Covid-19 Evoluzione e info - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Covid-19 Evoluzione e info

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da nll Visualizza il messaggio
    Certo stupisce che per la stessa epidemia, a oltre 10 anni girino ancora tabelle così discordanti che citano comunque la stessa fonte (OMS/WHO). 284000 o 18000?
    Rispondo a te e un po' agli altri. Secondo Focus (che non è Nature o Science eh!) quei dati sono il frutto di una REVISIONE a distanza di tempo. Dello stesso OMS eh!
    A mio parere la revisione avrà messo in chiaro in qualche paragrafo non riportato che, per avere dati solidi di confronto con altre epidemie, si è deciso di conteggiare solo una quota di casi considerati "positivi" che rispondevano a certi criteri. Non so... ipotizzo eh!
    Altrimenti è davvero inspiegabile questa variazione. Occorrerebbe vedere le fonti reali primarie a cui si sono riferiti Wikpedia e Focus. Probabilmente la spiegazione esiste, ma è lasciata agli addetti ai lavori contando sul fatto che in pochi si interessassero davvero al problema
    Una cosa molto importante e verissima l'ha segnalata jo green. Per la suina gli anziani non subirono la strage attuale perchè molti erano già venuti in contatto in passato con virus influenzali simili. Un po' come successe, sembra, con la spagnola.
    Questo virus invece non ha mai determinati importanti risposte immunitarie. Quindi siamo tutti del tutto privi di qualsiasi anticorpo anche solo "simile". Ed in questi frangenti, senza protezione anticorpale e senza protezione farmaceutica o vaccinale... siamo allo stesso livello di un gregge di pecore! Prima o poi l'immunità di gregge arriva... ma nel frattempo chi è debole e fragile o viene isolato o corre rischi molto gravi anche in un'epidemia sostanzialmente "debole" come questa.
    Una suina, indipendentemente dal valore di letalità, che avesse avuto la capacità di contagio del covid-19 e l'assoluta mancanza di copertura immunitaria secondo me avrebbe prodotto un numero di morti molto più elevato!


    Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
    Ma l'eparina non viene già data di default a chi è bloccato a letto ?
    Per prevenire gli episodi tromboembolici specie nelle persone anziane, postoperati, con patologie delle varici ecc. si. Ma spesso si usano anche altri farmaci.
    In questo caso comunque è una particolare eparina e viene somministrata a tutti quelli che rispondono a una determinata classe di sintomi. E' uno studio scientifico che se dà risultati validati potrebbe davvero rivoluzionare tutto.
    Ultima modifica di BrightingEyes; 14-04-2020, 14:18.
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

    Commenta


    • Tutti i calcoli e le stime sui contagi lasciano il tempo che trovano. Non sono DATI.
      Ad esempio studiosi tutti accreditati e competenti danno cifre diverse per i contagiati di covid19 ad oggi in Italia 1-3-5-8 milioni. Chi ha ragione? Non lo sa nessuno, neppure loro. Non c'è nulla di scientifico in queste stime. Non lo è oggi e non lo sarà domani ne fra 10 anni.
      "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
      “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
      "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

      Commenta


      • Ma dico : se H1N1 avesse avuto veramente i 284.000 morti e i 60mln di contagiati in usa ? come mai non c'erano stati gli stessi blocchi di ora ?!?!? io non me la ricordavo nemmeno di questa pandemia, pur essendo soggetto a rischio per quella influenza , avevo 11 anni meno .....
        AUTO BANNATO

        Commenta


        • Preso da altro forum che vorrebbe copiare questo
          http://www.simaonlus.it/wpsima/wp-co...opolazione.pdf
          AUTO BANNATO

          Commenta


          • Cito dal tuo link ...
            "Tale analisi sembra indicare una relazione diretta tra il numero di casi di COVID-19 e lo stato di inquinamento da PM10 dei territori, coerentemente con quanto ormai ben descritto dalla più recente letteratura scientifica per altre infezioni virali."
            Ma dai?!? Vuoi vedere che dove il tasso di contagio è maggiore (a prescindere dal virus) è nelle aree maggiormente abitate e quindi maggiormente inquinate? E mi sembra ovvio che in cima al Monte Bianco l'inquinamento sia quasi zero e il numero di contagi pure... non ci abita nessuno
            Domotica: schemi e collegamenti
            e-book Domotica come fare per... guida rapida

            Commenta


            • E come mai a RM invece il virus non ha attaccato , hai una spiegazione anche per questo ?
              Guardati questo vai visto che non credi Siamo nella ca... - Report diamo la colpa sempre alla cina guardiamoci in casa....
              AUTO BANNATO

              Commenta


              • Come non ha "attaccato".... http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_n...470_0_file.pdf
                Il Lazio ha (aggiornamento al 14/04) 5111 casi, perfettamente in linea, sfasando la curva epidemiologica dei dovuti giorni... visto che il contagio è partito dalla Lombardia.., con le altre regioni del nord. Tieni a mente che, comunque, il numero dei contagi è sempre direttamente proporzionale al numero di tamponi effettuati.
                Poi, se proprio si vuol trovare una correlazione tra inquinamento e contagi/malattie, soprattutto che coinvolgono l'apparato respiratorio, bé mi sembra normale che dove questo è più messo alla prova peggio risponda nel caso di aggressioni da patogeni di qual si voglia natura.
                Un analisi scientifica in grado di dimostrare una correlazione, carrier o boost come la indica nel link, tra concentrazione di P.M.x e patologie andrebbe fatta ricercando tali virus o batteri direttamente al interno di detti inquinanti e non per via puramente statistica. In quanto in quest'ultimo caso seppur le due cose possono apparire correlate, le motivazioni possono essere di tutt'altra natura
                Domotica: schemi e collegamenti
                e-book Domotica come fare per... guida rapida

                Commenta


                • Insomma 5000 contro 65000 casi, vorresti dire che tra 1 mese a RM ci saranno 60000 casi ? e allora anche in toscana , Liguria, etc ?
                  AUTO BANNATO

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                    60000 casi ? e allora anche in toscana , Liguria, etc ?

                    Allora passiamo subito alla fase 5..........................
                    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                    Utente EA dal 2009

                    Commenta


                    • In Liguria oggi +12%
                      Comunque il numero di tamponi sono dimezzati rispetto a ieri. E poi mica tamponano tutti i sintomatici... Le statistiche valgono mica tanto mi sa...
                      Da giorni si parla di carenza di reagenti. Negli ultimi 2 giorni calo netto di tamponi effettuati. Staranno mica arrivando agli sgoccioli delle damigiane?
                      "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
                      “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
                      "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

                      Commenta


                      • per me rimane abbastanza inspiegabile l'enorme diffusione che c'è e continua ad esserci nel nord rispetto le altre regioni del sud, diventa plausibile anche la storia delle micropolveri che fanno da vettore.
                        va bene ci sono stati grossi errori nella gestione dell'emergenza, però mi aspettavo che al sud con tutti i rientri degli studenti dal nord che ci sono stati, di cui alcuni chiaramente infetti, mi aspettavo una esplosione di casi che in realtà non è avvenuta.
                        penso pure che se continua così per un'altra settimana sto lockdown al sud sia pure esagerato.
                        Ultima modifica di gigisolar; 14-04-2020, 22:35.
                        Impianto FV 2,94 kWp 23° -85 est 1° CE e 3 PDC Riello aria 13 kWt dal 2007.
                        Caminetto aria Montegrappa CMP05 10,5 kWt, 4* dal 2011. Caldaia a metano Riello Family 26K.Twingo Electric Zen dal 2021

                        Commenta


                        • Insomma 5000 contro 65000 casi, vorresti dire che tra 1 mese...
                          Se non ci fosse stato il lockdown si

                          ...mi aspettavo una esplosione di casi che in realtà non è avvenuta....
                          Perché i vari "fuggitivi", una volta accertati, sono stati messi in quarantena preventiva. A quel punto poco importava, geograficamente, dove fossero.
                          Il sud, per fortuna, in parte, non ha fatto l'errore che noi Italiani, ma in generale gli europei, hanno fatto rispetto alla Cina... in soldoni, aspettare che il toro scappasse per chiudere la stalla.
                          oh, per inciso ... non sono uno scienziato ma (imho) la tesi su esposta, almeno in quel modo, mi sembra una c....ta. Torno a ripetere, se veramente ci fosse una correlazione basterebbe cercare la presenza di virus al interno degli opacimentri delle varie centraline di rilevamento
                          Ultima modifica di Lupino; 14-04-2020, 22:43.
                          Domotica: schemi e collegamenti
                          e-book Domotica come fare per... guida rapida

                          Commenta


                          • Ovviamente dove c'e' più inquinamento vi sono più persone, le persone delle città sono anche fuggite nelle loro seconde case sempre al nord in montagna per sciare, come se le persone delle città fuggono al mare sposteranno il problema, normale penso.
                            Quando bergamo era già piena di casi ma mescolati con la comune influenza il sud era ancora ai primi casi ma facendo un blocco nazionale si sono isolati i pochi casi del sud e i molti del nord, la salvezza del sud e' che il contagio e' iniziato d'inverno perche' se fosse partito d'estate o luglio o agosto sarebbe avvenuta una carneficina al sud e al nord, forse limitata dalla temperatura.
                            Il sud si e' mosso con pochi casi gestibili mentre al nord e in lombardia con i tamponi limitati, il fatto che si e' scambiata con l'influenza, non si usavano le mascherine tranne se malati(ma ora sappiamo che servono a tutti) i blocchi scagionati, la corsa alle provviste e alle mascherine introvabili come i gel senza mascherina, gli ospedali con ore di attesa tra i pazienti pensando di avere un'influenza, si guardava solo alla temperatura ma non sempre dimostra la non positività, ecc...
                            Un incendio preso a bosco bruciato o quasi senza avere acqua, penso sia la descrizione di quello che è avvenuto al nord e continua parzialmente ad avvenire.
                            Dimenticavo che le chiusure non erano arrivate dal' alto ma forzate dal basso, e quindi dalle persone che si sono rifiutate di lavorare e non e' poco.
                            Inizialmente era partita tra le persone la paura cercando di prepararsi con mascherine ecc... poi gli stessi virologi per non creare panico anno rallentato le precauzioni creando un senso di libertà nelle persone che a portato la situazione con il tempo da una situazione di libertà ,ad una di disperazione nel vedere la gente morire.
                            Da quello che si e' sentito il primo tampone non lo si voleva nemmeno fare perche' un costo inutile, classico per una sanità che tagliava su ogni cosa (compreso i letti) grazie alla scienza, ma in questo caso la scienza era senza armi.
                            L'ospedale vecchio di bergamo aveva 1500 posti con stanze enormi e alte, poi grazie alla tecnologia l'ospedale nuovo 1200 posti con stanzette e soffitti bassi.
                            Ultima modifica di teoria del tutto; 14-04-2020, 23:56.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da gigisolar Visualizza il messaggio
                              per me rimane abbastanza inspiegabile l'enorme diffusione che c'è e continua ad esserci nel nord rispetto le altre regioni del sud, diventa plausibile anche la storia delle micropolveri che fanno da vettore.
                              E' quasi certo che ci possa essere una correlazione fra inquinamento (in generale, non solo nanopolveri) e letalità del virus. Se poi sia legata al fatto che in ambienti inquinati esistono molte più persone con resistenza minore per via dell'inquinamento o se sia da attriburisi a una specifica azione sinergica sui polmoni non è ancora stato minimamente provato.
                              In ogni caso non è che proprio ci sia sto enorme divario nord-sud. C'è un enorme divario fra alcune aree del nord ed il resto d'Italia! Già il Veneto ha una situazione ben diversa dalla Lombardia!
                              A mio parere non ci sono nemmeno enormi errori a cui attribuire la, relativa, anomalia. Certo, alla fine scopriremo anche qualche concausa facilitante, ma la speigazion di base è abbastanza semplice. Quando si sono creati i primi contagi (fine gennaio - inizio febbraio probabilmente) il virus si è diffuso come un incendio in migliaia di persone in quelle zone. La probabilmente altissima percentuale di casi asintomatici o sintomatici ma leggeri è stata tuttalpiù scambiata per la ormai famosissima "banale influenza" e nessuno ha pensato a tamponare, isolare, chiudere.
                              Quando si è capito che il virus era già qua... probabilmente era ormai tardi e decine o forse centinaia di migliaia di persone erano probabilmente già infette. Tra cui moltissimi anziani.
                              L'errore più grosso, a parte non isolare subito le RSA, è stato quello di non pensare alla mole di asintomatici e contare solo su una procedura di zona rossa che è molto efficace (infatti ora a Codogno e Vò non ci sono più casi), ma solo limitatamente al territorio bloccato. Purtroppo nessuno sapeva esattamente l'estensione del contagio e si sono persi 15 giorni preziosi.
                              Del resto che la situazione Bergamo-Brescia sia stata molto anomala lo dimostrano gli altri paesi, come la Francia, ch pur con un sistema sanitario ottimo e almeno una settimana di vantaggio si trova ora in una curva perfettamente sovrapponibile a quella italiana! O la stessa Spagna, dove erano (non si bene su quale base!) convintissimi di avere il miglior SSN al mondo e si sono ritrovati coi malati affastellati nei corridoi e gli anestesisti costretti a scegliere chi intubare (molto più che in Italia).
                              Inoltre l'epidemia è ancora molto "giovane". Il fatto che molti paesi siano riusciti a contenerla in relativamente poco tempo non deve ingannare! Le possibilità che esploda con raddoppio ogni 2 o 3 giorni in paesi con SSN molto più rudimentali dei nostri potrebbe determinare molti morti.
                              Al sud hanno evidentemente funzionato bene le misure di contenimento locale. E i focolai che si sono accesi sembrano ben controllabili.
                              Tutto fa ritenere che difficilmente i paesi industrializzati si faranno sorprendere da esplosioni tipo Bergamo-Brescia di metà marzo. Ci saranno probabilmente recrudescenze e rialzi di curva localizzati, ma molto più controllabili.

                              P.S. Breaking news dell'ultima ora... il carotone ha deciso di sospendere i finanziamenti all'OMS accusandoli delle morti negli USA! Trump announces WHO funding is suspended and blames organisation for coronavirus deaths | The Independent
                              Da notare che solo ieri ha divertito mezzo mondo accusando il virus di essere "intelligentissimo" e di riuscire a sfuggire agli antibiotici!
                              Ora, tutti sanno che i virus non sono sensibili agli antibiotici, ma forse pochi sapevano che avessero un'intelligenza! Ma se ce l'hanno a me pare senz'altro maggiore di quella del carotone!
                              Ultima modifica di BrightingEyes; 15-04-2020, 00:33.
                              “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da gigisolar Visualizza il messaggio
                                per me rimane abbastanza inspiegabile l'enorme diffusione che c'è e continua ad esserci nel nord rispetto le altre regioni del sud, diventa plausibile anche la storia delle micropolveri che fanno da vettore.
                                va bene ci sono stati grossi errori nella gestione dell'emergenza, però mi aspettavo che al sud con tutti i rientri degli studenti dal nord che ci sono stati, di cui alcuni chiaramente infetti, mi aspettavo una esplosione di casi che in realtà non è avvenuta.
                                penso pure che se continua così per un'altra settimana sto lockdown al sud sia pure esagerato.
                                Infatti anche a me mi sembra strano che si faccia credere che l'unico problema sia quello che va a fare jogging da solo , che venga considerato un criminale.... si vede che al sud non esistono le condizioni per propagarsi del virus in maniera esplosiva? caldo , meno gente al chiuso , aria più pulita , etc
                                AUTO BANNATO

                                Commenta


                                • Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                  Infatti anche a me mi sembra strano che si faccia credere che l'unico problema sia quello che va a fare jogging ....
                                  ..con droga ed escort nascoste nei parchi! mentre passa l' elicottero e se no piovono dal cielo pacchetti di euro anche per quelle spese..
                                  seppure io come vecchietto preferirei piovessero mascherine ...con quello che costano.... potrebbero assicurarci un rendimento crescente per il futuro
                                  ......futuro..?

                                  Commenta


                                  • Che trump stia manipolando la situazione per nascondere le sue responsabilità è palese.
                                    Però sono altrettanto palesi gli errori dell'OMS. Organizzazione tanto brava nelle parole (a settembre pubblicava un rapporto dove diceva "C’è una minaccia molto reale di una pandemia in rapido movimento altamente letale, di un agente patogeno respiratorio che potrebbe uccidere da 50 a 80 milioni di persone e spazzare via quasi il 5 per cento dell’economia mondiale") quanto farraginosa e inefficace nei fatti.
                                    1. I medici di Taiwan inascoltati dall'OMS sul virus a dicembre
                                    2. I primi casi in Cina ad inizio dicembre e il lassismo dell'OMS fino alle prime settimane di gennaio
                                    3. I rapporti dell'OMS sempre tranquillizzanti fino a fine gennaio
                                    4. L'atteggiamento di consigliare test solo ai sintomatici conclamati poi corretto in estremis a pandemia ormai incontrollata e test il più estesi possibile
                                    5. La vaghezza sull'uso dei DPI

                                    Insomma, Trump è quello che è. Lo conosciamo tutti nel suo essere grottesco. Però l'OMS ha sue lacune non da poco per essere l'organizzazione che vuole occuparsi della salute mondiale. Per dirla alla Burioni: "l'OMS è sempre più deludente".
                                    Ultima modifica di WuWei; 15-04-2020, 09:05.
                                    "Il momento migliore per piantare un albero è vent'anni fa. Il secondo momento migliore è adesso."
                                    “Se questa scienza che grandi vantaggi porterà all'uomo, non servirà all'uomo per comprendere se stesso, finirà per rigirarsi contro l'uomo.”
                                    "D'ogni legge nemico, e di ogni fede"

                                    Commenta


                                    • Anche se non condivido affatto la sua stroncatura dei test di immunità e della relativa "patente" (Che se anche non sarà certa al 100% perlomeno individua i soggetti di gran lunga a minor rischio di contagiare!!) è interessante capire come fa fatto Crisanti a ottenere un risultato eclatante in Veneto mentre i suoi colleghi che ora fanno i "super-prudenti fuori tempo massimo" come piedi-di-piombo Galli lasciavano esplodere centinaia di migliiaia di casi:Coronavirus: “Un carne de inmunidad es una estupidez enorme” | Sociedad | EL PAIS

                                      In sintesi in Veneto si è seguito un modello coreano (o taiwaniano se si preferisce) sottoponendo a screening mirato tutti quelli che si riusciva a collegare ai focolai. Ma lo si è potuto fare per due motivi:
                                      1) Primo per la scelta di un virologo di coraggio e responsabilità che ha in pratica ignorato i precetti OMS e ha agito secondo coscienza e che ora, infatti, NON è per nulla contrario alle riaperture "con criterio" proposte, anzi decise, da Zaia. (Mentre i suoi colleghi esperti di regioni limitrofe urlano "prudenza, prudenza, prudenza" perchè evidentemente ormai molto più preoccupati per la propria credibilità che per le prospettive dell'epidemia!)
                                      2) Perchè la regione Veneto aveva già precedentemente un robusto sistema di screening determinato dal fatto che ogni estate hanno un'epidemia di febbre del NIlo. Cosa che io non sapevo minimamente, ma che ha permesso a Crisanti di atttivare velocemente una risposta efficace!

                                      Al di la delle polemiche sulle capacità degli attuali esperti, direi che questa è una prova schiacciante della ASSOLUTA NECESSITA' per il nostro paese di dotarsi di sistemi RIDONDANTI, magari tenuti in riserva ma pronti ad essere atitvati in poche ore, non solo dal punto di vista della risposta terapeutica (letti di TI, respiratori, farmaci, DPI, ecc), ma anche nel settore dei laboratori clinici e delle possibilità di screening di massa!
                                      L'AIO (associazione odontoiatri) ha ad esempio già pensato alla proposta che avevo avanzato giorni fa di sfruttare gli studi dentistici (piccoli ospedali sicurissimi ed in grado di fornire risposte certificate, in tempi rapidissimi ed anche di autoorganizzarsi come accoglienza e gestione dati) ed ha avanzato la proposta di mettere a disposizione gli studi in maniera gratuita per moltiplicare le potenzialità di risposta. (Dal dentista i tamponi per il Covid-19, proposta AIO spedita al Ministro della Salute - AIO - AIO)
                                      Una organizzazione che, in caso di epidemia, potesse contare su decine di migliaia di operatori professionali qualificati, sparsi sul territorio, in contatto semplice con le strutture sanitarie pubbliche locali, in grado di realizzare centianaia di migliaia di tamponi, prelievi, esami di qualsiasi tipo al giorno e che potesse contare su una rete di laboratori con potenziale di accettazione moltiplicabile per 100 alla bisogna avrebbe probabilmente messo l'Italia in una situazione taiwanese alle prime avvisaglie! e SENZA necessità di investimenti pubblici ciclopici! Gli studi esistono e sono autonomi. Le attrezzature da laboratorio, per quanto costose, sono una frazione minima dei costi di lockdown e anche il personale da tenere "in riserva" e da attivar ealla bisogna potrebbe essere reperito con una piccola gratifica mensile in tempo di "pace" e un normale stipendio della sanità temporaneo nei momenti di "guerra" ai viurs. Esattamente come succede per i riservisti dell'esercito americano.
                                      Ritengo anche assurdo che, come ho letto, il Veneto abbia dovuto acquistare dall'Olanda (l'Olanda!?!? non ci acquisterei nemmeno più un tulipano io!) una macchina da laboratorio avanzatissima che permette 9000 tamponi al giorno (Crisanti: <<In Lombardia piu casi del Veneto perche all'inizio se ne sono fregati>> | Vvox)
                                      Queste tecnologie DEVONO in futuro essere considerate STRATEGICHE e essere progettate, costruite e acquistate IN ITALIA! I governi DEVONO attivare adeguate gare, senza escludere ovviamente le imprese di altri paesi europei (non si può) ma ponendo come condizione irrinunciabile che la sede di produzione sia IN ITALIA e possa essere controllata alla necessità dallo stato, dalla Protezione Civile, dall'esercito in caso di emergenza!
                                      Ultima modifica di BrightingEyes; 15-04-2020, 11:04.
                                      “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                                      Commenta


                                      • Come mai in Spagna e Germania ci sono il doppio di guariti che in Italia , per curiosità ?
                                        AUTO BANNATO

                                        Commenta


                                        • Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                          Come mai in Spagna e Germania ci sono il doppio di guariti che in Italia , per curiosità ?
                                          Per la Germania credo sia sicuramente legato al numero di tamponi ben più elevato e fatto su tutte le categorie di età. Per la Spagna non saprei. Come numero di morti per abitanti sono superiori anche ai numeri di Bergamo e Brescia. Possibile che testino anche i "ricoverati a casa", ma non so dire di preciso. Anche loro fanno molti tamponi ora però.

                                          C'è da dire che in Italia riusciamo a fare polemiche su tutto. Si è costruito un ospedale in poco tempo e ora c'è la polemica perchè ha pochi pazienti (Ospedale in Fiera, pure la Giunta pensa che sia inutile: “Per fortuna non serve...” - Il Fatto Quotidiano). Evabbè!
                                          Ultima modifica di BrightingEyes; 15-04-2020, 19:17.
                                          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                                          Commenta


                                          • Sarebbe da capire anche qual'è la determinante nel giudicare un "guarito". Qui da noi vengono definiti tali i pazienti ospedalizzati alla dimissione (dopo il secondo tampone negativo), negli altri stati potrebbero esser ritenti tali anche i positivi asintomatici o lievemente sintomatici trascorso il periodo di quarantena.
                                            Purtroppo così come il numero dei contagi è direttamente proporzionale al numero dei tamponi eseguiti, anche il numero dei guariti è passivo di varie interpretazioni ... (forse, ma molto forse) l'unico certo è quello dei deceduti
                                            Domotica: schemi e collegamenti
                                            e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                            Commenta


                                            • non c'entrano il, numero di test, è che in germania e spagna a fronte di numeri di contagiati grosso modo nostri, hanno il doppio di guariti , che vuol dire sono partiti dopo di noi e hanno guarito il 50% delle persone e noi siamo attorno al 20% ?!?!? c'è qualcosa che non funziona da noi ?

                                              a parte oggi mi sembra intervistassero una che è guarita e a cui non è stato rifatto il test , quindi se fanno così per forza abbiamo numeri sballati


                                              tra l'altro la domanda è stata posta oggi in conferenza stampa protezione, è non è che abbia risposto in maniera chiara , in pratica non ha ripsoto ha rigirato attorno al problema ...
                                              AUTO BANNATO

                                              Commenta


                                              • a parte oggi mi sembra intervistassero una che è guarita e a cui non è stato rifatto il test...
                                                Guarda, non so come funzioni in generale ma, almeno per quanto riguarda il primo ospedale del capoluogo piemontese, posso confermarti per conoscenza diretta (coniuge) che la dimissione o, meglio, l'affermazione di guarigione avviene solo dopo il secondo tampone negativo. Non solo, vi sono stati casi, per fortuna rari, in cui, nonostante la presenza di una chiara sintomatologia riportante al SARS-CoV 2, si avesse un tampone oro-faringeo, anche ripetuto, negativo. In quei casi si è proceduto con test endo-tracheali.
                                                Per quanto riguarda il maggior numero di guariti in Spagna e Germania, al netto di protocolli migliori dei nostri (ma credo che così non sia), le uniche cose a cui mi viene da pensare siano: o, come dicevo su, una diversa modalità di screening, indirizzato non solo ai pazienti ospedalizzati ma anche a quelli in quarantena preventiva, o ad una gestione migliore (in Spagna mi sembra però veramente difficile) del caso con sintomatologia lieve o iniziale
                                                Domotica: schemi e collegamenti
                                                e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                                Commenta


                                                • Originariamente inviato da Lupino Visualizza il messaggio
                                                  ...l'unico certo è quello dei deceduti
                                                  Non proprio. Cioè... quello è certo, ovvio. Ma non è detto che sia preciso. Raccoglie morti deceduti per altre cause e trovati positivi dopo morti come anche non raccoglie i deceduti non ospedalizzati senza tampone. Specie fra i molto anziani. È un indice certo prezioso, perché da un quadro generale importante, ad es. nello stabilire che la mortalità in alcune zone d’Italia e solo li è stata decisamente anomala. Ma non da indicazioni efficaci sull’evoluzione dell’epidemia.
                                                  Gli unici, veri, dati certi sono i ricoveri, sopratutto i “gravi” in sub intesiva ed i ricoveri in TI!
                                                  Questi ultimi sono crollati di 1000 unità in 10 giorni, così come i ricoveri.
                                                  Anche fondamentale è il numero degli “attivi”, cioè i positivi attuali depurati da morti e guariti. Questi sono già al picco da giorni e gran parte dell’incremento è più legato al sempre maggior numero di tamponi, che ovviamente portano alla luce anche gente asintomatica o con sintomi leggeri.
                                                  Il dato dei morti proseguirà per lungo tempo. Ma l’R0 è sotto l’1 ormai da giorni. In molte regioni è sullo 0,5 - 0,8.
                                                  La fase due epidemiologica è già nei fatti.
                                                  Quelli che rispondono “vallo a dire agli esperti” dovrebbero spiegare perché non è così agli altri esperti che invece vedono eccome il rallentamento.
                                                  “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                                                  Commenta


                                                  • [QUOTE]Non proprio. Cioè... [/QUOTE]
                                                    Infatti il doppio "forse" tra parentesi era indicativo proprio della perequazione CON e DI e dei non testati
                                                    Domotica: schemi e collegamenti
                                                    e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                                    Commenta


                                                    • Solo i test rapidi potranno dimostrare gli effettivi positivi che vi sono stati in lombardia e le future statistiche i veri morti. Molti positivi non sono nemmeno arrivati dal dottore di base. Simuliamo il tipico positivo bergamasco, come il mio collega visite all'ospedale per spalla torna al lavoro e dopo 4 giorni malattia, cure da influenza i soliti 7 giorni(4+7), poi tampone, per esito 3 giorni(4+7+3=14).
                                                      14 giorni per decidere come agire senza armi a disposizione, quindi se avesse avuto disturbi preesistenti sarebbe morto.

                                                      Commenta


                                                      • attenzione che la polmonite era una malattia conosciuta anche prima, mi hanno riportato un casi di un malato grave che è stato sottoposto tutti i giorni a tampone per 10 giorni sempre con esito negativo ma con diagnosi di polminite
                                                        ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
                                                        " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

                                                        Commenta


                                                        • Coronavirus Deaths by U.S. State and Country Over Time: Daily Tracker - The New York Times
                                                          A parte India e Messico (fra quelli considerati) tutti i paesi più colpiti stanno facendo calare la curva dei morti nel "raddoppio oltre la settimana" della fascia verde. L'Italia è sul ciglio della fascia blu dove per ora è solo la Corea del Sud.
                                                          Dopo l'esplosione esponenziale iniziale si sta dimostrando che le misure di isolamento sociale sono un'arma efficacissima.
                                                          La mortalità continua ad essere relativamente elevata in alcune aree (i motivi li capiremo col tempo), ma in generale l'allarme sta rientrando molto perlomeno nei paesi avanzati.
                                                          Continua ad essere una malattia pericolosa essenzialmente per anziani e malati, indipendentemente dai richiami alle "TI piene di giovani", che si sta rivelando la bufala che si pensava Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi all'infezione da SARS-CoV-2 in Italia
                                                          Su 18.641 morti alla data della ricerca solo l'1,8% (59) può essere con certezza registrato come "precedente sano morto per infezione Covid-19". La stragrande maggioranza di persone decedute (oltre 60%) presentava 3 o più patologie gravi associate.
                                                          I deceduti di età inferiore ai 40 anni sono 47. Di cui 8 senza patologie, 6 non si sa, 33 con gravi patologie preesistenti.
                                                          Dei deceduti totali il 97% presentava insufficienza respiratoria (quindi il 3% dei deceduti NON aveva nemmeno un'insufficienza respiratoria), ma oltre il 40% del totale ha presentato altri sintomi altrettanto gravi e potenzialmente mortali (23% insufficienza renale, 11% sovrainfezione, 10% insufficienza cardiaca).

                                                          Segnalo anche una ricerca molto puntuale e precisa dell'ISPI Coronavirus: la letalita in Italia, tra apparenza e realta
                                                          Il tasso di LETALITA' (cioè i morti fra i COLPITI dal virus) plausibile non raggiunge l'1% nelle classi fino ai 60 anni ed è grossolanamente intorno all'1% nelle persone in generale in età lavorativa. (Il rischio di morte in un incidente stradale al momento supera il 6% in Italia. )

                                                          In sostanza resta sempre più confermata l'immagine di una malattia che sarebbe senz'altro appaltabile a "normale influenza" per le classi fino ai 70 anni. E a una seria influenza con alta incidenza di polmoniti per le fasce superiori.
                                                          Quindi è confermata anche la politica di gestione della fase due. Isolamento e protezione per quanto possibile delle fasce a rischio. Misure di contenimento, ma senza angoscia esagerata, per le fasce più giovani e sane in modo da ridurre al minimo il serbatoio di contagi in attesa di terapie efficaci per la polmonite interstiziale o del vaccino.

                                                          Originariamente inviato da B_N_ Visualizza il messaggio
                                                          attenzione che la polmonite era una malattia conosciuta anche prima, mi hanno riportato un casi di un malato grave che è stato sottoposto tutti i giorni a tampone per 10 giorni sempre con esito negativo ma con diagnosi di polminite
                                                          Non solo.
                                                          La letalità di una "banale" polmonite da pneumococco è circa DOPPIA (15% contro il 7,8%) della letalità Covid-19 NELLA FASCIA OLTRE 80 ANNI! E oltre 10 volte più alta della letalità media plausibile del Covid-19 sull'intera totalità della popolazione! (https://www.epicentro.iss.it/meningi...%20sintesi.pdf)

                                                          I dati statistici spesso cambiano le impressioni vero?
                                                          Ultima modifica di BrightingEyes; 16-04-2020, 11:05.
                                                          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                                                          Commenta


                                                          • Comunque guardando ai dati odierni... in Liguria in 4 giorni le presenza in TI sono crollate del 30% (da 144 a 103).
                                                            I ricoveri in TI scendono ovunque robustamente. Così come i ricoveri non TI.
                                                            Sono ormai 7 le regioni che stanno vedendo una DISCESA dei positivi attivi.
                                                            L'R0 a livello italiano resta stabilmente sotto lo 0,9.
                                                            Aumenta regolarmente il numero dei sintomatici a domicilio, chiara indicazione che i tamponi stanno ormai individuando i casi che un mese fa NESSUNO conosceva.

                                                            Lo scenario futuro si sta delineando sempre di più. Dal punto di vista sanitario la Fase Due è di fatto già iniziata. La priorità in Italia non è più cercare di salvare più vite possibili nello tsunami di ricoveri, ma individuare precocemente i sintomatici anche lievi, isolando in quarantena tutti i contatti.
                                                            In pratica la battaglia si sta spostando dall'ospedale sul territorio.
                                                            A mio parere diventerà presto essenziale un dispiegamento di forze per lo screening a tappeto. Avviato questo potrebbe essere possibile avere una capacità di risposta immediata tale da bloccare sul nascere ogni focolaio. E quindi riaprire davvero.
                                                            I tempi a questo punto diventano quelli dell'organizzazione di questa fase di screening di massa.

                                                            Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                                            non c'entrano il, numero di test, è che in germania e spagna a fronte di numeri di contagiati grosso modo nostri, hanno il doppio di guariti , che vuol dire sono partiti dopo di noi e hanno guarito il 50% delle persone e noi siamo attorno al 20% ?!?!? c'è qualcosa che non funziona da noi ?
                                                            Credo ci siano aspetti non ben approfonditi da capire.
                                                            Il Regno Unito ha oltre 100.000 contagiati, 13.000 e più morti che aumentano al doppio dell'Italia (861 solo oggi) ed ha.... 135 "guariti" ?? (Coronavirus Dashboard) Quindi noi "guariamo" il 20% e loro l'1%?? Io non credo!
                                                            Una fattore sono le diverse tempistiche di evoluzione epidemica, ma anche i quasi 20.000 guariti spagnoli contro i 7700 francesi lasciano parecchi dubbi!!!
                                                            E' una malattia troppo elusiva e mancano ancora linee guida comuni. A mio parere gli UNICI dati davvero affidabili sono le curve dei ricoverati e dei pazienti in TI e, subito dietro, il dato dei positivi attivi (che però soffre del ritardo dovuto alla evoluzione clinica che spesso deve ancora esserci, mentre nel caso dell'evoluzione dei ricoverati è in tempo reale!).
                                                            Oltre all'R0 ovviamente, ma quello se lo covano e lo comunicano solo ogni tanto.
                                                            Ultima modifica di BrightingEyes; 16-04-2020, 18:09.
                                                            “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                                                            Commenta


                                                            • ..per l' ennesima volta sento al TG, stavolta affermato dai giapponesi, che il virus si ripresenta nelle stesse persone che ne sono guarite,
                                                              come se aspettasse, dentro di loro, in uno stato latente, finché la persona si indebolisca, per un qualche motivo e quindi attaccarla..

                                                              ..un virus che come mi venne naturale di pensare ..potrebbe avere proprio studiato sopravvivenza dal manuale dei boy scout...
                                                              Ultima modifica di Pedalologo; 17-04-2020, 00:33.

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X