PDC Panasonic Aquarea - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

PDC Panasonic Aquarea

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
    Prova certo, tanto stai un momento a riportare indietro. Poi chiaro, e' una 9 e potrebbe essere esuberante. Puoi provare anche ad abbassare il set point, ma non ricordo a quanto tu lo abbia impostato.
    Reimpostato al valore di default 20.5L/min, vediamo come va...
    Cosa strana comunque che anche se il limite è 20.5 in questo momento la vedo a 25, bo chissà come imposta questi valori

    E' in diretta con set point fisso a 18°, in casa così si sta bene ad entrambi i piani (la termoregolazione al piano terra poi mano a mano che raffresca comincia a spegnere le zone e la pdc concetra il flusso principalmente al primo piano)
    FV1: 7,38kW (18 x Q.Cell 410w) - SudOvest -- FV2: 3,28kW (8 x Q.Cell 410w) - NordEst -- Inverter Solardedge SE6000HD 6kW -- Accumulo 2x LG ResuPrime 9,6kW
    PDC Panasonic 9kW + Cappotto termico + coibentazione tetto + radiante fresato

    Commenta


    • Originariamente inviato da fpk Visualizza il messaggio


      (la termoregolazione al piano terra poi mano a mano che raffresca comincia a spegnere le zone e la pdc concentra il flusso principalmente al primo piano)
      Eh per forza si spegne, se chiude le testine diminuisce il flusso di acqua e andra' in off. Devi escludere la termoregolazione e regolare la temperatura solo con la temperatura di mandata.
      [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

      Commenta


      • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio

        Mi spiace darti questa impressione, non difendo nessuno, non ha bisogno di me. Ti ho anche detto di rivolgerti a un legale. Per quanto riguarda il gas, la macchina funziona anche con il 50% in meno, per cui il problema non é quello, sebbene ovviamente meglio rabboccare. Mi pare un esercizio fine a se stesso continuare a scrivere che non sei contento di Panasonic ma senza far nulla per costringerla a intervenire. Se il cat dice che é tutto a posto, non interverranno. Fai scrivere a un legale se vuoi che vengano loro. Quindi non capisco perche' credi difenda Panasonic, ti sto semplicemente dicendo che sei incappato in una situazione assurda e che se il cat dice che va bene, delle tue pec se ne fregheranno. D'altra parte i rilievi nei confronti di Panasonic nel topic ed in giro per il forum sono ben pochi. Vuoi risolvere, fai scrivere al legale. Verrano, controlleranno se necessario sostituiranno unita' esterna. Se invece tutto in ordine, hai ben poco da fare. Non e' che hai molto da scegliere.
        P.S: ti ricordo che ti ho pure inviato video con il rumore della macchina, (ovviamente per quanto possa valere).

        chiedo venia per il tono, non era mia intenzione. Quello che intendo dire è che tu supponi che abbiano parlato col cat che mi abbia dato del rompiballe e che quindi non intendono intervenire. Ma non stanno così le
        cose in base ai dati in mio possesso, semplicemente se ne sono lavati le mani prima e non rispondono ora. Il problema non è nella risposta di Panasonic ma nella sua assenza di risposta. Avessero risposto come te che la macchina funziona anche col 50% di gas o altra spiegazione ok (ma mi devono spiegare come mai indicano in scheda tecnica anche il quantitativo di gas da aggiungere oltre i 10 metri e come ma lo stesso cat ha ipotizzato come possibile problema di rumorosità una scarsità di gas).

        di li anche l’avvocato, cosa rispondo che non ho nessuna posizione di Panasonic? Comunque attenderò ed eventualmente farò scrivere fa avvocato ma non mi sembra di essere neanche l’unico qui in queste pagine che ha problemi con Panasonic Italia.

        Se nessuno ha problemi con le macchine sono contento ma in caso di problemi non è il massimo trovarsi davanti uba Panasonic ASSENTE perché così come non rispondono a me probabilmente non lo faranno con altri.

        detto Questo grazie del video e non era mia intenzione fare polemica, pardon.

        Commenta


        • Ma che polemica, figurati, ti mostravo semplicemente che hai interpretato male. In una questione le camapane sono sempre due, lo sai.Comunque, stai tranquillo che Panasonic ha immediatamente sentito il CAT e si saranno espressi con parole diverse, ma la sostanza(sempre a mio parere e' questa). D'altra parte, Panasonic come tutti gli altri produttori, non interviene direttamente per questioni tecniche, i CAT esistono per questo. Se dovesse intervenire diettamente per ogni questione, dovrebbe intervenire anche per quello che lo scorso anno ha chiamato il cat perche' la macchina stava bruciando (a suo dire) invece stava sbrinando ed emetteva vapore. Se hai un problema con il televisore di Panasonic, vai a un cat non a Milano da Panasonic Italia, poi se il cat non risolve, allora Pana deve bacchettare il Cat e risolvere. Nel caso delle aria acqua, a volte per questioni particolari, interviene qualche loro ingegnere invieto sul posto. Ma i Cat esistono proprio per questo motivo, fanno da filtro oltre che da tecnici. E stai sicuro che anche nel tuo caso lo hanno fatto. Non ho detto che sei l'unico, ma in confronto al volume di vendite ed installazione dei suoi prodotti (nel forum sono davvero molti ma non solo nel forum) siete mosche bianche. Ad ogni modo, ti ripeto ancora: vai da un legale(non devi rispondere a niente, sei tu che spieghi e loro DEVONO smuoversi), fai mandare una lettera al CAT e per conoscenza a Panasonic, dove spieghi che l'operato del cat in prima accensione e' stato superficiale (dal tuo punto di vista specifica bene al fine di evitare contestazioni tecniche) e che ha tralasciato anche di fare aggiungere gas ad installatore per via delle linee piu' lunghe delle specifiche. Poi mi pare ti abbiano chiesto 500 euro per ulteriore intervento, alla faccia della prima accensione e della garanzia della macchina e del supporto di Panasonic Italia che pare essersene lavato le mani nonostante sia evidente la pecca del suo CAT e tutta vicenda di cui e' a conoscenza. In sintesi, spiega bene la cosa. Concludi dicendo che ti aspetti la sostituzione in garanzia dell'unita esterna o quanto meno di una revisione generale per sistemarla come da specifiche del produttore. Ovviamente ti aspetterai anche il pagamento delle spese legali alle quali sarai costretto. (fosse solo la lettera, quei 200/300 euro li vogliono). In assenza di risposta entro tot giorni (direi una settimana) "obtorto collo" ,sarai costretto a rivolgerti nella opportuna sede al fine di vedere riconosciute le tue ragioni. Con vittoria di spese e di lite.Questo devi rimarcare. Della posizione di Panasonic, nonti interessa niente, ti han gia detto che loro ti mettono in contatto con il cat, hai gia' la risposta. Fatti sentire tu adesso, ma seriamente.
          P.S: la macchina funziona lo stesso con il 50% di gas, semplicemente girea' a frequenza piu' alta e sbrinera' spesso. Ma funziona. Questo in assenza di 600 grammi di gas. Puoi immaginare la mancanza di circa 50 grammi di rabbocco che effetto potrebbe avere. Ovviamente e' inutile aggiungere che la macchina deve essere a punto, con tutto il gas previsto, ma non fa' piu' rumore e con queste temperature non ti accorgeresti neanche della differnza. A meno che durante l'installazione non ne abbiano perso davvero molto e non lo abbiano rabboccato. Fa rumore di ferraglia quando il gas e' quasi assente, ma se fosse cosi', ci sarebbe una evidente toppata in installazione e comunque comicerebbe a segnalare errore la macchina stessa. Ma va beh, per la tua situazione non mi sbilancio, troppi casini
          Ultima modifica di fedonis; 20-07-2023, 19:27.
          [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

          Commenta


          • Originariamente inviato da kaladiluna Visualizza il messaggio
            Comunque temo che potrei avere presto problemi simili: il modulo di Primo Avviamento dice che tutto è ok, ma la PDC, che per ora produce solo ACS, va in errore F12 (attivazione del pressostato). Prima di coinvolgerli, sto cercando di capire per sommi capi quale sia il problema...
            forse ho capito dove è il problema: sul manuale di servizio avevo letto che il volume minimo di acqua richiesto è di 30 Litri (stranamente questa informazione non l'ho trovata sul manuale di installazione). Avevo calcolato che le sole serpentine a pavimento della zona più piccola contenevano 37 Litri d'acqua. Ok, però quando la valvola deviatrice commuta su ACS... mi ritrovo a alimentare la sola serpentina di carico del Daikin Hybridcube-500 che da scheda tecnica contiene solo 18,5 Litri.

            Secondo voi, il volume insufficiente di acqua può giustificare l'errore F12 = intervento interruttore del pressostato sulla unità esterna, tarato a 4,5 MPa=45 bar (non sapevo che fossero in gioco pressioni così alte!). Nel caso, potrei cavarmela aggiungendo un "mini accumulo" in serie alla serpentina di carico.


            ...

            Commenta


            • mi sa che hai fatto un po di confusione con i litri a disposizione
              Winter is coming ...
              PdC Daikin Altherma 3 ERLA11DV3 Integrated 230L
              https://monitoringpublic.solaredge.c...006#/dashboard

              Commenta


              • Originariamente inviato da kaladiluna Visualizza il messaggio
                forse ho capito dove è il problema: sul manuale di servizio avevo letto che il volume minimo di acqua richiesto è di 30 Litri (stranamente questa informazione non l'ho trovata sul manuale di installazione). Avevo calcolato che le sole serpentine a pavimento della zona più piccola contenevano 37 Litri d'acqua. Ok, però quando la valvola deviatrice commuta su ACS... mi ritrovo a alimentare la sola serpentina di carico del Daikin Hybridcube-500 che da scheda tecnica contiene solo 18,5 Litri.

                Secondo voi, il volume insufficiente di acqua può giustificare l'errore F12 = intervento interruttore del pressostato sulla unità esterna, tarato a 4,5 MPa=45 bar (non sapevo che fossero in gioco pressioni così alte!). Nel caso, potrei cavarmela aggiungendo un "mini accumulo" in serie alla serpentina di carico.

                Se c'e' poca acqua, viene fuori il problema. Se anche andasse al momento, potresti avere problemi durante lo sbrinamento in inverno. Verifica bene tutto comunque.
                [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                Commenta


                • fedonis in effetti la mia fa rumore di ferraglia come già detto…

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da subitomauro Visualizza il messaggio
                    mi sa che hai fatto un po di confusione con i litri a disposizione
                    non mi sembra... 18,5 Litri è proprio la capacità della serpentina che riscalda i 500 Litri di accumulo
                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Screenshot from 2023-07-20 23-38-20.png 
Visite: 322 
Dimensione: 11.0 KB 
ID: 2245590
                    Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                    Se c'e' poca acqua, viene fuori il problema. Se anche andasse al momento, potresti avere problemi durante lo sbrinamento in inverno. Verifica bene tutto comunque.
                    se lo sbrinamento pesca dal riscaldamento può contare su 240 Litri del radiante e su un massetto con notevole capacità termica. Se pesca dalla ACS i 30 Litri prescritti dovrebbero garantire un "minimo sindacale" per trasferire calore dai 500 Litri dell Hybridcube. Nel flow-chart diagnostico dell'errore F12 non viene incluso fra le cause un insufficiente quantitativo d'acqua, ma le altre possibilità mi sembrano poco plausibili in un sistema che è appena stato messo in servizio...

                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Screenshot from 2023-07-21 00-08-11.png 
Visite: 317 
Dimensione: 147.3 KB 
ID: 2245591


                    ...

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio

                      Eh per forza si spegne, se chiude le testine diminuisce il flusso di acqua e andra' in off. Devi escludere la termoregolazione e regolare la temperatura solo con la temperatura di mandata.
                      Però nel mio caso la termoregolazione interviene solo al piano terra dove raggiunta la temperatura chiude le testine.
                      Non interviene mai al primo piano dove rimangono sempre aperte.

                      Diciamo che la mia idea, avendo i 2 piani una differenza anche di 2 gradi, era quella di veicolare il flusso solo sul piano 1 quando il piano terra ha raggiunto il set point. In questo modo mantengo una temperatura più costante in tutta la casa (altrimenti il piano terra diventerebbe molto più fresco).
                      FV1: 7,38kW (18 x Q.Cell 410w) - SudOvest -- FV2: 3,28kW (8 x Q.Cell 410w) - NordEst -- Inverter Solardedge SE6000HD 6kW -- Accumulo 2x LG ResuPrime 9,6kW
                      PDC Panasonic 9kW + Cappotto termico + coibentazione tetto + radiante fresato

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da fpk Visualizza il messaggio

                        Però nel mio caso la termoregolazione interviene solo al piano terra dove raggiunta la temperatura chiude le testine.
                        Non interviene mai al primo piano dove rimangono sempre aperte.

                        Diciamo che la mia idea, avendo i 2 piani una differenza anche di 2 gradi, era quella di veicolare il flusso solo sul piano 1 quando il piano terra ha raggiunto il set point. In questo modo mantengo una temperatura più costante in tutta la casa (altrimenti il piano terra diventerebbe molto più fresco).
                        Certo, ma rimane poca acqua e quindi raggiunge il set point in poco tempo ed ecco gli off. Anche io ho il sistema di termoregolazione (domotica Bticino) ma la prima settimana di uso la ho esclusa. Crea solo problemi. E' comoda per la regolazione puntuale, ma lo scotto e' un numero indefinito ma molto alto di on off. Ora come ora non installerei piu' nulla di tutto questo. Soldi buttati. Prova ad escludere nel piano terra solo un locale o due (vedi tu) in maniera da lasciare comunque un bel volume di acqua. Insomma, devi trovare il miglior compromesso.
                        Ultima modifica di fedonis; 21-07-2023, 08:30.
                        [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da sand1975 Visualizza il messaggio
                          fedonis in effetti la mia fa rumore di ferraglia come già detto…
                          Ma hai fatto estrarre il gas e fatto pesare per capire quanto ce ne sia dentro? Se ce ne sono 300/400 grammi e' un problema di installazione, o perso durante la messa in opera o hai una perdita rilevante. Il rumore di ferraglia riconducibile alla mancanza di gas sta a significare che la macchina e' quasi senza. Se fosse cosi', non e' un problema del produttore o del CAT. Quindi, prima della lettera del legale, se non lo hai gia' fatto fare, fai controllare ad installatore la quantita' di gas in macchina. Se e' tutto regolare (controllare etichetta sulla macchina esterna) , potrai fare partire la lettera, altrimenti e' un autogol dove pagherai tutti gli interventi di tasca tua.
                          P.S: fallo fare anche velocemente, la mancanza di grande quantita' di gas(non certo i 50 grammi relativi alle tubazioni), puo' creare problemi di usura precoce del compressore.
                          Ultima modifica di fedonis; 21-07-2023, 08:39.
                          [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio

                            Certo, ma rimane poca acqua e quindi raggiunge il set point in poco tempo ed ecco gli off. Anche io ho il sistema di termoregolazione (domotica Bticino) ma la prima settimana di uso la ho esclusa. Crea solo problemi. E' comoda per la regolazione puntuale, ma lo scotto e' un numero indefinito ma molto alto di on off. Ora come ora non installerei piu' nulla di tutto questo. Soldi buttati. Prova ad escludere nel piano terra solo un locale o due (vedi tu) in maniera da lasciare comunque un bel volume di acqua. Insomma, devi trovare il miglior compromesso.
                            Faccio una prova e vediamo come va, però diciamo che limitando le zone limito anche la produzione di umidità.

                            Giusto per un confronto: pensavo che concentrando l'acqua fredda solo su 1 piano aiutasse ad abbassare la temperatura più velocemente in quel piano. Inoltre avendo un impianto in diretta senza pompe di rilancio ipotizzavo che "chiudendo" un piano arrivasse una temperatura di ritorno alla PDC più fedele (praticamente non mescolando l'acqua di piano terra + piano 1 che potrebbe far credere alla PDC che ci sia già una temperatura ideale ovunque, mentre invece nella pratica è un mix tra 2 piani con temperature diverse).

                            Ho detto un c........ immensa?
                            FV1: 7,38kW (18 x Q.Cell 410w) - SudOvest -- FV2: 3,28kW (8 x Q.Cell 410w) - NordEst -- Inverter Solardedge SE6000HD 6kW -- Accumulo 2x LG ResuPrime 9,6kW
                            PDC Panasonic 9kW + Cappotto termico + coibentazione tetto + radiante fresato

                            Commenta


                            • No, non hai detto una cazzata, ma devi sempre tenere presente che e' una 9kw e limitando il volume di acqua da dargli in pasto, ovviamente si sbriga prima. Perche' le testine fanno questo, limitano il volume di acqua chiudendo la zona interessata dal set point. Ne consegue che sicuramente la macchina arriva prima al set point e andra' in off. Non necessariamente l'ambiente avra' raggiunto la temperatura impostata, perche' la macchina si basa sui valori di mandata e ritorno. Da qui la necessita' di effettuare varie prove, compreso il bilanciamento del radiante da effettuarsi tramite i flussimetri (o flussometri come si voglia chiamarli). In sintesi, dovrai regolare i flussimetri in maniera tale da raggiungere le temperature volute senza intervento delle testine. Quindi agisci su quelli del piano terra, chiudili un po' e prova, e continua fino a che avrai bilanciato tutto. Controlla anche quelli del piano superiore che siano aperti ovviamente. In sintesi, testine sempre in chiamata e regolazione dei flussimetri. Una volta bilanciato il tutto sarai a posto e dovrai agire solo sulla temperatura di mandata. Ma la macchina avra' sempre a disposizione tutto il volume di acqua su cui lavorare, limitando drasticamente gli on off. Che non devono essere uno spauracchio, quelli ci sono, ma un conto e' farne 3/4 al giorno, un conto 50. Tutto sta a trovare la quadra, ci vuole pazienza per quel paio di settimane per regolare di fino, ma una volta finito, sei a posto.
                              [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                No, non hai detto una cazzata, ma devi sempre tenere presente che e' una 9kw e limitando il volume di acqua da dargli in pasto, ovviamente si sbriga prima. Perche' le testine fanno questo, limitano il volume di acqua chiudendo la zona interessata dal set point. Ne consegue che sicuramente la macchina arriva prima al set point e andra' in off. Non necessariamente l'ambiente avra' raggiunto la temperatura impostata, perche' la macchina si basa sui valori di mandata e ritorno. Da qui la necessita' di effettuare varie prove, compreso il bilanciamento del radiante da effettuarsi tramite i flussimetri (o flussometri come si voglia chiamarli). In sintesi, dovrai regolare i flussimetri in maniera tale da raggiungere le temperature volute senza intervento delle testine. Quindi agisci su quelli del piano terra, chiudili un po' e prova, e continua fino a che avrai bilanciato tutto. Controlla anche quelli del piano superiore che siano aperti ovviamente. In sintesi, testine sempre in chiamata e regolazione dei flussimetri. Una volta bilanciato il tutto sarai a posto e dovrai agire solo sulla temperatura di mandata. Ma la macchina avra' sempre a disposizione tutto il volume di acqua su cui lavorare, limitando drasticamente gli on off. Che non devono essere uno spauracchio, quelli ci sono, ma un conto e' farne 3/4 al giorno, un conto 50. Tutto sta a trovare la quadra, ci vuole pazienza per quel paio di settimane per regolare di fino, ma una volta finito, sei a posto.
                                Ecco... nel mio caso i flussimetri sono tutti aperti al massimo, zero bilanciamento..... fedele al progetto del termotecnico.....

                                Dovrei cominciare con un po' di prove e mano a mano chiuderle gradualmente.
                                FV1: 7,38kW (18 x Q.Cell 410w) - SudOvest -- FV2: 3,28kW (8 x Q.Cell 410w) - NordEst -- Inverter Solardedge SE6000HD 6kW -- Accumulo 2x LG ResuPrime 9,6kW
                                PDC Panasonic 9kW + Cappotto termico + coibentazione tetto + radiante fresato

                                Commenta


                                • Originariamente inviato da fpk Visualizza il messaggio

                                  Ecco... nel mio caso i flussimetri sono tutti aperti al massimo, zero bilanciamento..... fedele al progetto del termotecnico.....

                                  Dovrei cominciare con un po' di prove e mano a mano chiuderle gradualmente.
                                  Un paio di settimane di tempo e qualche regolazione (ci vuole tempo che il radiante risponda ad una parziale chiusura o apertura del flussimetro) e cosi' via. Una volta che piu' o meno le zone saranno bilanciate a parita' di mandata, sarai a posto. Ovviamente potrai anche regolare la temperatura zona per zona , insomma, regola le temperature con i flussimetri come meglio ti aggrada. Ma e' comunque un lavoro che farai una volta sola.
                                  [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                  Commenta


                                  • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                    No, non hai detto una cazzata, ma devi sempre tenere presente che e' una 9kw e limitando il volume di acqua da dargli in pasto, ovviamente si sbriga prima. Perche' le testine fanno questo, limitano il volume di acqua chiudendo la zona interessata dal set point. Ne consegue che sicuramente la macchina arriva prima al set point e andra' in off. Non necessariamente l'ambiente avra' raggiunto la temperatura impostata, perche' la macchina si basa sui valori di mandata e ritorno. Da qui la necessita' di effettuare varie prove, compreso il bilanciamento del radiante da effettuarsi tramite i flussimetri (o flussometri come si voglia chiamarli). In sintesi, dovrai regolare i flussimetri in maniera tale da raggiungere le temperature volute senza intervento delle testine. Quindi agisci su quelli del piano terra, chiudili un po' e prova, e continua fino a che avrai bilanciato tutto. Controlla anche quelli del piano superiore che siano aperti ovviamente. In sintesi, testine sempre in chiamata e regolazione dei flussimetri. Una volta bilanciato il tutto sarai a posto e dovrai agire solo sulla temperatura di mandata. Ma la macchina avra' sempre a disposizione tutto il volume di acqua su cui lavorare, limitando drasticamente gli on off. Che non devono essere uno spauracchio, quelli ci sono, ma un conto e' farne 3/4 al giorno, un conto 50. Tutto sta a trovare la quadra, ci vuole pazienza per quel paio di settimane per regolare di fino, ma una volta finito, sei a posto.
                                    Il rumore lo potrei descrivere come "fregamento di parti metalliche" o anche un romore simile a quello, se ti è mai capitato, di un motore auto quando è andata una puleggia della cinghia servizi e sfrega (pur andando).
                                    Pensavo anche io all'inizio ad un problema meccanico ma il cat ha detto che è rumore da "laminazione gas" e che bisogna svuotare, pulire, pesare e ricaricare.
                                    Non sono d'accordo perdonami sulla NON responsabilità del CAT in quanto 1. Ha detto di non aggiungere gas rispetto al necessario e 2. Non ha rilevato il rumore dell'unità esterna che fa dal primo istante. Io penso che se tu CAT autorizzi un'installazione non conforme e non fai aggiungere gas poi però ti prendi la responsabilità se ci sono problemi soprattutto di mancanza gas, perlomeno controlli poi l'unità esterna e vedi/senti se è tutto ok.

                                    Ho sentito ancora oggi l'installatore che mi ha detto ancora che verrà a fare l'intervento ma è da marzo che sto aspettando e ha titubato più volte complice anche il cat che ha chiesto 500 euro solo per uscire a verificare il lavoro (e non so se verrà ad oggi).

                                    Probabilmente le responsabilità sono da dividere tra cat e installatore ma non vedo perchè il primo a questo punto debba chiedere 500 euro per l'intervento.

                                    Se il cat avesse lavorato come doveva avrebbe misurato correttamente le linee gas, avrebbe fatto aggiungere gas e avrebbe sentito che causa rumore c'era qualcosa che non andava, bocciando l'accensione e comandando di controllare quantitativo gas per poi tornare quando fosse tutto ok ma così non ha fatto. Ha lavorato male e fuori specifica Panasonic e ora non solo non vuole ammettere le sue colpe (non certo capitali ma esistenti) ma chiede all'installatore (non a me) 500 euro solo per uscire a verificare i parametri?

                                    Tolto questo, dici che il compressore possa avere danni ma è possibile che tale rumore sia presente anche quando manca solo parte del gas? La pdc comunque funziona bene, modula al minimo a 400w in inverno e uguale ora in estate (anche se ho letto dovrebbe modulare un pò più in basso sul raffreddamento), pensi possano crearsi danni?

                                    Ad installatore ho fatto presente quanto mi hai detto sui possibili danni al compressore per sollecitarlo ancora di più, rimango in attesa.

                                    Certo che non vorrei mai rimanere al freddo con una pdc viste le tempistiche di cat e installatori...

                                    Commenta


                                    • Approfitto anche per chiedere se qualcuno ha mai fatto o postato un video sulla manutenzione ordinaria delle nostre acquarea visto che si avvicina la scadenza annuale della revisione e certo, visti i rapporti di cui sopra, vorrei evitare di chiamare il cat regalandogli 200 euro dovendo ostiare chiamandolo 1000 volte per farlo uscire.

                                      Commenta


                                      • Originariamente inviato da sand1975 Visualizza il messaggio
                                        ... visto che si avvicina la scadenza annuale della revisione...
                                        Quale scadenza ?
                                        Winter is coming ...
                                        PdC Daikin Altherma 3 ERLA11DV3 Integrated 230L
                                        https://monitoringpublic.solaredge.c...006#/dashboard

                                        Commenta


                                        • Originariamente inviato da subitomauro Visualizza il messaggio

                                          Quale scadenza ?
                                          Perdonami, mea culpa, ho usato un termine fuorviante, intendevo "scadenza" di calendario per pulizia motore esterno e filtro interno pdc, non mi risulta che ci sia alcuna scadenza obbligatoria neanche per la garanzia (correggetemi se sbaglio)

                                          Commenta


                                          • Originariamente inviato da sand1975 Visualizza il messaggio



                                            Se il cat avesse lavorato come doveva avrebbe misurato correttamente le linee gas, avrebbe fatto aggiungere gas e avrebbe sentito che causa rumore c'era qualcosa che non andava, bocciando l'accensione e comandando di controllare quantitativo gas per poi tornare quando fosse tutto ok ma cosÃà‚¬ non ha fatto. Ha lavorato male e fuori specifica Panasonic e ora non solo non vuole ammettere le sue colpe (non certo capitali ma esistenti) ma chiede all'installatore (non a me) 500 euro solo per uscire a verificare i parametri?

                                            Tolto questo, dici che il compressore possa avere danni ma e' possibile che tale rumore sia presente anche quando manca solo parte del gas? La pdc comunque funziona bene, modula al minimo a 400w in inverno e uguale ora in estate (anche se ho letto dovrebbe modulare un po' piu' in basso sul raffreddamento), pensi possano crearsi danni?

                                            Ad installatore ho fatto presente quanto mi hai detto sui possibili danni al compressore per sollecitarlo ancora di piu', rimango in attesa.

                                            Certo che non vorrei mai rimanere al freddo con una pdc viste le tempistiche di cat e installatori...
                                            Non difendo il cat, ma non e' loro compito misurare le linee gas ne' controllare i cablaggi a monte. Il manuale installazione serve a questo. Mi spiego: se serve un cavo da 4 dovrebbe partire da una linea da almeno 4 o superiore. Se installatore fa partire il cavo da 4 su linea da 2.5 e' un problema di installatore. Non del cat. Lui controlla che sia tutto in ordine sulla macchina. Se a monte c'e' il problema il casino lo ha fatto installatore e non e' compito del CAT controllare tutto. Proseguendo: se la linea e' piu' lunga dello specifico, devi aggiungere (mi pare 10 gr di gas) per metro. Se eccedi di tre metri, sono 30 grammi, se anche non li aggiungi non accade assolutamente nulla. Ovvio che se sono 50 metri il discorso cambia. Tuttavia, se fa quel rumore di ferraglia, potrebbe essere imputabile alla mancanza di gas(tanta mancanza pero', non certo 100/200/300 gr), credo da da installazione (mi pare tu ti sia lamentato subito del rumore) e ne conseguono due considerazioni: o lo ha perso durante installazione o la macchina ha perso consistente quantitavo di gas durante il funzionamento. In entrambi i casi la responsabilita' e dell'installatore. Il cat ha sicuramente (a mio parere) esagerato se ha chiesto 500 euro per il solo rispristino del gas. Ma se le cose stessero davvero cosi' non e' un lavoro in garanzia, interverrebbe a mettere una pezza su lavoro di un altro. Quindi senza fasciarsi la testa, devi partire da un punto fermo e sicuro: quanto gas c'e' dentro? Se il problema fosse il gas (ripeto se) , a occhio credo che non ce ne sia piu' di 400gr , quindi fa rumore di ferraglia(se ne mancasse meno, non farebbe questo rumore, ma starebbe a frequenza piu' alta per compensare). Se invece non fosse il gas, dovrebbe/potrebbe essere la valvola di laminazione (o expansion device in inglese). Ma prima di tutto devi fare controllare quanto gas c'e', senza quel dato, inutile andare avanti. Si certo, con poco gas gira anche poco olio lubrificante, con ovvie conseguenze di usura precoce. Prima di addebitare eventuali responsabilita', a mio parere e' ineludibile questo controllo.
                                            P.S: se fa rumore per il gas te ne manca tanto.
                                            Ultima modifica di fedonis; 21-07-2023, 13:50.
                                            [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                            Commenta


                                            • Il cat non ha chiesto 500 euro per ripristino del gas. Svuotamento, pulizia e ripristino lo fa installatore. Il cat ha chiesto 500 euro solo per verificare che l’operazione venga svolta correttamente, per supervisionare e far “ripartire” la macchina insomma. Da lì un epiteto non ripetibile da parte del l’ibstallatore

                                              Commenta


                                              • Ok, ma continuiamo a girare attorno il problema, il punto non e' questo dei 500 euro che peraltro a te non toccano. E non c'e' bisogno di fare intervenire il CAT, evidentemente e' stato chiesto il suo intervento. Installatore non ha bisogno del CAT per fare il lavoro, lo faccia lui. Dovrebbe esserne in grado se fa installazione. Toglie, pesa, ripulisce impianto e immette la giusta quantita'. Se smette con il rumore e' a posto, altrimenti e' altro. Ma onestamente, non credo. Se comunque fosse la laminatrice verrebbe sostituita in garanzia. Ma secondo me installatore gia' lo sospetta, altrimenti faccio fatica a capire questo ritardo nell'intervento.
                                                [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                Commenta


                                                • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio

                                                  Un paio di settimane di tempo e qualche regolazione (ci vuole tempo che il radiante risponda ad una parziale chiusura o apertura del flussimetro) e cosi' via. Una volta che piu' o meno le zone saranno bilanciate a parita' di mandata, sarai a posto. Ovviamente potrai anche regolare la temperatura zona per zona , insomma, regola le temperature con i flussimetri come meglio ti aggrada. Ma e' comunque un lavoro che farai una volta sola.
                                                  Ho cominciato ieri con le chiusure parziali, vediamo come va.

                                                  Mi è sorto un dubbio: d'estate il piano terra è più fresco e quindi chiudo di più i circuiti.
                                                  D'inverno però è la stessa cosa ma devo scaldarlo di più, e quindi sarebbe l'opposto della situazione estiva: devo chiudere di più i circuiti al piano 1 per far sì che al piano terra ci sia più circolazione.

                                                  Devo regolare i flussimetri ad ogni cambio di stagione...?
                                                  FV1: 7,38kW (18 x Q.Cell 410w) - SudOvest -- FV2: 3,28kW (8 x Q.Cell 410w) - NordEst -- Inverter Solardedge SE6000HD 6kW -- Accumulo 2x LG ResuPrime 9,6kW
                                                  PDC Panasonic 9kW + Cappotto termico + coibentazione tetto + radiante fresato

                                                  Commenta


                                                  • NO, dovrai trovare il giusto compromesso, poi lasciare li tutto. Una volta fatto va bene sempre
                                                    [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                    Commenta


                                                    • Originariamente inviato da kaladiluna Visualizza il messaggio
                                                      [...] sul manuale di servizio avevo letto che il volume minimo di acqua richiesto è di 30 Litri [...] però quando la valvola deviatrice commuta su ACS mi ritrovo a alimentare la sola serpentina di carico del Daikin Hybridcube-500 che da scheda tecnica contiene solo 18,5 Litri.
                                                      aggiungendo (in serie) un accumulo inerziale da 25 Litri rientrerei nei requisiti di installazione e dovrebbe bastare per evitare l'allarme F12. Mi chiedevo se sarebbe utile andare oltre e installare un 50 Litri. Ha senso? o sarebbe comunque troppo poco per incidere significativamente su sbrinamenti e ripartenze?
                                                      ...

                                                      Commenta


                                                      • Visto che devi installare, personalmente installerei il 50. Un po' di acqua in piu' aiuta nello sbrinamento. Non sara' come il giorno e la notte, ma installare per installare...
                                                        [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                        Commenta


                                                        • ok, farò qualche contorsione per lo spazio (ho fatto entrare tutta la centrale termica nell'area di un pannello OSB 250x125 cm). Cordivari fa un 50L pensile con Ø 34 cm e lungo un metro, lo piazzo in orizzontale sotto il soffitto...
                                                          ...

                                                          Commenta


                                                          • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                                            NO, dovrai trovare il giusto compromesso, poi lasciare li tutto. Una volta fatto va bene sempre
                                                            Giusto come aggiornamento: ad oggi fa 7/8 on-off al giorno comprensivi dello spegnimento alle 23 e dell'acs alle 7 di mattina
                                                            FV1: 7,38kW (18 x Q.Cell 410w) - SudOvest -- FV2: 3,28kW (8 x Q.Cell 410w) - NordEst -- Inverter Solardedge SE6000HD 6kW -- Accumulo 2x LG ResuPrime 9,6kW
                                                            PDC Panasonic 9kW + Cappotto termico + coibentazione tetto + radiante fresato

                                                            Commenta


                                                            • Buongiorno, quando stamattina mi sono svegliato ho visto sul termostato della Pdc l'errore H98, protezione alta pressione. Anche cliccando su reset il problema non si risolve

                                                              Cosa può essere? Stanotte c'è stato un temporale ma non credo sia rilevante..

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X