incontrollati.

                                                      Oggi i nuovi contagiati vengono trattati in modo precoce, più efficacemente e questo evita il (giustamente) temuto sovraccarico delle terapie intensive e spesso i pazienti sono monitorati e trattati a domicilio o in reparti a bassa intensità di cura.

                                                      Nel contempo non mi convince affatto l’idea che i nuovi contagiati abbiano una carica virale così bassa da non essere a loro volta contagiosi.

                                                      La buona stagione e la tendenza a frequentare spazi aperti co sta sicuramente aiutando, ma le buone pratiche acquisite (evitare affollamenti, mascherine in assenza di distanziamento e lavaggio delle mani) ci dovranno continuare ad accompagnare.

                                                      La difficoltà sarà trovare il giusto equilibrio e non generalizzare.

                                                      Il fatto che in uno stabilimento di lavorazione delle carni in Germania ci siano stati oltre 700 contagi non significa che in tutto il mondo non sia sicuro lavorare, ma che in QUEL contesto non avevano messo in piedi i giusti protocolli di sicurezza (anche a titolo personale i singoli operai che hanno viaggiato 15 ore in pullman affollati).

                                                      Questo e altri focolai (San Raffaele di Roma) ci dicono che non dobbiamo abbassare la guardia ma con le giuste precauzioni possiamo lavorare, andare al ristorante e non diventare eremiti....
                                                      FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Dopo l'emergenza sanitaria a brevissimo arriverà quella economico-occupazionale, che sarà pure peggio....

                                                        Senza lavoro 500 mila autonomi
                                                        Oltre mezzo milione di lavoratori autonomi sarà espulso dal mercato del lavoro a causa dell’emergenza Coronavirus. La crisi ha già lasciato sul campo circa 190.000 giovani lavoratori e i 600 euro del governo, richiesti da 454.000 persone, non son che poco più di un palliativo.

                                                        Penso che il presidente Conte, agli stati generali, si sta rendendo conto che avrà molte gatte da pelare e occorrerà prestare la massima attenzione su come indirizzare le scarse risorse disponibili per evitare rivolte sociali.

                                                        Gualtieri: "Lavoriamo per evitare rivolte sociali"
                                                        Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Ciao Renato, siamo tutti preoccupati per la situazione economica.

                                                          Ancora i ns 1000 non si rendono conto che le aziende non lavorano per diritti acquisiti, ma sono sempre sulla cresta dell' onda in competizione con il resto della UE e del mondo.

                                                          Non bastano modi ed euro, servono tempi giusti.

                                                          Pragmatismo e immediata reazione alla situazione.

                                                          Nella mia ignoranza "amministrativa" sostenevo da tempo che servivano euro subito ed a pioggia.

                                                          Non avevo capito che "loro" volevano distribuirli ai soliti con la scusa dell' emergenza economica.

                                                          Gli euro saranno gli stessi, i destinatari quelli che hanno sempre voluto "loro". Faranno morire definitivamente la piccola e media impresa, a favore dei soliti carrozzoni pubblici.

                                                          In compenso senza liberi professionisti ed imprenditori in giro, risolveranno in uno solo colpo 2 problemi:

                                                          1- l' evasione, in quanto mancheranno le figure di riferimento !
                                                          2- la corruzione, dato che non ci sarà nessuno che corrompe, per facilitare lavori o consulenze.

                                                          Chissà, forse sarà un mondo migliore e "diverso" .... forse!

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Beh,e chi sono io per agire e poter cambiare?Loro+io=Noi....Comunque un cambiamento,qualunque accezzione politica voi vogliate dare a questo termine, che non cambi la Sostanza delle cose e attuandolo come è già avvenuto e come ormai da millenni avviene secondo me è quasi che inutile.Per non dire inefficace e infecondo se non addirittura malevolo per la popolazione.
                                                            diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR